1/31/2010

151 - Sushi e cidro


Ieri sera siamo andati al ristorante giapponese.

La scelta del ristorante e' stata un po' difficile, perche' Luigi mi aveva consigliato il Todai (appena saputo che saremmo venuti a vivere a San Diego, anzi... anche prima!), mentre Miho, la ragazza giapponese che avevo conosciuto a scuola di inglese, mi aveva consigliato il Sushi Deli.
Venerdi' ho chiesto consiglio a Lindsey, l'insegnante di inglese, e anche lei mi ha consigliato il Sushi Deli. Poi abbiamo anche visto su internet che il Todai aveva come orario di chiusura le 21... allora abbiamo optato per il Sushi Deli! (in america si cena decisamente prima rispetto all'italia).

Il Sushi Deli ha 3 locations a San Diego, e noi abbiamo scelto quella a Downtown.
Siamo arrivati e c'era fila fuori (mi avevano avvisato), abbiamo messo il nostro nome sulla lista, specificando il numero di persone... e ascoltando e osservando abbiamo scoperto che a quelli prima di noi era stato dato tempo di attesa 45 minuti. Questo succedeva alle 19:15.
Il marito fa "abbiamo tempo per andare al pub a bere qualcosa".
Quindi praticamente correndo siamo andati al pub irlandese a bere un cidro in 2 (il mio contributo e' stato cmq minimo). Ah, e per la prima volta mi sono trovata nella situazione di dover esibire la patente per poter entrare in un posto... avevo dimenticato che qui funziona cosi.

Dopodiche' praticamente correndo siamo tornati verso il ristorante.
E chi abbiamo incontrato? ahahah, una delle due persone che conosco a San Diego, cioe' Lindsey, con il suo fidanzato! Che buffo! Abbiamo fatto un po' di strada insieme e poi ci siamo salutati.
Davanti al ristorante abbiamo controllato la lista: erano rimaste 3 persone prima di noi... ma a mano a mano che venivano chiamate, non rispondevano all'appello (evidentemente erano andati tutti a far due passi ma non erano ancora tornati), quindi sono stati tutti depennati ed e' subito arrivato il nostro turno! Ole'!
Dal menu' fuori ci eravamo fatti gia' un'idea di cosa ordinare... quindi nel giro di pochissimo sono arrivati i nostri sushi e i nostri roll!!
E... mmmm... che buoni! Mi sono resa conto che era proprio da tanto tempo che non mangiavo giapponese! Avevo proprio dimenticato quei sapori! Cibo buono, prezzo buono, molti giovani, musica... insomma, siamo stati bene!
Ah, non siamo riusciti a finire tutto quello che avevamo ordinato, quindi abbiamo chiesto la scatola per riportare il cibo a casa.
Qui in California e' normale riportarsi a casa gli avanzi, mentre da noi in italia e' una cosa da pulciari... ma in fondo, che c'e' di male? Quel cibo altrimenti andrebbe buttato.
Quindi alle 8:45 siamo usciti dal giappo con la nostra scatolina in mano.

Il marito fa "ok, e' presto, andiamo a bere qualcosa".
Quindi siamo tornati nello stesso pub a bere un altro cidro, sempre in due, sempre con il mio contributo minimo... sempre previa esibizione della patente.
Finito il cidro e scambiate due chiacchiere con un americano un po' brillo secondo me, un po' socievole secondo il marito, siamo tornati verso la macchina.
Non saprei dire se quello che mi colpisce di piu' camminando per il centro di San Diego siano gli homeless che dormono lungo i marciapiedi a due passi dai locali e dai ristoranti... o le californiane che girano praticamente nude (superminigonne e superscollature e scamiciate) con temperatura ancora decisamente basse (io avevo maglietta di cotone, maglioncino di cotone pesante e giubbetto di jeans).

Saliti in macchina, acceso il motore, il marito fa "Bene, sono le 9:47... abbiamo fatto tardi, ora di tornare a casa!".
E abbiamo ripensato a quando eravamo giovani e il sabato sera non si usciva prima delle 23....

1/28/2010

150 - Crema solare, libro e....


Oggi e' stata una bellissima giornata di sole!
E cosi' dopo la palestra e dopo aver sbrigato un paio di cosette a casa, mi sono messa un po' di crema solare in viso (che quando abbiamo fatto la visita medica per l'immigration la dottoressa ci ha terrorizzato dicendo di mettere sempre la crema solare, che la california ha la percentuale piu' alta di cancro della pelle), ho preso il libro, la macchinetta fotografica, la bici e sono andata.

Ho fatto la mia solita pedalata, quella che faccio sempre per andare a prendere il bus.
Ho parcheggiato e mi sono prima fatta una bella passeggiata lungo la spiaggia, che a quell'ora era bella larga perche' c'era la bassa marea.
Poi mi sono fermata da una parte e ho letto un po'.
Credo di essere stata l'unica ferma.
Tutte le altre persone da quelle parti o correvano o facevano surf o passeggiavano a passo sostenuto. Mi chiedo se d'estate si concedano lo stravaccamento al sole, o si abbronzino correndo!

Dopo un po' e' venuto un gabbiano a farmi compagnia, e' stato un po' li fermo a osservarmi.
Invece poco piu' a destra avevo un uccellino, che secondo me stava cercando di dirmi qualcosa... ma non ho capito cosa! (http://www.youtube.com/watch?v=zNSoyIVZ_aI)
Poi dietro di me sono passati due scoiattoli, correndo.
Quanta vita!

Cmq no, non mi sono abbronzata... non per oggi!


1/27/2010

149 - Friends!

