12/01/2009

99 - scritto da un uomo!

Non e' la prima volta che leggo un libro e mi trovo a pensare "e' proprio scritto da un uomo!".

La prima volta e' stata mentre leggevo "L'ombra del vento" di Zafon, dove (attenzione, sta per essere svelata parte della trama! saltare al paragrafo successiva!) ci sono queste ragazzine che restano incinte la prima volta che fanno sesso... vabe', da una parte penso che sono io che ho la fissa e che rosico un po', dall'altra penso che sia una delle grandi paure dell'uomo, mettere incinta qualcuna la prima volta che ci si fa sesso... e passi pure. Ma soprattutto mi ricordo che lei scopre di essere incinta tipo 2 giorni dopo aver fatto sesso... il che e' impossibile, e le donne lo sanno.

La seconda volta l'ho pensato mentre leggevo "Slam" (tradotto con "tutto per una ragazza" o qualcosa del genere) di Hornby... dove (attenzione, idem come sopra!) lei resta incinta appena lo fanno senza precauzioni.. ma cmq molto piu' realistico di Zafon.

E ora sto leggendo "I pilastri della terra" di Follet.
Ok, io di solito non leggo i libri di Follet o di Grisham... non sono il mio genere... ma in casa girano spesso perche' sono invece il genere preferito del marito, quindi qualche volta prendo qualcosa in prestito... e questo a mio marito era piaciuto, quindi l'ho traslocato perche' avevo deciso di leggerlo, nonostante le 1000 pagine.
L'ho iniziato ieri... e dopo un paio di giorni ho letto una sessantina di pagine... oggi la storia era arrivata a un punto tristissimo.. in poche parole (fino a pagina 60) accade piu' o meno questo:
ambientazione medievale, famiglia poverissima formata da marito, moglie, figlio di 14 anni e figlia di 7. Lui resta senza lavoro, e iniziano a vagare a piedi di villaggio in villaggio alla ricerca di un lavoro, intanto arriva l'inverno, soffrono il freddo, vengono derubati del maiale che avevano allevato con enormi sacrifici e che sarebbe stata la loro fonte di sostentamento per l'inverno.. la moglie, che e' incinta, a un certo punto partorisce mentre sono in viaggio, nel bosco, al freddo, di notte, con il villaggio piu' vicino a 1 giorno di cammino... con enorme sofferenza nasce sto bambino, ma la moglie continua a perdere sangue e poi muore... sconforto generale, tra le lacrime la seppelliscono.. il marito decide di abbandonare il bimbo appena nato perche' non sa come sfamarlo... il bimbo piange... gli altri figli son disperati... ma dopo aver camminato qualche ora si pente, allora tornano indietro, ma il bimbo e' sparito.. allora lui inizia a vagare come un matto nella foresta, e' disperato, si sente in colpa, i figli non ce la fanno a stargli dietro e sono stanchi, lui non mangia da due giorni, a un certo punto si sente svenire, e intanto pensa a come fara' a sfamare i figli... e io li' triste e disperata....
senonche' a un certo punto mentre lui e' mezzo svenuto appare la "gnocca" della situazione, che lo vede, gli si mette davanti, si spoglia, gli si sdraia sopra... e fanno sesso... con tanto di gemiti e urla... dopo poche ore che la moglie e' morta, che il bambino e' sparito, con tutta la stanchezza addosso e con i figli che dormono a due passi....
che altro pensare se non "e' proprio scritto da un uomo!"?

ma voglio dargli un'altra possibilita', visto che l'ho traslocato... ma giuro che se poi viene fuori che la gnocca e' rimasta incinta, lo butto nella spazzatura!

4 commenti:

gG ha detto...

io dei blockbuster ho letto timeline di crichton...
che cagata mostruosa... pareva di leggere la trasposizione di un film brutto di nicolas cage....

Sara ha detto...

Io l'ho letto diversi anni fa "i pilastri della terra". Si anche io ho trovato la questione della "gnocca" piuttosto superficiale. Comunque se hai fede di proseguire, più avanti mi sembra che ci sia una storia d'amore un pochino più carina e dei personaggi un pochino meglio però nulla di trascendentale... :-)

Sara ha detto...

a me è piaciuto tanto "i pilastri della terra", poi i gusti son gusti.
buona lettura! ;)

Marica ha detto...

quante "sara", meno male che una c'ha il disegnino! :-)

si, avro' fede a andro' avanti!