8/30/2011

843 - concorsi di bellezza

Ogni volta che accendono la tv, c'e' qualche donnina in costume che sfila per qualche concorso di bellezza... quindi ho ricordato che non ho scritto nulla sul NAM :-)

NAM sta per National American Miss. Non so la differenza tra questo concorso e Miss America o quel che sia, di sicuro ce ne sono molti... e per me uno vale l'altro :-) La "notizia" e' che la figlia della vicina e' stata reclutata per partecipare al NAM, nella sua fascia d'eta' (andando a curiosare sul sito ho visto che l'eta' per partecipare va dai 4 ai 18 anni...).
La cosa interessante e' che questo concorso si dichiara diverso dagli altri, in quanto (dice) le partecipanti sono valutate non solo in base alla bellezza, ma anche e soprattutto in base alle loro capacita' di comunicazione, al talento, al portamento; inoltre dopo aver partecipato a questo concorso le ragazze saranno in grado di esaltare ancora di piu' le proprie doti. Per fare questo, il primo passo e' quello di guadagnarsi la sponsorizzazione, cioe' ogni partecipante deve trovare persone non appartenenti alla propria famiglia che le facciano donazioni tramite assegni per un totale di 400 dollari.. dicono che e' per far sviluppare la capacita' di comunicazione... so solo che quando e' venuta da noi a chiederci la sponsorship non le abbiamo certo detto di no, ma non per le sue doti comunicative :-)

[pare che nel NAM non ci sia nessuna sfilata in costume da bagno]

Anche se sono scettica e dubbiosa su queste cose, devo riconoscere che la figlia della Vicina e' veramente una bella ragazzina! E poi e' anche brava, fa tremila attivita', e' simpatica e tutto... e si e' classificata quinta nella prova del talento suonando il pianoforte! (ah, dimenticavo, lei ha partecipato nel concorso per le rappresentanti della california del sud).
Ha un mix di tratti orientali e occidentali che la rende unica... allego due foto, in cui non si vede bene, per questione di privacy :-)




Quella in cui suona il pianoforte mi piace particolarmente.


Tornando invece nel mio piccolo, mi e' successa una cosa strana.
Sono partita da San Diego che "mi sentivo bene", sono arrivata in Italia e ho iniziato a vedermi: pelle grassa, capelli senza forma, carnagione troppo chiara, gambe non depilate bene, unghia non curate, sopracciglia senza forma ecc.
Non capisco... vivendo nel Bel Paese si respira qualcosa che ci induce a soffermarci sul nostro aspetto fisico? O e' colpa delle persone che vedo in giro, che ci tengono al proprio aspetto fisico in modo diverso rispetto a quanto accade in california? Non saprei... Quel che e' certo e' che se ho un'ora al giorno da decidare al mio corpo, preferisco usarla facendo sport che non prendendo il sole o piastrandomi i capelli ;-)

21 commenti:

Tittii ha detto...

Lascia stare ....anch'io qui (NY) mi sento libera di girare come mi pare (e non sono a San Diego) ma so già che al rientro in Italia sarò travolta da chi è vittima del mito dell'apparire. E mi sentirò inadeguata.
E ahimè, vivo a Milano...
PS coma va la caccia alle targhe? La mia continua..

Titti ha detto...

Ah, dimenticavo, molto carina la figlia della tua vicina e pure musicista! Il top!

Alessandra ha detto...

Leggendo il tuo ultimo pensiero mi è venuta in mente una scena del nostro ultimo giorno di vacanza...ora di colazione nel ristorante dell'albergo a Dubrovnik...scena racapricciante un gruppo di miei conterranei (...ed intendo dire proprio concittadini...)che danno l'assalto al buffet tutti e 15 in perfetta tenuta Armani: maglia, calzoncini, ciabattine, borsa da mare e uomini con l'immancabile borsello a tracolla.....e ci siamo profondamente vergognati per l'espressione allibita dei camerieri...tant'è che ce ne siamo scappati quasi senza toccare cibo.
Ora mi chiedo: che te ne vai a fare vestito tutto fighettino se poi ti comporti da poveraccio ignorando le più elementari norme di civiltà???

