3/11/2010

200 - I love your bike!

Devo dire che prima di venire in America avevo molti pregiudizi sull'America stessa e sugli Americani.
Invece mi sto ricredendo....
Gli Americani sono molto "friendly", molto alla mano, sorridono sempre, ti vengono incontro se capiscono che non parli bene inglese, attaccano bottone con una facilita' estrema...
All'inizio pensavo che fossero solo quelli che lavorano nei negozi a comportarsi cosi (dato che sono pagati), ma poi mi sono resa conto che e' una cosa generale.

Da noi in Italia se uno sconosciuto mi attacca bottone alla fermata del bus o al parcheggio del supermercato o in spiaggia penso sempre "e questo ora che cavolo vuole?".
Invece qui e' la norma!
(e io ne traggo vantaggio perche' ho modo di ascoltare gli altri parlare e a volte di parlare proprio).

Inoltre non si risparmiano in complimenti.
Mentre in Italia solo con un'amica mi permetterei di dire "ma che bella borsa" o "ma che bei pantaloni", qui e' normale fare apprezzamenti sull'abbigliamento o sui capelli o qualsiasi cosa tra estranei ... e devo dire che poi si, un sorriso te lo strappano!

Io personalmente mi sono sentita fare complimenti per un paio di pantaloni da un'infermiera e per una borsa (nikla, la tua borsa!) da un paio di signore sul bus.
Ma oggi invece...
Ero al parcheggio (per andare in spiaggia) che legavo la bici al paletto, di fronte a me c'era una signora che stava riprendendo la macchina.
Chiudo la bici, mi avvio a piedi.
La signora accende la macchina, mi si avvicina, abbassa il finestrino e mi fa:
"Hi"
e io "Hi"
e lei "I have to tell you that I LOVE your bike!"
e io "oh, thank you!"
e lei "what kind of bike is it? where did you buy it?"
e io "I bought it in Italy...."
e lei "ahahahah, so... I have to go to Italy now! :-) Have a good day!"
e io "thank you... you too!"

scusandomi per il mio inglese stentato, ma.... a volte sono proprio forti sti americani! :-)

6 commenti:

Stefy ha detto...

Perdonami se te l'ho già raccontato. Intervista a Pierfrancesco Favino da very Victoria in cui racconta la sua esperienza a los angeles: "ogni giorno sul set incontravo gente che con enormi sorrisi non faceva che salutarmi e chiedermi come andava ma non sia mai rispondevi che ti faceva male un calletto, si rabbuiavano e allontanavano di corsa!"

bello essere sempre circondati da gente sorridente ma mi suona un po' falso..sicuramente è cmq più bello vivere in un ambiente finto che in uno perennemente immotivatamente ostile.

Crazy time ha detto...

anche a me piace molto che si sentano liberi di farti i complimenti anche se non ti conoscono. E' capitato anche a noi e ci ha fatto sorridere ;)


il fatto che siano piu' gentili degli italiani e' vero, hanno piu' senso civico e lo si vede dall'educazione che usano sempre. Questo l'ho visto fare anche in Scozia, forse e' solo in Italia che siamo un po' maleducati. Pero' e' anche vero che oltre alla gentilezza di apparenza non c'e' molto altro.

Marica ha detto...

si, probabilmente e' una cosa un po' superficiale, di forma diciamo.. pero' fa stare bene in fin dei conti... voglio dire tra qualcuno che pur falsamente mi sorride e uno che mi fa un grugnito, forse preferisco il primo!

mi ricordo l'ultimo giorno in italia che ho prenotato il taxi al telefono...
sembrava che gli stavo a fare un dispetto a chiamarli.. nessun "grazie", nessun "arrivederci".. mah...
chissa' che pensano gli americani di noi italiani!

cmq si, son curiosa di conoscere davvero gli americani, per capire poi come sono oltre l'aspetto di facciata...

Crazy time ha detto...

di solito ci amano gli americani.
ma credo che tutti questi anni di berlusconismo ci hanno reso brutti.

Nikla ha detto...

Concordo con Crazy.
Voglio aggiungere che secondo me dire che sorridono e sono carini falsamente è troppo riduttivo. Secondo me non è un atteggiamento falso, è una buona abitudine...è ovvio che in fin dei conti poi gliene frega ben poco dello sconosciuto incontrato per strada...ma penso sia un modo di prendere la vita e le relazioni sociali in maniera molto più positiva e di rispetto verso gli altri.
Alla fine se sono carini, attaccano bottone...salutano con un sorriso...non ci guadagnano né ci perdono nulla, ma quantomeno viene a crearsi un bel clima.
Quante volte qui in Italia andando per negozi, o semplicemente in ascensore, avete sentito un'aria così pesante che la si poteva tagliare a fette??

Pittrice ha detto...

ma che figata a me sta cosa piace un sacco. io abito qui da 3 anni e i miei vicini di casa manco mi dicono buongiorno quando mi vedono in giardino.
siamo messi male.