5/31/2010

310 - shame on starbucks!



Ogni week-end andiamo sempre con piacere dallo starbucks, a comprare qualche bella schifezza da bere o da mangiare, sederci ai tavolini al sole a leggere e a guardare il passeggio, anche se i prezzi non sono certo economici.

Ma stavolta hanno proprio esagerato!
Ho preso un "Iced Vanilla Latte", che sarebbe la versione ghiacciata del Vanilla Latte (che e' una sorta di caffe' luuuuungo con latte al sapore di vaniglia), e l'ho pagato 3.05$.... ma guardate quanto ghiaccio c'era!!!
Ho bevuto ben poco....

309 - tandem!



Da quando siamo arrivati a San Diego ci era venuta l'idea di comprare un tandem: qui ci sono molte piste ciclabili, molte persone che vanno in bici e ogni tanto si vede qualche tandem.
D'altra parte andare in bici insieme era diventato impossibile: io con la mia bici da passeggio superpesante e il marito con la sua bici da corsa superleggera.
Abbiamo quindi iniziato a consultare gli annunci di bici usate e finalmente l'altra settimana ne ho trovati 3 che facevano al caso nostro.

Sabato mattina siamo andati a vedere il primo tandem e.. ce ne siamo innamorati!
Ci abbiamo pensato un po' e alla fine abbiamo deciso di prenderlo, annullando l'appuntamento che avevamo un'ora dopo per vedere il secondo!
Il venditore e' stato gentilissimo e ce l'ha portato fino a casa sul suo pick-up rosso, e cosi sabato pomeriggio giretto di inaugurazione e stamattina (dato che in america e' festa) altro bel giretto lungo la costa :-)

Bello... pedalare e stare sullo stesso mezzo, e quindi poter parlare ecc.
All'inizio ho perso i pedali almeno 3 volte, ma poi ci siamo coordinati meglio, col marito che dice "stop" quando smette di pedalare e "vai" quando inizia a pedalare :-)

Veramente carino :-)

5/28/2010

308 - shopping con la vicina (parte 2)



Questa mattina c'e' stata la seconda parte dello shopping.
Per cercare di essere un minimo all'altezza della vicina, stamattina ho indossato: pantaloni bianchi leggeri (ma larghi) e una maglietta a maniche corte "non da stracciona", ma di forma "femminile".
Ok, lei indossava: una canotta bianca aderente decisamente scollata e una minigonna nera stretta decisamente corta. Va bene che sono bigotta, ma a tutto c'e' un limite..... cmq, andiamo avanti.

Siamo andate in questo posto manicure-pedicure-parrucchiere gestito da vietnamiti, e lei ci ha provato a convincermi, ma alla fine me la sono cavata con un "magari la prossima volta". Poi mentre lei si faceva "trattare" mi ha spedito nel negozio "carino ed economico", che stava praticamente affianco al manicure-pedicure-parrucchiere, quindi ho avuto modo di girare tranquillamente e di provare solo quello che dicevo io :-) In pratica e' un negozio di vestiti di seconda mano, ma a guardarli non si direbbe proprio, sembrano nuovi! E i prezzi sono molto bassi.
Sono andata nel camerino con 5 cose e ne ho comprate 3!
Non e' da me fare tutto questo shopping, ma ho trovato cose estive e a buon prezzo (ho speso 46 dollari in tutto). Non ho mai usato i "vestitini" (come si chiamano?), ma dato che ormai fa caldo mi sono buttata... ora tutto sta nel metterli!

Poi siamo andati in questo mercato/supermercato, dove lei va di solito a prendere frutta e verdura. E in effetti ho trovato buoni prezzi, ho comprato un po' di frutta di stagione (le ciliegie hanno gia' superato il Marica-test, evviva!! ora spero che anche le pesche siano buone!) e un po' di verdura.

Poi siamo andati in un altro supermercato, dove mi ha spiegato che lei prende il cibo "che non e' frutta e verdura".... e in pratica si e' riempita il carrello della spesa di surgelati!
Ha preso delle pizze (e una l'ho dovuta prendere pure io perche' e' "buonissima".. vedremo), i bastoncini di pesce surgelato (e vabe'), ma poi ha preso i tacos surgelati (?), il naan (cioe' il pane indiano quello morbido) surgelato (????), poi ha preso n scatole di croissant quelli surgelati piccoli, che poi li lasci fuori la notte e la mattina li inforni (e anche io ho dovuto prendere una scatola :-) ), e poi ha preso i french-toast surgelati e i waffle surgelati....
Io sono rimasta allibita, dato che nel mio freezer regna solitario il gelato, a volte gli fa compagnia la lasagna, quando ne faccio di piu' e la congelo....

Cmq sono tornata a casa soddisfatta!
Ho fatto buoni acquisti e ho passato una bella mattinata! :-)

E ora ci aspetta il week-end lungo!

5/27/2010

307 - piccole riflessioni sul sistema scolastico

Tante piccole riflessioni che mi girano per la testa, innescate dal post di palbi sull'argomento.

Ieri la vicina di casa a un certo punto mi ha chiesto a che eta' ho avuto il ciclo per la prima volta, spiegandomi che la figlia ha 12 anni, ma non ha ancora avuto il ciclo, mentre le sue amiche ce l'hanno gia' avuto. Le ho quindi chiesto se "sta preparando" la figlia all'evento, e lei mi ha spiegato che non ce n'e' bisogno, che ormai la figlia sa tutto su come funziona il sistema riproduttivo, dato che a scuola fanno "educazione sessuale" (o come si chiama), e addirittura la settimana scorsa in classe hanno visto il video di un parto.
Ho quindi ripensato a quando ho avuto il mio primo ciclo: non solo la scuola non mi aveva preparato, ma nemmeno mia mamma l'aveva fatto... mi ricordo ancora di aver pensato di essere in qualche modo malata (e ancora oggi quando ho il ciclo ho sempre una sensazione di "malattia")... e mi ricordo che fino alle medie io non sapevo proprio niente di "educazione sessuale".
E' vero che sono passati 19 anni da quando avevo 12 anni, magari le cose sono cambiate anche in italia (chi lo sa?), ma questa cosa dell'educazione sessuale a scuola mi e' piaciuta (anche se non ho capito perche' far vedere il video del parto a ragazzi di 12 anni... per spaventarli?... forse bastava spiegarlo a parole!).

