9/17/2009

41 - residence e dintorni




Il residence è molto carino. La nostra stanza in realtà è un appartamentino, formato da salotto (scrivania, divano, mobile tv con tv, altro tavolo per mangiare) con angolo cottura (frigo enorme, microonde, fornello, lavastoviglie), poi c'è la camera (con tanto di tv) e il bagno.Le due tv sono proprio enormi, son venuti a cambiarle ieri mattina (prima c'erano quelle vecchio stile diciamo). Per fortuna c'è un pulsantino per ridurre l'immagine e lasciare una parte dello schermo quindi vuota! (sono americani....).

Ieri mattina, dopo aver scritto mail e aggiornato blog, ho iniziato ad esplorare i dintorni. Mi son fatta una cartina a mano (guardando le mappe on line) e son partita.
Le strade sono proprio larghe, al punto che sembrano sovradimensionate! Per fortuna sono anche tranquille, ad ogni incrocio c'è il semaforo con la chiamata pedonale e così si riescono anche ad attraversare facilmente!


Qui attorno non c'è molto da vedere o da fare.. sono tutti uffici e residence... cmq ho camminato camminato, e ho visto due cose curiose lungo le strade, che noi non abbiamo: un aggeggino che è un distributore di giornali (alimentato a monete) e un altro aggeggino che è il raccoglitore dei pacchi da mandare tramite corriete, tipo la nostre buche da lettera!
Cammina cammina sono arrivata a uno di quelli che chiamano food court (o qualcosa del genere), cioè ci sono dei tavolini in mezzo e attorno tutti posti in cui comprare da mangiare... c'era veramente di tutto: pizza, cinese, messicano, giapponese, mac donald ovviamente, sturbucks etc... ma alla fine ho trovato il posto per me: un "insalataro", cioè un posto in cui vendono solo insalate!
Ho studiato il menu, ho ordinato, ovviamente hanno capito dal mio accento che non sono di queste parti :-P ma cmq sono riuscita ad ordinare tutto e a chiedere di aggiungermi le olive! Soddisfatta!

Nel pomeriggio abbiamo poi conosciuto Paul, che è il nostro omino che ci aiuta nell'ambientazione.
Per fortuna riesco a capire tutto quello che dice.. e gli ho detto a gesti che non son buona a parlare. Abbiamo parlato un pò delle varie cose da fare e iniziato con il lato burocratico.

La sera poi siamo andati in un negozio di telefonia e ci siam comprati due sim americane, così per chiamarci non dobbiamo fare il giro dall'italia, che è abbastanza dispendioso. Le sim qui funzionano in modo diverso... e così spendo la stessa cifra, sia se telefono sia se ricevo... e la stessa cosa per gli sms! Che strano! Ma almeno tra noi due ci chiamiamo gratis!
Dimenticavo! Una volta entrati in questo negozio siamo stati accolti dalla californiana di turno, che appena ci ha visto ci fa tipo "ciao, come state?" col sorriso sulle labbra.. noi timidamente ".. bene..." e lei "oh, ma è fantastico!" ... mah.. e poi ha capito che non siamo americani, ci ha chiesto la provenienza, noi "italia - roma" e lei "oh, ma è meraviglioso, è bellissimo" ... mah...

E infine siamo andati al supermercato! Erano le 20 circa e avevo già sonno... e ho dimenticato la macchinetta fotografica! Perchè anche quella è stata un'esperienza da documentare, mi rifarò la prossima volta!
Quello che mi ha colpito di più è stato il reparto frutta e verdura, dove i prodotti sono lucidi, davvero lucidi, e disposti in modo preciso uno sull'altro! A incastro tipo. Prossima volta faccio foto. E poi.. che schock... i prezzi sono non al kilo, ma alla libbra!!! Che poi sarebbero i pound, e hanno sigla lb. Quando siamo poi tornati a casa ho scoperto che 1 pound = 0.45 kg. Scoperto ciò mi son resa conto che la frutta e la verdura costano veramente uno sproposito!!! Forse potrebbero evitare di pagare qualcuno per tirarle a lucido e fare i castelli di mele o di pomodori.. il prezzo scenderebbe!
Cercando cmq di non congelare (aria condizionata a palla) e di non addormentarmi siamo riusciti a comprare un pò tutto quello che ci serviva. Purtroppo era tardi.. ma la prossima volta vado da sola, mi porto la macchinetta fotografica, e mi studio bene le cose.. c'erano delle patate rosse (ne ho prese un paio) e altra verdura strana... e tantissime altre cose che noi non abbiamo. Da "bravi" italiani non siamo riusciti a resistere e ci siam comprati due pacchi di pasta barilla (1 libbra a 1,50 dollari.. giusto perchè era in offerta!). E siamo riusciti anche a comprare il latte nella confezione piccola (un quarto di gallone, che corrisponde a 0,946 litri), ma per il succo di frutta ci siamo dovuti accontentare della confezione da due quarti, cioè 1,89 litri, anche detta confezione da 64 fl oz cioè 64 once fluide... aiuto!
Mi sembrava che tutto costava tantissimo, ma alla fine abbiamo riempito il carrello e pagato un centinaio di dollari, alla fine con il cambio com'è non è più di quanto avremmo speso a roma!
Ovviamente alla cassa oltre alla cassiera c'è la solita californiana bionda che imbusta le cose e intanto ti fa domande e sorride e dice "fantastico e meraviglioso" a tutto quello che le rispondi!

