7/18/2011

802 - FE (ovvero cosa sto studiando e perche')

Cosa sto studiando.
Sto studiando per fare l'esame FE, vale a dire Fundamentals of Engineering exam, per semplicita' lo definisco come la prima parte dell'esame di stato; dopo aver superato l'FE e dopo tot anni di esperienza lavorativa si puo' fare l'esame PE (Professional Engineering exam); una volta superato il PE ci si puo' iscrivere all'albo degli ingegneri (della California nel mio caso).

A cosa serve l'FE.
Diverse persone a cui ho detto che sto studiando per questo esame mi hanno chiesto se sia necessario per poter lavorare... la risposta e' no, non e' necessario :-)
Tutti quelli che appartengono all'ingegneria cosi' detta "industriale" (telecomunicazioni, informatica, meccanica, elettrotecnica ecc) possono lavorare tranquillamente senza essere Professional Engineers, ma nel caso degli ingegneri civili o ambientali o geotecnici o strutturali spesso e' richiesta l'abilitazione (essenzialmente per firmare i progetti... esattamente come avviene in italia).
Perche' dopo aver fatto tot anni di universita' e una tesi bisogna fare un altro esame per essere abilitati non lo so, ma e' vero che nel mio caso, spostandomi dall'italia alla california, la mia preparazione e' diversa rispetto a quella che hanno gli ingegneri californiani (metodi di progettazione, leggi, vincoli ecc).
Curiosando tra gli annunci di lavoro ho anche notato che in molti casi e' richiesto l'FE, almeno per i lavori entry level... e dato che io sono extra-comunitaria (quindi i datori di lavoro sanno che alcune cose non le so :-P) ho pensato che avere almeno l'FE potrebbe aiutarmi ad inserirmi nel mondo del lavoro.

In realta' non ho ben capito se da grande voglio fare l'ingegnere o meno: da una parte il richiamo dell'ingegneria e' dentro di me :-), dall'altra ho strane idee in testa di possibili lavori meno stressanti e piu' divertenti :-)
Siccome non ho ben capito se mi riesce meglio fare un calcolo geotecnico o un muffin al cioccolato, nel dubbio mi sono messa qui a studiare per fare il primo esame, nell'attesa di capire dove mi portera' il futuro e se mai diventero' mamma :-)

Come si svolge l'esame.
L'esame dura otto ore: quattro durante la mattinata, quattro nel pomeriggio.
La prima parte e' comune per tutti i rami di ingegneria, bisogna risolvere 120 quiz a risposta multipla su quelle che sono le materie dei primi anni (analisi, fisica, chimica, biologia, scienza delle costruzioni, meccanica dei fluidi, fisica tecnica, elettrotecnica, materiali, economia, informatica ed etica). Nel pomeriggio invece i quiz da risolvere sono 60 e sono diversi per corso di laurea.

L'esame e' facile o e' difficile?
Se mi fossi laureata ieri, quest'esame sarebbe per me semplice.
In Italia la prima parte dell'esame di stato prevede una prova scritta di otto ore, costituita non da quiz a risposta multipla, bensi' da un progetto in miniatura (nel caso degli ambientali il progetto di un acquedotto o di una rete fognaria) che coinvolge diverse materie... almeno cosi' era ai miei tempi; in confronto i quiz a risposta multipla sono ridicoli.
C'e' da dire pero' che molte delle materie oggetto dell'esame io le ho studiate tra il 1998 e il 2001 :-/ (come sono vecchia): e' vero che alcune cose non si dimenticano mai (tipo oggi ho fatto la parte di scienza delle costruzioni e sono andata tranquilla), ma e' anche vero che alcune cose le avevo messe nel dimenticatoio e ce le avrei lasciate piu' che volentieri (le equazioni delle coniche, la serie di Taylor, il laplaciano e tutto quello che li circonda!).
Si tratta quindi di rispolverare vecchie cose... e di studiare qualcosa di nuovo per la parte dell'esame relativa all'ingegneria ambientale (ci sono cose che io non ho mai studiato).
Inoltre ci sono queste unita' di misura simpatiche, tipo che nella prima pagina del primo capitolo del libro per la preparazione all'esame (di cui avevo parlato qui) c'e' scritto: "The common units of mass are the gram, pound, kilogram and slug". Come lo slug? Che bestia e'?
E inoltre g da queste parti vale 32.2 piedi su secondo al quadrato ;-) Per fortuna nei problemi di fisica (e in molti altri) si e' soliti usare il sistema internazionale (chili, metri, secondi).

