8/17/2011

834 - Campo e Tijuana

Ripartiti dal campeggio di qualche post fa, non sapendo come trascorrere il tempo, siamo andati a visitare la cittadina di Campo.
Anche a Campo non c'era niente da vedere o da fare, a parte il Pacific Southwest Railway Museum, quindi abbiamo trascorso li' un po' di tempo. Non ero entusiasta di questa visita, ma invece devo ammettere di aver imparato qualcosa. Nel museo dei treni abbiamo visto (da fuori e da dentro) le vecchie locomotive a carbone, proprio quelle dei film! Enormi! In un altro piccolo museo era invece spiegata la storia di Campo e della ferrovia del southwest, che collegava San Diego con l'Arizona; ora la ferrovia non e' piu' in uso, tranne una piccola tratta utilizzata per i turisti.



Ripartiti da Campo e andando verso San Diego abbiamo incontrato diverse pattuglie dello US Border Patrol, abbiamo capito di essere quindi molto vicino al Messico, fin quando lungo la strada non ci siamo ritrovati quasi a costeggiare il muro del confine (purtroppo ero troppo stanca per fare una foto, ma potete guardarla qui).

Ogni volta che vedo il border mi ammutolisco... forse perche' in europa non abbiamo una cosa cosi', forse perche' mi sembra cosi' strano che ci sia questo muro a dividere due mondi cosi' diversi.

Ho trovato questo video, dove si parla del border; non l'ho ancora visto tutto, ma vale la pena di dargli uno sguardo gia' solo per le immagini.

Qualche giorno fa invece e' uscita questa notizia, di un tunnel che stavano scavando da un'abitazione di Tijuana per poter passare (e far passare droga) sotto il confine.
Tijuana e' proprio dall'altra parte del muro rispetto a San Diego, eppure e' cosi' diversa...

Ho letto che ogni giorno vengono deportate a Tijuana (dagli USA) circa 254 persone, un mix tra chi viene fermato negli USA senza documenti (immigrati illegali), e chi si trova in carcere per i motivi piu' diversi ma viene rilasciato in base al programma Rapid REPAT. Tutte queste persone arrivano a Tijuana e spesso si ritrovano bloccate, senza modo di tornare nel proprio posto di origine e senza la possibilita' di tornare negli USA... e si crea quindi un circolo vizioso di poverta' e crimine... (qui per saperne di piu')
Ho letto tempo fa che al confine si verificano episodi di rapimenti (non so con quale frequenza) per ottenere riscatti in denaro... e mi hanno anche raccontato di finti rapimenti (cioe' persone che chiedevano una certa somma di denaro per rilasciare dei famigliari "tenuti in ostaggio"... ma il tutto era una messa in scena, con il famigliare in questione all'ignaro di tutto).

Ok, conosco diverse persone che sono andate a Tijuana e sono tornate sane e salve :-), l'importante e' restare lungo la via principale e non addentrarsi per vicoletti, e magari rientrare prima che faccia buio (anche il marito c'e' stato e non gli e' successo niente di male).
Alcuni americani vanno li' per comprare medicine che qui non si vendono (o che qui costano care), oppure per comprare altre cose illegali.
Io non ci sono mai andata, molti mi dicono "ma come, sei cosi' vicina al Messico e non ci sei mai stata?".
Secondo me il Messico inizia piu' a Sud... e li' voglio sicuramente andarci.

15 commenti:

Anonimo ha detto...

sono andata a Tijuana quattro anni fa durante la mia permanenza a San Diego per studio...forse un po' incoscientemente!
Ho fatto di tutto : girato per la via principale,in quelle secondarie, ho mangiato da un baracchino non proprio rassicurante e...ho addirittura preso un autobus pieno pieno di messicani! Ero con due ragazzi americani che continuavano a darmi della pazza! Adesso, con quattro anni di più, non so se sarei ancora così tranquilla, ma ne è valsa davvero la pena! Mag

Moro ha detto...

Ho guardato il video..beh avevi ragione, veramente impressionante..

marco ha detto...

Il Messico è splendido, io ho fatto, tra le altre cose, anche rafting nella zona di veracruz e puebla, mai un problema. Come molti di quei paesi però ti può andar male. Mio fratello a Oaxaca (super turistico), si era inoltrato con suo amico in una stradina secondaria in pieno giorno: pistola alla mano gli hanno rubato la reflex!
Poi, ovvio, li a render tutto piu pericoloso c'è il confine.
marco

Marica ha detto...