A Luglio un mio amico mi aveva prestato (spontaneamente) Friends, dalla prima alla sesta stagione, per fare un po' di pratica di ascolto di inglese.
All'inizio avevo pensato di restituirgli tutto prima di partire, ma poi ho deciso di portarmi i dvd qui a san diego.
E cosi' prima ho iniziato a vedermeli da sola, di pomeriggio.
Ma gia' dalla seconda serie siamo passati in modalita' "insieme dopo cena".
E cosi' tra meta' settembre e ieri sera ci siamo visti le prime sei serie.
Che dire, veramente belle....
E che risate che ci siamo fatti, soprattutto dalla quarta serie in poi.

Quando ero piu' giovane ne avevo viste diverse puntate in tv, ma mai tutte di seguito.
E cosi' abbiamo scoperto che in realta' c'e' una trama di fondo.
E ieri sera quando e' finita la sesta serie... beh, non ho potuto fare a meno di piangere!
Si, perche' ormai per noi sono diventati davvero come degli amici!
Sappiamo del loro passato, dei loro legami, dei loro pensieri, dei loro punti deboli....
E quando ieri sera, dopo 2 anni di fidanzamento e 1 di convivenza, Chandler ha chiesto a Monica
di sposarlo... beh, e' stato bellissimo! E mi sentivo proprio come Rachel e Phoebe, che stavano li' tutte emozionate!
Ma soprattutto... beh, qualche "serie fa", quando e' nato Ben, Monica non faceva altro che dire che anche lei avrebbe voluto dei figli (ed e' per questo che poi aveva lasciato Richard)...
E purtroppo (o fortunatamente) qualche anno fa avevo visto una puntata in TV in cui c'erano Monica e Chandler che facevano tutta una trafila per adottare un bambino, perche' non ne potevano avere.
E insomma, vederli cosi' felici... ho pensato "non sapete cosa vi aspetta!" :-P


1/26/2010

148 - Mani libere (l'ultima canzone)

cliccare in alto a destra su play per l'audio)

Make your body rocka move it move it...
Quante domande mi affollano la testa
In questi giorni di grande dolore
Oggi è il primo giorno del tempo che ci resta
Un giorno buono per incominciare
Quante persone ci son passate già
Da questo incrocio pieno di domande
Milioni di milioni da qui all'eternità
Ma la risposta non è mai abbastanza grande
Per riempire il vuoto che ci manca

Per riempire il cuore dell'umanità
I got so many questions running up inside my mind
Life is so long but it isn't still enough time
To answer all the questions I got inside my mind

Io vorrei spingermi un poco più aldilà
Dove la musica è un fuoco che ci unisce
E fa brillare tutta la realtà
Dove la verità non appassisce
Sunshine is a friend of mine
Rainfall is a friend of mine
Earthquake is a friend of mine
Bodyshake is a friend of mine
Technology is a friend of mine
Electricity is a friend of mine
Bassline is a friend of mine
La conga is a friend of mine
Il ritmo is a friend of mine
Il cielo is a friend of mine
Underwater is a friend of mine
The holy spirit is a friend of mine
Silence is a friend of mine
Vioence NOT a friend of mine
My friend is a friend of mine
My enemy is a friend of mine
Mani libere, mani mani libere oh oh oh oh
Mani libere, mani mani libere oh oh oh oh
I got so many questions running up inside my mind
Life is so long but it isn't still enough time
To answer all the questions I got inside my mind
Quante persone ci son passate già
Da questo incrocio pieno di domande
Milioni di milionio da qui all' eternità
Ma la risposta non è mai abbastanza grande
Per riempire il vuoto che ci manca
Per riempire il cuore dell'umanità
Sunshine is a friend of mine
Rainfall is a friend of mine
Earthquake is a friend of mine
Bodyshake is a friend of mine
Balla questo ritmo che ti fa buon sangue
Schiarisce le idee e poi ti scioglie le gambe
Crea una connessione con le onde e le distanze
Un solo ritmo sei milioni di altre danze
Balla questo ritmo che ogni cosa si trasforma
Quello che era strano poi diventerà la norma
Quello che non c'è ancora è già da qualche parte
Quello che è passato ha influenza sulla sorte

Mani libere, mani mani libere
Io sono un punto esclamativo al centro del mediterraneo
Niente di umano mi è estraneo
Make your body rocka move it move it

147 - I'm back!

Due passi sotto il sole fino al supermercato.
Gironzolare tranquilla tra gli scaffali come se avessi davanti a me tutta la giornata per non far altro che la spesa (che poi, poco ci manca...) e prendere qualcosa di nuovo.
Due passi sotto il sole fino a casa.
Mangiare due Lindt.
Aprire le finestre e far entrare l'aria fresca e il cinquettio degli uccellini.
Accendere lo stereo e mettere "Safari" a palla (ehm, si, niente piu' cinquettio degli uccellini).
Armarsi di scopa, paletta e straccio e pulire casa, cantando e ballicchiando..
Finire di pulire proprio durante l'ultima canzone, sedersi sul divano, prendere il testo, leggerlo canticchiando.... e scoprire che l'ultima canzone, proprio quella canzone che non avevo mai apprezzato piu' di tanto, in questo momento mi sembra la piu' bella.

Poche cose, ma che mi fanno stare bene!

I'm back! :-)

1/25/2010

146 - The problem is....

The problem is that what I really want doesn't match what I think I should want.

1/22/2010

145 - questione di scelte

A volte mi chiedo se le scelte che ho fatto fin'ora siano state giuste.

Se e' giusto a 30 anni suonati (quasi 31) darsi ancora 2 mesi di tempo per iniziare a cercare un lavoro, con la scusa che tra poco torniamo in italia per 2 settimane.... e con la scusa di aspettare per vedere come va...

Se e' giusto mettere "il cervello a riposo" e decidere di avere una vita meno stressante di come lo era prima.

Se e' giusto rinunciare alla propria "carriera" e fare la moglie che spera di essere mamma.... non che fin'ora la mia carriera avesse fatto chissa' quali passi avanti.... ma se le cose poi non dovessero andare?