Una considerazione.
Mi ricordo che quando in Italia ho fatto l'esame di stato (2004) c'era il fenomeno della migrazione degli studenti: molti laureati andavano a fare l'esame li' dove era piu' semplice... quindi non solo ci si spostava dentro la stessa citta' da un'universita' all'altra, ma c'era anche una migrazione a livello provinciale o regionale.
Questa cosa mi ha sempre fatto un po' tristezza, perche' e' vero che non era rilevante dove veniva fatto l'esame di stato, ma... vuoi mettere chiudere il cerchio dove si e' iniziato? Saro' un po' romantica in questo, ma a La Sapienza ho sempre voluto bene... nonostante tutto :-)
Cmq, questo per dire che il compito dell'esame di stato era (lo e' ancora?) diverso in base all'universita'. Qui invece non solo e' lo stesso a livello di citta', ma anche a livello di nazione... anzi, a livello federale (si puo' dire cosi'?): il testo dell'esame FE che faccio io a San Diego sara' lo stesso di chi lo fa a New York o a Seattle o a Miami o a Dallas.. e questo mi piace!

Per chi fosse interessato:
- l'ente che si occupa della licensure per ingegneri negli usa (NCEES),
- l'albo degli ingegneri della california.

14 commenti:

Giacomo ha detto...

Sì si dice a livello federale (o nazionale è uguale)
In bocca al lupo ma so che non ne hai bisogno!

Cri ha detto...

bellissima la citazione da Mary Poppins!

Nega Fink-Nottle ha detto...

In bocca al lupo!!!!
Puoi sempre fare calcoli geotecnici per cucinare muffin stratosferici :D
Due piccioni con una fava ;D

Moro ha detto...

Per uno che ha il desiderio di lavorare in America e soprattutto in California (IO!!)...buono a sapersi!!Ti confermo che l'esame di stato in Italia (l'ho fatto l'anno scorso)peggiora di anno in anno e si sta riducendo ad un semplice modo per pagare ancora tasse allo Stato.
Ma soprattutto..serie di Taylor??Equazioni delle coniche??pensavo si dovessero incontrare una sola volta nella vita!!
Comunque complimenti ed in bocca al lupo!!

Anonimo ha detto...

In bocca al lupo!! Tutto sommato sei fortunata ad aver studiato qualcosa di "abbastanza internazionale". Pensa che io sono commercialista e del mio esame di stato e del mio percorso di studi potrei fare ben poco in altre parti del mondo!!
Buono studio e buona giornata.

sfollicolatamente ha detto...

hihihi lo slug non l'avevo mai sentito....non potevano dire, che so, mezza banana, che sa di meno viscido e schifoso?...

Paul ha detto...

buono studio marica, ricorda che i tuoi antenati sono gli ingegneri di giulio cesare, non puoi fallire ;D

Emanuele ha detto...

Ma l'esame di stato (italiano) è riconosciuto almeno in Europa? Oppure è l'ultima cosa inutile che ho fatto all'università? :-P
Ciao,
Emanuele

Brioscina ha detto...

Io l'esame di stato l'ho fatto nell'univaersità dove ho preso anche la laurea, e devo ammettere che è stato abbastanza ridicolo.
Le prove erano moilto toste, ma diciamo che con un minimo di impegno le potevi sapere in anticipo, e l'orale era con i professori che conoscevamo da 5 anni, che non volevano metterti in difficoltà. COme dice Moro, tanto valeva chiederci solo la tassa e facevamo prima!
Sarò masochista, ma mi piace l'idea di un esame fatto come si deve. Anche se in teoria la laurea non te la dovrebbero dare se quelle cose non le sai! (laplace a parte).

Scusate ma quel'era la citazione di Mary Poppins? Me la sono persa!!!

Laura ha detto...

Super in bocca al lupo!!

Marica ha detto...

giacomo: grazie... e crepi (il lupo)!

cri: :-)

nega fink-nottle: ahahahah, il calcolo del muffin... un po' come quando l'ingegner cane calcolava il ponte di marzapane :-D

moro: anche io pensavo di non doverle incontrare piu' certe cose :-/

anonimo: beh, si... rispetto a chi e' laureato in economia o in legge cmq sono avvantaggiata :-)

sfollicolatamente: ahahah, non so se si usa solo in america... ma all'atto pratico cmq non l'ho mai sentito (meno male), forse si usa solo in campo tecnico? questi ingegneri! ;-)

paul: che responsabilita'! :-)

emanuele: eh non lo so... spero di si, dai...

brioscina: addirittura si sapevano le prove prima? anche tu ingegnere?
la citazione di mary poppins, te la scrivo prima che la cancello, era sotto il "mi sento":
"In ev'ry job that must be done There is an element of fun You find the fun and snap! The job's a game!"

laura: crepi! :-P

Brioscina ha detto...

Si, ingegnere anche io...diciamo che se andava dal presidente di commissione a parlare dell'esame, ti dava degli indizi inequivocabili, oppure rispondeva al telefono uscendo dalla stanza e lasciava le prove sul tavolo

gG ha detto...

...pensa che qua le cose sono cosi' cambiate che "La Sapienza" nun se chiama manco piu' cosi'!!

ora e' Universita' Sapienza di Roma... moh...

Marica ha detto...

brioscina: ma davveo???

gG: eh????? :-/