9/15/2010

435 - intervista

E' un anno preciso che siamo arrivati a San Diego ed e' un anno che la moglie scrive sul blog (ormai direi che e' una dipendenza... tesoro, dobbiamo uscire... un attimo, finisco il post e vengo!), mentre io mi limito a leggerlo (senza commentare!).
Ma oggi ho un post "tutto mio"... argomento: intervista a Marica.

Io: Ciao Marica. Che emozione questa intervista!
Marica: Si', e' vero

Io: Cominciamo con qualcosa di semplice... perche' questo blog?
Marica: (ride) Per raccontare la nostra vita a San Diego

Io: Altro?
Marica: e per raccontare come vivono gli altri a San Diego

Io: Ma il vero motivo non e' far schiattare di invidia gli amici mentre sei al sole d'inverno?
Marica: No (arricciando il naso)... ma ho aggiunto le temperature qui a destra sul blog appositamente! :-)

Io: Ok. Alla fine di un anno, quale e' stata la parte migliore?
Marica: (alza spallucce) Andare in vacanza insieme in giro per la California. E i weekend al mare

Io: In pratica, ogni weekend e' il migliore! :-)
Marica: Eheh... si'. Sembra un po' di stare in vacanza.

Io: E quella peggiore?
Marica: (ci pensa... continua a pensarci...) Natale e capodanno da soli

Io: La parola piu' difficile imparata in un anno?
Marica: (pensierosa) goose bumps (ride)... ma non sveliamo che significa. E tutte quelle con "th" in mezzo!

Io: E la cosa piu' buona da mangiare?
Marica: (sempre piu' pensierosa) non mi viene in mente niente... forse il cinnamon roll dell'Ikea

Io: Ah, allora si mangia proprio bene... Marica, me che figura fai fare alla CA! Pensaci bene...
Marica: ah si', la quesadilla ad old town

Io: Va un po' meglio. Di quale risultati sei piu' orgogliosa? Abbronzatura? Inglese parlato, l'uncinetto o la conversione a Starbucks?
Marica: L'abbronzatura e' da muratore, l'inglese lo capisco, ma quello parlato fa pieta', l'uncinetto va un po' al rilento ultimamente... per esclusione, direi, la conversione al caffe' americano in generale

Io: Cosa ti manca dall'Italia?
Marica: Potrei fare un elenco di cose da mangiare... meglio non pensarci. E gli amici... ma quelli li sento.

Io: E cosa riporteresti in Italia?
Marica: Il clima, l'ordine e la pulizia, l'efficienza e... come si dice quando uno e' friendly? Ecco, quello. :-)

Io: Ho gia' fatto abbastanza danno su questo blog... mi sa che stai per perdere lettori a grappoli! Meglio salutarci!
Marica: Ciao!!! E grazie per l'intervista!

4 commenti:

Emanuele ha detto...

Perché quel ripoteresti non lo trasformi in realtà? Magari per Natale, ti vesti da babbo natale e risolvi un po' di cose - magicamente - da queste parti... (per ricompensa avrai tutto il buon cibo che desideri! ;-)).
Ciao,
Emanuele

Marica ha detto...

ahahahahaha :-)
vediamo che si puo' fare! :-)

erix ha detto...

AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH
troppo bellina questa intervista!!!

e auguroni!
(oddio, dovrei farli nell'altro post? ok, il resto lo incollo dillà! hehehehehe)
[continua nel post successivo]

Anonimo ha detto...

cioè il cinnamon roll dell'Ikea che c'è anche in Italia? Glab