Sempre con la vicina di casa siamo andate a comprare dei "biglietti di ringraziamento per gli insegnanti". Le ho chiesto come mai.
Mi ha spiegato che solitamente le mamme fanno volontariato a scuola, per esempio aiutano gli insegnanti durante le lezioni, facendo letture o spiegando cose sul loro lavoro ecc... non ho capito con che frequenza, ma mi e' piaciuto... Quello che non mi e' piaciuto pero' e' stato il seguito della storia, cioe' che le mamme che non possono fare questo volontariato (tipo lei, che non parla bene inglese) a fine anno "sono tenute" a fare un "piccolo regalo di ringraziamento" verso questi insegnanti, altrimenti i loro figli sono "svantaggiati" rispetto a quelli le cui mamme fanno volontariato... ecco, questo non dovrebbe succedere!

Siamo andate infine a recuperare il figlio piccolo (9 anni) all'uscita da scuola, e ho visto che di fronte la scuola, ai due lati della strada, c'erano gruppetti di 3 ragazzini muniti di cappello e maglietta rossi e di un cartello di "stop" mobile, incaricati di fermare le macchine per fare attraversare gli altri ragazzini e i genitori. Le ho chiesto meravigliata cosa stesse succedendo, e lei mi ha detto che e' uno dei modi con cui i ragazzini possono fare volontariato.
Cioe' questi alle elementari fanno gia' volontariato... credo sia un bel modo di responsabilizzarli!

Insomma, da queste poche notizie recuperate ieri mi sono fatta l'idea che i ragazzi americani siano piu' preparati dal punto di vista pratico ad affrontare la vita di tutti i giorni rispetto a noi (sempre ribadendo che il mio modello di scuola italiana e' solo quello che ho vissuto io sulla mia pelle).

Un'altra cosa che mi ha colpito della scuola americana da quando siamo arrivati qui e' lo spirito di competizione, se cosi si puo' definire.
Le poche volte che mi capita di recuperare il giornaletto locale, leggo sempre articoli sul tal ragazzino della tal scuola che ha vinto un premio per questo, o il team dell'altra scuola che e' andata nelle semifinali (a livello americano) per aver progettato un robottino che fa quest'altro, o la bambina di 9 anni che ha vinto una competizione a livello regionale sul tema "spiega perche' la mia mamma e' la piu' brava del mondo", o quell'altro di 14 anni che ha fatto un componimento di non so quante pagine su come risolvere la crisi economica ed e' andato a ritirare il premio a sacramento...
Insomma, tutte notizie di bambini/ragazzi che partecipano ad attivita' "competitive", che gia' a 8 anni vincono dei riconoscimenti... io a quell'eta' facevo i compiti e basta...

E infine: tempo fa ero andata sul sito della facolta' di ingegneria qui a san diego per cercare di capire se quello che avevo studiato e' simile a quello che si studia qui, e mi ricordo che vagando tra le varie pagine a un certo punto ho trovato "si raccomanda a tutti gli alunni di partecipare almeno 1 volta a settimana ad una delle visite di cantiere organizzate dall'universita' ".
una volta a settimana in cantiere.
un miraggio per me!
Quando ero all'universita' ho fatto 1 visita di cantiere in 5 anni.
E durante la mia vita lavorativa ho fatto 1 visita di cantiere in 4 anni.
Questi ci vanno 1 volta a settimana.
E' vero che il loro corso di studi universitario e' piu' corto rispetto al nostro, e' vero che noi in italia studiamo di piu', che magari siamo piu' bravi a livello teorico-nozionistico, ma questi sul lato pratico ci superano abbondantemente!
Voglio dire, magari io so la formula di Chezy a memoria e loro no, ma d'altra parte non ho mai visto dal vivo un pluviometro (vabe', si, ho visto le foto e so come funziona...). Oppure magari so che l'area del ferro 25 e' 4.9 cmq, ma poi a occhio non saprei distinguere un ferro 25 da un 16 (scusate per la digressione ingegneristica...).

Non voglio "buttare fango" sulle nostre scuole, ma mi sembra che si dia poco spazio agli aspetti pratici da noi.
Chissa', magari rispetto a quando sono andata a scuola io le cose sono cambiate.
Spero.

306 - gnam! :-)




Ogni tanto ci vuole, un po' di buona pasta fatta in casa :-)

5/26/2010

305 - spesa


Oggi ho superato me stessa nel caricare la bici :-)

304 - shopping con la vicina (parte 1)

La vicina di casa (di cui ho gia' parlato qui) mi ha proposto di andare stamattina con lei a vedere un negozio in cui voleva andare.
Ok, mi sono lasciata coinvolgere.

Cercando di essere piu' decente del solito mi sono vestita nel seguente modo: gonna jeans fino al ginocchio, sopra maglietta di cotone a maniche corte, ai piedi scarpe "tipo ballerina", ma diverse... non so spiegare, cmq senza tacco e punta tonda. Ah, e una borsa di stoffa-plasticosa a tracolla.
Credo che il valore del mio abbigliamento (appena comprato, non ora dopo anni di uso) sia stato sui 75 euro, occhio e croce.

Ora... non e' che io voglia essere "pulciara", ma semplicemente non mi piace spendere un sacco di soldi per i vestiti "da tutti i giorni". Chi vuol farlo e' liberissimo di farlo, non voglio criticare nessuno, ma i miei soldi preferisco spenderli in un altro modo. E a girare con addosso il nome di qualche "brand" mi sentirei ridicola. Sono fatta cosi.

Ecco, la mia vicina e' praticamente l'opposto di me :-)
Siamo andati prima in uno di questi "grandi magazzini con cose di marca", dove c'erano degli sconti. In effetti per le persone che normalmente frequentano quel negozio doveva essere giornata di affari... ho addirittura visto una camicia che originariamente costava piu' di 300 dollari prezzata solo 150 dollari!
E poi ho visto l'angolo "designer outlet" o qualcosa del genere, dove i vestiti che partivano da 2000 dollari e oltre stavano sui 1000 dollari.....
Ovviamente non ho comprato niente :-)
Ma fin qui non e' stato traumatico, essendo un "grande magazzino".

