7/29/2011

815 - il triathlon

Il triathlon.
Domenica scorsa ci siamo svegliati alle 5:40 del mattino e alle 6 siamo usciti di casa per andare a fare il triathlon versione "sprint" a Solana Beach (o meglio: il marito doveva fare il triathlon, mentre io mi sono occupata di fare il tifo). Per fortuna la sera prima avevamo gia' caricato in macchina la bici (smontando la ruota anteriore) e la scatola con tutte le cose (muta, casco bici, scarpe da bici, scarpe da corsa, asciugamano, occhialetti per nuotare, ecc).
La partenza era per onde, in base a sesso ed eta', e la nostra onda sarebbe partita alle 7:25, per cui ce la siamo presa con calma, siamo andati a vedere prima la spiaggia, abbiamo fatto due chiacchiere... e quando siamo arrivati alla transition area abbiamo dovuto fare tutto di corsa perche' la stavano per chiudere (c'era sfuggito quel dettaglio che per le 7 tutti dovevano aver poggiato tutto ed uscire dalla zona di transizione)... siamo arrivati cosi' tardi che non c'era piu' posto sul'apposito rack ma il marito ha dovuto poggiare la bici ad un albero... e meno male che c'era l'albero :-)

Anyway... alle 7:25 il marito munito di muta e cuffietta gialla si e' buttato nell'oceano insieme ad altri disperati per affrontare i suoi 400 metri di nuoto (non so perche' ma il nuoto, che nella versione Sprint consiste di 750 metri, qui era stato ridotto a 400 metri).



L'ho visto uscire presto rispetto a quelli che sono i suoi tempi sul nuoto, ma decisamente provato. Come gli altri, mentre correva verso la transition area ha iniziato a togliersi la muta... quando l'ho raggiunto li' (per fare il tifo) l'ho trovato che si asciugava al volo e con fatica infilava i calzini, poi ha indossato le scarpe da bici, le ha allacciate, ha infilato il caschetto e gli occhiali ed e' partito.



Dopodiche' mi sono posizionata nella prima parte del percorso, per vedere chi partiva e chi arrivava. E li' ho capito molte cose... ho capito che i veri triatleti fanno cosi': partono a piedi nudi con le scarpe da bici attaccate ai pedali, iniziano a pedalare con il piede nudo poggiato sulla scarpa, poi dopo che hanno preso il ritmo infilano il piede nella scarpa, che e' munita di chiusura a strappo e non di lacci... viceversa all'arrivo, quando poi bisogna poggiare la bici e iniziare a correre (non ho pero' fatto caso se a questo punto si infilano i calzini o meno).



Nonostate il tempo perso nelle transition, il marito ha concluso la gara con un tempo totale di 1:04:55, nella sua categoria (uomo 30-34) e' risultato 35esimo su 103.

Cose interessanti che ho visto.
E' stato divertente fare il tifo, c'era tanta gente, c'era un movimento continuo, non ci si annoiava affatto. Ho visto come si comportano i triatleti, ho visto persone con il casco "aerodinamico" che pero' li faceva sembrare piccoli alieni, ho visto bei ragazzi con il fisico prestante :-P.
Ho visto gareggiare un ragazzino giovanissimo (e dai risultati ho visto che ha 12 anni), cosi' come ho visto un paio di persone avanti con l'eta', ma che si impegnavano al massimo nonostante questo (persone di 74 e di 79 anni!).
Ho visto uscire dall'acqua un uomo che aveva un braccio solo, tra gli applausi di tutti... (come si fa a nuotare, nell'oceano, con un braccio solo??), l'ho poi visto su una di quelle bici in cui si pedala quasi da sdraiati.
Ho visto un uomo correre con una protesi al posto della gamba, dal ginocchio in giu'... e poi ne ho visto un altro, dopo l'arrivo, con una protesi fin sopra il ginocchio... ed era anche un gran bel ragazzo :-P; non so come abbiano affrontato nuoto e bici, evidentemente si puo', e a loro va la mia piu' grande ammirazione.
[nei risultati del triatholon c'era la categoria "male challenged" e cosi' li ho trovati on-line, se volete conoscere le loro storie: Greg con un braccio solo, Nick (1:10:20) e Mike (1:01:47) con le protesi al posto della gamba... bellissima la frase di apertura del sito di Nick "we take what we are given and run with it"].
E ho visto bellissimi bambini, ancora in pigiama, che facevano il tifo per la mamma o il papa' o chissa' chi :-)



Per saperne di piu'.
Pare che il triatlon moderno sia nato proprio a San Diego, in particolare a Mission Bay il 25 Settembre 1974, e vi parteciparono 46 persone.
I tipi di triathlon ufficiali sono 4:
Sprint distance (750 m nuoto, 20 km bici, 5 km corsa; a volte nelle piscine il nuoto viene ridotto a 400 m);
Olympic distance (1.5 km nuoto, 40 km bici, 10 km corsa);
Half Ironman (1.9 km nuoto, 90 km bici, 21.1 km corsa);
Ironman (3.8 km nuoto, 180 km bici, 42.2 km corsa).