Marica ha detto...

Tittii: esatto, sentirsi inadeguata... sob :-(
la caccia alle targhe in questo momento e' in stand-by :-)
ma hai trovato i 5 o 6 posts che ho pubblicato fin'ora? ne faccio uno al mese circa, e per quello di settembre ho gia' le targhe pronte!
(ne ho una trentina che devo ancora pubblicare :-P)
la tua come procede?

Alessandra: ahahah, vero.. borsello a tracolla, e suppongo polo con il colletto alzato e occhiali da sole :-D
verissimo quello che dici!

Giacomo ha detto...

Da questo si distingue la vera classe :-) Altro che tanga e reggiseni all'ora di cena...

Marica quindi dici che se io vado a chiedere di firmarmi un assegno ai miei vicini per qualche progetto questi non mi puntano il fucile addosso? :D

antonella ha detto...

Proprio ieri chiacchieravo con un'amica italiana che vive a Londra e dicevo che ormai appena si prenota un biglietto per tornare in Italia occorre mettersi a dieta. Non sia mai ti vedano ingrassata di un etto parte subito la domanda: ma sei incinta?

Manu di Pocapaglia (CN) ha detto...

Mah...io non sono proprio un bel tipo che si cura. qualche bambino mi ha chiamato pure "panzone" ..ma non ci faccio tanto caso. magari non frequento luoghi elettivi. A lavoro non porto mai la cravatta che non mi piace e nessuno mi dice niente. Non vedo questo culto dell'estetismo a tutti i costi qui in Italia. Tutto è molto relativo.

A questo punto mi è venuta l'idea di chiedere la sponsorship per il concorso dei più brutti in USA...esiste? Solo che se vedono i miei arti inferiori un pò pelosetti sono certo che ottengo un alto gradimento...Marica quando veniamo a San Diego organizziamo la cosa.

Si è belli che per quello che ci si porta dentro e poi si mostra fuori

Un caro saluto da tutti noi.

Appena posso ti chiamo

Manu & Cla di Pocapaglia (CN)

Nega Fink-Nottle ha detto...

E' proprio l'aria che qui è pesante!! Mi è successa la stessa cosa al contrario: quando sono stata in Nord Europa mi sentivo taaaaanto più libera e mi sentivo super adeguata!

sariti ha detto...

Stessa cosa qui. Vivo a Vienna da oramai qualche anno ed ogni volta che scendo in suolo italico mi prende quest'ansia dell'apparire. Vi diro' di piu', mi prende pure quando degli amici italiani mi vengono a trovare... :-/

Silvia ha detto...

se vai al centro commerciale della mia città in tuta (come di solito faccio io) ti gurdano di traverso, oh tutti precisi e tacco 12 anche alle 10 di mattina!
io alterno momenti in cui ho voglia di curarmi di più ed altri in cui mi lascio un po' andare...però il mondo è bello perchè vario no? ;)

Silvia ha detto...

ah dimenticavo, buone vacanze!

Marica ha detto...

giacomo: "tanga e reggiseni", come sei perbene... io di solito dico "culi e tette" :-P
sull'andare a chiedere i soldi ai vicini.. ma dici in italia o in america? :-

antonella: mi hai fatto pensare alla mia amica che vive in svezia, che ogni volta che torna in italia le dicono "uh, ma come ti sei ingrassata!" ... porella... eppure e' sempre uguale!

manu: "Si è belli che per quello che ci si porta dentro e poi si mostra fuori" magari lo pensassero tutti! :-)

nega fink-nottle: :-) vero... ma chissa' perche'... e' qualcosa che e' nell'aria, senza dubbio!

sariti: gia'.. a me per fortuna quando vengono gli altri a trovarmi non mi prende...
cmq, anche se qui mi sento questa "pressione addosso" non e' che faccia molto per migliorare la mia presenza fisica :-P

silvia: verissimo, il mondo e' bello perche' e' vario....
ovviamente rispetto tutti quelli che ci tengono al proprio aspetto fisico, altrimenti saremmo tutti "bruti" e magari non sarebbe bello da vedere... e' che solo io non ci riesco ad andare in giro truccata o pettinata o con i tacchi... no, non ce la posso fare... ma rispetto e in un certo senso ammiro chi ce la fa :-)

Giacomo ha detto...