Poi mi ha fatto vedere dei negozi dove va lei di solito, e quindi conosce tutte le commesse. E in ogni negozio "lei e' la mia vicina di casa, viene dall'italia, le sto facendo vedere i bei negozi"... e sorrisi imbarazzati tra me e le commesse, che io non sapevo proprio cosa dire...
E lei all'inizio ci ha provato con "ma provati questo, ma provati quest'altro".
E si trattava di vestiti eleganti, di quelli che io al massimo potrei usare per partecipare a qualche matrimonio, non vedo altre possibilita'...
Dopo i miei rifiuti si e' rassegnata :-)

E mi ha fatto vedere questo e quest'altro e ancora di piu'.
E poi mi ha descritto il suo ultimo vestito di natale, che a quanto ho capito era un vestito da cerimonia di non so quale materiale, pieno di svolazzi e cose....
Ho ripensato ai miei natali: alle abbuffate a pranzo e a cena, allo scambio dei regali in famiglia, alle castagne cotte sulla brace, al fuoco, al freddo, alle passeggiate in paese avvolta nel cappotto... e no, con un abito da cerimonia non mi ci vedevo proprio... le ho quindi chiesto cosa fa lei di solito a natale e mi ha detto che di solito partecipa a qualche "party".

Alla fine del giro mi ha detto che venerdi mi porta a vedere un altro negozio che sicuramente mi piacera', che vende cose belle ed economiche.
Le ho detto ok, volentieri.
Mi ha detto che pero' prima deve farsi manicure e pedicure, io le ho detto che non c'e' problema, che aspetto.
Mi ha quindi chiesto io dove vado a fare manicure e pedicure, le ho candidamente risposto di non averlo mai fatto in vita mia.
E' rimasta un po' sconvolta, mi ha detto che posso farle li venerdi pure io, le ho risposto che non ci penso proprio, ha ribattuto che in california non si puo' vivere senza farsi manicure e pedicure....

Insomma, un altro mondo.

Vediamo cosa mi aspetta venerdi... paura...

5/25/2010

303 - il richiamo dell'ingegneria



E oggi mi sono messa brava brava a navigare su internet alla ricerca di un lavoro da ingegnere!
E devo ammetterlo, quando vedo certe cose resto sempre affascinata...
Si tratta del Hoover Dam Bypass Bridge.
La foto l'ho presa da wikipedia (qui).

Mentre qui c'e' un articolo con le foto del ponte ormai quasi completato, e qui le foto del ponte in via di costruzione (per chi fosse interessato).

Vabe', ormai l'hanno costruito, quindi inutile che cerco lavoro li' :-D.

Poi mi sono imbattuta nel sito web dell'USACE (United States Army Corps of Engineers) e, dopo aver consultato le loro pubblicazioni quando lavoravo, fa un certo effetto scoprire che hanno un ufficio anche qui a San Diego e che hanno delle jop positions aperte per ingegneri civili (vabe', sono ambientale, ma cambia poco).
Nonostate sia qualcosa "di militare", mi sarebbe piaciuto poterci lavorare... peccato che bisogna essere cittadini americani per farlo!

302 - frutta e verdura

Dopo 8 mesi qui, posso dire di aver superato l'astinenza da prosciutto crudo e mozzarella, accompagnati da una fetta di pane fresco casereccio, magari condito con un filo d'olio d'oliva.... (anche se mentre lo scrivo ho la bavetta alla bocca....).
Voglio dire, me ne sono fatta una ragione.

Quello che non riesco a superare, quello che mi lascia sempre "disappointed" e' la qualita' della frutta e della verdura. Voglio dire, siamo in California non in Alaska tantomento in Etiopia, possibile che non si possa avere un po' di frutta e di verdura dal sapore decente e dal prezzo onesto?
Passi la verdura, che tra quella che si cuoce e quella condita, si sopravvive.... ma la frutta....
L'altra settimana ho comprato le pesche (3.99 dollari a libbra), ma non sapevano di pesca....
Sabato scorso abbiamo preso le ciliegie, che si possono comprare solo in bustine "gia' confezionate", al prezzo di 5 dollari (e non so quanto pesasse la bustina, spero almeno una libbra...). Tornata a casa le ho lavate e gia' a guardarle mi e' venuta tristezza: qualcuna ammaccata, qualcuna spaccata, qualcuna sfatta, qualcuna marcia... poche hanno superato il Marica-test (sono molto selettiva in fatto di ciliegie) e quelle che lo hanno superato avevano un sapore .. bleah...

Possibile che a fine maggio nel frigo continuo ad avere mele e pere e banane?
Mi mancano le pesche (le pesche noci poi...aaaaaaaahhhhhhh), mi mancano le ciliegie, mi mancano le albicocche.... mi manca il mercato di Val Melaina...

L'unico frutto che qui si mangia bene e' il mango, che peggio del mango che si trova a Roma di certo non puo' essere :-)

Disappointed.

Vado a consolarmi con un succo di frutta....

5/24/2010

301 - ricette per ingegneri!

Stavo cercando una ricetta su internet e mi sono imbattuta in questo sito!
Bellissimo!!!!!

Il mio problema con la cucina e' che non mi piace seguire istruzioni del tipo "quanto basta" o "si vede a occhio" o altre espressioni similari (ma anche le unita' di misura come "un cucchiaio" o "una tazza" mi sono sempre state poco simpatiche...)
Troppo ingegneristico il mio approccio, ho sempre pensato.

E ora questo sito si chiama "Cooking for engineers", con tanto di foto, spiegazioni passo passo ma soprattutto le tabelline finali sono bellissime! :-)
(basta cliccare sotto "recipe file")

Ne sono consapevole, i bravi chef non sono ingegneri, ma si basano sull'istinto e sull'inventiva (Nikla docet :-) ), ma ... e' troppo simpatico :-)

300 - Las Vegas



The city of Entertainment.
Veramente un posto da matti! :-)
Ma come gli e' venuto in mente a questi qui di costruire un posto simile? :-)
Dentro il "Venetian" canali con l'acqua e le gondole, con tanto di gondolieri.
Dentro il "Cesaer Palace" ci siamo persi per quanto era immenso.
Il "Paris" ha la tour eiffel e dentro i vicoli di parigi (con tanto di alberi e di cielo azzurro.. tutto finto ovviamente).
Il "New York" da fuori fa paura! Un albergo immenso a forma di palazzi di new york, con ovviamente la statua della liberta' e le montagne russe attorno!
E il "Luxor" a forma di piramide, con le camere disposte lungo le facce della piramide!
Ci vuole veramente fantasia....

