3/15/2011

671 - e i bambini

"[...] e i bambini, rimasti soli al mondo, che non sarebbero meno di 100 mila. Piccoli sdradicati da un minuto all'altro da tutto da ogni loro certezza, dai genitori, dalla scuola, dagli amichetti, dalle piccole abitudini quotidiane, tutti ancora storditi dalla catastrofe cui hanno assistito e chissà per quanto tempo ancora ne resteranno segnati [...]"

(fonte)

3 commenti:

Nina ha detto...

sto vivendo momenti di profondo sconforto e dolore :'(

Laura_79 ha detto...

mi sembra di rileggere le parole dei giornalisti subito dopo il terremoto dell'Aquila. E mia nipote era una di quei bambini. E mi si stringe il cuore. Fortunatamente lei ne sta venendo fuori. Ma molti sono stati e sono tutt'ora nel vortice di quell'incubo. Non posso dire che prego per loro perchè sono atea, ma il pensiero è rivolto giornalmente a quella nazione dall'11 di marzo.

Manu di Pocapaglia (CN) ha detto...

Vivo nella speranza e nella certezza che qualcuno si prenda a cuore la crescita di quei bambini perchè possano superare questo lutto e affrontare la vita con rinnovato vigore.

Manu & Cla di Pocapaglia (CN)
manuplasmati@tiscali.it