9/22/2010

446 - etichette


Nella maggior parte dei supermercati (non in tutti) frutta e verdure sono impilate, in modo piu' o meno instabile... quindi bisogna passare da "fammi prendere quello sotto che sicuramente e' meglio" a "fammi prendere quello sopra, prima che caschi tutto" :-)

Altra cosa strana sono le etichette.
Ogni singolo frutto e ogni singola verdura hanno la propria etichetta.... (a parte alcune eccezioni come l'uva o i funghi).
Su questa etichetta ci possono essere o meno un codice a barre e il nome del prodotto, ma quello che non manca mai e' un codice di 4 cifre, chiamato PLU (Price Look Up). In pratica frutta e verdura vengono portate alla cassa e li' il cassiere digitando il PLU ottiene il prezzo (non c'e' la bilancia self-service come in Italia).
I codici sono di 4 cifre e sono compresi tra 3000 e 4999, a ogni codice corrisponde un prodotto ben specifico.
(Qui potete divertirvi a cercare i codici... cioe' digitate il codice che avete trovato sulle mele e vedete se corrisponde effettivamente a una mela... uhm :-/ )


La cosa interessante e' che nel caso di prodotti organic (cioe' biologici) il PLU e' composto da 5 cifre, cioe' le 4 cifre per quel prodotto, precedute da un 9.
In questo modo si puo' scoprire se quello che ci rifilano per organic lo e' effettivamente.
Altra cosa interessante e' che invece nel caso di prodotti OGM le 4 cifre sono precedute da un 8.


Ok, magari sapere se un prodotto e' effettivamente organic mi puo' anche far piacere.... pero' una volta che gli si incolla l'etichetta sopra, parte di quella colla non va a finire nel frutto?
E poi... che fastidio staccare ste cavolo di etichette dai pomodori....

Perplessa.

3 commenti:

ampere ha detto...

...e poi...basta una etichetta attaccata su un frutto a far diventare lo stesso biologico piuttosto che OGM?? chissà se c'è da fidarsi davvero......

Anonimo ha detto...

Marica,
forse anche colla ed etichette sono organiche ;-)

Marica ha detto...

ampere: mi fido giusto perche' siamo in america! :-)

anonimo: speriamo! :-)