4/07/2010

240 - pilates e puzzette :-/

oggi durante la lezione di pilates ho iniziato a sentire un certo odorino "sgradevole"....

quindi ho iniziato a guardare la signora che avevo di fronte con aria interrogativa "ma questo odorino proviene da te?"
e poi, dato che l'odorino cmq continuava ed era "bello persistente", la mia espressione e' diventata del tipo "vabene, sei tu, ma cerca di contenerti!"
e da lei ricevevo lo stesso sguardo di sfida.
alla mia destra avevo una ragazzina, e un'altra (un'amica) era di fronte a lei, quindi alla sinistra della signora.
ho quindi pensato che forse la colpevole era una di loro due.
si, perche' intanto la lezione di pilates andava avanti, e la puzz.. ehm, l'odorino andava e veniva a ondate.

ad un certo punto nel mentre degli esercizi (ah, preciso che si tratta di pilates mat, in cui facciamo tutto sul materassino, distese o sedute), si sente proprio l'inconfondibile "suono" di una puzzetta.... come ho modo di rivolgere lo sguardo alla signora di fronte mi accorgo che lei ha lo sguardo interrogativo e smarrito, come pure devo avercelo io....

continuiamo a fare st'esercizio e l'inconfondibile "suono" si ripete.. a sto punto non so piu' quante volte si e' sentito, fatto sta che la situazione era diventata imbarazzante, perche' non solo io e la signora ci guardavamo tra di noi, ma ormai tutti si guardavano attorno, e perlo piu' guardavano verso la nostra parte, e le ragazzine sghignazzavano facendo facce buffe

io sono diventata tutta rossa.
e a un certo punto ho temuto davvero che fosse una conseguenza delle medicine....

ma "per fortuna" mentre eravamo tutte sedute sul tappetino si e' sentito un "suono" cosi forte che addirittura jeff (l'istruttore) si e' zittito per qualche secondo, e si e' capito chiaramente che non veniva da me, ma da qualcuno dietro di me.

ok, chiarito ogni dubbio.... ma ormai io non riuscivo piu' a concentrarmi.
le persone che avevo di fronte guardavano tutte (senza farsi notare) chi avevo dietro, ma io non potevo certo girarmi... anzi, non volevo proprio...
l'aria era diventata pesante, nel vero senso della parola, e i "suoni" continuavano a questo punto "quasi tranquillamente".... io ho pensato che evidentemente questa persona doveva avere qualche problema e mi e' dispiaciuto pure, ma davvero mi e' venuta la tentazione di uscire dalla stanza.... non so, era imbarazzante come cosa...

ho quindi iniziato a guardare l'orologio sperando che l'ora finisse presto.
e appena jeff ha detto "grazie e alla prossima" ci siamo tutte precipitate verso l'uscita, io in testa a tutte :-(

5 commenti:

Anonimo ha detto...

ma che storie!
sto ancora ridendo :)
valescrive

lavinia ha detto...

Uh che tortura!

Ali ha detto...

Mamma miaaaaaaaaa, oltretutto anche io divento rossa anche quando non ho colpe, solo per il fatto che altri possano pensare che sia coinvolta in qualche modo...e così sembro davvero coinvolta! E' una sfortuna immensa arrossire per nulla.
Mi immagino il vuoto che ci sarà nel raggio di questa persona alla prossima lezione! Sempre se ci verrà...

Marica ha detto...

esatto ali, sono come te... quindi ero diventata rossa, e piu' pensavo che gli altri pensavano che fossi stata io, dato che ero diventata rossa, piu' diventavo rossa :-)

i love USA ha detto...

mamma mia che ridere!! mi sto sbellicando...