Abbiamo camminato tantissimo, abbiamo mangiato tantissimo, e ovviamente abbiamo pure giocato, o meglio abbiamo perso! :-)
Prima pochi dollari alle slot machines, poi qualche dollaro in piu' al poker-video... dopodiche' io volevo giocare alla roulette, ma la puntata minima era 15$, e il marito ha detto "non possiamo perdere 15 dollari in modo stupido in pochi secondi". E cosi abbiamo invece giocato al black-jack, dove la puntata minima era di 10 dollari, e in pochi minuti abbiamo perso "abbastanza" dollari (meno di 100 cmq)!

Abbiamo visto tante coppiette appena sposate, ma soprattutto abbiamo visto tanti tipi diversi di persone dentro questi casino'.
Dall'idea che mi ero fatta guardando i film pensavo che le persone dentro i casino' fossero tutte "vestite per bene", eleganti ecc.... invece c'era veramente di tutto, la cosa piu' divertente le signore anziane letteralmente "attaccate" alle slot machines :-)

299 - aggiornamenti: Tobias e lo spazzolino

"Come watch me perform w/d.o.c. @ queen bee's club in north park @ 9pm tmr, sunday 5/23. (segue indirizzo). Love, sylvie."

Povera silvia... la sua performance delle 9 di sera di domenica 23 era in contemporanea con la finale di Lost... per cui disperatamente ha cercato di raccimolare qualcuno che l'andasse a vedere, tra cui Tobias :-)

A volte mi chiedo se e' il caso di rispondere che Tobias ha cambiato numero.

- - - - - - - - - - - - - - -

Lo spazzolino di plastica riciclata non e' certo il migliore che ho avuto tra le mani! :-(

298 - ... e ora?

Doveroso scrivere qualcosa su Lost, senza pero' dire niente.

La grossa nota negativa e' per la troppa pubblicita'... non se ne poteva piu'! E poi sempre le stesse!!! :-(

Ci e' piaciuto o non ci e' piaciuto il finale? Non lo sappiamo.. lo stiamo ancora assimilando.
Una cosa e' certa: non l'avevamo capito! Ci eravamo fatti le nostre teorie e stamattina abbiamo letto qualcosa su internet e abbiamo capito di non aver capito!
Ma d'altra parte parliamo di Lost, non c'e' da meravigliarsi.

Una cosa pero' non mi e' piaciuta proprio (ma non la posso scrivere).
Mentre un'altra cosa mi e' piaciuta molto! (ma.. idem)


Il mio buon proposito (che non so se mettero' in pratica) e' di rivedermelo tutto, dalla prima serie. Magari a distanza di un annetto :-)

5/21/2010

297 - "gimme 5" (all right!)

Qui a San Diego non si puo' riciclare la plastica di tipo 5.
Tutte le cose in plastica hanno un codice (da 1 a 7) che ne indentifica il contenuto (resin identification code), e in base a questo codice si ricava la "riciclabilita'", cosi per esempio qui e' vietato buttare nei cassonetti della raccolta differenziata le buste di plastica (che mi sembra siano tipo 4) e i barattoli di yogurt e similari (che sono tipo 5).

Mentre per le buste di plastica ci sono appositi raccoglitori dentro i supermercati, la plastica 5 non ha modo di essere riciclata.
Tempo fa ho pero' trovato questo sito che si occupa appunto del riciclo della plastica tipo 5. C'e' un elenco dei punti raccolta dove e' possibile portare i prodotti, ma niente nelle vicinanze... in alternativa e' possibile spedire il tutto presso la loro sede.
Quindi da novembre metto da parte pazientemente la mia "5", ed ormai e' giunta ora di spedirla...

L'altro giorno sono tornata sul sito e ho scoperto che questi tipi vendono anche prodotti di plastica riciclata .... e cosi ho comprato il mio spazzolino riciclato (ah, le setole sono nuove), in un'apposita confezione che si puo' poi usare per rispedirlo indietro, una volta giunta la sua ora!

Reduce, reuse, recycle.

296 - blood work

Come mai qui i risultati delle analisi del sangue sono pronti in giornata, mentre in italia dovevo aspettare sempre qualcosa tipo 2 settimane?

Si, a parte la differenza tra pubblico e privato ecc... ma mi chiedo, una volta che il sangue e' nella fialetta (?), non bisogna analizzarlo subito?
Voglio dire... quelle due settimane in italia per avere i risultati, sono dovuti solo ad aspetti "burocratici"?

5/20/2010

295 - passeggiate serali per condos

A volte la sera, dopo cena, usciamo per fare una passeggiata.
Usciamo semplicemente a piedi, spesso in tuta, chiavi in mano e basta.
Non che qui attorno ci sia molta vita la sera, ma si passeggia bene.

Abitiamo a nord della citta', in una zona residenziale, un misto tra citta' e campagna :-). Abitiamo in un condo (condominium), circondato da altri condos.
Ma mentre in Italia il condominio e' sempre associato agli appartamenti di un palazzo, qui le unita' abitative sono piu' simili a casette.
Il nostro condominio e' formato da casette a due piani (sotto zona giorno e garage, sopra zona notte), attaccate lateralmente. Mentre altri condos hanno casette attaccate lateralmente, ma formate da due appartamenti separati, uno sotto e l'altro sopra, e in questo caso il posto macchina e' all'aperto.
Tutti i condo hanno piscina e palestra.
Ogni condo ha un nome che ne evoca un po' lo stile.

E noi la sera usciamo e passeggiamo per i condos, ci piace guardare i vari tipi di casette e farci due chiacchiere.
La cosa carina e' che a volte si puo' anche guardare dentro le case, quando le luci sono accese e le tende o gli scuri non sono chiusi :-)

Tra i vari condos nella zona per ora il nostro preferito e' "Lakes", che e' molto villaggio vacanze, con le casettine di legno, i sentieri pedonali tra una casetta e l'altra, i giardinetti sul davanti, ma soprattutto con 2 laghetti centrali rispetto al condominium, circondati da alberi, panchine, e ruscelli attraversati da ponticelli... veramente carino! (ma non e' quello dove viviamo noi....)

Cliccando qui si puo' dare uno sguardo a tutti i condos della zona.

294 - Happy fifth birthday

C'e' questa pubblicita' che mi piace tantissimo.
Purtroppo e' della AT&T, gestore telefonico... con il quale non ci siamo trovati bene ne' io ne' mio marito, tante' che l'abbiamo cambiato.

Ma la pubblicita' e' bellissima.

