12/04/2009

102 - Lindsey and the story of stuff

Lindsey e' la mia insegnante di inglese.
Prima di conoscerla ero preoccupata, perche' il maritino (che si era offerto volontario di trovarmi una persona americana con cui fare conversazione) mi aveva detto che si trattava di una ragazza americana, studentessa universitaria, sui 25 anni.
E nella mia testa mi ero immaginata la tipica americana svampita, con i capelli biondo platino, le tette rifatte, tutta vestita di rosa shocking e con un cane sottobraccio.
Invece la prima volta che l'ho vista (nella caffetteria dove facciamo lezione) mi ha fatto pensare a Phoebe di "Friends" e mi e' risultata simpatica a pelle!

A mano a mano che i nostri incontri vanno avanti la sto conoscendo un po' di piu' ed ho scoperto che ha un grande rispetto per l'ambiente, la natura ecc, ne e' proprio affascinata... per esempio si incanta quando vede degli animali attorno a noi (cani o uccellini o qualsiasi altro essere animato), cerca di essere vegetariana, cerca di non inquinare, si sposta in bici o in bus, non beve l'acqua in bottiglia nemmeno quando va in messico dove l'acqua e' "diversa", e ogni volta ci sta male, ma dice che se continua a poco a poco si abituera'.... e poi non ha la tv, e legge un sacco...
Insomma, un tipo "green".

Fatto sta che mi ha consigliato di vedere questo video:
Si capisce abbastanza bene (anche se dura ben 20 minuti).
Il video parla un po' della "storia delle cose", cioe' da dove vengono e dove vanno a finire. Dice che molte delle cose che compriamo non ci servono realmente, ma siamo indotti a pensare che ci servano. Dice che siamo un po' schiavi della pubblicita'. Dice che stiamo distruggendo la natura ecc. Insomma, si, le solite cose che gia' si sanno.
Ma a un certo punto dice anche che il 99% delle cose che compriamo dopo 6 mesi e' diventato spazzatura. Questa cosa mi sembra terribile.
Insomma, alla fine il messaggio e' di riciclare, ma soprattutto di comprare meno.

Quindi ho deciso di rispolverare il verde che e' in me.
Certo, qualcosa gia' faccio: differenzio tutta la spazzatura differenziabile, mi sposto in bici o con i mezzi, uso la busta di stoffa per fare la spesa....
Ma si puo' fare di piu'... per esempio comprare lo stendino.. innaffiare con l'acqua di lavaggio delle verdure, ecc... pero' la cosa piu' difficile di tutte e' comprare meno...
Non che io sia fanatica dello shopping.... ma a volte in effetti compro cose che potrei non comprare...

Diciamo che e' il proposito dell'anno nuovo: buy less!

0 commenti: