10/31/2010

498 - il lavoratore

Ogni tanto capita, che il week-end debba lavorare per un'oretta o due.. e vabe'.

Ma.. venerdi della scorsa settimana, dopo cena, mi fa "ok, io ora devo lavorare".
E vabe', lavora... (fino alle 2 di notte).
Il giorno dopo, sabato, siamo usciti dopo pranzo e appena raggiunta la nostra meta gli squilla il cellulare "mi dispiace, ma dobbiamo tornare a casa che devo lavorare che c'e' un'emergenza".
E vabe', lavora... (fino alle 2 di notte, con qualche pausetta intermedia).

E ieri mattina (sabato) "scusa, ma devo rispondere a delle emails di lavoro"
E vabe', lavora... (e se ne e' andata la mattinata).

Stamattina lo chiamato e "scusa, ma devo andare in laboratorio a risolvere un problema".
E vabe', lavora... (un paio d'ore).
Poi siamo andati a pranzo insieme, ma dopo aver controllato la posta dal cell "scusa, ma ci sono delle cose che devo controllare, ti dispiace se andiamo a casa e mi metto un attimo al pc?"
E vabe', lavora.... e intanto aspettiamo se lo chiamano al tel che potrebbe dover tornare in laboratorio.

Che poi c'e' sempre qualcuno che ci chiede "come va in america? si lavora poco, vero?"

17 commenti:

Daniela ha detto...

Accidenti tuo marito e' peggio di un chirurgo hehe.....

e chi ha detto che in America si lavora poco!!!????? Magari fosse vero :=(

Happy Halloween, con la speranza che il marito possa essere con te stasera :-)

Daniela

Emanuele ha detto...

Oh, non voglio creare scompigli ma... sei sicura che lavori? :-P
Ciao,
Emanuele

Zorro ha detto...

Marica,

sorry, ma mi associo a quel che scrive il Sig. Emanuele... la prossima volta che il lavoro chiama, suggerirei una cosa del tipo: "Devi lavorare? Vabbe', ti aiuto!" ;-)

Francesca ha detto...

No no, lavorano...questa scena mi e` cosi` famigliare!
Tieni duro.

ampere ha detto...

anche a me la scena è molto familiare, ma sarei il protagonista, quello che torna tardi e lavora il week end...tutto il mondo è paese e vedo che anche i sospetti sono gli stessi :(

camu ha detto...

Ringraziamo il cielo di avere un lavoro. Meglio lavorare nei weekend che non lavorare proprio!

Gaia Marfurt ha detto...

Chi dice che in America si lavora poco?! A me non risulta! Mi spiace per tuo marito. Spero almeno che il lavoro gli piaccia! :)
...ma a te dispiace più per lui che non riesce a staccare mai, o per te che forse ti senti troppo sola?
Tieni duro, Marica!
Un saluto dai monti bellunesi.

Marica ha detto...

ma certo che lavora! :-)
quando deve lavorare dopo cena o nel weekend spesso lo fa da casa, va in ufficio solo se gli serve il laboratorio!
ma anche se fosse tutto il tempo in ufficio, certo che mi fiderei di lui!
e mi dispiace perche' cosi non si riposa abbastanza... mentre a lui dispiace perche' cosi sto sempre sola :-)

siamo ottimisti per il futuro!!

palbi ha detto...

io sono uno di quelli che sostiene che in america si lavora poco (che poi + che poco e' il giusto)

Purtroppo, pero', il discorso vale solo per gli americani. A noi scappati di casa ci tocca sgambettare invece

Anonimo ha detto...

la differenza con l'Italia e' che negli USA hai piu' probabilita' di essere pagato bene per il lavoro che fai, pertanto gli straordinari pesano di meno. In Italia non lavori mai abbastanza, hai fatto dieci ore? Fanne undici! e se chiedi i soldi che ti spettano, ti guardano come se stessi bestemmiando.
valescrive

Marica ha detto...

palbi: a dire la verita', il traffico sulle autostrade lo trovo sempre verso le 5 del pomeriggio, quindi molti smettono a quell'ora.... ma forse non gli ingegneri! :-(

valeria: si, qui pagano meglio... menomale! :-) pero' gli straordinari non glie li pagano nemmeno qui!

Zorro ha detto...

Scherzavo, ovviamente...

Comunque, io penso che in America si lavora poco, se si vuole lavorare poco (come in ogni altro posto), e si lavora molto se si vuole lavorare molto (come in ogni altro posto).

Il termine lavoro, poi, non descrive propriamente certe situazioni. Certo, rimane una attivita' che ti da da mangiare, ma talvolta rappresenta anche (e soprattutto) una passione ed un qualcosa che si fa perche' si vuole farla... e allora, spesso, si confonde con un hobby...

Marica ha detto...

Zorro: eh, menomale che scherzavi :-)
Cmq posso dirti dalla mia esperienza e da quello che vedo dal marito, che e' vero che se vuoi lavorare poco puoi lavorare poco... ma di certo non vai avanti!
Almeno qui, anche se gli straordinari non glie li pagano, sembra che cmq quel che lavora "in piu' " sia riconosciuto in qualche modo...
E magari fosse sempre vera questa fusione lavoro-hobby :-)

Elfonora ha detto...

Pensa che io ho il problema contrario, siccome io lavoro e lui no, di quel poco tempo libero che mi rimane non ho nemmeno mezz'oretta tutta per me...mi mancano quei pomeriggi a casa da sola!!!

thecatisonthetable ha detto...

Per fortuna non sono l'unica a venir sempre dopo il lavoro...

Magra consolazione, ma sempre meglio di niente.

Marica ha detto...

elfonora: per fortuna mio marito non rivendica tempo solo per se', altrimenti non ci vedremmo mai :-)

thecat: mal comune, mezzo gaudio...

Anonimo ha detto...

Lavora tanto ma si capisce che prende anche uno stipendio molto alto per comprare una casa, un auto, pagare le tasse per due e tutto il resto necessario a vivere e di più, quindi...fossi io festeggerei tutti i giorni ad avere un marito così. Mentre me tocca lavurà e mantenere me e non solo...