6/30/2011

784 - pigrizia

Ho un elenco di post da scrivere, che e' in continuo aggiornamento... inoltre, visto che e' estate, mi piacerebbe tanto scrivere un post su "cosa vedere a san diego in tre giorni". Ultimamente pero' i miei pensieri sono tutti focalizzati su cosa preparare per pranzo o per cena, su cosa comprare al supermercato, su quando pulire... insomma, sembro mia madre :-/. E con questi pensieri in testa sono poco produttiva...

Ieri sera a cena, pero', e' stato toccato l'argomento "tradimento", con tanto di possibili punizioni e/o minacce.
In realta' a me questo argomento e' un po' alieno... ma continuavo a pensarci mentre mi mettevo a letto e ho concluso che, per ora almeno, la situazione e' questa:
- il marito non mi puo' tradire perche' non ha tempo: durante la settimana passa le sue 10 o 11 ore al giorno in ufficio con il 90% dei colleghi di sesso maschile, e quel 10% di sesso femminile pare che non sia "degno di pericolo"; il weekend stiamo insieme.
- io il tempo invece ce l'avrei, ma ho difficolta' linguistiche, intendo con l'inglese (questo in aggiunta alle difficolta' mie solite)... quindi penso che se mai dovessi arrivare ad avere una relazione extra-coniugale con un americano mi merito piu' che altro un premio per il mio livello di inglese!

Tutto cio' nell'ipotesi di voler tradire.
La realta' e' che noi due siamo cosi' pigri che la sola idea di avere una relazione extraconiugale ci scoraggia.


[beh, si, ci sarebbe tanto da dire su cosa e' tradimento, quando inizia, i livelli, le punizioni, le cose ecc ecc.... e poi qualcuno sicuramente pensera' "eh, ma quando meno te lo aspetti ...." oppure "ma non puoi dare le cose per scontate" ecc ecc.... sisi, tutto vero, ma qui il nocciolo della questione e' la pigrizia ;-) ]

7 commenti:

digitalnomad ha detto...

quella BIPBIPBIP della mia ex un annetto fa mi ha tradito con un tizio che oltre ad essere brutto aveva pure 12 anni più di me, da quel momento ho smesso di pensare che ci sia gente "degna di pericolo" e gente meno "pericolosa" :_( piuttosto credo il contrario, meno brutti si è e meno si è predisposti al tradimento...un tizio che ha poche occasioni nella vita difficilmente se ne lascia scappare una...che tristezza però :-/

dado ha detto...

si ma tu hai scritto questo post, giustamente,sulla base che ti fidi di tuo marito e sei certa che le 10-11 ore le passi realmente in ufficio,potrebbe uscire qualche ora prima una volta in settimana e andare dall'amante...tu potresti trovarti un italiano che vive in america e il problema della lingua sarebbe risolto...al mondo tutto è possibile....

aliceintheland ha detto...

infatti io ogni volta che guardo un nuovo episodio di mistresses mi chiedo dove trovino tutto quell'energia...

Xeno ha detto...

Un post su cosa vedere a San Diego in tre giorni sarebbe fantastico :D io sarò proprio a S.D. dal 5 all'8 Agosto :D .
Can't wait :P !!!!

Marica ha detto...

digitalnomad; oh....

dado: vero, al mondo tutto e' possibile... se uno le cose volesse farle... il punto e' che non vogliamo... io almeno! :-/

aliceintheland: :-)

xeno: eheheh, spero di farlo al piu' presto, resta sintonizzato!

Dario ha detto...

Su Repubblica ho letto che:

"da uno studio poco lusinghiero sull'amore coniugale condotto dal centro studi dell'associazione matrimonialisti italiani in collaborazione con il professore Vincenzo Mastronardi, direttore della cattedra di psicopatologia forense presso la Facoltà medica dell'università Sapienza di Roma: in Italia c'è un infedele in un matrimonio su due."

Il nocciolo della questione è: quanto risulta problematica una scappatella extraconiugale? In Scandinavia è praticamente ordinaria amministrazione nelle culture latine invece risulta essere una tragedia.

Quindi, che si fa?

Marica ha detto...

dario: davvero in scandinavia e' cosi' comune? uh!
quanto risulta problematica? boh, bisognerebbe trovarcisi.... e poi dipende... voglio dire, se la faccio io ci si puo' passare sopra, se la fa lui e' una tragedia :-D
[ovviamente scherzo]
certo uno su due... e' tanto!