Non so... forse e' perche' inizio a sentirmi un po' "irrequieta"...
Nel frattempo ho preso a studiare un po' di materiale che mi ero portata dall'Italia, sto prendendo informazioni su cosa fare per prendere libri da una biblioteca della scienza e dell'ingegneria non troppo lontano da casa.... lentamente mi metto in moto.

Mi sono data un obiettivo.... ma forse devo pensare anche al piano B.


1/21/2010

144 - ora ha smesso

per fortuna!

143 - sara' che piove...

... e quindi il mio umore non e' dei migliori.

Ma navigare per blog e leggere che la pancia ora e' troppo piccola, ma dopo 2 giorni e' troppo grande... oppure che 9 mesi son troppo lunghi... non mi fa certo bene!
(con tutto il rispetto per chi le ha scritte... poi magari anche io un giorno pensero' queste cose... tutto e' relativo... e' che forse dovrei smettere davvero di frequentare certi blog).

Il tutto condito dal fatto che, nonostante io abbia fornito un numero di telefono a cui raggiungermi con prefisso 06 (che e' l'equivalente di una chiamata urbana) mi hanno chiamato solo 2 persone....
certo, con alcune persone mi sento per chat o per e-mail almeno!

E poi col fatto che alcune persone non mi rispondono nemmeno alle mails, nemmeno quando le mando per organizzare gli incontri per quando torno a roma....

che entusiasmo raga'!

A voglia a fare pappa e ciccia quando si sta vicini!


p.s. evidentemente con alcune persone non ho seminato abbastanza

1/20/2010

142 - Feta a sorpresa!

No, non mi sono dimenticata una s....

Stamattina sono andata al supermercato a comprare due cose.
Mi sono messa in fila alla cassa.
Davanti a me c'era una signora che ha pagato quasi tutta la spesa con i coupons.
In Italia non esistono tutti questi coupon, mentre qui sono gettonatissimi!
Spesso arrivano per posta insieme ai depliant dei supermercati o di altri posti, oppure si possono scaricare da internet, e sono in pratica dei sconti su determinati prodotti.
Io fin'ora ne ho usato solo uno sulla pizza dal take away e uno in un posto dove siamo andati a cena, ma devo dire che ne arrivano di tutti i tipi.
Quelli del supermercato pero' non li ho mai usati, perche' sono su cose ben specifiche, o su cose che non uso, e bisogna fare una spesa accuratissima.... non ho questa pazienza.
Per cui sono rimasta molto colpita da questa signora, che ne aveva tantissimi!
Chissa' che spesa accurata che aveva fatto.

Dopo di lei, era il mio turno alla cassa.
E purtroppo sono stata piu' distratta del solito perche' il cassiere era uno di quelli frenetici e mi diceva delle cose parlando velocissimo e io non riuscivo a capire cosa cavolo dicesse!! Uffi.
E ovviamente c'era il solito tipo addetto a imbustare la spesa.
Doppio uffi, ma ormai mi ci sto abituando.
Anche perche' se me la imbusto io (magari in un attimo di distrazione) loro o mi criticano o fanno la faccia scocciata... d'altra parte e' il loro lavoro.

Vabe'. Fatto sta che sono tornata a casa e ho messo la spesa a posto e... sorpresa!
C'era una confezione di feta.
Ma io non l'avevo presa!
Ne' tantomeno l'ho pagata, dato che sullo scontrino non appariva!
Evidentemente era della signora prima di me, ma l'imbustatore l'ha messa nella mia busta.
E ora? E' come se l'avessi "rubata"?
Non sono andata a riportarla, perche' dovevo prepararmi per andare in palestra. E in questi giorni mi sto muovendo a piedi perche' piove sempre.
E una volta tornata dalla palestra e' iniziato il diluvio e quindi ora non mi va proprio.
Da una parte mi sento in colpa... anche perche' la feta non mi piace... e poi soprattutto perche' quella signora forse non poteva permettersi di pagara una feta a buffo....
Ma e' colpa mia?
Che faccio, torno al supermercato e la riconsegno al cassiere?
Uhm.... magari domani.... o dopodomani.... :-(

1/19/2010

141 - piccole gioie


Di solito vado a fare la spesa nel supermercato A o nel supermercato B, entrambi "a monte".
Vale a dire che prendo la bici, pedalo in salita, faccio la spesa, riempio il cestino e poi torno a casa senza pedalare.
L'altro giorno pero' dovevo comprare solo 2 cose e mi andava di camminare, quindi sono andata nel supermercato C, che invece sta "a valle". Li' non posso andarci in bici... cioe', nessuno me lo impedirebbe, ma non riuscirei a pedalare in salita con il cestino carico (anche io ho dei limiti!).
Ed esplorando tra gli scaffali ho trovato le teglie per il freezer della grandezza giusta, il prosciutto e la nutella!!!
Da paura!!

1/18/2010

140 - pioooooooove!!!!

Ieri verso ora di pranzo il cielo e' diventato poco a poco tutto nuvoloso....
E poi verso le 3 e' iniziato a pioviccicare.
Nonostante la pioggerellina, siamo andati cmq dal nostro "starbucks di fiducia" a prenderci qualcosa di caldo e a leggere un po', con addosso un bel maglioncino!
E la pioggerellina e' continuata a tratti fino a quando siamo andati a dormire.

Stamattina ci siamo svegliati e abbiamo visto che durante la notte era piovuto, ed il cielo era ancora grigio.
E poi... un po' alla volta e' iniziata la pioggia. Prima leggera leggera, e poi sempre piu' forte.
Poi e' arrivato anche il vento.
E siccome c'e' qualche spiffero da qualche parte, sento "uuuuuuuhhhh, uuuuuuhhhhhh".
Sento poi il rumore della pioggia, contro le pareti e contro i vetri.
E il cielo e' tutto grigio.

