10/07/2010

471 - Protestare a San Diego

E mentre in Italia e nel resto dell'Europa quando si protesta si cerca di creare qualche disagio, qui il massimo della protesta che ho visto fin'ora e' questo:

[e anche stavolta non avevo la macchinetta fotografica con me, sigh, quindi la foto lascia a desiderare....]

Precisando che non vado spesso a downtown (magari li' protestano in modo piu' impegnativo) e che non guardo spesso il telegiornale, per ora questo e' il massimo che sono riuscita a vedere... e l'ho visto in piu' occasioni!

In pratica al mattino i 2 o 3 addetti alla protesta vanno di fronte alla sede oggetto di protesta, srotolano il loro striscione e si mettono li, paciosi....
Spesso si tratta di sole 2 persone, che si mettono alle 2 estremita', e mentre reggono lo striscione leggono giornali, libri, ascoltano musica.. insomma, ingannano il tempo. A volte c'e' anche un terzo elemento, che sta dietro seduto.. e non ho capito se poi si danno il cambio o se si tratta del manager della situazione.
Solitamente hanno il cappellino per il sole, ma le poche volte che pioveva li ho visti imperterriti con l'ombrello.
Verso le 4 o le 5, quando la giornata lavorativa finisce, riarrotolano tutto e se ne vanno.

La cosa piu' buffa e' che, tutte le volte che ho visto questa protesta, lo striscione era sempre uguale! Cioe' stessa forma, stesso testo, stesso colore delle lettere.. cambia solo l'oggetto dello shame!

2 commenti:

Emanuele ha detto...

Ahaha. Certi tipi di proteste ti logorano dentro. :-P
Ciao,
Emanuele

Marica ha detto...

:-)