Questa e' la versione estesa, solitamente in tv fanno quella corta, ma questa e' ancora piu' carina.

Pubblicita'!

5/19/2010

293 - immigration status

Ho appena rifatto il calcolo, e tra 24 giorni mi trasformero' da Non Resident Alien (NRA) a Resident Alien RA :-D
Cosa cambia? Personalmente non mi cambia niente... cambia solo ai fini della tassazione, in quanto i NRA sono tassati solo sui guadagni che hanno origine all'interno degli USA, mentre i RA sono tassati su tutti i guadagni, anche quelli all'estero. Quindi per le tasse del 2009 e' stato relativamente semplice: in USA quello guadagnato in USA, in Italia quello guadagnato in Italia. Invece l'anno prossimo (per le tasse del 2010) potrebbe essere piu' complicato (devo ancora studiare cosa accadra').
Cmq trasformarmi da NRA a RA mi da' un'idea di maggiore stabilita', finalmente "resident".... ma nonostante cio' al minimo passo falso possono sempre cacciarci :-)
Ah, come faccio a trasformarmi?
Il tutto e' regolato dal Substantial Presence Test:
"You will be considered a U.S. resident for tax purposes if you meet the substantial presence test for the calendar year. To meet this test, you must be physically present in the United States on at least:
31 days during the current year, and
183 days during the 3-year period that includes the current year and the 2 years immediately before that, counting:
All the days you were present in the current year, and
1/3 of the days you were present in the first year before the current year, and
1/6 of the days you were present in the second year before the current year"


Ma intanto abbiamo iniziato le pratiche per la green card, e stamattina siamo stati convocati per rilasciare i nostri "biometric data".
...E ci hanno fatto la fototessa e ci hanno preso le impronte digitali quando abbiamo fatto il visto, e poi all'aeroporto all'ingresso negli stati uniti (per ora 2 volte), e poi abbiamo mandato tipo 6 fototessere per le varie pratiche burocratiche... e stamattina appuntamento alle 8, per farci fare la fototessera "dal vivo" e per farci spalmare le dita sul lettore digitale da un tipo con i guanti in lattice :-)
E cosi un altro passo e' stato fatto.
Ora non dobbiamo fare altro che aspettare.

E quando un giorno (mesi? anni?) avremo la green card, saremo svincolati dal visto (cioe' se il marito dovesse essere licenziato.... o dovesse licenziarsi, potremo cmq restare qui in USA) e potremo anche iniziare le pratiche per adottare un bambino (ma esclusivamente di nazionalita' statunitense).
E poi, ma quello ora mi sembra un miraggio lontano, potremo anche iniziare il processo per ottenere la cittadinanza... credo che ci vogliano anni e anni per quello.

Cosa piu' probabile e' che, una volta ottenuta la green card e una volta finita di arredare casa, saremo pronti per spostarci da qualche altra parte :-)

5/18/2010

292 - risposte

sara' questa la risposta definitiva?

5/17/2010

291 - California e nuvole

California e nuvole,
la faccia triste dell'America.

Ormai il sole sembra un ricordo lontano. A gennaio faceva piu' caldo, basta dire questo.
E il week-end di meta' maggio in un posto di mare in cui pero' e' nuvoloso e fa freddo, in cui tutti parlano inglese e tu non conosci nessuno, in cui tra l'altro continui a cercare un mobile per la camera impossibile da trovare, non e' certo dei migliori.

Abbiamo infatti continuato a vagare in vari negozi di mobili e abbiamo continuato a sentire la stessa risposta "no, noi qui non ce l'abbiamo, perche' non provate di la'?".
Insomma, in italia quando entri in un negozio di mobili ti trovi davanti un simil-architetto con carta millimetrata e matita che ti chiede quanto spazio hai, cosa vuoi metterci, ti fa delle proposte e alla fine ti da un paio di cataloghi e un preventivo di massima. Almeno, per noi e' stato cosi, quando a Roma cercavamo il mobile per il salotto e quando poi cercavamo la cucina.
Qui ogni volta troviamo invece solo mobili "preconfezionati", o cosi' oppure "provate in quell'altro negozio di la'", fino all'assurdo del negozio di design danese che ci ha mandato dall'ikea (svedese....).
Abbiamo anche cercato su internet... ho cercato addirittura nei cataloghi di mobili per ragazzi/bambini, ma trovare un mobile componibile colorato qui e' peggio di trovare un ago nel pagliaio...

Il tutto condito da questo tempo uggioso.... al punto che il Frappuccino in offerta a meta' prezzo lo abbiamo mandato giu' rabbrividendo per il freddo.

E poi ci siamo ricordati che c'e' stato un tempo in cui il sabato sera era il momento piu' atteso della settimana, il momento per rivedere gli amici, fare due chiacchiere, magari andare a cena fuori ... e addirittura c'e' stato un tempo in cui si andava a ballare il sabato sera, ma mi sembra che fosse un secolo fa...
Cmq ce ne siamo andati al cinema.
Sara' stato questo tempo, ma mi e' un po' venuta nostalgia di quando si usciva per andare a mangiare una pizza con gli amici a trastevere... o di quando sotto natale ci si vedeva ogni sera a casa di qualcuno per giocare a tombola o a carte...
La colpa e' certo mia, perche' non e' che gli amici si raccolgano come frutta dagli alberi, ma le amicizie vanno coltivate ecc... ma io sono timida... e poi in inglese, figuriamoci.... ma ok, ok, questa settimana vedro' di scambiare due parole con qualcuno in palestra....

Cmq siamo andati al cinema.
La prima volta che siamo andati al cinema a san diego dovevamo scegliere tra "avatar" e "christmas carol", ma di avatar non mi era piaciuto affatto il trailer, mentre christmas carol era la favola natalizia che mi serviva.... quindi eravamo andati a vedere quest'ultimo. Conseguenza: dei dialoghi non capii nulla; e tutto il resto del mondo ando' a vedere avatar.
Stavolta la scelta era tra "robin hood" e "letters to juliet".
Il mio cuore voleva andare a vedere letters to juliet, perche' piu' favoletta, poi ambientato in italia ecc... ma poi ho ragionato, ho pensato che robin hood era piu' da cinema, che tutti poi vedranno robin hood e io non voglio fare di nuovo quella che snobba il filmone per il filmetto, quindi siamo andati a vedere robin hood.
Com'era? .... non bellissimo.... diciamo che mi aspettavo di piu'.... forse se avessi saputo dall'inizio che il film finisce dove inizia la storia di robin hood lo avrei apprezzato di piu'! :-)

Insomma, speriamo che torni il sole....

