1/21/2011

600 - stuff

Uscita dalla palestra trovo sul cellulare un messaggio vocale della Vicina, lo ascolto ma non riesco a capire proprio cosa dice... allora arrivo a casa e vado a bussarle a casa.
"Marica, Marica, guarda qui cosa ho comprato" e mi fa vedere dei vasi, di quelli decorativi. Mi dice che ha trovato questo tipo che sta vendendo tutta una serie di cose a prezzi buonissimi e che c'era una lampada da terra che faceva proprio al caso nostro e che dobbiamo assolutamente andarci nel pomeriggio.
Ok, io non ho bisogno di una lampada da terra, ma le dico che magari ci sarei passata dopo con il marito, visto che oggi mi aveva promesso di uscire prima, tanto per dare uno sguardo.
Mi dice che pero' bisogna prendere appuntamento con questo tipo perche' lui non sta tutto il giorno a casa, allora lo chiama e gli chiede se verso le 6pm andrebbe bene, e il tipo dice di si, ma chiede di confermare entro un'oretta.
Torno a casa, mando un'email al marito dicendo che c'e' questa svendita fighissima di cose fighissime e lui dice "ok, possiamo passarci per dare uno sguardo..."
Allora chiamo la Vicina, le confermo la cosa e le chiedo l'indirizzo.
Lei mi dice che verra' con noi. Ok, ci diamo appuntamento per le 5:45.

E poi inizia il dramma.
Mi richiama dopo qualche minuto, tutta dispiaciuta, dicendo che il tipo nel frattempo ha venduto la lampada. Ok, le dico io, non e' un problema, la lampada non mi serviva, andiamo giusto per dare uno sguardo. Ok, confermiamo le 5:45.

Mi richiama dopo qualche minuto, dicendo che ha parlato di nuovo con il tipo, ma lui le ha detto che se c'e' qualcosa che mi piace me lo mette da parte, quindi per favore di vedere l'annuncio on-line con relative foto e di fargli sapere.... Si, io veramente non ho bisogno di niente, era solo per dare uno sguardo.... Quindi la Vicina mi chiede di andare a casa sua a vedere le foto urgentemente :-/

Dopo 5 minuti abbondanti arrivo, lei tutta "presto che e' tardi, presto che e' tardi" e mi fa vedere queste foto... io le faccio presente di nuovo che non mi serve niente, ma che visto che lei e' tutta entusiasta della cosa possiamo andare a dare uno sguardo. Lei prende il telefono, chiama il tipo e me lo passa :-/
Lui prima mi chiede scusa per aver venduto la lampada :-/ e poi mi chiede cosa voglio comprare :-/.
Io gli dico che non lo so cosa voglio comprare, che magari posso passare con il marito piu' tardi, giusto per dare uno sguardo.
Riconfermiamo l'appuntamento e torno a casa.

Alle 5:35 la Vicina mi chiama "ma allora? ma siete pronti?"
Urlo al marito di sbrigarsi e alle 5:40 partiamo.
Andiamo, vediamo, parliamo.
Il tipo e' molto gentile, ma le cose da comprare non sono molte e poi, come dire, sono di uno stile un po'... pesante, non so come dire. Al limite potremmo prendere un vaso, ma l'unica cosa che penso guardando quel vaso e' che quando un giorno lontano avremo un bambino quel vaso sara' la prima cosa a rompersi. E allora quei soldi preferisco spenderli per altre cose, visto che il vaso non mi fa impazzire.

Usciamo e la Vicina ci fa "io pero' mi sento in colpa che non avete comprato niente, ora me lo compro io il vaso".
Rientra e compra il vaso :-/

In effetti casa nostra e' alquanto vuota, ma noi siamo minimalisti e ci piace cosi'.
Tempo fa avevamo provato a comprare un mobile, ma non ci piaceva niente e abbiamo rinunciato. E ci mancano ancora lo zerbino e le tende in cucina e la credenza e le lampade per il comodino... figuriamoci se possiamo comprare un vaso decorativo. O dei quadri. O dei soprammobili.
Forse siamo ancora traumatizzati dal trasloco, eppure ne e' passato del tempo, ma meno cose mi metto in casa e meglio sto.
Anzi, proprio stamattina avevo passato un'oretta nell'armadio cercando di eliminare qualche vestito che non metto da tempo... e domani tocchera' analizzare i vestiti del marito :-)

La mia e' una battaglia contro lo stuff inutile!

18 commenti:

Anonimo ha detto...

e io ti appoggio!!
valescrive

Sara ha detto...

ahahaha!!!
Quanto mi hai fatto ridere Marica!!!

Francesca ha detto...

Anch'io in fase decluttering...anche se sono geneticamente inadatta a farlo!

Anonimo ha detto...

La tua vicina di casa è davvero psicopatica.
Clara V

Emanuele ha detto...

Mamma mia che vicina. Compra le tendine, urgono!
Ciao,
Emanuele

dado ha detto...

leggendo il tuo blog ho capito una cosa fondamentale: quando comprerò casa in america la prima cosa che farò è accertarmi di non avere una vicina/o psicopatica!

Manu ha detto...

Cara Marica...