Inizio ad avere seri dubbi di riuscire a trovare un lavoro qui.... almeno, di certo non farò mai la commessa! :-)



10 commenti:

Crazy time ha detto...

mi fai sorridere. mi sembra di rivedere me sei anni fa :)
vedo sta andando tutto benissimo, enjoy San Diego e per il lavoro, certo che lo troverai. Ma come stai messa con il visto?


trader joe's e' uno dei migliori supermercati, non ha tuttotutto, ma e' buono e non e' eccessivamente costoso, ha anche la burrata, la mozzarella italiana e buon vino

whole foods e' un furto, io non ci vado mai.
per non parlare di bristol farms, ci sono li'?

ralph's e' diventato sempre piu' caro negli anni.


aspettiamo foto del supermercato :)

Marica ha detto...

ahahah... allora penso che tra 6 anni capirò bene la lingua, avrò un lavoro e son contenta! :-)

con il visto sto messa bene, credo.. ho un L2, che vale 3 anni, poi rinnovabili per altri 4, se ho capito bene.
e tu? hai la green card?

il supermercato dove siamo andati si chiama wons, o qualcosa del genere.
terrò conto dei tuoi suggerimenti, grazie! :-)

erix ha detto...

ahahahah! Marica!
Pe attraversare quelle strade ci vorrà mezz'ora!
Per i supermercati... mamma mia! ma che aspettano a convertirsi al sistema internazionale? Tanto prima o poi gli tocca! Mi ricordi la Scozia, dove tra miglia, yard e semafori non ci capivo più nulla alla guida...
:D
Dai dai che ti divertirai ad ambientarti...
Per fortuna c'è Crazy che già elargisce buoni consigli (grazie anche da parte mia nel prenderti un pò cura della nostra Marica!)

Però le commesse che dicono "wonderful!", quando non gliene frega proprio nulla di quello che dici, inquietano abbastanza...
BRRRR
:D

Nikla ha detto...

wow ma è fantastico!! meraviglioso!! :)))
baci

Sara ha detto...

..Mamma la frutta e la verdura impilata ad incastro... un po'inquietante veramente!! ahah non vedo l'ora di vedere le foto!
Cmq coraggio, quando comincerai ad ambientarti riuscirai anche ad evitare di avvelenarti troppo con coloranti, conservanti e compagnia bella...!! Un salutone

Crazy time ha detto...

Ah Vons....mi sa che non ci sono mai andata sai?
e con il tuo visto puoi lavorare?
io non ho la green card, e chi te la passa :)
ho il visto da giornalista.

buona giornataaaa!!!

Marica ha detto...

eccomi....

erika: si, tipo quando poi devi fare il doppio attraversamento (per andare nel punto diagonalmente opposto) ci metti davvero 5 minuti di orologio per attraversare!! :-)

nika: sisi, fantastico! :-D

sara: eh si, spero anche io di riuscire presto a fare una spesa "genuina"... ma prima devo essere in grado di leggere le etichette in inglese! :-P ma ce la posso fare! cmq le mele a incastro son veramente inquietanti!!

crazy: si, con il mio visto posso lavorare... una volta che sarò in grado di parlare :-D

Anonimo ha detto...

ciao marica, sono quella di myblognsandiego.blogspot.com...Stefania!
le "ciambelline colorate" sono gli "apple jacks", sono cereali, non mi fanno ipazzire, io li compro perchè piacciono a craig, mio amrito, ma la prox volta che vai a fare la spesa ricordati degli "hoeny bunches of oats", quelli sono ottimi, te lo dico io che sono italiana, fidati! e mangia, non ingurgitare solo insalate! se hai bisogno di consigli, chiedi, io ci sono sempre, ciao!

Anonimo ha detto...

scus gli errori ,ma sto scrivendo di fretta poi il portatile ha la keyboard che fa abbastanza schifo...
HONEY BUNCHES OF OATS, ecco, l'ho corretto...e quando potete andatevi a fare il margarita al cafè coyote, in old town, ve lo consiglio vivamente, e divertitevi!
ciao

Marica ha detto...

:-D grazie mille!

posso chiederti un consiglio qui?

che zona mi consigli tra carmel valley e utc, come zona per abitare?