5/14/2010

290 - Tobias

Ogni tanto ricevo qualche telefonata di qualcuno che cerca Tobias.
Ho dedotto che era il "vecchio proprietario" del mio numero telefonico.
Cosi come ogni tanto ricevo qualche sms sempre per lo stesso Tobias.
Del tipo (non mi chiedete perche' non li ho cancellati... non lo so):
"Do you remember the name of the hotel we stayed at in vegas?", da cui ho dedotto che Tobias e' stato a Las Vegas.
Oppure "Sessios still go down at 10. If can't make it don't worry cause of fusion", da cui non ho dedotto assolutamente nulla.
Oppure "Are you busy like 930 or 10am on tuesday :)?", da cui ho dedotto che evidentemente Tobias non lavora la mattina.
E oggi infine "Happy sungod. great t see u. im leaving for twn right after grad. lets hang out before i leave", da cui ho ricavato alcune abbreviazioni interessanti per gli sms, ma non so cosa sia sungod.. e grad? e' la graduation?
Ma soprattutto mi sembra di dedurre che ci sia qualcuno (presumibilmente una ragazza, ma non e' da dare per scontato) che e' stato contento di rivedere il caro Tobias e vorrebbe rivederlo prima di partire, ma... Tobias non ha comunicato il suo nuovo numero :-D
E oggi ha chiamato una ragazza per Tobias, ma il numero del chiamante non e' lo stesso di chi ha inviato l'sms.

Poco alla volta Tobias diventa il mio "amico immaginario".

289 - ...

in attesa di risposte

5/13/2010

288 - crackers

ieri mi aggiravo per i corridoi del supermercato e mentre disperata guardavo gli yogurts (eh si, devo ancora trovare uno yogurt che mi piaccia...) mi è venuta nostalgia dello yogurt muller, che era il mio preferito... crema di riso... ma anche quello alla stracciatella o al cioccolato bianco... uhm, che bontà... mentre davanti a me avevo gusti improbabili quali lime o blueberry....
quindi non ho preso nessuno yogurt!

ho imboccato il corridoio "cookies and crackers" per prendere dei biscotti e mi è venuta nostalgia anche dei crackers, che in fondo non è che ne andassi matta.... ma nei momenti di mangiucchiamento ci stanno sempre bene!
dopo diversi minuti spesi per capire quali dei tanti "crackers" potessero essere i più simili a quelli che abbiamo in italia, ho optato per questa confezione "original whole grain crackers".
tornata a casa e sistemata la spesa, ho assaggiato i "crackers"....
:-|
che brutta sensazione quando ti aspetti un sapore in bocca e te ne ritrovi un altro completamente diverso!!!!!!
ho letto gli ingredienti e vi ho trovato "estratto di te verde".... puah!!!!
io il te verde non lo sopporto nemmeno a berlo, figuriamoci i crackers al sapore di te verde!!!! :-(

287 - quattro



Non mi stanco ancora
a stare sotto il sole
a prenderti la mano
a dirti che ti amo
passeranno gli anni
cambierò colore
ma io son sicuro che
saremo ancora noi due
come l'asino ed il bue
come il bianco e il nero
come una bicicletta che va
sopra la collina
in salita a faticar
e poi giù come a planar tra mille girasoli
tra tutti quei colori
verso una piccola Abbazia
dove ogni giorno che vivrò
ti sposerò

giorno dopo giorno, ora dopo ora
siamo diventati forti come una verità
ricominciamo
andiamo lontano come sconosciuti
soli in una grande città
ciao piacere come stai
di che segno sei
come ti chiami, andiamo via
lungo l'autostrada con lo zaino in autostop
arrivare a Capo Nord tra tutti quei gabbiani
e prenderti le mani
noi due abbracciati in un igloo
dove ogni inverno che vivrò
ti scalderò

5/12/2010

286 - tornata in palestra

Sono tornata in palestra dopo piu' di un mese di assenteismo....
E ora non riesco a fare nemmeno le scale... ahiu, che dolor!

Decisamente fuori allenamento!

5/11/2010

285 - lost

:-/

????

:-O

!!!!!!

284 - cercando lavoro....

7 applications in 2 giorni!
direi che per questa settimana ho dato :-P

.. intanto una mia amica mi ha lanciato l'idea di aprire un negozio on-line su e-bay, solo che mi manca l'idea vincente...
cos'e' che c'e' qui in america ma in italia manca?

le mie idee fin'ora sono state:
- il bicchierozzo di plastica/metallo che tutti (noi compresi) usano per portarsi dietro le bibite.... ma non credo che in italia avrebbero successo.
- le infradito... ma in italia le mettono solo d'estate.
- i mini-pantaloncini... ma meglio non esportarli.
- le confezioni da 100 o 200 o anche 500 aspirine/vitamine/antidolorifici/integratori... ma rischio di assere arrestata per spaccio di droghe.

... che altro?... idee?....

283 - bimbo

Durante la lezione di Inglese di oggi stavo leggendo un articolo sulla nuova legge dell'Arizona riguardo l'immigration.
L'articolo forniva una sorta di decalogo per aiutare i poliziotti a riconoscere gli immigranti illegali da quelli legali, il tutto in chiave ironica ovviamente.

Uno dei punti diceva qualcosa del tipo "Se vedi un messicano che si aggira con aria furtiva and he has bimbo in the shopping cart, probabilmente e' un immigrato illegale. Se invece vedi un messicano che si aggira con aria soddisfatta and he has a bimbo at his side, probabilmente e' un immigrato legale."

Ho chiesto delucidazioni a Lindsey, visto che non avevo capito un bel nulla, mentre lei se la rideva con le lacrime agli occhi.... e mi ha spiegato che bimbo e' il nome di un'azienda messicana che produce pane e similari, probabilmente la piu' diffusa e conosciuta in messico... ma che bimbo invece in america indica una ragazza bella ma stupida, insomma, quella che noi definiamo "oca".... ma pensa te....

5/10/2010

282 - e cercando la libreria....


Anche questo week-end, cercando la libreria e non avendola ancora trovata, abbiamo comprato tutt'altro! :-)

Nostalgici....

281 - dalle parti dell'aeroporto....