Pronti a gareggiare? Qui a San Diego c'e' un altro Sprint a ottobre e poi un Olympic a marzo... accorrete :-)

20 commenti:

dado ha detto...

la tecnica di partire con le scarpe attaccate alla bici è utilissima ti fa risparmiare un sacco di tempo, a me l'hanno insegnata quasi subito io consiglio a tuo marito di impararla..(se vuoi ti do il link di un video esplicativo!). Posso sapere il tempo di tuo marito nella frazione di corsa? Si voglio farmi del male...sarà cento volte migliore del mio :-(

sfollicolatamente ha detto...

"we take what we are given and run with it", che bella frase! Ora la metto su FB, con i dovuti credits of course :-)

Giacomo ha detto...

ma dopo tutto questo... 5:40 del mattino? di Domenica? ma siete pazzi :-D

palbi ha detto...

storie coraggiose come queste ricordano che dobbiamo sempre ricordarci di guardare tutto in prospettiva !

Marica ha detto...

Dado: si, credo che dovra' imparare a farlo anche lui... tu gia' lo fai? ma era il tuo primo triathlon?
dalla tabella dei risultati vedo che ci ha messo 21 minuti nella corsa... ma mio marito mi diceva che in questo tempo e' compreso parte del tempo di transizione... poi chiedo meglio :-)

Sfolli: pure io me la sono messa su FB :-P

Giacomo: gia'... e non e' la prima volta... e non sara' l'ultima...

Palbi: si... li ammiro non tanto per le prestazioni fisiche (che sono di tutto rispetto), ma per la grande forza morale che hanno... e penso che siano davvero dei modelli di riferimento per quelle persone che, per un motivo o per l'altro, possono trovarsi nella stessa situazione. Ma non solo per loro... la frase di quel ragazzo mi sembra valida in tanti altri casi!

dado ha detto...

si io uso già quella tecnica, me l'hanno insegnata dei colleghi di lavoro qui in uk.. è molto semplice, ma utile! Diciamo era il mio primo triathlon serio, fatto con una preparazione seria. Uff io mio tempo nella corsa è decisamente penoso! :-(

Moky ha detto...

Bravo il marito!! Il mio sogno e' quello di competere in una half marathon... prma o poi...

marco ha detto...

Bello tutto! Si parla spesso male degli americani ma quante cose vorremmo ci fossero anche da noi

Manu di Pocapaglia (CN) ha detto...

Carissimi Marica e Michele!!!! Innanzitutto tutta la mia ammirazione per Michele per l'ottima graduatoria ottenuta e per la vostra prestanza di alzarsi così presto di domenica!! Si vede che siete appassionati!! Davvero bella la cronaca della gara. Ma ciò che più mi colpisce sono i bambini in pigiama o le persone con le protesi che sfidano se stesse e i loro limiti e lo spirito sportivo americano..che cozza contro la mia bella panzona da grigliata domenicale a Vinadio nella terra occitana come quella di ieri pomeriggio dove si beveva barbera arneis e dolcetto a fiumi...:-)))) Bellissime le foto Marica dei bimbi in pigiama: non so perchè ma incarna lo spirito libero americano quello del mio amico fisico Richard Feynmann che ha lavorato a UCLA e in un suo libro felicemente tradotto in italiano sosteneva " Che t'importa di ciò che dice la gente!" Non sai quanto mi piacerebbe vedervi e stare con voi. Ma ce la faremo stanne pur certa!!

cari saluti

Manu & Cla di Pocapaglia (CN)

Manu di Pocapaglia (CN) ha detto...

E dimenticavo che mi sono incollata la stupenda citazione di Nick nel mio profilo FB con i releativi credits! Chissà che tesoro conoscerlo personalmente!! Bravo Nick sei nei nostri cuori!!!

Manu & Cla di Pocapaglia (CN)

Marica ha detto...

dado: eh bravo.... e si fa sempre in tempo a migliorare :-)
(intanto il marito mi ha confermato i 21 minuti)

moky: anche io vorrei fare una mezza maratona!! ce ne sarebbe una a novembre che mi ispira, ma non so se ce la faccio...

marco: si... anche io ero prevenuta sugli americani, prima di venire qui, ma poi ho scoperto che per alcune cose sono davvero da ammirare!

manu: vero... questi bambini con il pigiama son piaciuti tanto anche a me! verissimo quello che dice il tuo amico fisico!!

Paul ha detto...

complimenti a mike :) posso chiedere da quanto tempo si allena?

come ho visto le distanze per l'iron man mi è venuto un collasso :D

Silvia Pareschi ha detto...

Marica, scusa se mi intrometto nei tuoi commenti per mandare un messaggio a Manu, ma non resisto: eri amica di Richard Feynman?! WOW!! Cioè, ma tipo che lo hai proprio conosciuto di persona?!?

Marica ha detto...

Paul: si allena da 4 anni circa, soprattutto per la corsa. Ed e' migliorato tanto nel corso degli anni.
Per l'ironman: ho appena scoperto che la mia istruttrice della palestra, quella del mercoledi, che ha tipo 45 anni, ha completato il suo ultimo ironman in 6 ore :-/.. ed era anche quello delle hawaii, che e' uno dei piu' difficili (che si nuota nel pacifico con le onde e fa decisamente caldo...)