Marica: e si' i miei vicini sono in Italia purtroppo :D
Comunque mi piace davvero la foto di lei mentre suona il pianoforte ma anche la prima, sia la ragazzina sia l'hoster (immagino sia lui no?) sono davvero eleganti e l'uomo tiene una mano dietro la schiena e l'altra davanti, ha un bel fiore alla giacca, io voglio essere cosi' :D (si' anche un po' di pancia voglio...)
Hanno proprio un bel senso di eleganza e classe. Appunto, niente culi e tette contornati da qualche brillante.

Marica ha detto...

giacomo: :-)
(ma in italia si puo' avere il fucile in casa?)
vero, tutto molto elegante.. dai, quando vieni allora oltre a portarti a Legoland, allo Zoo, sul roller coaster di legno e non mi ricordo nemmeno piu' dove, ti faccio anche conoscere la figlia della Vicina.. e chissa' che non nasca una romantica storia d'amore :-)

Giacomo ha detto...

...

ma

e' piccola!!! (credo, a vederla..)
AO'!!!!

:-D
Pero' mi piace conoscere gente nuova :-P
Marica in Italia tutto quello che serve per cacciare lo puoi portare ovunque, un deficiente (perché non c'è aggettivo migliore) se l'e' addirittura portato al bar il fucile da caccia e l'ha appoggiato al muro mentre faceva colazione... ovviamente nessuno ha detto niente, quando si parla di caccia e fucili qua tutto e' concesso :-/ cioe' le leggi che limitano tutto in modo molto restrittivo esistono, e' che nessuno le fa applicare.. il solito problema dai :-P

Marica ha detto...

ha 14 anni... direi che puo' andare bene.... magari ora la differenza di eta' si sente un po', ma vedrai tra qualche anno andra' meglio :-D

Giacomo ha detto...

Marica! Mi arrestano! :-D

Cri ha detto...

ah, capisco eattamente come ti senti! noi dopo tanti anni qui ci sentiamo veramente "brutti" quando torniamo in italia, anche perche' molti parenti ce lo fanno notare! un giorno che mi sembrava di essermi sforzata di essere "italiana", una mia carissima amica mi ha detto, beata te che ormai sei americana e non te ne importa piu' niente di come ti vesti anche quando sei qui in italia, , e' veramente una fatica! ah beh grazie ho pensato io!

Pentapata ha detto...

AMERRICANE !!! ci avete avuto solo culo che non sono ammerrica pur'io che talento e portamento so' il mio secondo nome tzè !

Anonimo ha detto...

Mi fate sentire normale!!!
A Londra e in Germania, dove ho vissuto per qualche anno, non mi facevo problemi quando dovevo uscire di casa. Non che uscissi in pigiama e ciabatte, ma senza stress sì. Qui ho sempre mille paranoie, perché le persone ti guardano dalla testa ai piedi o con la coda dell'occhio ;) dai piedi alla testa e magari commentano anche a voce alta. Non parliamo poi delle colleghe!
A Londra in pieno inverno ricordo un uomo nella TUBE in shorts e a petto scoperto. NESSUNO lo degnava di uno sguardo.
Come dice una mia amica ultrasettantenne che vive a Londra da mezzo secolo: "in UK ti giudicano da come parli, in Italia da come ti vesti" e lei, che è campana ma frequenta di tanto in tanto la Liguria, sostiene che nel Sud dell'Italia è anche peggio che nel Nord. Un dato di fatto: negli ultimi anni nella remota e periferica Liguria di Ponente le estetiste sono aumentate in maniera esponenziale. Io che sono esteta, ma in un senso più culturale che personale non ne ho mai vista una, perché preferisco investire in libri o viaggi. Grazie ancora per avermi fatto sentire normale in modo speciale ;)
Barbara

Marica ha detto...

in ritardo, ma... grazie per i vostri commenti! :-)