10/12/2011

879 - Little Italy e la Festa

Anche a San Diego c'e' una Little Italy, poco piu' a nord di downtown, verso la baia (mappa e sito web).

A Little Italy si trovano ristoranti e negozi di alimentari "italiani", inoltre il sabato mattina c'e' il mercato. In realta' noi non frequentiamo la zona, sia perche' abitiamo lontano (a volte mi chiedo se non sia il caso di rinominare questo blog... ma cmq ufficialmente vivo a San Diego :-P), sia perche' abbiamo avuto un paio di delusioni. Erano i primi mesi di vita qui e avevamo deciso di provare un ristorante italiano a Little Italy, ma nonostante i camerieri parlassero tra di loro in italiano (nota: di solito i ristoranti italiani in california di italiano hanno solo il nome) il cibo non era italiano :-/. Una volta siamo andati anche al mercato, ma non ha nulla a che vedere con i mercati italiani... e scoprire che c'era questo tipo (italiano) che vendeva l'olio (italiano) prodotto in un paese che sta sulla collina affianco a quella dei miei genitori per 20 dollari a mezzo litro (quando i miei credo che lo vendano a 5 euro al litro) e' qualcosa che fa male (nota: forse piu' che provare a fare l'ingegnere dovrei dedicarmi all'importazione di prodotti italiani).
L'unico motivo per cui vado a Little Italy e' per comprare il mascarpone, quello vero (anche nel supermercato vendono qualcosa chiamato "mascarpone" ma non e' la stessa cosa); qualcuno ci va anche per il prosciutto crudo (ma noi riusciamo a trovarlo anche qui al nord); si possono trovare inoltre biscotti italiani (mi sembra della Balocco), ma le Gocciole e i Pan di Stelle sono introvabili anche li'.

L'idea che mi sono fatta e' che Little Italy sia per quegli Italiani emigrati qui diversi anni fa, e che in Italia ci tornano veramente di rado... e per gli Americani simpatizzanti per l'italia :-)

Lo scorso weekend a Little Italy c'era una Festa, e abbiamo deciso di andare a vedere. Siamo rimasti sorpresi perche' c'era veramente tantissima gente (mai viste a San Diego tutte quelle persone, da dove sono sbucate fuori?), ma per il resto niente di che. C'era uno stand dove un tipo spiegava delle ricette, ma dopo aver ascoltato che in Italia e' tradizione bere un bicchiere di vino rosso prima di iniziare a cucinare ho lasciato perdere. C'erano un paio di palchi con la musica, i vecchi classici italiani, tipo O Sole Mio, alternati a canzoni tipiche dei film con mafia italo/americana :-).
E poi c'erano varie bancarelle, ma non tipiche italiane, diciamo le solite bancarelle che ci sono qui in America... ce n'erano giusto un paio che vendevano cibo italiano, tipo pasta o arancini o polenta; sono stata tentata dagli arancini, ma ho avuto timore, e per un caso del destino ho avuto modo di mangiarli la sera dopo, autentici e buonissimi arancini siciliani, che non mangiavo da anni! (grazie). La nostra amica (americana) ha invece mangiato la polenta... alle tre di pomeriggio di una giornata estiva e molto calda :-)

E' stato bello ammirare le opere realizzate con i gessi colorari sull'asfalto (qui lo chiamano Gesso Italiano, noi li chiamavamo i Madonnari). Le opere erano sia a tema religioso che non, alcune erano belle altre meno :-P, ma erano tante e diverse... ed e' stato piacevole passeggiare tra tutti questi quadri :-).
C'era un gruppo che ha riprodotto tutta la cappella sistina:



Uno dei miei preferiti e' stato questo:



E andando via ci siamo anche fermati a guardare cinque minuti dei signori che giocavano a bocce :-)

[a volte mi chiedo cosa pensano gli americani dell'italia...]