Mag: oh... ti e' andata bene!
certo, non volevo dire che va male a tutti quelli che ci vanno... ma di certo non e' un posto "tranquillo".
Se te lo dicevano poi i messicani che sei stata incosciente... non aggiungo altro :-D

Moro: :-/

Marco: eh si, ma io in Messico ci voglio andare, sono sicura che e' un bellissimo posto... e' che Tijuana e' purtroppo piena di personaggi poco raccomandabili, sia messicani rilasciati dalle prigioni, sia persone che stanno li' che cercano di passare in modo illegale il confine, sia americani che vanno a comprare droga, e quindi messicani che vendono droga, e chi rapisce le persone, e tanti omocidi sempre per droga... ma perche' c'e' il confine appunto!
Riguardo l'episodio di tuo fratello... secondo me non manca molto che cose del genere inizieranno ad accadere anche in italia :-/

Anonimo ha detto...

Se c'e' traffico di droga e' perche' "qualcuno" la compra. Se c'e' crimine e poverta' e' perche' manca lo stato e le infrastrutture. Non credo proprio che la gente sia contenta e soddisfatta di vivere cosi'. Se le leggi sull'immigrtazione fossero meno severe e piu' regolate non ci sarebbero cosi tanti clandestini. (che tra l'altro, rischiano la vita ogni giorno cercando di entrare illegalmente nei states. mai sentito parlare di quelli che passano dalle fogne???)

Sara

Giacomo ha detto...

Marica: ma accadono gia', senza pistola ma con un sacco di altre cose ugualmente letali :-/

Marica ha detto...

Sara: no, infatti, non credo proprio che siano contenti di vivere cosi', tra crimine e poverta'.
No, di quelli che passano nelle fogne non lo sapevano... ci sono fogne che collegano usa e messico??
Riguardo le leggi sull'immigrazione, e' vero che sono severe, ma credo che siano anche regolate... non mi pronuncio su cosa sia meglio (leggi severe o meno severe), e poi meglio per chi?
In effetti il tema della clandestinita' e' qualcosa che dovrei approfondire.

Giacomo: :-( gia'....

Marica ha detto...

sara: cercando le fogne, ho trovato invece quelli che attraversano il confine tramite il "new river", che e' in realta' un fiume inquinatissimo (tossico)
http://www.sci.sdsu.edu/salton/NewRToxicPathtoUSA.html
http://en.wikipedia.org/wiki/New_River_(Mexico_%E2%80%93_United_States)

Anonimo ha detto...

http://www.icborsi.it/immigrazioneconflitti/conflitti/dolores_la_morte_del_topo_in_fug.htm
Questo argomento mi sta molto a cuore, perche' ho lavorato con rifugiati dal messico. storie orribili...

Sara

Marica ha detto...

Sara: ti ringrazio per scrivere i tuoi commenti, che c'e' sempre qualcosa da imparare.
Questo articolo e' pero' del 1997... pero' temo che la situazione non sia cambiata di molto :-/
Per fare queste cose, bisogna essere davvero disperati :-(
Dove e come hai lavorato con i rifugiati dal messico? Qui negli usa? Cosa accade a quelli che vengono fermati senza documenti? E' vero che vengono rispediti subito dall'altra parte del confine?

Anonimo ha detto...

Si, l'articolo e' del '97 ma e' ancora attuale.Io ho lavorato come giornalista, inviata dal 2000 al 2008. Il fenomeno migratorio e' andato aumentando: si conta che ogni anno entrino 3 milioni di messicani negli Stati Uniti. Chi riesce a passare e viene preso finisce nei centri di detenzione e rimandato immediatamente indietro. Ironia della sorte, vengono considerati illegali gli immigrati che riecsono ad ottenere permesso di soggiorno o status di rifugiato politico. Vi lascio un film, The invisibles, sulla realta' dell'immigrazione messicana.
http://www.youtube.com/invisiblesfilms

Sara

Marica ha detto...

Sara: vengono considerati illegali gli immigrati con permesso di soggiorno??? :-/
cosa intendi, il visto?

visto il filmato, pero' e' riferito alla condizione dei migranti in messico, dove accadono appunto i sequestri di persona e tutte le altre brutte cose :-(
(tutto cio' prima di arrivare al border)
cmq interessante, grazie!

Giacomo ha detto...

Marica un film carino da vedere sull'immigrazione negli USA e' Crossing Over se vuoi, fa vedere in contemporanea la storia di cinque persone che cercano di rimanere tra cui una Messicana. Non è dettagliatissimo, è un film da cinema, ma si vedono parecchie cose!

Marica ha detto...

Giacomo: vedro' di procurarmelo, grazie

Anonimo ha detto...

Your point is valueble for me. Thanks!

My blog:
billig dsl anbieter und dsl vergleich anbieter