4/14/2010

247 - Megan's Law

L'altro giorno avevo preso uno di questi giornalini locali e tra i vari articoli si parlava della Megan's Law.
[Avevo scoperto cosa fosse quando avevamo cercato casa, ma poi l'avevo messa nel dimenticatoio.]
La Megan's Law prende il nome da una bambina di 7 anni (Megan per l'appunto) che fu rapita, violentata e uccisa dal suo vicino di casa, che era un sex offender.
In seguito e' nato tutto un movimento, dato che i genitori della bimba sostenevano che se avessero saputo che il loro vicino di casa era un sex offender le cose sarebbero andate diversamente... e questo movimento e' sfociato poi nella Megan's Law.
A quanto ho capito ha applicazioni leggermente diverse nei vari stati, ma il concetto e' che tutti i sex offenders (persone colpevoli di crimini sessuali di vario tipo) una volta usciti di prigione devono registrare il proprio indirizzo di residenza, in modo che tutti i cittadini sappiano dove vivono questi sex offenders.

In alcuni stati questa registrazione e' richiesta solo per alcuni anni, mentre per la california e' obbligatoria per tutta la vita. In alcuni stati sono rese pubbliche solo alcune informazioni, ma per la california sono resi pubblici indirizzo, foto, altezza, peso, tratti caratteristici, oltre ovviamente a nome e cognome.
Il tutto e' consultabile da questo sito (per la california):
http://www.meganslaw.ca.gov/
Ho controllato e nel mio cap ce ne sono 3, di cui 2 accusati di essere coinvolti in atti sessuali di minori (ma non ho capito a che livello), mentre il terzo e' accusato di violenza sessuale.
No, non stanno vicino casa, e cmq non hanno la faccia simpatica...

10 commenti:

Crazy time ha detto...

per fortuna non sono vicini.
pure i sex offender nella porta accanto no!

Marica ha detto...

:-) infatti!

Ali ha detto...

Trovo che sia giustissimo, mi dispiace che non sia diffuso in tutti gli stati.

elfonora ha detto...

Anche in Ohio c'è questa legge, addirittura ti mandano a casa una "cartolina" con tutte le informazioni sul tipo...me ne sono arrivate già due (della stessa persona), lui abita una strada dopo la mia....simpatico, no?

Clara V ha detto...

si, ma la cosa non crea un po' un clima di terrore?
Boh, non sono molto d'accordo su questa legge, mi sembra un po' da terzo mondo. Invece di tenerli controllati, seguirli e sstenerli li si bolla a vita. Crea panico nei vicini e distrugge completamente la loro vita e qualsiasi possibilità di riscatto.

elfonora ha detto...

Ma in America funziona così, le cose te le devi meritare ed è meglio se ci pensi più di una volta prima di fare una cazzata. Anche il famoso DUI (driving under the influence) che è facilissimo prendere (basta che sei minimamente sopra il limite o che ti rifiuti di fare l'alcohol test) ti può rovinare la vita: in genere ti tolgono la patente da 6 a 12 mesi, devi pagare una multa eccessiva e avvocato, perchè ti devi presentare in tribunale, e se stai o dovrai cercare lavoro in futuro..buona fortuna!

Marica ha detto...

anche io ho pensato che questi qua poi hanno la vita "segnata", infatti quando riempi i moduli per cercar lavoro ti chiedono sempre se sei stato accusato di queste cose e ti chiedono la patente e ti fanno tutti i controlli....
pero' come dice elfonora cosi magari uno ci pensa piu' di una volta prima!

e poi no, non c'e' clima di terrore, perche' sai chi e'.. meglio sapere!

Anonimo ha detto...

Anch'io d'acccordissimo con questa legge, soprattutto quando poi si sente alla TV di abusi che potevano essere evitati ...

Silvia

Clara V ha detto...

Beh, la società americana ci insegna che queste cose non sono un deterrente nel modo più assoluto. E io penso che l'analisi delle conseguenze non sia proprio il punto di vista di chi commette crimini violenti. Anzi, con questo atteggiamento credo che l'effetto sia l'opposo. E infatti da quello che mi risulta negli Stati Uniti i crimini violenti sono molto più frequenti rispetto al resto dei paesi civilizzati.
Clara V

Marica ha detto...

riguardo i crimini violenti io mi sono fatta una mia teoria....
in America abbondano tipo le stragi di gruppo o i serial killers,
mentre in Italia vanno alla grande gli omicidi tra conoscenti ....