2/25/2011

651 - atterrare, ritirare il bagaglio e lasciare l'aeroporto

Mi serviro' di alcuni video per farvi vedere alcune cose!

Il primo video mostra quello che si vede quando si atterra all'aeroporto di San Diego... ho cercato un video notturno (quando secondo me l'atterraggio e' ancora piu' spettacolare), ma non ho trovato niente di decente :-(
[l'aeroporto e' qui]
Quindi vi accontenterete dell'atterraggio diurno, da cui si possono ammirare: il coronado bridge, i grattacieli di downtown, la baia interna, l'isola del coronado dall'altra parte, le barchette :-)



Bello, pero' non rende l'idea di quanto gli aerei siano bassi rispetto alla citta'... idea che invece rendono bene questi altri due video: il primo (in relazione a case a pali della luce) e il secondo (sull'autostrada, dura solo 18 secondi, ve lo dovete vedere!).

Una volta atterrati si va a ritirare il bagaglio, e la cosa che ancora mi sorprende e' che la zona ritiro bagagli e' accessibile dall'esterno.
Cioe' io pinco pallino qualunque posso entrare nell'aeroporto e davanti mi trovo il nastro trasportatore con i bagagli sopra.
Non so se e' cosi' per tutti gli aeroporti statunitensi, ma in italia questa cosa di certo non potrebbe esistere (con tutto il rispetto per gli italiani).
In questo breve video si vede semplicemente il nastro trasportatore e in sottofondo si vedono le porte dell'aeroporto che si aprono e si chiudono.

Infine, se proprio avete tempo da perdere, questo e' un filmato di otto minuti di alcuni tipi che sono arrivati all'aeroporto di san diego, hanno preso la macchina e hanno iniziato a girare.
[ah, ovviamente potete anche usarlo per esercitarvi a capire l'American English! ;-)]
Le prime cose che colpiscono, secondo me, sono il cielo azzurro, le palme e i macchinoni :-)
Scrivo sotto qualche altra nota su quello che si vede.



I grattacieli di downtown da lontano, qualche bandiera americana (onnipresente!), al minuto 1:05 una bellissima camionetta del fire department (quanto mi piacciono!), al minuto 1:30 un bellissimo pickup rosso, dal minuto 3 iniziano a vedersi le barchette e la baia, un homeless, al minuto 4:25 prendono la corsia per la svolta a sinistra (eh, si, altrimenti sarebbe improponibile svoltare a sinistra in america :-P), al minuto 7:27 si vede l'idrante antincendio... e niente, alla fine credo che stanotte nei miei peggior sogni risentiro' la risata di quest'uomo :-)

12 commenti:

Anonimo ha detto...

questa cosa che gli aerei sembrano atterrare sulle autostrade o direttamente nelle case la trovo sempre inquietante.
Pero' a guardarlo in un video e' suggestivo.
valescrive

Anonimo ha detto...

Proprio stasera mio marito mi diceva la stessa cosa, ha guardato fuori dal finestrino e si e' trovato i grattaceli di fianco, questi piloti devono essere proprio bravi!
Ho notato anche il fatto dei bagagli, ma non in tutti gli States e' cosi.

-Romina-

sfollicolatamente ha detto...

Mi hai fatto venire in mente Free Willy, la scena al minuto 2:30
http://www.youtube.com/watch?v=_x3PQ5QhMJs
Go Willly go!

Jack ha detto...

Marica, credo che il baggage claim accessibile a tutti e' solo per i voli locali, credo. Per i voli internazionali la gente deve passare attraverso la dogana ed e' impossibile accedervi dall'esterno! Nel terminal dove fanno atterrare i voli internazionali e' cosi'?
Comunque bello il video dei tipi che girano in macchina! Avrei dovuto farlo pure io, pero' essendo la prima volta negli Stati Uniti in auto ero UN PO' impacciato lol

Cri ha detto...

Marica, mi viene da piangere a guardare quel video di san diego, i miei dicono che ho il mal di San Diego (tutti i miei amici che hanno vissuto li' l'hanno preso!) state attenti!

