11/14/2010

514 - Fingerprinting

In Italia non ci e' mai capitato di dover "dare le impronte", mentre qui lo abbiamo fatto piu' volte: all'aeroporto quando siamo arrivati negli USA, poi quando abbiamo inoltrato le pratiche per la green-card, quando siamo andati e poi tornati al Sea World (eh si, questa cosa e' strana, ma credo sia sostituiva del controllo del documento di identita') ed ora questo sabato, che e' stata la volta piu' particolare.

A quanto ho capito, per farsi prendere le impronte si puo' scegliere di andare in uffici "pubblici" o in sedi "private".
Nel caso del pubblico, si va su questo sito, si seleziona il proprio stato, si sceglie un ufficio e si prende un appuntamento; nel caso di San Diego ci sono solo 3 uffici, con i soliti orari da ufficio (lun-ven, 8:30-17:00).
Nel caso del privato, ci sono invece numerosi "uffici" in cui andare, riconosciuti dal Dipartimento della Giustizia della California, elencati su questo sito.
A quel tempo non sapevo bene la differenza tra le due opzioni, per cui avevo deciso di andare in un ufficio scelto dal secondo elenco, vicino casa, aperto anche il sabato, senza bisogno di prendere appuntamento.

Venerdi' sera il marito mi fa "ma hai controllato se per caso ci sono anche i prezzi?"
E andando a ricontrollare il sito abbiamo scoperto che il posto vicino casa era uno dei piu' costosi, con una rolling fee di 23$ per modulo... abbiamo quindi fatto una ricerca dell'ultimo minuto e abbiamo scelto un altro posto, con una rolling fee di soli 10$, ma che richiedeva un appuntamento per poter andare il sabato.
Sabato mattina abbiamo telefonato per chiedere se potevamo andare in giornata... e ci ha risposto una segreteria telefonica, con una donna con un accento un po' forte, con sottofondo un bambino che piangeva... Uhm, ci siamo chiesti "ma che tipo di posto e'?" e abbiamo scelto un altro posto dove andare, che richiedeva 17$, aperto il sabato.

Siamo arrivati al civico indicato, abbiamo seguito dei fogli A4 attaccati alle pareti per il fingerprinting office, siamo passati davanti ad un ufficio dentistico da cui uscivano strani odori, davanti un "ufficio per donne" (?) da cui usciva una strana musica, abbiamo imboccato un corridoio buio, e siamo arrivati nel nostro ufficio:
una stanza lunga meno di 4 metri e larga meno di 2, con in fondo una scrivania, una poltrona e un pc, 2 sedie per i clienti, un altro tavolino con un altro pc e l'aggeggino per prendere le impronte e poi... un disordine mostruoso, una chitarra poggiata a terra, un manuale per imparare a suonarla, fogli sparsi ovunque, briciole, la moquette macchiata... e seduto sulla poltrona un tipo improbabile, con una specie di bavetta bianca a un angolo della bocca e decisamente impacciato sul da farsi.
Pensavo di essere arrivata nella stanza di uno studente fuori sede, se non fosse stato per il certificato di autorizzazione a prendere le impronte appeso ben in vista!

Dopo aver parlato un paio di minuti sul da farsi, spiegare quello che ci serviva ecc, abbiamo iniziato con le impronte:
- pollice destro,
- le altre 4 dita insieme della mano destra tutte insieme,
- pollice sinistro,
- le altre 4 dita insieme della mano sinistra tutte insieme,
- pollice destro rollato,
- indice destro rollato,
- ecc per tutte le 10 dita!
Tutto questo ognuno di noi l'ha dovuto fare per 3 volte, che avevamo 3 moduli a testa.. con non poche occasioni in cui la qualita' dell'impronta non era buona e bisognava rifarla!
[Per dito "rollato" intendo che il dito viene appoggiato lateralmente sull'aggeggino e viene fatto ruotare di circa 180 gradi passando per il polpastrello... piu' complicato a dirsi che a farsi]

Insomma, abbiamo passato li' un'oretta in tutto.
E alla fine abbiamo scoperto che il rolling fee e' una quota addizionale da pagare all'ufficio privato, rispetto a quello che si paga presso una struttura pubblica... e 17$ a modulo non sono stati pochi (anche se meno rispetto ai 23 del posto vicino casa).
Abbiamo lasciato quindi un bel patrimonio in quell'ufficio, ma ho avuto un'idea lavorativa: potrei aprire un fingerprinting office nel garage di casa!
Sicuramente lo farei piu' carino e accogliente di quel posto! :-)

3 commenti:

Emanuele ha detto...

Sicura di non aver dato le impronte alla malavita? :-P
Ciao,
Emanuele

erix ha detto...

ahahaha
se lo fai, vojamo vedere le foto del garage acchittato "alla marica"
:D

complicato non è
interessante sicuro (conosceresti un sacco di gente strana che potresti poi postare! ahahaha)
carino, colorato e accogliente sarebbe il tuo stile (e magari con servizio té-biscottini)...

potresti pensarci davvero!
:D

Marica ha detto...

erix: carinissimo col servizio te e biscottini :-D

emanuele: speriamo di no!! :-/