9/28/2011

862 - aggiornamento sport

Dopo piu' di un mese senza sport, lunedi' scorso sono tornata in palestra.
Il mio problema e' che se non mi tengo allenata perdo tutto quello che ho conquistato a fatica, sia in termini di resistenza muscolare che di fiato, cosi' dopo la lezione di lunedi' per cinque giorni ho avuto i muscoli indolenziti.
Giovedi' scorso ho provato ad andare a correre... e ho fatto veramente schifo.
Ho fatto pilates e mi sono ritrovata tutta incriccata.

Allora ho deciso che da questa settimana devo impegnarmi di piu' e tornare a risultati decenti! Quindi sia lunedi' che oggi ho fatto la lezione di Tabata, ma mentre lunedi' e' andata abbastanza bene, oggi c'era Dori, e la sua lezione mi ha distrutto, come al solito.

Ecco come si svolge la lezione di Tabata:
1 - due giri di corsa del parcheggio fuori;
2 - 20 secondi di ripetizioni ad alto impatto, seguiti da 10 secondi di riposo, il tutto per 8 volte, quindi 4 minuti;
3 - altra tipologia di esecizio, stessa tempistica;
4 - un giro di corsa del parcheggio fuori, con sprint nella parta in salita;
5 - ripetere i punti 2, 3, e 4 per altre tre volte
6 - addominali sul tappetino (sempre 20 secondi ecc)
7 - stretching

La mia lezione di oggi invece e' stata cosi':
- sono arrivata tardi, quindi mentre tutti correvano fuori io ho sistemato la mia attrezzatura dentro... a mia discolpa il fatto che sono andata in palestra in bici, quindi il mio riscaldamento lo avevo in qualche modo fatto;
- mentre gli altri facevano gli esercizi "ad alto impatto" io ho scelto sempre la versione "basso impatto": per esempio tenendo in mano la barra da 15 pounds, dopo aver fatto lo squat bisognava mettersi in piedi e alzare la barra in alto saltando... ecco, io era gia' tanto che riuscivo a mettermi in piedi e sollevare la barra, la parte del salto me la sono risparmiata volentieri;
- mentre gli altri correvano fuori e facevano anche lo sprint in salita, le mie gambe non davano segno di volersi muovere piu' di tanto, quindi mi sono limitata a fare corsetta leggera dentro la palestra.

Nonostante questo, quando e' finita la lezione e io come al solito tutta rossa e sudata trascinavo i miei pesetti, barra ecc verso il loro posto, sentivo discorsi del tipo "ma stamattina prima di venire qui sei anche andata a correre?", "io si e tu?"... oppure quelli che mentre vanno verso l'armadietto per mettere a posto i pesetti intanto continuano a fare esercizi per i bicipiti ecc.

A volte mi sento proprio come la tipa di questa simpaticissima pubblicita':




Ah, il nuoto... anche questo merita un aggiornamento!
A meta' agosto, dopo 9 lezioni con la mia istruttrice (ed altrettante "gite in piscina" con il marito) sono arrivata a questo livello:
- semplicemente poggiando le mani sulla tavoletta, avanzare (con velocita' molto bassa) lungo la corsia, respirando lateralmente;
- senza nulla in mano, lanciarmi in acqua orizzontalmente ed aggrapparmi all'istruttrice qualche metro piu' in la';
- accennare (ma solo accennare) a muovere un braccio alla volta;
- il backfloat ancora un ostacolo insormontabile.
Dopo tutto questo tempo senza piscina pero' lo so che sono tornata indietro... e prima di fare la mia ultima lezione (del pacchetto da 10) con l'istruttrice vorrei almeno tornare a dove stavo a meta' agosto. Nel frattempo pero' le giornate si sono accorciate e le temperature sono scese, quindi non ho piu' modo di andare in piscina in ufficio dal marito dopo lavoro (che qui le piscine sono tutte all'aperto), ma non ho ancora quella confidenza per andarci da sola di giorno...
Il ritorno in piscina e' rimandato al weekend ;-)

12 commenti:

Wanesia ha detto...

ho l´iscrizione in palestra difronte casa vado una volta si´ quattro no..ma appena torno dalla vacanza...giuro che con un po´ di costanza devo andare perche´ anch´io rischio di trovarmi come quella ragazza della pubblicita´ .

Nega Fink-Nottle ha detto...

Mi sento stanca già solo a leggere di sto tabata XD
Respect! :D

Giacomo ha detto...

Questo Tabata non sembra cosi' faticoso dai! Ci facevano fare di peggio quando facevo atletica, roba da sbottare alla fine.
Prego. (perche' so che mi ringrazierai per l'immagine che t'ho appena fatto venire in mente :-D) ahahah.
Bene per il nuoto! Dai che con costanza ce la puoi fare!

E comunque la tipa della pubblicita' c'ha ragione, non occorre per forza ammazzarsi per restare in forma :-P Datti una calmata se vuoi che non ti fucila nessuno :-D

Anonimo ha detto...

madonna che imbranata che sei!

sfollicolatamente ha detto...

easy peasy, niente forzature che non ne vale la pena...
Cavoli pero' sta lezione della Tabata mi avrebbe uccisa anche nei miei periodi migliori. Quella del saltello proprio e' una ciliegina di sadismo puro - nun ze po'ffa, no no no....

Marica ha detto...

wanesia: brava, costanza! :-)

nega: ahahahah :-D

giacomo: no, guarda che e' faticoso, giuro! :-)
prossima volta mi porto la camera e faccio un filmato, ahahah!
(e' vero, il messaggio della pubblicita' mi piace, che ognuno ha la sua "cosa", pero' a volte bisogna mettersi un po' alla prova)

anonimo: beh, ci provo... non ad essere imbranata (quello mi viene naturale), ma a fare sport... nelle prossime settimane conto di tornare in forma ;-)

sfolli: ma sai che poco piu' a destra avevo una ragazza incinta? tipo al sesto mese.. e praticamente se l'e' fatta tutta (senza saltelli), e ho pensato a te che non ti vogliono far fare yoga :-P

Anonimo ha detto...

comunque gli americani si massacrano di sport e sono sempre grassi...e con il tempo hanno sempre problemi di schiena, di ginocchia e di vattelaapesca......e' che esagerano. Non bisogna mica morire.

valescrive

Marica ha detto...

vale: dai, che non sono grassi... almeno qui in california :-)
vero, alle ginocchia bisogna stare attenti...
io cerco di non esagerare e faccio quel che posso, pero' dopo aver fatto sport sto meglio ;-)

lucia ha detto...

Io sono in lutto perchè la società con la quale seguivo il corso di nuoto non ha avuto le corsie quest'anno e io sono rimasta senza la mia istruttrice del cuore :-( mi toccherà andare a fare nuoto libero, però uffaaaaaaa

Marica ha detto...

lucia: noooo :-(

Manu di Pocapaglia (CN) ha detto...

Felice per i progressi nel nuoto Marica, non esagerare con gradualità e perseveranza raggiungerai i tuoi livelli consueti. Questa estate con un buon allenamento ho superato i 1427 metri di dislivello tra San Giacomo Entraque e il rifugio Marchesini-Pagarì a 2650 metri di quota in 4 ore e 15 minuti...attendo news.

bella la pubblicità..a me diverte...se se la tirano pazienza..lo sport serve a superare i propri limiti a confrontarsi con le proprie capacità negli sport individuali.

Cari saluti

Marica ha detto...

manu: vero, serve anche per cercare di superare i propri limiti! mettersi costantemente alla prova!
certo fare una bella passeggiata in montagna mi piacerebbe...