Sarei dovuta andare in palestra, ma non me la sento di fare 10 minuti di bici sotto la pioggia o 25 a piedi, sempre sotto la pioggia.
Anzi, non me la sento nemmeno di andare a prendere la posta!!!!
Che tempaccio....

La verita' e' che ci siamo un po' disabituati.....

Vado a farmi un te caldo, sperando che spiova.. almeno per andare a prendere la posta e buttare la spazzatura!!!

139 - much better!

Nel weekend mi son fatta coraggio e ho distrutto la mia prima prova all'uncinetto.. ci ho riflettuto sopra, ho rivisto i filmati, e ho elaborato una mia teoria...

E cosi' mi sono buttata nel secondo tentativo, sempre con i 3 tipi diversi di maglia.
Il risultato e' decisamente migliore, ma.... non e' che diverge un po' stavolta?


1/15/2010

138 - c'e' decisamente qualcosa che non va (ahahahaha!)

Per la serie "tante ne inizio, ma nessuna ne finisco" ho deciso di buttarmi anche sull''uncinetto (la nonna lo sa fare, la mamma lo sa fare... devo saperlo fare pure io!).
E quindi la settimana scorsa ho comprato "uncini", cotone morbido, e ho scaricato delle istruzioni da un sito (in inglese).
Dopo essermi impiccata un po' con queste istruzioni, ho trovato su you tube dei video di una santa donna che si e' messa li' e precisa precisa ha fatto dei filmati sui vari tipi di maglia da fare.
Il tutto in inglese, il che ci sta pure bene (doppio apprendimento).
E quindi ogni tanto in questi giorni mi son messa li' tra i video della signora e gli schemini del tutorial scritto, che avevo precedentemente scaricato. E ho fatto qualche giro di "single crochet", qualcuno di "half double crochet" e infine di "double crochet" (non so i nomi in italiano), tanto per prendere la mano.

Il mio obiettivo era un rettangolo, ma stasera a un certo punto mi sono resa conto che se continuo cosi' tra pochi giri il mio rettangolo diventera' un triangolo perfetto!!!
Ahahahahahah!
C'e' decisamente qualcosa che non va!
Che faccio, tiro il filo e smonto tutto? :-)

1/14/2010

137 - vaschette per il freezer

Sono andata a fare la spesa, e cercavo le vaschette per il freezer, di quelle di alluminio.
Dato che il marito stara' una settimana a casa da solo a febbraio, magari posso lasciargli qualcosa di congelato.

Solo che.... la vaschetta piu' piccola e' quella che in italia userei per 4 persone!!!!

'tacci loro!

ma proprio TUTTO piu' grande devono fare?

136 - la non-gravidanza

Quando ero piccola, 9 mesi per avere un bimbo mi sembrava un lasso di tempo lunghissimo.
Cosi' come mi colpiva molto quanto potesse trasformarsi la pancia di una donna.

Nella "fase della consapevolezza", invece, quello che piu' mi colpisce della trasformazione di una donna incinta e' il suo sorriso, perenne.

Ma tanti altri sono gli effetti della gravidanza sulla trasformazione di una donna: interruzione del ciclo, nausee, appetito, olfatto sviluppato, mal di schiena, stanchezza, sonnolenza per quanto riguarda quelli fisici, piu' una serie di effetti "mentali" del tipo sorriso perenne e concentrazione focalizzata su passeggini, bavaglini e aggeggini vari.
Il tutto in soli 9 mesi, perlopiu' suddivisibili in primo trimestre (dove accadono talune cose), secondo simestre (dove ne accadono tal altre) e terzo trimestre (altre ancora).

Ma nessuno sa invece quanto e' lunga una non-gravidanza, in quanti e quali fasi si possa suddividere, ne' quali trasformazioni possa portare in una donna.
Per quanto riguarda il mio aspetto fisico, posso dire che da quando e' iniziata la non-gravidanza ho sicuramente qualche capello bianco in piu', ma soprattutto in quest'ultimo periodo il mio fisico si e' tonificato, grazie alla palestra e alla bici, quindi niente di cui lamentarsi. E il ciclo mi e' diventato superregolare, forse per mancanza di stress!
Gli effetti introspettivi invece sono stati diversi, perloppiu' suddivisibili in semestri.
Prima ho avuto il semestre dell'illusione e dell'inconsapevolezza, in cui pensavo che bastasse fare sesso per restare incinta... ed e' stato un bel periodo devo ammettere! Ogni volta avevo l'illusione che potesse accadere un piccolo miracolo... un'illusione, ma bella.
Poi ho avuto il semestre della delusione, in cui mi sono resa conto che certe regole non valgono per tutti, che sono piu' le persone che restano incinte per sbaglio che non quelle che restano incinte volendolo.
Poi c'e' stato il bimestre della disperazione, ma per fortuna e' durato solo un bimestre!
Quindi e' seguito il semestre dell'approccio scientifico condito con un pizzico di speranza assassina, vissuto con tranquillita' fino ai giorni finali del ciclo, quando poi mi deprimevo sempre un po'.
C'e' stato quindi un quadrimestre di pacifica rassegnazione (non e' successo fin'ora, perche' dovrebbe succedere ora?), segnato pero' anche da tanta buona volonta', dalla presa di coscienza, dal rimboccarsi le maniche, dalle visite e dalle telefonate, da decisioni da prendere.