Domenica siamo andati a fare due passi (alla ricerca della libreria) in zona Little-Italy e dintorni.... che e' molto vicina all'aeroporto... e per i primi 15 minuti buoni (forse anche 30 minuti) non ho fatto altro che fare "oooohhhhhh" per ogni aereo che ci passava sopra la testa, praticamente in fase di atterraggio!

Ho anche cercato di fare delle foto... ma i miei riflessi non sono dei migliori! :-(

5/07/2010

280 - water

Il National Geographic di Aprile e' tutto dedicato all'acqua.

Si, lo sapevo che l'acqua e' una risorsa preziosa e che molte popolazioni soffrono la scarsita' d'acqua ecc, pero' leggere alcune cose fa riflettere....

Chaya e' una donna indiana di 25 anni e 5 figli, vive in uno slum di Delhi, e ogni mattina esce di casa prima dell'alba con dei contenitori di plastica vuoti per cercare l'acqua.... dove la trova? vaga per la citta', come tanti altri, ogni tanto qualcuno trova un rubinetto funzionante o un camion che distribuisce l'acqua...
A volte Chaya torna a casa che e' pomeriggio inoltrato e finalmente riesce a dar da mangiare ai figli.

Binayo ha anche lei 25 anni e qualcosa come 3 figli.
Anche lei esce di casa prima dell'alba, con un contenitore di plastica vuoto, alla ricerca dell'acqua.... dopo 1 ora di cammino raggiunge quello che un tempo era un fiume, ma che ora ha solo delle pozze sporche... raccoglie tutta l'acqua che puo' e torna a casa, dove prepara da mangiare per la famiglia.

A noi invece basta alzare una levetta o ruotare una manopola, e abbiamo tutta l'acqua che vogliamo.. soprattutto pulita e sicura da bere....
Ma non l'apprezziamo.
Devo dire che qui a San Diego sono piu' attenta ai consumi d'acqua, dato i costi elevati (il National Geographic dice che San Diego e' una delle citta' americane dove l'acqua costa di piu', 1.65 dollari per 100 galloni... per fare un confronto a New York 0.80 dollari per 100 galloni, a Roma 0.50 dollari per 100 galloni)...
ma dopo aver letto questi articoli, dopo aver vagato per i soliti siti con i soliti consigli su come limitare i consumi di acqua, ho deciso che voglio fare di piu'...

Insomma, mi sento responsabile in qualche modo...
L'acqua e' di tutti, e voglio pensare che quella che io riesco a non sprecare vada in qualche modo nelle mani di chi ne soffre la mancanza....
Fa pensare al discorso che si fa ai bambini "devi mangiare tutto perche' in africa i bambini muoiono di fame", ma in questo caso e' diverso! Voglio crederci!
Voglio credere che l'acqua che io non spreco e che quindi resta nel Colorado River (da dove viene l'acqua di San Diego appunto) vada invece ad alimentare l'agricoltura o il verde naturale che si trova lungo il corso del fiume, che quindi contribuisca a un mondo piu' verde, che quindi contribuisca a ridurre la siccita' globale, che quindi vada ad alimentare il fiumiciattolo di Binayo o il rubinetto di Chaya....
Voglio crederci!

Perche' siamo nati nella parte "fortunata" del mondo, ma non sempre lo apprezziamo.

279 - piccole felicità

ieri sera alle 19:15 il marito è tornato a casa dal lavoro!
il che è un evento, perchè di solito rientra dalle 20 in poi!
che strano vederlo arrivare a casa quando fuori c'è ancora la luce del sole!

strano anche per lui, tanto che per celebrare l'evento siamo andati a cena fuori, a piedi, dal souplantation! :-)

5/06/2010

278 - cercando lavoro...

.. mi sono imbattuta in questo annuncio:
qui

ahahahha, ma e' mai possibile mettere queste foto????

soprattutto quella con la spaccata e' assurda, ahahaha!

mi sono immaginata con sara, erika e giuliana in una foto del genere per un annuncio di lavoro dello studio SP, ahahahah!! :-)
[nella posizione della spaccata ci vedo erika, non so perche']

277 - a chi troppo e a chi niente

Saltando da un blog all'altro mi sono imbattuta nel blog di questa donna che diceva che il marito si era appena operato di vasectomia, cioe' in pratica si era sterilizzato.
All'inizio sono rimasta a bocca aperta... poi ho un po' riflettuto.

Nella mia posizione leggere queste storie mi fa venire i brividi... non so... mi sembra cosi strano arrivare a questo punto...
Ho sempre pensato che restare incinta possa essere un problema solo per quelle ragazze magari sotto i 20 anni, o magari senza una relazione stabile.... dai, anche sotto i 25 anni, se una nella vita aveva altri programmi... Almeno, io fino a quell'eta' me ne sono preoccupata...
E sinceramente non avevo mai pensato che potesse essere un problema anche dopo, quando una magari ha 40 anni e gia' 4 figli sulle spalle....

Anzi, a dirla tutta non avevo mai nemmeno realizzato che coppie sposate continuino a usare metodi contraccettivi (naturali o meno).... che strano....
quasi quasi mi viene da dire "che bello, noi lo possiamo fare quando ci pare senza mai preoccuparci di niente" :-)

ahahahah... cerco di "rigirare la frittata", come si suol dire....

276 - associazioni mentali

[pari pari come mi e' girata in testa]
[basta premettere che ogni sera verso le 22 c'e' un elicottero militare che ci passa sopra casa, facendo tremare piatti e bicchieri]

nel mezzo della mattinata passa un elicottero,
e penso:
"ora anche di mattina...
chissa', forse e' l'elicottero delle 22 che parte per la missione...
l'elicottero delle 22....
l'elicottero delle 22....
come l'elefante delle 6....
tipo `amore, sbrigati, hai gia' perso l'elefante delle 6`....
ma cos'era? una pubblicita'... con tarzan tipo...ma di cos'era....
oddio, le gocciole pavesi!
le gocciole pavesi!!!
sono 8 mesi che non le mangio!!!!!!!!"


... prevedo escursione a little italy :-P

5/05/2010

275 - look at the stars....



...look how they shine for you
and everything you do
they were all yellow

274 - niente da dichiarare

oggi ho comprato due magliette a maniche corte

- - - - - - - - -

fa caldo

- - - - - - - - -

ho saltato il pranzo

- - - - - - - - - -

ieri sera ho pianto guardando lost

- - - - - - - - - -

devo assolutamente innaffiare i vasi prima che muoiano tutte le piante

- - - - - - - - - -

ho mandato 2 cv

- - - - - - - - -

il flauto giace ancora sotto la polvere

- - - - - - - -

see you tomorrow!

