7/18/2010

367 - la Rosa

La mia parte preferita e' quella dell'amicizia tra la volpe e il piccolo principe, ma il filo conduttore di tutto il libro e' il rapporto d'amore tra il piccolo principe e la sua rosa, fino al punto che.... :-)
Dato che mi sembrava di aver fatto un torto alla rosa, ecco qui il seguito del brano:

Poi soggiunse: "Va' a rivedere le rose. Capirai che la tua e' unica al mondo. Quando ritornerai a dirmi addio, ti regalero' un segreto"
Il piccolo principe se ne ando' a rivedere le rose.
"Voi non siete per niente simili alla mia rosa, voi non siete ancora niente" disse.
"Nessuno vi ha addomesticato, e voi non avete addomesticato nessuno. Voi siete come era la mia volpe. Non era che una volpe uguale a centomila altre. Ma ne ho fatto il mio amico ed ora e' per me unica al mondo".
E le rose erano a disagio.
"Voi siete belle, ma siete vuote" disse ancora. "Non si puo' morire per voi. Certamente, un qualsiasi passante crederebbe che la mia rosa vi assomigli, ma lei, lei sola e' piu' importante di tutte voi, perche' e' lei che ho innaffiata. Perche' e' lei che ho messa sotto la campana di vetro. Perche' e' lei che ho riparata col paravento. Perche' su di lei ho ucciso i bruchi. Perche' e' lei che ho ascoltato lamentarsi o vantarsi, o anche qualche volta tacere. Perche' e' la mia rosa".
E ritorno' dalla volpe.
"Addio" disse.
"Addio" disse la volpe. "Ecco il mio segreto. E' molto semplice: non si vede bene che col cuore. L'essenziale e' invisibile agli occhi".
"L'essenziale e' invisibile agli occhi" ripete' il piccolo principe, per ricordarselo.
"E' il tempo che tu hai perduto per la tua rosa che ha fatto la tua rosa cosi importante"
"E' il tempo che ho perduto per la mia rosa...." sussurro' il piccolo principe per ricordarselo.
"Gli uomini hanno dimenticato questa verita'. Ma tu non devi dimenticare. Tu diventi responsabile per sempre di quello che hai addomesticato. Tu sei responsabile della tua rosa..."
"Io sono responsabile della mia rosa..." ripete' il piccolo principe per ricordarselo.

4 commenti:

Anonimo ha detto...

E' un libro con 3 chiavi di lettura.
Solo da poco ne ho individuato l'ultimo (un po' come per Pinocchio).
E' profondamente simbolico e probabilmente è stato scritto come "risposta" ad un certo modo di vedere il mondo ed agire in esso...i simboli ci sono tutti.

Un collega
(non ho resistito)

koala ha detto...

Beata te che vivi a San Diego, e' una bellissima citta', non come questo posto sperduto dove siamo noi!!!
Linko il tuo Blog e leggo un po' per conoscerti.
GHrazie per il tuo commento, rispondero' con altro Post.

Marica ha detto...

ciao collega!
3 chiavi di lettura? wow!
si, credo che sia molto simbolico e credo anche che ogni volta che lo si legge si scopre qualcosa di nuovo... anche in base allo stato d'animo con cui lo si legge :-)
tra i libri da leggere ho anche "memorie della rosa", quello scritto dalla moglie di lui....
chissa' com'e'...
mi fa piacere che ti piaccia questo libro :-)
[tra parentesi quando ho fatto il post del "barilotto d'acqua" ho subito pensato alla storia del cappello :-P ]

pinocchio dovrei proprio rileggerlo invece....


ciao koala! :-)
benvenuta!

Moky ha detto...

Anche per il piccolo principe e' un libro da leggere e rileggere e rileggere ancora. Ogni volta mi sembra di scoprire qualche nuovo spunto.