1/12/2011

584 - Barbie vs Heidi

Tornata in palestra, ho rivisto Barbie (la numero 1; per chi avesse perso la puntata precedente, eccola qui).

Lei capelli biondi lisci con frangia, pelle abbronzatissima.
Io capelli arruffati (e sporchi), pelle bianco latte.
Lei truccata.
Io avevo la solita aria da "sono appena uscita dal letto".
Lei pantalone attillato con un bel disegno che esaltava le forme, toppino aderente.
Io pantaloni comprati da decathlon tipo 10 anni fa (e non sto scherzando), maglietta comprata da zara in superofferta che sembra un pigiama.

Lei con una voce cosi' forte che si sentiva da un angolo della stanza a quello opposto, distanza che io non sarei in grado di coprire nemmeno urlando!
Lei parlava con altre bionde barbie-style della serata imminente (era venerdi scorso), diceva che lei riesce ad entrare in tutti i tipi di locali, che sa come fare.
Una delle altre barbie-style le stava dicendo che sarebbe andata con loro anche una certa Tizia, al che Barbie ha risposto "ma come? ma Tizia e' sposata!" (con un'aria tale da cui ho dedotto che Barbie non e' sposata), ma l'amica ha risposto "si, ma nonostante questo Tizia sa come divertirsi", e Barbie "ahahahah, she knows how to do it" con una risata che ha riecheggiato per tutta la palestra :-/.

Ora... forse Barbie non sa che anche le donne sposate sono felici e sanno divertirsi, pero' allo stesso tempo mi sono resa conto di una cosa: che anche le donne 40enni non sposate sono felici e sanno divertirsi :-)
Insomma, sono cresciuta con questo background culturale in base al quale bisogna sposarsi e avere figli, altrimenti sei zitella... e io razionalmente lo so che non e' cosi, che non e' vero... ma purtroppo fa parte del mio background, delle idee che mi sono state incultate in testa da quando ero piccola, da quando mi raccontavano queste favole in cui alla fine Lei incontra il Suo Principe e vissero tutti felici e contenti....
Ma non c'e' nessuna favola in cui Lei capisce che puo' vivere felice con i propri mezzi e le proprie forze?
Alle Californiane raccontano favole diverse quando sono piccole?
No, me lo chiedo davvero.... perche' in fondo noi italiane abbiamo piu' o meno inconsciamente questa idea della famiglia... ma qui invece Barbie se ne frega e fa la bella vita :-)

A volte mi sento come Heidi quando va in citta' e scopre un mondo nuovo, e si rende conto che i suoi vestiti non sono adatti, che c'e' uno stile di vita tutto diverso... forse Heidi dovrebbe Barbizzarsi un pochetto, senza per questo perdere la sostanza...

PS non c'entra nulla col post, ma oggi una mia amica mi ha nominato questa canzone :-)
O forse un po' e' a tema :-)

18 commenti:

Ilaria ha detto...

qui dicono sempre: 'ogni testa è un mondo' ed è verissimo. ognuno è felice a modo suo e probabilmente, come dicevi tu, dipende proprio dalla cultura... in Messico ad esempio è normale stare con un uomo che ti tradisce, cioè non lo dico per dire... è abitudine! valle a capire...

Anonimo ha detto...

io sono dalla parte del femminismo americano. Viva le donne libere, che scelgono seguendo le loro ambizioni e non secondo i modelli maschilisti della societa'. In questo a me gli ammerigani sono sempre piaciuti molto.


valescrive

Marica ha detto...

Ilaria: ma vale anche per le donne? o e' una prerogativa esclusiva degli uomini?
Cioe', non ha senso, ma se e' concesso per entrambi i sessi un pensierino ci si puo' fare :-D

Valeria: si, anche se io non potrei mai essere come lei (e prob nemmeno vorrei esserlo) riconosco che "e' molto avanti" :-)

Ilaria ha detto...

no, ovviamente vale solo per gli uomini. qui siamo indietro di 50 anni, forse più, rispetto all'Italia, per esempioil

Ilaria ha detto...

PS. 'il' dopo 'per esempio' non c'entra niente

Marica ha detto...

:-) e allora no, non va bene!!!

Zorro ha detto...

Aho', pero' a me sta' storia che solo gli uomini tradiscono non mi torna molto: se gli uomini tradiscono e le donne no, gli uomini con chi tradiscono?

A parte gli scherzi, non ho capito una cosa: quali sono le cose divetenti che barbie fa e che tu, pur volendo, non potresti fare?

Sara ha detto...

Io anche voto la donna libera e indipendete!! :-)
L'idea che perchè ho un marito, non posso uscire da sola, organizzarmi una vacanza con le amiche ... mamma!
Una storia con un uomo non significa che bisogna stare a casa ad amebizzare, il mondo è pieno di rapporti, situazioni, affetti, lavori, interessi che ti realizzano e queste cose, alla fine, sono anche il fuoco che può tenere vivo un rapporto dopo tanti anni. Ma del resto mi sembra che tu con tuo marito abbiate proprio un rapporto di questo tipo! :-)
Comunque nulla è deciso nella vita e schematizzarla troppo ci porta spesso fuori strada.

erix ha detto...

che bello essere atipiche e non aver subito le favole e/o la cultura "italiana"!
Che poi, sinceramente, dipende in parte dai genitori e da chi ti sta vicino mentre cresci, ma soprattutto dipende da te!
C'è sempre modo di non seguire una "regola non scritta" come impone la società ed essere felici fregandosene allegramente!

