4/21/2011

716 - solidarieta' tra bloggers

Anche se cresciamo e diventiamo adulti, e con il tempo aumentano responsabilita' e preoccupazioni, dentro di noi c'e' sempre quel bambino che ci tiene vivi e allegri (come dice Pascoli "È dentro noi un fanciullino che non solo ha brividi [...] ma lagrime ancora e tripudi suoi"), quel bambino a cui piace giocare, fare cose nuove, sorridere e andare in bici.

Anche se cresciamo e diventiamo adulti, ci sono ancora quei momenti come quando restavamo a bocca aperta davanti alla vetrina di un negozio dove era esposto un giocattolo fighissimo... e chiedevamo ai nostri genitori "posso averlo?" e puntuale arrivava un "no, mi dispiace, ma questo non ce lo possiamo proprio permettere". E allora nelle sere a seguire ci addormentavamo con quell'immagine negli occhi: noi e l'oggetto dei nostri desideri.
E poi a volte (ma anche no) passavano mesi e alla fine quel regalo arrivava... e la felicita' era immensa!
A quei tempi ci bastava poco per essere felici... poi crescendo l'oggetto del desiderio e' diventato sempre piu' costoso e ricercato, ma allo stesso tempo siamo diventati noi quelli con il potere di decidere "cosa comprare e cosa no"... questo ci ha portato a soddisfare in modo piu' immediato i nostri desideri, ma credo che abbia tolto molto della felicita' del regalo tanto atteso e sognato :-)

Anche se cresciamo e diventiamo adulti, e abbiamo materialmente i soldi per comprarci quello che vogliamo, a volte e' bello ricevere un regalo... riprovare quelle emozioni, saltellare per la felicita', perche' qualcuno ci ha regalato proprio quello che volevamo.

E se e' bello ricevere, e' anche bello dare... a volte basta cosi' poco per far felice qualcuno, davvero poco e spesso non ce ne rendiamo conto. A volte basta una parola, un pensiero (a volte bastano pochi dollari) per trasformare la giornata ad una persona.. e se qualcuno a cui vogliamo bene e' cosi' felice, non ne vale la pena? Non ci basta rendere qualcuno felice per essere ancora piu' felice? Dedicare dieci minuti del nostro tempo a soffiare delle bolle di sapone per rendere un bambino sorridente?

E quali sono le persone a cui vogliamo bene, le persone importanti per noi? Non sono quelle che a loro volta ci fanno stare bene? Certamente amici, famigliari, partner, figli... ma le persone che vediamo e sentiamo tutti i giorni, non sono anche loro importanti per noi? L'autista del bus che tutte le mattine ci da' il buongiorno, la donna delle pulizie che con gentilezza ci spolvera la scrivania, il collega che divide la stanza con noi e ci racconta la sua vita e a cui noi raccontiamo la nostra, un'amica che sentiamo via telefono anche se non la vediamo cosi' spesso, uno sconosciuto che di punto in bianco inizia a scriverci emails tutti i giorni, un blogger le cui parole ci fanno compagnia quotidianamente, facendoci ridere, piangere, pensare, incavolare. Tutte queste persone sono importanti, perche' se non ci fossero la nostra giornata sarebbe diversa (pensateci, su, che e' vero).

Ultimamente sono diversi i bloggers a cui mi sono affezionata, che leggo quotidianamente, che mi fanno "sentire" qualcosa... e se questo e' vero per me, sara' vero anche per tanti altri. E se un blogger mi da' qualcosa, anche io voglio dare qualcosa in cambio... cosi' come quando l'autista del bus mi sorride dando il buongiorno, e io gli sorrido di rimando.

E allora ripenso a quando da piccola ero a bocca aperta davanti a quella vetrina guardando la casa della barbie che nessuno mi ha mai regalato... e penso che a volte basta cosi' poco per far felice qualcuno.

Ora c'e' un blogger-bambino, che e' rimasto a bocca aperta a guardare una bicicletta, e ci sta chiedendo "posso averla?" con il cuore in mano; un blogger-bambino che ogni giorno ci regala le sue parole e i suoi pensieri... basterebbe poco per farlo felice.

Ecco, concretizziamo questo "poco": facendo due calcoli rozzi, considerando quanto costa la bici, quanti lettori puo' avere il blogger in questione, quanti mesi ci sono da qui a natale, direi che se ognuno si impegna con 6 dollari al mese (o 20 centesimi al giorno... insomma, una cifra ridicola) ce la possiamo fare! :-)

Solidarieta' per il desiderio di Emigrante :-)


PS allora, come sono andata con il mio primo esperimento di marketing?
vi ho convinto? :-P
devo ammettere, pero', che sono partita con l'intenzione di scrivere "un mucchio di cavolate", ma in realta' ho scritto tante tante cose vere :-)

per Emigrante: poi pero' voglio fare un giro su sta bici, eh! anzi, rivendico lo ius primae noctis (nel senso di giro di inaugurazione della bici... il caschetto gia' ce l'ho!)

17 commenti:

AndreaS ha detto...