E tutti questi mesi, mi e ci hanno fatto crescere. Ci hanno fatto capire delle cose. Ci hanno unito. Ci hanno fatto discutere. Mi hanno fatto piangere, arrabbiare, incazzarmi! Mi hanno fatto pensare. Mi hanno fatto ridere anche.
E nonostante cio', non ci siamo mai fermati di discutere sui nomi dei nostri futuri figli!
E ... incredibile, in tutto questo tempo non siamo mai giunti a un accordo!
E se a volte penso che cio' mi faccia solo male, poi mi rendo conto che non e' vero.... non posso smettere di sperare...
Come dicono loro: with hope in hands, dreams do come true!

E oggi e' il giorno 1 di un nuovo periodo.
Non so ne' quanto sara' lungo, ne' se potra' effettivamente iniziare in questi giorni, solo la visita di domani ce lo potra' dire.
Ci sono dei momenti in cui penso a tutti quei bambini che stanno gia' qui fuori, quelli poveri, quelli malati, quelli orfani, quelli abbandonati, quelli che soffrono, che hanno bisogno di una mamma. Ci penso... e si, mi sento in colpa. Ma mi riprometto che c'e' un tempo per tutte le cose.

E cosi'.....
con il cuore colmo di speranza e di preoccupazione,
con la testa piena di pensieri e di perplessita',
con il frigo pieno di medicine,
con il coraggio nelle mani e nelle azioni,
e con il libretto degli assegni nel portafoglio :-P,
diamo inizio alle nuove danze,
sperando che domani vada tutto bene.

E come un orso all'inizio dell'inverno, andro' in letargo sull'argomento.
Ne riparleremo quando tutto sara' finito, nel bene o nel male.

Solo... pensatemi!


1/13/2010

1/12/2010

134 - no water to waste

Da quando sono arrivata a san diego vedo spesso la pubblicita' "no water to waste".
A poco a poco ho poi trovato informazioni sul sistema di riciclo dell'acqua, ho scoperto che la maggior parte dell'acqua viene importata dagli altri stati...

Ok, io gia' di mio sto attenta a non sprecare l'acqua, e sinceramente non ho dato "ulteriore attenzione" ai miei consumi.
Ma ora.. e' arrivata la nostra prima bolletta dell'acqua!
Aiutooooo!
Per due mesi e' arrivato un importo pari a quello che avremmo speso a roma in poco meno di un anno e mezzo!!!

Cmq, il nostro consumo medio e' stato di 73 galloni al giorno, per due persone.
Ho fatto or ora una piccola ricerchina sul web, e ho trovato che il consumo medio di acqua per persona al giorno in america e' tra gli 80 e i 100 galloni!
Cavolo!
Quindi in pratica non abbiamo nemmeno consumato tanto! :-)

1/11/2010

133 - la vicina

Un mesetto fa mi sono imbattuta in una delle vicine, una signora orientale sui 40 anni, che mi ha coinvolto in 5 minuti nella sua vita: mi ha portato dentro casa, mi ha fatto vedere tutta casa, mi ha fatto conoscere i figli, mi ha raccontato che il marito era morto e mi ha fatto vedere il "barattolo" con le ceneri, mi ha raccontato che il suo ex fidanzato era italiano, mi ha lasciata sola a casa col figlio mentre andava a prendere la figlia da scuola, mi ha prestato 10 dvd e mi ha affidato 2 piante da annaffiare, perche' lei stava partendo per le vacanze!
Gulp!

L'ho quindi rivista quando le ho riportato le piante, dopo le vacanze.
Poi l'ho incontrata mentre tornavo venerdi' e mi ha proposto di andare fuori per pranzo lunedi.
Ok, ho accettato.
E .. sono appena tornata!

Innanzitutto l'abbigliamento. Io jeans, puma, magliettina e felpettina di cotone.
Lei scarpe a punta e tacco altissimo (avete presente poi le tipiche orientali che si mettono i tacchi e non ci sanno camminare? ecco, lei), jeans stile seconda pelle, magliettina aderente e... "scollata" e' dire poco, catenine, braccialetti, e immancabili occhiali da sole che coprono meta' viso.
Ma non voglio giudicare dalle apparenze.. andiamo avanti.
Mi ha portata in un ristorante cinese qui vicino, abbiamo mangiato bene devo ammettere.
E abbiamo parlato un po'.
In pratica lei ha questi due figli, che vanno a scuola, e tornano a casa per le 14:30.
Quindi mi ha detto che la mattina e' "libera", e va a fare shopping (e mi ha detto una serie di negozi che non conosco), poi il pomeriggio e' sempre impegnata con i figli, li accompagna dagli insegnanti privati, al catechismo, e ognuno di loro suona 1 o 2 strumenti e fa almeno 2 sport... quindi tutti i pomeriggi sono pieni cosi, di scarrozzamento.
Il week end poi e' molto impegnata, perche' deve cucinare sia a pranzo che a cena, sia per lei che per i figli.... e deve andare a fare la spesa....
Ma cmq le piace andare a mangiare fuori, quindi ci va almeno 1 o 2 volte a cena, e spesso a pranzo durante la settimana.
Ed e' rimasta meravigliata che io cucino tutte le sere e che andiamo a cena fuori tipo 1 o 2 volte al mese (per fortuna non le ho detto che preparo anche il pranzo per il marito).
Mi ha chiesto cosa faccio durante il giorno... le ho detto che 2 volte a settimana vado a fare inglese, che poi per il resto vado in palestra, leggo, studio, navigo, suono il flauto... e lei mi ha chiesto se non mi annoiavo a stare indoor tutto questo tempo.. e io "no, non mi annoio" e se non mi sarebbe piaciuto andare a fare shopping piu' spesso, e io "no, in realta' non mi piace molto andare per negozi".