Il tuo post mi ha fatto scompisciare dalle risate. Sempre immaginavo la scena e mi chiedevo dove pescassi l'infinita pazienza che hai trovato...tanto per dare uno sguardo...forse la tua vicina di casa dovrebbe imparare a non guardare più.
Cmq capisco il minimalismo. Quando sei in una situazione nuova magari precaria hai bisogno di fidarti e staringerti all'essenziale che ci libera da tante sovrastrutture mentali. Serve alla nostra economia mentale perchè capiamo che le cose importanti della vita sono altre. Tra l'altro visto che sono appassionato di design e arredamento mi piacerebbe vedere una foto di questo famigerato vaso!!! Ma che è una capolavoro di arte cinese????
Considerando il gusto degli americani cmq mi sento le budella friggere!!! :-)))))

Un caro saluto e grazie dei tuoi post..ed anche della tua fatica e della tua spontaneità...grande Marica!!!!

Man & Cla di Pocapaglia (CN)
manuplasmati@tiscali.it

Anonimo ha detto...

non credo che la vicina sia un caso isolato. E' che agli americani sembra piu' normale fare acquisti. Dare un'occhiata non e' frequente. Se vai e' per comprare. Non so se sia per solidarieta' sociale o per consumismo, ma ho visto questo atteggiamento molte volte.

valescrive

Anonimo ha detto...

Quoto
@valescrive!
Hai pienamente ragione.

Pollon!

Marica ha detto...

valeria: ah, non lo sapevo... allora la prossima volta, ora che lo so, sto attenta e dico "no" da subito :-)

Gaia Marfurt ha detto...

Come ti capisco! E' da luglio che viviamo dai miei suoceri in attesa che finiscano i lavori di ampliamento della nostra casa! Ho dovuto svuotarla completamente...in dicembre ci si è allagato l'edificio e tutti i mobili e i miei oggetti che erano stipati nell'appartamento sotto al mio (assieme a quelli dei miei cognati)hanno preso acqua...adesso sono profuga e mi ritrovo le mie cose disseminate ovunque. Io ho un solo bel vaso di ceramica siciliana! Mi piacciono i colori vivaci! :)

Anonimo ha detto...

ti invidio, non sai cosa darei per poter lasciare l'Italia tutto e tutti... a dir vero il mio sogno proibito è sposarmi con una ragazza non italiana e magari andare a vivere in posti come san diego o los angeles..!
Le case non costano molto correggimi se sbaglio, con 170000 dollari che sono 124mila euro si compra abbastanza bene, poi ovviamente più il budget si alza meglio si trova..! Io purtroppo mi sono bruciato l'occasione di andare in università a San Diego. é la vita!
gli americani sono eccentrici! la tipa deve aver fumato qualcosa di non identificato per essersi comportata così! e francamente non capisco perchè abbia dovuto comprare il vaso per forza! cioè non è che se entri in un negozio devi comprare per forza!

anyway have a nice stay over there and try to make the most outta it! Never got to go that far so i bet it's rele exciting! I'm flyin' over there in 3 weeks tho:)
byee

Anonimo ha detto...

Come un principiante, io sono sempre alla ricerca online per gli articoli che mi può aiutare. Grazie Wow! Grazie! Ho sempre voluto scrivere nel mio sito qualcosa di simile. Posso prendere parte del tuo post sul mio blog?.

Marica ha detto...

Gaia: si, in questi casi e in tanti altri (secondo me) meno cose si hanno, meglio e'! :-)
Spero che possiate tornare presto a casa vostra!

Anonimo1: beh, qui le case costano molto di piu'... non so se ti riferisci a qualche zona in particolare...
E allora buon viaggio!

Anonimo2: eh? ... wow.. :-/
Se vuoi prendere qualcosa del mio blog e metterlo sul tuo sito, almeno presentiamoci e dimmi qual'e' il tuo sito :-)

Moky ha detto...

Secondo la mia esperienza, spesso non ci si mette a "decorare" una casa perche' subconsciamente si sa che non e' una casa "per sempre".
Mi e' successo sia con la casa in California che con quella in New Jersey... avevo appeso 2 quadretti, 3 foto (dei bimbi, ovviamente), ma niente di piu'...

Qui in Arizona invece mi sento di essere arrivata a casa, finalmente...
Magari e' una situazione simile anche per voi...

Io invece ho trovato che si puo' entrare in qualsiasi negozio (l'ho fatto persino da Tiffany in Rodeo Drive e 5th Ave) e "browsing" e' consentito, nessuno ti guarda male. Lo facciamo anche sempre con garage sales, auction sales... E' stato J che mi ha detto di smetterla di essere italiana e sentirmi in obbligo di comprare!! Dopo tanti anni, ormai ho imparato a farlo quasi da native!!

Marica ha detto...

moky: e' vero... non la sento come casa "per sempre" e quindi non mi va di comprare tante cose inutili... che poi non sappiamo in realta' cosa faremo in futuro, magari restiamo qui 20 anni come possiamo restarcene solo altri 2... chi lo sa'... nel dubbio, meglio non comprare :-P

Fra ha detto...

magari poi la vicina ti regala il vaso!! :) anche io, da quando sono a casa nuova, meno cose in giro ci sono meglio sto... prima non mi potevo nemmeno muovere per quante cose avevo in mezzo ai piedi, qua ho eliminato i soprammobili e molti mobili: abbiamo un salone enorme praticamente vuoto, che se sposto il divano diventa sala da ballo...

Marica ha detto...

bello cosi'! ultimamente mi piace piu' "il vuoto" che "il pieno" :-)