3/28/2011

688 - ancora sul garage sale

Purtroppo devo ripetermi: il garage sale e' una gran bella invenzione!

Qualche settimana fa abbiamo comprato boggle ed una t-shirt per 3 dollari.
Ieri abbiamo comprato Taboo e due film in dvd per 2 dollari.
Il taboo e' ancora con la plastichina attorno (mai aperto) e riporta un prezzo di 35 dollari... quasi mi sentivo in colpa.

Mentre andavamo via ho detto al marito "certo e' un peccato che in italia non ci siano i garage sales... pensa a tutte le cose che abbiamo in cantina, che e' un peccato buttarle, ma noi non le usiamo piu'..."
E il marito mi ha fatto notare che in Italia non potrebbe funzionare.
Per esempio nel garage sale di ieri c'erano almeno una cinquantina di dvd in vendita a 50 centesimi l'uno (prob in origine ce n'erano molti di piu'), ognuno andava e comprava i films di proprio interesse. In Italia probabilmente qualcuno sarebbe andato ed avrebbe comprato tutti i dvds a 50 centesimi l'uno, per poi rivenderli a 1 euro l'uno.. e cosi' via qualcuno li avrebbe comprati a 1 euro l'uno per rivenderli a 2 euro... in una logica mirata esclusivamente al proprio tornaconto personale...

Inoltre oserei dire che in italia il "comprare cose usate" e' qualcosa associato a "non potersi permettere di comrpare cose nuove" oppure anche a "che schifo, ma e' usato" :-)
Io credo che sia invece un ottimo modo per dare nuova vita gli oggetti ed inquinare di meno! :-)

14 commenti:

sfollicolatamente ha detto...

Verissima questa cosa dell'usato in Italia. Qui ci sono tanti charity shops dove si vendono cose di seconda mano anche molto carine.
Mi piace cosi tanto andare per charity shops che mi mancheranno un sacco in Italia. Ma anche li, e' sempre la stessa considerazione: in Italia questo concetto non attecchirebbe mai. Peccato...

Giacomo ha detto...

poi si trovano un sacco di tesori vecchi.. in Italia si compra e si butta quando si e' stanchi di usare una cosa

Dario ha detto...

Ad Aguascalientes ogni domenica c'è qualcosa che assomiglia al mercatino dell'usato. Si chiama "Linea de Fuego" è sarà lunga quasi mezzo chilometro. La mercanzia è ovviamente usata. Se ci cerca con pazienza si trovano piccoli tesori. Per la paccottiglia invece non bisogna cercare tanto...

Silvia Pareschi ha detto...

Io qui mi sono rifatta il guardaroba comprando cose meravigliose per pochi dollari!

Sanghino ha detto...

Posso contraddirvi ???
Io abito nei pressi di Firenze e qui, ogni tanto, viene organizzata la manifestazione chiamata "Svuota la Cantina"
http://www.sestopromuove.it/viverecitta_svuotacantina2010_video.asp
E questo per fare un esempio e potrei cercare di farvi un elenco dei negozi che vendono usato lungo un kilometro ... oppure un miglio ;)
Ed anche io e mia moglie ci siamo serviti spesso di questi negozi, più per vendere che per acquistare. Mio suocero era appassionato di orologi e frequentava questi negozi in maniera assidua.
Non so se da altre parti d'Italia è lo stesso, ma qui a Firenze, e anche provincia, questo tipo di commercio è molto articolato.

Saluti

Marica ha detto...

sfollicolatamente: charity shops? ma tipo che i guadagni vanno in beneficenza?

giacomo: si, in italia si butta troppo (oddio, pure qua si butta tanto! :-P )

dario: carino!

silvia: :-)

sanghino: bene per la tua opinione contrastante, mi fa molto piacere che ci sia questa manifestazione dell'usato :-)
quello che pero' vorrei sottolineare e' che e' un evento che succede ogni tot (una volta l'anno? due?). ben venga, certo... ma qui funziona che chiunque in qualunque momento mette un annuncio, apre la porta del garage e vende quello che non vuole piu'!
ps. fammi sapre quando c'e' il prossimo svuota cantina che ti mando "una cantinata" di roba da roma! :-)

Monica da Torino ha detto...

Ciao, piacere di conoscerti. Che bel blog che hai :)
Purtroppo in Italia un "garage sale" non si potrebbe fare, sarebbe vietato per legge. Anche dalle mie parti pero', ci sono di tanto in tanto manifestazione come quella di cui parla Sanghino. :)
Ciao!

Manu di Pocapaglia (CN) ha detto...

Cara Marica...

mah da piccolo i miei genitori e mia nonna erano soliti comperare l'abbigliamento nei mercati rionali in quel di Gaeta dove sono nato..ricordo bene. Il fatto è che il consumismo sfrenato ci ha spinto a desiderare sempre di più e sempre meglio. Quando sono stato in USA la prima volta ricordo di aver fatto una passeggiata a kendall Square in Boston nella culla della cultura universitaria americana che è Harvard. Bene, sui prati vicino il lawyer department si vendeva di tutto...anche divani per i giovani universitari. Questa cos mi colpì perchè erano giovani universitari che aiutavano altri giovani universitari. Probabilmente in USA si ha una coscienza diversa dell'usato e credo che magari la crisi economica che hanno vissuto li abbia permeati in tal senso.

Noi ci stiamo approssimando....

Garage sale in Italia mi pare di ricordarne uno a Piazzale Ostiense ma si svolgeva tipo una domenica al mese non ricordo bene.

cari saluti

Manu & Cla di Pocapaglia (CN)
manuplasmati@tiscali.it

Gianluigi ha detto...

Che nostalgia dei sabati mattina passati a comprare decine di CD, tv, vcr, biciclette, anche la mia Fender l'ho presa a un garage sale!
Bye, bye love, bye, bye happiness ...

Anonimo ha detto...

Io dico che in Italia il governicchio si ingegnerebbe immediatamente per far comprare il registratore di cassa e tassare il tutto, e cosi' i garage sales se ne andrebbero a pu...ne!

No, non funzionerebbe mai! Inoltre dovresti tenere gli occhi sbarrati per fare attenzione che non ti portino via la roba sotto il naso. No no, alla fine diventerebbe piu' un mal di testa che altro!

Dora in MD

Marica ha detto...

Monica: piacere mio! Sarebbe vietato per legge? Uh, che tristezza :-(

Manu: dici che e' stata colpa della crisi? boh, non so se c'erano anche prima.. ora mi informo!

Gianluigi: :-)

Dora: vero, bisognerebbe anche tenere gli occhi aperti per i furti... doh! :-(

Gianluigi ha detto...

E' bellissima la webcam nello zoo! C'e' il panda che si mangia i suoi germogli di bambu. E sono gia' le sei. Time to leave.

Marica ha detto...

La maggior parte del tempo mangia... e dal vivo e' ancora piu' bello :-P

Anonimo ha detto...

Veramente in Italia è pieno di locali commerciali dove si pratica la vendita di prodotti usati in "conto vendita". Comodo e molto pratico