Hahahaha! Stavo leggendo il post con attenzione per capire dove volevi arrivare poi quando ho visto "blogger-bambino" e bicicletta ho collegato tutto (avevo letto il post di emigrante questa mattina!)!!!

Ps: comunque è vero che con comportamenti semplicissimi si potrebbero far felici molte persone! :-)

Silvia Pareschi ha detto...

Accidenti, sei bravissima! Un talento naturale! Magari prossimamente provo a esprimere un desiderio anch'io, così fai ancora un po' di pratica...

Marica ha detto...

AndreaS: :-D

Silvia: ahahahah, vero... cavolo, tu avevi espresso il desiderio della casa/libreria nei boschi... ora mi do' da fare anche per te :-P

Giacomo ha detto...

Oh insomma, lo potevi dire prima cosa volevi! ahah

Hai detto un sacco di cose vere, per tornare nella prima parte del discorso, io purtroppo sono rimasto bambino e gli altri sono cresciuti tutti, non posso dire "abbasso la serietà, liberiamoci per qualche ora e comportiamoci come una volta dove tutto era una sorpresa e si era sempre sorridenti" che mi guardano tutti storto.
Per i bloggers, io sono VERAMENTE affezionato a te, credo che sei l'unica. Il motivo? Bo pochi e stupidi visto che sono uno di quei tipi che si accontentano di un messaggio, di una parola piuttosto di chissà cosa. Ad esempio hai l'abitudine di rispondere SEMPRE a TUTTI i commenti, anche con un semplice sorriso, non ho mai visto nessuno farlo e trasmette grande solidarietà, oltre a far capire a chi ti scrive che non parla contro un muro.
'nzomma, chiedi e ti sarà dato senza problemi ahah! :)

Marica ha detto...

Giacomo: grazie :-)
Ma anche io mi affezioni ai miei lettori... beh, almeno a quelli che mi scrivono :-)
Che bello che sei rimasto bambino dentro, non e' da tutti... sei allora uno di quelli che anziche' il cappello vede un serpente che ha mangiato un elefante ;-)

Cmq.. allora la prossima volta chiedo direttamente quello che voglio senza fare troppi giri di parole :-)

Giacomo ha detto...

siiii, e se c'e' qualcosa che mi piace mi si illuminano ancora gli occhi e cavolate varie (lol, mi rimane pur sempre una certa dignita' nel descrivere le mie espressioni)
molti crescendo mandano tutto a quel paese, vogliono tanto fare i seri e poi per svagarsi chissa' qualche diavoleria si vanno ad inventare visto che ormai tutto quello che volevano lo hanno avuto e non sanno piu' cosa cercare..

cmq si' mettici anche l'indirizzo di casa eh ahah

Anonimo ha detto...

penso che di soldi lui ne prenda anche fin troppi che se la può permettere anche da solo la bici....

Marica ha detto...

giacomo: :-D

anonimo: questo e' vero... ma non era questo il punto :-)

Silvia Pareschi ha detto...

Ehm, in effetti non osavo ricordarti il mio desiderio, ma visto che hai una così buona memoria... :-)

Marica ha detto...

Non mi parlare di buona memoria :-(

Anonimo ha detto...

Be'! Si potrebbe fare! :-)
Concordo con chi scrive che il tuo e' un ottimo metodo per rendere felici molte persone!
Sia chi puo' permettersi tutto e sia chi puo' permettersi poco! :-)

E brava Marica! :-)

Pollon!

Anonimo ha detto...

Bellissimo post, davvero. Ma Emigrante la bici se la può comprare anche da solo...

Cry ha detto...

Sante parole, fino a qualche tempo fa, quando la vita non mi aveva ancora stritolato, io adoravo fare sorpresine alle persone a cui volevo bene. Lo facevo senza pensare di ottenere nulla in cambio, proprio solo per un sorriso...pero' forse in fondo in fondo sarebbe piaciuto anche a me riceverne e invece non e' mai successo...cosi' mi sono stufata di farne anche io. Lo so e' triste ma e' la verita'...comunque si puo' sempre ricominciare! Ciao

Marica ha detto...

Pollon: :-)

anonimo: ma sei lo stesso di prima? :-) o c'e' un esercito di anonimi che ce l'ha con emigrante? :-)

cry: vero, e' bello fare queste piccole sorprese... dai, spero che tu ricomincerai! :-)

Laura_79 ha detto...

Il Piccolo Principe è la mia bibbia (ed essendo atea dichiarata e convinta capisci bene cosa possa significare per me!). Io a quel serpente che s'è magnato l'elefante avrei tanto voluto stringergli la mano e conoscerlo. giusto per sapere come caaaaaa...ppero ha fatto!!! :))

Evviva i sorrisi semplici e gratuiti.

Marica ha detto...

:-D

Anonimo ha detto...

Ho rifatto tutto daccapo…pare funzionare adesso su ogni browser. Approfitto per chiedere una cosa che non riesco a trovare su alcun forum. Con likebox è possibile inserire ad esempio gli ultimi post di una “pagina” facebook su un sito web. Ma è possibile fare lo stesso con i post di un “profilo” facebook?