E freghiamocene, dai!

Ps: ma qndi barbie c'ha 40anni? O ho capito fischi per fiaschi???

Manu ha detto...

Cara Marica,

il mondo è bello perchè è vario ma un comune denominatore bisogna pur trovarlo e una riga bisogna pur tracciarla: secondo me l'aspetto fondamentale non è la matrice culturale l'esibizionismo l'affrancamente e le conquiste di liberazione della donna piuttosto rendere felice qualcuno per rendere felici se stessi. Bada bene amare Qualcuno non Qualcosa perchè noi viviamo di affetti e relazioni. Si dice che si è felice quando si hanno tanti soldi, una professione prestigiosa (e in America e non solo vige questa mentalità mi sembra come ho potuto constatare) ma è una menzogna. Mr Feynmann che ha lavorato a UCLA

http://it.wikipedia.org/wiki/Richard_Feynman

uno dei più grandi fisici della storia recente ha scritto un libro "Che t'importa di ciò che dice la gente" il cui titolo mi ha sempre colpito!!!

Lui era rimproverato dalla mamma di religione ebraica in quantio viveva affettivamente una vita sembra dissoluta ma nella sua vita ha cooperato all'innalzamento del benessere dell'umanità con le sue scoperte

Ricorda il principio conduttore della vita è: rendere felice, amare qualcuno, l'uomo (in senso ontologico) è così anche nella sofferenza nel dolore. Chi fugge da questo principio si ritrova con un pugno di mosche in mano. Se rendi felice Michele e se prestate attenzione a rendere la vostra vita qualitatitavamente bella insieme sarete felicissimi. Poi intorno a te possono dire quello che vogliono ma l'obiettivo della vita è incontrare l'Amore, conoscerlo. Poi non dobbiamo scendere nelle nevrosi. I conmtesti culturali possono creare gabbie e prigioni ma questo principio e vedo che lo vuoi relaizzare può anzi deve essere il nostro principio ispiratore a livello sociale politico e personale.

Manu & Cla di Pocapaglia (CN)
manuplasmati@tiscali.it

Marica ha detto...

Zorro: anche io ci pensavo prima... allora questi uomini tradiscono con altri uomini? :-D Oppure ci sono donne "non accompagnate" che se la spassano, eh... :-)
Cmq io mi diverto a modo mio e sono felice a modo mio, non e' che io personalmente voglia divertirmi come fa barbie, anche perche' siamo due tipi palesemente diversi... pero' mi rendo conto che nella "mia" mentalita', cioe' quella in cui sono cresciuta e che purtroppo vive ancora dentro di me, non e' "standard" uscire la sera con le amiche per locali a quell'eta' in cui invece dovresti stare a casa a far fare i compiti ai bambini :-)

Voglio dire: anche se il Barbie-style e' lontano dal mio modo di vivere, ben venga! :-)

Marica ha detto...

Sara: vero, la donna puo' essere libera e indipendente anche se ha un compagno (ovviamente nei limiti del rispetto verso l'altra persona!).

Erix: si, hai ragione... per me a volte e' difficile, lo ammetto, perche' sono cresciuta troppo dentro questa mentalita', queste idee... ma sto lavorando per venirne fuori :-)
Mah, credo che sia sulla 40-ina, ma non ne sono sicura... e' difficile da capire... di certo dimostra piu' di me :-P

Manu: capisco quello che dici, perche' anche io ho trovato l'Amore e sono felice quando lui e' felice ecc... pero' credo che si possa e si debba essere felici anche da soli, per se stessi, con le proprie forze... non essere egoisti e pensare solo a se stessi, certo, ma puo' capitare che nella vita uno non incontri il proprio Amore ma possa essere cmq felice, condividendo magari le proprie gioie con gli amici e con altre persone care...

Zorro ha detto...

"Cmq io mi diverto a modo mio e sono felice a modo mio"

E questo e' quanto! Altro non c'e'!

Poi uno apprende altri possibili modi, li studia, ci pensa, e decide: se ti interessa lo fai se no, passi. Cosi' io penso :-)

Marica ha detto...

Zorro: eh, pensi bene :-)
Essenzialmente sono felice a modo mio... pero' a volte mi chiedo "e se..." :-)
Buona giornata dal Sud della California :-)

Zorro ha detto...

Ed io penso che anche gli "e se..." siano necessari: se non ci sono dubbi, non ci sono neppure certezze.

Buona giornata anche a te!

Marica ha detto...

:-)

Gaia Marfurt ha detto...

No no! Heidi non si barbizza! Heidi è spontanea e fa quello che vuole senza crearsi problemi! Solo quelli come la signorina Rottermeier se li creano i problemi! :) Il fatto è che nelle palestre girano soprattutto Barbie, ma questa cosa in piccolo mi capitava persino ad Ostia! E' ovvio che se tu te ne vai in una palestra strafiga, anche le Barbie si eleveranno all'ennesima potenza! :) Brava, Brava! Continua così! Francamente io avrei soggezione solo ad entrare in un posto così! Soprattutto da sola! In palestra andavo con un'amica come me, e insieme ci facevamo un sacco di risate a sentire gli uomini che parlavano di ceretta e robe simili! Ah ah!

Marica ha detto...

eh, a volte anche io vorrei una heidi-style con cui farmi due risate...