Dopo aver mangiato, abbiamo fatto due passi in zona e mi ha detto "ora ti porto in un negozio bellissimo" e mi ha portato in questo negozio chiamato "black & white" che dentro aveva tutti vestiti... bianchi e neri... o mio dio! Un incubo! E mi fa "perche' non ti provi qualcosa" e io ..."veramente non e' il mio genere... sono un po' piu' sportiva...." e lei mi ha chiesto qualcosa tipo "ma a tuo marito piaci cosi' sportiva?".. spero di aver capito male!
Poi prende una cosa e mi fa "guarda che bella questa", ed era una cosa senza maniche, a collo alto, LEOPARDATA.... o mio dio....

Poi mentre tornavamo in macchina mi ha raccontato che siccome lei veste sempre bene, non so a quale party l'avevano invitata, dove si puo' bere gratis.. e puo' sempre portare qualcuna... e mi ha detto che la prossima volta avrebbe portato me... e poi ha aggiunto "io l'ultima volta ho messo un vestito lungo di Roberto Cavalli"

AIUTOOOOOOOO!!!!!!!

[niente contro chi veste solo in bianco e in nero, o chi veste roberto cavalli, o chi veste con cose leopardate... ma chi mi conosce puo' immaginare la mia faccia a tutto cio'!]

132 - il "boro" con gli stivali

Avevo gia' detto che qui a San Diego la calzatura ufficiale e' l'infradito!
Non solo d'estate, ma anche d'inverno....
Da novembre poi ho iniziato a vedere anche ragazze con addosso sempre pantaloncini supercorti ma ai piedi, anziche' l'infradito, degli stivaletti scamosciati, senza tacco, rivestiti internamente di "lana di pecora" (non saprei come altro definirla... quella lanetta bianca, che a volte da noi sta dentro alcuni giubbini col cappuccio), la quale spunta anche sopra, appena appena.
A parte che mi chiedo quale sia la temperatura percepita da queste ragazze, per vestirsi con pantaloncini supercorti e mettersi ai piedi delle cose supercalde...

Ma ieri ho visto una cosa tremenda!
Ho visto un uomo, eta' sui 40 anni, grassottello, con addosso una felpa, dei pantaloncini larghi fino ad appena sotto il ginocchio, di tessuto tipo "sacco della spazzatura", con dei polpacci grassottelli e pelosissimi, e con addosso questi stivaletti scamosciati e pelosi....

.... senza parole....

1/09/2010

131 - sabato mattina

Ci siamo svegliati poco dopo le 6, ci siamo preparati e per le 6:40 siamo usciti, che il maritino aveva una corsetta... alle 7:30 del mattino!
Eh si, qui in California sono decisamente mattinieri, e decisamente sportivi!
Io ho cercato di fare il tifo, ho letto un po', ho fatto qualche foto.
Dopodiche' siamo tornati a casa, il marito si e' docciato, io mi sono preparata e siamo andati in palestra.
Io ho fatto la mia lezioncina di pilates, mentre il marito si e' semplicemente messo al sole fuori, com computerino, connessione a internet gratuita e te caldo, anch'esso gratuito (offre la palestra).
Dopo il pilates, siamo andati nel "nostro starbucks di fiducia", abbiamo fatto una colazione-pranzo, con cornetti al cioccolato e caffe' latte, leggendo il giornale e chiacchierando e soprattutto prendendo il sole.
Non so perche', ma quello starbucks e' pieno di ciclisti... oggi ce ne stavano proprio uno sproposito...
Ma soprattutto oggi c'era un sacco di gente in pantaloncini, maglietta e infradito.
E tanti bambini e tanti cagnolini.
Relax!

1/08/2010

130 - lenti a contatto

riassunto delle puntate precedenti:
il simpatico ottico mi aveva detto che potevo comprare le lenti a contatto on-line, spendendo meno, ma prima mi aveva anche chiesto se avevo la prescrizione, e io avevo detto di si, gli avevo chiesto se andava bene in italiano e lui aveva risposto che non c'erano problemi.

quindi son tornata a casa, ho spulciato diversi siti, e alla fine ho fatto l'ordine.
tra i vari passi da completare, a un certo punto mi era apparsa una schermata che diceva "per favore, dacci il contatto del tuo oculista oppure mandaci la tua prescrizione".
ok, ho scannerizzato la prescrizione e l'ho mandata per e-mail.

mi hanno risposto dicendomi che la mia prescrizione non era valida, perche' del 2006, e quindi loro non possono vendermi le lenti a contatto.
"ma sono matti?" ho pensato.
cosi' ho cercato su internet e ho scoperto che in america per comprare le lenti a contatto bisogna avere una prescrizione dell'oculista specifica per le lenti a contatto (diversa quindi da quella degli occhiali), in cui viene indicato anche il diametro della lente (oltre alla gradazione) e la marca!!!
e queste prescrizioni hanno la validita' di 1 o 2 anni, in base agli stati!
:-|

e ora?
o vado a farmi una visita oculistica... oppure ora che torno in italia faccio scorta!

1/07/2010

129 - devo ancora abituarmi a questo clima!

A dicembre credo ci sia stato il massimo del freddo, cioe' un paio di giorni con pioggia e vento e sono arrivata ad indossare: maglietta a maniche corte di cotone, maglioncino di cotone e giacca a vento... lo stesso identico abbigliamento che avevo ad agosto a stoccolma....

La seconda meta' di dicembre e' stata senza pioggia, leggermente piu' calda.

Ma ora sono i primi di gennaio e fa proprio caldo!!!
Ieri sono stata la mattinata fuori ed ero a maniche corte.

Stamattina sono andata in palestra in bici, con maglietta a maniche corte e maglietta a maniche lunghe sopra (sempre di cotone).. e lungo la strada ho visto tanti fiorellini sbocciati... e poi nel parchetto vicino casa era pieno di bambini che giocavano al sole....
Ora sto a casa e ho le finestre aperte e sento gli uccellini cinguettare...

Sembra primavera inoltrata!!