Silvia: fai pure! Ora mi avete incuriosito con questo richard :-) Cmq Manu e' un uomo.

Marica ha detto...

come non detto... lei ha fatto il mezzo ironman :-/

Marica ha detto...

per manu e silvia: bene, ho trovato questo libro di feynman (che a quanto ho capito e' stato un gran bel personaggio) a 4 dollari, ora mi sa che me lo compro :-)

Silvia Pareschi ha detto...

Eh sì, era proprio un gran personaggio!

Manu di Pocapaglia (CN) ha detto...

Carissimi Silvia e Marica,

Richard Feynmann è stato uno dei più grandi fisici della storia contemporanea. Amatissimo dai suoi studenti è mancato quando facevo il secondo anno di fisica alla Sapienza. Ricordo ancora il necrologio. Hai scritto dei volumi rimasti insuperati di fisica 1 e 2. Personaggio eclettico, estroso, geniale. Quanto mi sarebbe piaciuto conoscerlo e con lui Jule Charney fondatore della meteorologia moderna, a cui ho dedicato la mia vita da studente per poi diventare un umile sistemista/programmatore per campare. Consiglio questo libro leick, J.: Genius, Pantheon, New York 1992 [trad. it. di S. Minucci: Genio: La vita e la scienza di Richard Feynman, Garzanti, Milano 1994, ISBN 88-11-59355-7, ripubblicato nel 1998 con ISBN 88-11-67456-5]

Vi abbraccio con affetto. Vi seguo dalla nostra amata Italia

Manu & Cla di Pocapaglia (CN)

stefanoSTRONG ha detto...

w i mariti triathleti e le moglie che li accompagnano per fare il tifo!
:)
daje sempre!

Anonimo ha detto...

Vous en votre regarding intérieur devriez acheter un ensemble p bottes hautes laquelle atteignent la plupart des mollets et aussi le domaine genou, bref laquelle survient couvrir votre cheville, mais aussi un ensemble p pantoufles mais aussi un ensemble p sandales en matière p appearance botte UGG . anywhere [url=http://www.uggfr-baileybutton.com]ugg jimmy choo[/url] vous allez, ce spécifique plutôt en peau de mouton UGG pas cher peut être long . La plupart des trois vastes familles étaient la plupart des Macarthur, [url=http://www.uggfrclassictall.com]bottes ugg pas cher[/url] Riley mais aussi Marsden.[/p][p]Par quels moyens les différents damoiseaux les différents portent?
[/url] de plus los angeles selected . Lorsque vous en votre regarding intérieur ne devriez réellement pas as well as longtemps obtenir votre température un ensemble p ugg bottines femme au sein de votre température touchant à l’été, pas as well as longtemps touchant à sueur, (excusez le domaine divertissement touchant à mots), vous en votre regarding intérieur devriez également acheter glissement léger un ensemble p sandales doublées mouton polaire au sein de votre conservatisme touchant à démarrage UGG as well as pratique!
[/url] lorsqu’ils négatif se révèlent être pas plus longtemps entretenus convenablement . Sous noir conventionnel, cette chaussure ze présente comme un bonheur mais aussi un bon trésor.[/p]
Cette solution se trouve être ainsi vraiment straightforward . C’est un bon risque anormal néanmoins je conserve notre paire relatives au baskets avec votre voiture désormais . Cependant, ce dernier n’est stades deuxième une affaire seulement relatives au [url=http://www.uggfr-baileybutton.info]ugg mini bailey button[/url] jouir à vocation plus attrayant gracieux période de froid! . Ces diverses peaux se trouvent usités par internautes pertinemment traitées se trouvent tout-bio dégradable mais également attaché touchant à l’utile . Tel étalement vêtement différentes divers, ces diverses garnis ont la possibilté de acheter inconvenant mais aussi tachée, spécialement [url=http://www.uggfrclassictall.info]bottes ugg pas cher suisse
[p]Ces diverses matériaux [url=http://www.uggfrclassictall.info]bottes cuir femme pas cher[/url] ont la possibilté de donner de nombreuses éruptions cutanées mais aissi des divers n’est pas plus longtemps adapté à votre derme . Vous verrez pas thay difficile de faire une exceptionnelle conventionnelle ou peut-être l'apparence physique merveilleusement décontracté avec presque n'importe quel combiner là-bas chaussures . Ceux-là se trouvent être à desired destination des damoiseaux également . Oprah se trouvera être indiquée en ce qui concerne los angeles saison préférée, [url=http://www.uggfrclassictall.com]ugg short classic

[url=http://forum.game321.com/viewthread.php?tid=6429348&extra=]we are beautiful store statement made discount ugg2n[/url]
[url=http://www.gracelinks.org/blog/1282/a-really-big-straw-for-a-really-big-gulp-the-washington-to-]we are beautiful shop online statement made discount ugg5v[/url]
[url=http://www.rpt.serio.jp/careworker/careworkerbbs/yybbs.cgi?page=40&bl=0]we are beautiful store statement made discount ugg1s[/url]