Marica ha detto...

vale: si, sicuramente e' inquietante, soprattutto quando ti ci trovi sotto :-(

romina: si, te li vedi cosi' vicino che se qualcuno e' affacciato alla finestra lo puoi salutare :-D
e grazie per la info bagagli

sfolli: ahahahah, beh, non sono cosi' tanto vicini :-)

Jack: non possiamo definire "locali" voli che durano anche piu' di 6 ore e attraversano 3 fusi orari :-), chiamiamoli almeno nazionali :-)
per i voli internazionali ho visto che ad oggi ci sono solo un paio di voli dal messico e un altro paio dal canada, ma so che da quest'estate ci sara' il londra-san diego diretto! sicuramente vengono gestiti in modo diverso, ma sono una piccola percentuale rispetto al traffico aereo.

cri: me ne sto rendendo conto anche io :-/ Qualche settimana fa una ragazza mi aveva chiesto come mi trovo a san diego ecc, e poi mi disse qualcosa tipo "eh, anche tu sei stata viziata/rovinata" da san diego (usando la parole spoiled). Li' per li' l'ho presa per matta, ma poi ho capito che aveva ragione :-/
Ma... se ne guarisce? Tu da quanto tempo sei andata via? E quanto tempo sei stata qui?
(scusa, ma.. perdo i pezzi)

Jack ha detto...

e vabbe' :P poi per loro dovrebbe anche essere abbastanza limitativo fermarsi solo fino al baggage claim, prima dell'11 settembre si poteva arrivare fino ai gate anche senza biglietto!

Cri ha detto...

siamo stati quasi 7 anni a SD e 7 anni esatti qui vicino a LA, ma per me e' ancora San Diego forever! secondo me e' incurabile!

Ilaria ha detto...

quando mi capiterà di essere triste riguarderò questo video, la risata di questo tizio è uno spettacolo

Manu di Pocapaglia (CN) ha detto...

Bellissimo post! Marica...l'atterraggio degli aerei mi ha ricordato quando sono atterrato a Malè nelle Maldive con il mare sempre più vicino che ho avuto paura finissimo in mare AHHHHHHH!!!!! Certo chissà il rumore assordante di coloro che abitano nei paraggi!!!
Ci fai vivere dentro San Diego con l'ultimo video...allora ci vuoi contagiare con il mal di SAN DIEGO...certo quelle palme e quel cielo azzurro ispirano.

Mi sembra pazzesco che al baggage claim la gente entra e prende le valigie, immagino in Italia...è impossibile immaginare qualcosa di simile...

P.S: diretto Londra-San Diego :-))? Ho capito bene? VENGO SUBITOOOOOOOO....

Un abbraccione

Manu & Cla di Pocapaglia (CN)
manuplasmati@tiscali.it

P.S. l'erede vuole ancora trattenersi nella pancia della mamma...tarda a nascere....:-))

Pookelina ha detto...

Accidenti, non avevo mai fatto caso alla differenza con l'Italia ma il baggage claim e' accessibile dall'esterno anche a Seattle (fatta eccezione per i voli internazionali per i quali i bagagli vengono ritirati una prima volta subito dopo l'immigrazione. Passano per la dogana. Poi vengono lasciati di nuovo su un altro nastro trasportatore e ritirati una seconda e ultima volta all'esterno. Immagino il secondo transfer sia per lasciare i passeggeri piu' liberi nel raggiungere il main terminal).
Anche a SFO mi ricordo le valigie vengono ritirate all'esterno!
... ma che attenta che sei :)!
Buon pomeriggio!

Marica ha detto...

Cri: capisco :-)

Ilaria: :-D

Manu: mentre lo scrivevo, pensavo che ti sarebbe piaciuto :-)
Infatti in Italia sarebbe impensabile una cosa del genere!
Eh si, questo diretto da Londra credo che sara' proprio comodo :-)
In bocca al lupo per l'erede in arrivo!!!

Pookelina: grazie per avermi spiegato come funziona in caso di voli internazionali! :-D