C'e' da dire pero' che come tramonta il sole, le temperature scendono tanto... e se esco la sera, devo mettermi un maglioncino (cotone pesante o lana leggera) e il giubbino jeans....

cmq... e' da paura!

1/06/2010

128 - driving test

Premessa: riuscire a prenotare l'esame tramite il risponditore automatico era gia' stato faticoso... e nonostante avessi un mese a disposizione prima dell'esame per esercitarmi, ho guidato pochissimo.

Ieri ho cercato in tutti i modi di non pensarci.
Ho solo controllato la strada per arrivare fino alla motorizzazione.
Poi la sera col marito abbiamo controllato che effettivamente sull'assicurazione ci fosse anche il mio nome (e per fortuna c'era!).
Siamo andati a letto, ma ero un po' preoccupata. E cosi' ho fatto una serie di incubi relativi all'argomento. Mi sono anche svegliata nel cuore della notte e sentivo il rumore della pioggia, ma stranamente poi stamattina era tutto asciutto... l'avro' sognato?
Fatto sta che non ho dormito benissimo.
Poi stamattina dentro casa ero proprio sbadata.
Ho accompagnato il marito in ufficio, tutto bene, ma alla fine non sono riuscita a fare il cambio di corsia... e il marito si e' innervosito, e mi si sono riempiti gli occhi di lacrimoni, e ho pensato che non ce l'avrei mai fatta a far l'esame!
Ho lasciato il marito e sono ripartita per andare a fare l'esame, ma poco dopo ha iniziato a squillarmi il cellulare, che era dentro la borsa, nel sedile posteriore. Il codice della strada vieta di usare il cellulare in macchina (a meno che non si disponga di un dispositivo incorporato nella macchina), inoltre ero agitata gia' di mio (era la prima volta che guidavo quella macchina da sola), poi la borsa era dietro... Quindi all'inizio l'ho ignorato... ma continuava a suonare, allora mi sono detta "al primo semaforo rosso rispondo", ma ne ho presi un bel po' verdi di fila... alla fine sono riuscita a rispondere, ed era il marito che aveva lasciato in macchina portafoglio e chiavi dell'ufficio! Bene! Panico!!
Sono tornata indietro, gli ho consegnato tutto, nel parcheggio ho rischiato un frontale, e poi sono ripartita, ancora piu' agitata!
Ma per fortuna per il resto il tragitto e' stato tranquillo.
Sono arrivata alla motorizzazione sana e salva, ho sbrigato la parte burocratica, e mi sono messa in macchina nel parcheggio apposito, ad aspettare, con il numero (12) ben in vista sul cruscotto!
Quando sono arrivata al parcheggio, c'erano ad aspettare i numeri 8, 9 e 10. Sono arrivati i 3 esaminatori e sono partiti.
Subito dopo e' arrivato il numero 11 nel parcheggio. Un orientale che ha parcheggiato "sgommando" e sterzando con una mano sola.. cavolo! Ma subito dopo e' sceso e ha lasciato il volante alla moglie. Lei e' salita e il marito le ha detto di esercitarsi a uscire e a rientrare dal parcheggio.... scene pietose, che mi hanno rincuorato. Poi e' arrivato il numero 13, con un omone disinvolto alla guida, che ha parcheggiato come se di mestiere facesse l'autista... e subito dopo ha ceduto il posto alla compagna, evidentemente agitata.
Non mi passava piu' l'attesa... tra l'altro faceva un caldo tremendo, e mi ero messa a maniche corte.
Alla fine i 3 esaminatori sono tornati, e uno e' venuto verso di me.
Mi ha chiesto di accendere le frecce (ok), le luci (ok), pigiare il freno (ok), le 4 frecce (ok), i tergicristalli (ok), e alla fine... lo sbrinatore... PANICO.. dove sta lo sbrinatore???
Ho iniziato a cercarlo dappertutto, ma non l'ho trovato.. alla fine me lo ha indicato lui! :-(
Segni con le braccia, ok, apposto, siamo partiti.
Uscendo dal parcheggio mi sono fermata al primo stop e sono ripartita troppo di scatto! Siamo sobbalzati all'indietro... cavolo!
Ma poi per fortuna mi sono tranquillizzata.
La motorizzazione che avevo scelto e' in un posto moltro tranquillo, il limite massimo di velocita' e' di 35 miglia orarie, le strade sono al massimo a 3 corsie, ma per la maggior parte a 2.
Ho fatto i cambi di corsia senza entrare nel panico, mi sono ricordata di guardare sempre agli incroci, ho fatto la retromarcia "dritta", ho rispettato le precedenze agli stop, ho messo le frecce non prima di 100 piedi dagli incroci, mi sono fermata alla dovuta distanza dalle macchine precedenti!
Siamo tornati alla motorizzazione, mi ha spiegato che avevo fatto 5 errori, ma il massimo e' 15! Quindi avevo superato l'esame!!!!!!
Evviva!!!!
E siccome il WallMart era a due passi (WallMart e' un graaaande magazzino, che vende di tutto, a prezzi bassi), mi sono concessa qualche regalo (di cui alla foto)!

127 - chi ben inizia....

Voglio essere ottimista!
Oggi e' il 6 gennaio e per ora solo cose positive!

Il primo siamo tornati a casa e nella cassetta della posta ho trovato finalmente il mio permesso per lavorare! Evviva!
(non che non veda l'ora di lavorare, ma ora se voglio posso farlo).

Abbiamo scoperto che esiste la tessera di starbucks e ne abbiamo ordinata una personalizzata!
(cosi' dopo tot ordini ci danno una bibita gratis :-) piu' altre piccole cavolate).

Sono andata in banca perche' mi avevano mandato un modulo sbagliato, e mi hanno capito e ho capito tutto!

Sono andata dall'ottico, e mi ha detto che le lenti mi conveniva comprarle on-line.

