6/22/2011

779 - .. ed ecco la storia

Sabato mattina siamo partiti per San Francisco, e sapendo che saremmo tornati la sera del giorno dopo (e siccome noi siamo tipi da bagaglio leggero) siamo partiti solo con un bagaglio a mano, uno solo per entrambi intendo, costituito da: un pantalone di ricambio, una maglietta di ricambio, una mutanda di ricambio... io inoltre avevo anche una sciarpetta e un maglioncino di cotone pesante.
Addosso avevamo: un pantalone, una t-shirt e una felpa (io anche una maglia di cotone a maniche lunghe... quella viola che si vede nella foto del post precedente).

Bene, siamo arrivati a San Francisco e il sole splendeva. Abbiamo depositato il bagaglio in albergo e siamo andati in giro per la citta', un po' di aria fresca ma si stava bene.
Alle 2:50 siamo partiti per Alcatraz. Abbiamo visitato l'isola e tutto, ma intanto le temperature scendevano e il vento freddo si alzava... fin quando alle 5:30 circa tutti infreddoliti siamo andati a metterci in fila per il traghetto di ritorno. Eravamo quindi io e il marito, Tizio, Caia e Little Sempronio (lui dentro il passeggino). Parlavamo e intanto camminavamo lentamente quando ad un certo punto... tac! Il fattaccio! Un gabbiano di passaggio ha pensato bene di scacazzare (scusate) mentre era in volo su di noi :-/ E chi ha colpito? Solo me e il marito (e il passeggino)! Il marito e' stato colpito sul collo della felpa (la macchia sulla felpa che si vede nella foto), io sul torace della felpa :-/ Io ho urlato inorridita, ma il marito mi ha fatto notare che sarebbe potuta andare peggio... mooooolto peggio! In fondo abbiamo solo dovuto toglierci le rispettive felpe, ripiegarle su se stesse e tenerle in mano alla meno peggio :-/
Il problema era che faceva freddo... a quel punto troppo freddo!

Siamo andati a prendere il cable car e abbiamo fatto circa un'ora di fila, al freddo e al gelo :-/ Non si sa come entrambe le felpe zozze sono state affidate a me :-/, e li' e' stata scattata la foto.

Siamo tornati in albergo alle 7 e i termosifoni erano accesi (parliamo sempre del 18 giugno), questo per rendere l'idea del freddo che poteva fare...
Per la sera e il giorno dopo io ho usato il maglioncino di cotone, il marito si e' fatto prestare una maglia da Tizio. Per una questione di orgogli non abbiamo pero' comprato la felpa "San Francisco" come fanno tutti i turisti che vanno nel nord della California pensando che faccia caldo :-P

16 commenti:

Giacomo ha detto...

ahah allora ho visto bene la macchia!

Giacomo ha detto...

comunque consolatevi.. a me mi prese un piccione mentre giravo con lo scooter in piena testa + spalla, fortuna il casco.. e la seconda volta a piedi sempre sulla spalla, non ho mai fazzoletti con me, spero che non mi prenderanno mai la testa ahah

distrattamente me ha detto...

Ahahahahah!!!dai che porta solo fortuna!!!

Io sono proprio una di quelle turiste lì!!Sbarcata con i parents un giorno di fine luglio del 99 in mini abito di cotone,alla discesa dell'aereo avevo già la polmonite!!!:D
Però San Francisco mi è rimasta nel cuore,l'ho trovata davvero bellissima!!


ps:ma come fai a viaggiare così leggera??io mi devo portare dietro mezzo armadio anche solo per un giorno di trasferta!!:(

Alberto ha detto...

ahahahaha che scena! :D

Alessandra ha detto...

...bleahhhh....tutta la mia comprensione io a volte cammino in mezzo alla strada per scansare certi marciapiedi..come dire...pericolosi!!!

Emigrante ha detto...

Eddai la felpa la prendono tutti e poi costa solo 14 dollari.
Snob!
:-)

Gaia ha detto...

Ahahah poveriiii
A me qualche mese fa mi ha scagazzato un piccione esattamentein mezzo alla testa mentre ero esattamente in mezzo a Piazza San Pietro... :-/
Dicono che una volta i Papi li scegliessero così... hai visto mai!! :-)
Un abbraccio a tutta la combriccola!

Anonimo ha detto...

Questa e' bellissima :)))) Da tanti posti dove poteva colpire la cacazza del piccione e' andata a colpire gli unici due turisti che non avevano il maglione pesante di ricambio :)))))))) Siete mitici!

Dora

Marica ha detto...

ma che poi la cosa buffa e' mentre facevamo un'ora di fila al cable car tutti mi guardavano come a dire "ma questa e' matta, ha la felpa in mano e con questo freddo non la indossa!" :-)

Eleonora ha detto...

"io ho urlato inorridita"...aah....ma allora tu non sei mai stata a Venezia!

giulia from SB ha detto...

ahahah ho pensato la stessa cosa di Eleonora visto che sono nata e cresciuta vicino a Venezia (anche se adesso che non vendono piu' il grano in piazza San Marco ci sono molti meno piccioni). Ad una mia amica comunque e' successo in piena testa.. aveva tutti i capelli sporchi ma ha dovuto aspettare fino al ritorno a casa (i 20 minuti piu' lunghi della sua vita) :)

Marica ha detto...

a leggere i vostri racconti, devo ritenermi quasi fortunata :-)

Wanesia ha detto...

dice che porta bene,sapevo delle colombe,ma dei gabbiani,accipicchia bella grossa eh???? :)))))la fortuna dico :D

Anonimo ha detto...

Dato il gigantismo americano non oso pensare a quanto ammonti una defecatio di un gabbiano stellestrisce...


dario

Anonimo ha detto...

Hahahahahaha!!!! E certo Dario! Se quel gabbiano mangia da McDonald come minimo gli avra' scaricato addossso una cacata da venti pounds!!!! Altro che cacchetta! Sara' stato tipo letame delle mucche hehehe! Ma te lo immaggini il gabbiano obbeso che non riesce a prendere il volo????? :D

Dora

Anonimo ha detto...

obeso con una b, a furia di stare in america ho cominciato a raddoppiare le dosi anche io....

Dora