5/04/2010

273 - no, non ci siamo

grazie a tutte per il tifo e per il supporto, ma no, non ci siamo....

voltiamo pagina....

la prossima volta andra' meglio...

PS ora ho bisogno di sushi e uovo crudo...

PS ecco si, ora sto proprio cosi (clicca)

272 - come i colombi



e' da stamattina che sento dei colombi volare fuori (lato giardinetto)...
prima mi sono messa fuori al sole e c'erano questi due colombi a fare un continuo andirivieni con pezzettini di legno o similari nel becco... stanno costruendo un nido, sotto il tetto dei vicini di casa...
che carini... stanno costruendo la loro casa :-)
(ma hanno anche lasciato un bisognino su una delle sedie che stanno fuori, grrr!!)

e pensando ai colombi che si fanno casa, anche noi facciamo piccoli progressi ed eccovi qui la foto di un piccolo mobiletto che abbiamo comprato domenica!
in realta' cercavamo la famosa libreria.... ma a un certo punto ci siamo resi conto che avevamo due idee ben diverse di cosa voglia dire la parola "libreria"....
quindi abbiamo comprato una cosa che non e' una libreria (in nessun senso), che non ci serviva, ma che e' molto carina :-)

271 - mi dispiace per voi (in Italia), ma....

ho appena letto su repubblica che in italia è tornato il mal tempo e che da giovedi le temperature scenderanno ulteriormente......

qui invece oggi fa caldo e non c'è vento, ed è proprio giornata "da mare e sole"

nel frattempo il dollaro sta risalendo, ora come ora 1 euro = 1.30 dollari, mentre quando siamo arrivati 1 euro era = 1.46 dollari....
direi che non c'è male :-P

5/03/2010

270 - per la festa della mamma

scoperto per caso,

subito condiviso.

sostieni una mamma

269 - il clima a San Diego

Quando siamo arrivati a Settembre faceva caldo, e io andavo in giro in canotta, pantaloncini e infradito.

Da settembre a dicembre le temperature sono scese, sono passata alle maniche corte con uno strato di cotone pesante sopra, pantaloni lunghi e scarpe chiuse (ma non pesanti), nel momento di massimo freddo ho aggiunto una giacchetta "anti-vento".

Da gennaio le temperature si sono rialzate, ma in modo strano....
mi ricordo che il giorno che ho preso la patente (primi di gennaio) faceva un caldo atroce e andavo in giro a maniche corte! ma non tutti i giorni sono stati cosi.

A febbraio prima di partire per l'italia era iniziata la "stagione balneare", cioè gente al mare in costume che faceva il bagno, e io mi ero preoccupata di quanto ancora potessero alzarsi le temperature!

A marzo, tornata dall'italia, ho trovato pioggia e freddo.

Ad aprile il cielo è stato spesso e volentieri coperto, ma le belle giornate non sono mancate.

Tra gennaio e maggio il mio abbigliamento medio non è cambiato... più che altro è andato a giornate... anzi a ore: magari un giorno esci di casa che è nuvoloso e allora ti metti una manica lunga e dopo un'oretta la temperatura si alza di diversi gradi e hai caldo, o viceversa....

Ora che è maggio mi chiedo se questo che c'è sia il massimo del caldo o se aumenterà un altro pò, dato che non ho ancora iniziato a mettere nè i pantaloncini nè le canotte, nè ho ancora mai fatto il bagno nell'oceano... anzi, non sono ancora mai andata in costume a prendere il sole....
Invece in Italia iniziano ad andare al mare....

Potrei dire che è un'eterna mezza stagione!
Da una parte è figo, perchè l'inverno è stato veramente caldo per i standard a cui sono abituata... ma ora che le mie amiche iniziano ad andare al mare, mi chiedo quando lo farò pure io....
Del cambio di stagione dei vestiti praticamente se ne potrebbe fare a meno...a novembre ho tirato fuori i pantaloni di velluto a costine, ma li ho messi un paio di volte... e ora quando sarà il turno dei pantaloni di lino?

Il mio abbigliamento è sempre stato molto stagionale (velluto d'inverno e lino d'estate appunto), e ho sempre criticato il marito che mette i jeans tutto l'anno... e qui mi trovo un pò spiazzata.... dato che in italia "non ci sono più le mezze stagioni" non ero preparata :-)
Quindi ieri siamo andati a fare shopping e mi sono fatta regalare (per il compleanno) due felpette di cotone leggero :-)
Inoltre a forza di andare sempre in giro a maniche corte ho una differenza di colorazione tra le braccia e la pancia che è davvero comica!

Quando andrò al mare in costume a fare il bagno?
Forse dovrò accontentarmi di una temperatura più mite per farlo :-)

5/02/2010

268 - resolutions!

Di solito le resolutions (che carina sta parola)si fanno il primo gennaio, ma io le ho fatte ieri, primo maggio, con un po' di ritardo!

Insomma, ho questi buoni propositi che mettero' in atto da domani:

- installare AutoCAD e studiarmi il 3D (dato che non lo so usare, ma ho visto che in molti annunci di lavoro e' richiesto),

- iniziare a cercare un lavoro da ingegnere (ebbene si) in modo piu' serio rispetto a quanto fatto fin'ora (pero' non voglio pensare al fatto che poi dovro' procurarmi una macchina e guidarla... per ora mi concentro sul cercare lavoro, un passo alla volta!)

- riprendere a suonare il flauto! (per ora l'ho suonato durante i 6 mesi di corso, poi l'avevo lasciato perdere, poi l'ho ripreso nel periodo dicembre 08-febbraio 09, poi l'ho rilasciato, poi l'ho ripreso i primi due mesi qui... ma ora basta, voglio riprenderlo :-) )

- ed entro martedi decidere se sospendere l'abbonamento in palestra o meno... nel caso in cui non lo sospendo, ogni giorno 1 ora in palestra! :-)

bene, ora che ho messo tutto per iscritto non mi posso tirare indietro!

PS anche se ho deciso di riprendere a fare l'ingegnere, sto cmq elaborando un nuovo sogno nel cassetto, che va a sostituire l'idea della sala da te (quella me la tengo per l'italia....)