Sono tornata in palestra, e ho fatto due chiacchiere con una tipa!

Abbiamo fatto i biglietti per l'Italia e li abbiamo pagati pochissimo.

Ieri dovevo assistere a una spiegazione di una cosa, e ho capito tutto.

Ma soprattutto, oggi ho preso la patente!!!!!
Yuppie!!!!
(piu' tardi seguira' apposito post!)

1/05/2010

126 - solo in America! (... di certo non in Italia)

Qualche giorno fa ero andata al supermercato a comprare del pesce, tranci di salmone.
Vado al banco e dico al commesso "2 pezzi di salmone grazie, siamo in 2" o qualcosa del genere.
Lui prende due pezzi, li pesa, ci pensa e mi fa "hai detto che siete in due?" e io "si", e lui "allora scusa, ma te ne do' un pezzo piu' piccolo, che cosi' e' troppo"

----

Oggi passo in un negozio di ottica. Chiedo se hanno le lenti a contatto. Il tipo molto gentile mi fa "non le abbiamo, ma possiamo ordinarle".
Io 'grazie"
E lui "sinceramente pero' ti conviene comprarle on-line, spendi un po' meno"


1/04/2010

125 - come deprimersi un po'

Era da tanto che non andavo sul sito "cercounbimbo" e il mio morale si era decisamente alzato.
Ma oggi ci son tornata. In realta' cercavo delle informazioni, ma mi sono imbattuta nella pagina delle testimonianze.
Non l'avessi mai fatto.. che magone mi e' venuto!
Ma alla fine un messaggio positivo l'ho trovato!

Faccio copia e incolla del "messaggio positivo".

"Devo ancora iniziare ad affrontare i "dolori" della PMA e già il cammino è diventato una scalata. Mi domando se meritavo tutto questo. Io volevo solo un figlio, e continuare a desiderarlo è sempre più difficile.
A volte vorrei potermi autocommiserare un po', piango in silenzio e in solitudine, ma le lacrime non servono a nulla. Devo trovare la forza di andare avanti senza concedere spazio alle mie paure e alla mia rabbia. La PMA, se e quando vi approderemo (pubblico? privato? Italia? estero? ho deciso di non affrontare adesso il problema, sono satura di problemi) sarà una liberazione. Ma se allla fine dovessimo fallire sarà difficile ritornare a desiderare qualcosa. Ora però non ci voglio pensare.
Care ragazze, come ha detto il mio gine (un prof universitario molto bravo) bisogna essere eroiche per affrontare tutto questo... e pensare che ci sono donne che hanno preferito non avere figli per preservare il loro corpo (ne conosco personalmente). Siamo state sfortunate, ma questa esperienza ci da la possibilità di dimostrare di quanto coraggio e determinazione siamo capaci. Un caro saluto a tutte."

Se invece volete deprimervi un po', questa e' la pagina da leggere:


124 - biglietti fatti

Ieri sera, dopo varie settimane di se e di ma, di pensieri e di ripensieri, di calcoli e di ipotesi, finalmente abbiamo comprato i biglietti per tornare in Italia a meta' febbraio.

Una settimana per il marito e due settimane per me.
Dovro' tornare da sola (e il viaggio e' bello lungo), ma ho anche voglia di stare un po' con le persone care....

Per le amiche: tra poco inizio a organizzare cene e incontri!! :-)

123 - hippopotamus for christmas

eh si, questo e' il tormentone delle nostre vacanze natalizie,
non riusciamo a togliercelo dalla testa!!

1/03/2010

122 - Death Valley


La strada per arrivare alla Death Valley e' stata molto lunga, ma ne e' valsa la pena!

La Death Valley e' il punto piu' basso (una cinquantina di metri sotto il livello del mare) e il piu' caldo dell'America del Nord.
D'estate le temperature superano i 50 gradi, ma d'inverno sono piu' fresche.

Il 30 siamo arrivati che il sole stava per tramontare, e siamo riusciti appena a vedere uno dei punti di interesse (il bello e il brutto dell'inverno: il clima e' mite, ma le giornate sono corte!).
Siamo quindi andati in albergo e poi a cena presto.
Il 31 siamo usciti la mattina presto e abbiamo fatto un bel giretto! L'albergo e' strategicamente posizionato al centro rispettto ai vari punti di interesse, quindi quelli "centrali" siamo riusciti a vederli tutti:
le distese di sale, i canyon nelle montagne, le rocce colorate (purtroppo le foto non rendono giustizia ai colori pastello che abbiamo visto!), le dune di sabbia....
Geologicamente e' un posto interessantissimo e avrei tanto voluto avere con me il geologo dello studio di roma!!!!
Paesaggi stupendi e cosi' diversi.....
E il tutto cosi' "isolato" dal resto del mondo (basti pensare che il cellulare non prende affatto... e quando siamo ripartiti il segnale e' tornato dopo ben 2 ore di guida!).
E quello che fa impressione poi e' leggere nei due piccoli musei (quello del visitor center e quello del borace) la storia dei pionieri che hanno attraversato per primi questa vallata e la storia degli operai che lavoravano all'estrazione del borace. Pare impossibile, eppure hanno vissuto li', in mezzo al nulla!

E dopo una giornata intera in giro... altro che aspettare la mezzanotte! Alle 21:30 eravamo gia' sotto le coperte!!!!

Veramente bello... se avessimo avuto piu' giorni ci sarebbero state altre cose da andare a vedere, isolate qui e li, ma il primo gennaio siamo ripartiti.
Partenza alle 10, pausa pranzo, pausa in una citta fantasma lungo la strada, pausa starbucks.. siamo arrivati a casa verso le 17!

Mi piacerebbe tornarci in primavera, quando le giornate son piu' lunghe e il clima un po' piu' caldo.... casomai quando qualcuno verra' a trovarci!!!