16 commenti:

Giacomo ha detto...

anche alla festa italiana all'homecoming di Dearborn c'erano le bocce!! pero' non ci giocavano gli anziani, ma i bambini con i genitori :-D
carino comunque, anche per me little italy e' per chi e' emigrato li' tanti anni fa, ora le little italy delle varie citta' sono quasi morte e di italiani veri non ce ne sono piu', immagino che i nuovi immigrati preferiscano posti migliori e piu' integrati con la popolazione locale..
che poi non so com'e' la little italy di san diego, ma a detroit sono solo dei palazzi in piena downtown e magari l'ingegnere italiano che va a lavorare li' vuole una casetta carina piuttosto che un appartamento del 1800 :-D

Anonimo ha detto...

E allora non mi son persa niente :-)

Il mercato di little italy è vero che non ha niente a che fare con i nostri mercati,e poi è molto caro, ma è in una zona bellissima, da tutta la strada puoi vedere la baia e poi a noi piace prenderci il cappuccino in qualche "bar" che non è poi così male, e ci sembra di tornare indietro nel tempo quando andavamo al mercato la domenica mattina...ah, nostalgia!

Noi di solito andiamo da "Monalisa" a prendere il parmigiano, costa un pò più dell'italia ma almeno ce l'abbiamo sempre disponibile, e le fette biscottate e i biscotti wafer alla nocciola, ah, e ho visto anche i pan di stelle l'alro ieri ;-)

romina

Lucy van Pelt ha detto...

Gesso italiano... Sono capaci di venderti pure l'aria. Noi, sempre i soliti disfattisti: madonnari.

Marica certo che ti converrebbe importare generi alimentari.. tra olio e parmigiano faresti una fortuna! E la mozzarella?

Marica ha detto...

giacomo: ma qui non esistono case del 1800 ;-)

romina: ma in questi "bar" hanno anche le pasterelle? se si, sono buone?
anche io vado da monalisa per il mascarpone, le fette biscottate non ne vado matta... ma... ma... i pan di stelle???? di solito non ci sono! :-P tocchera' farci un salto allora! grazie!

lucy: vero!! :-) mah, ora ci penso su... vediamo come va l'esame :-)

Anonimo ha detto...

Le pastarelle non le ho mai assaggiate, ma sono sempre esposte in vetrina, "sembrano" buone...
I pan di stelle li ho proprio visti lunedì!! :-)

romina

studiare in uk ha detto...

come sono messi a formaggi e affettati?mi mancano più dei biscotti che qui sanno fare bene!

Marica ha detto...

romina: :-P pan di stelle!!! pan di stelle!!!!

studiareinuk: so per certo che si trova il prosciutto crudo, e ora romina mi ha detto anche del parmigiano... devo provare a vedere se hanno lo stracchino e la mozzarella vera!

Xeno ha detto...

Marica quando vuoi iniziare questa attività di import io posso aiutarti subito con arancini, paste di mandorla e cannoli (ovviamente Siciliani) :D ... non so se hai capito di dove sono hiihihhihi .
P.S potresti pensarci veramente, secondo me si potrebbero fare tanti dindini

Cecilia ha detto...

Anch'io ho visto i Pan di Stelle, ma non da Monalisa (con una "n", mi raccomando!), ma in un negozio che fa pasta fresca prima di Monalisa, sull'altro marciapiede. Sorry, non ricordo il nome...
Affettati: meglio Bristol Farm's, che almeno ha cose di importazione senza la patina finto-nostalgica di Mona-Lisa :D

Marica ha detto...

Xeno: ma poi ti e' piaciuta san diego? sei stato bene?

Cecilia: ah, allora se non li trovo da MonaLisa :-), provo a cercare il negozio di pasta fresca!
Bristol Farm's? Non lo conosco, ora lo cerco. Grazie

Xeno ha detto...

@Marica
ho girato per 2100 Miglia in lungo e largo per California, Arizona, Utah e Nevada, ma il posto di cui mi sono realmente innamorato è San Diego!!!
ancora ripenso al tramonto sull'isola di Coronado il primo giorno a San Diego...magico!

Quello dell'esportazione di cannoli ed altre robe Siciliane è una cosa che avevo in mente da tempo, chissà se sia fattibile...mille leggi sull'import export..boooo ^_^

Marica ha detto...

;-D

Moky ha detto...

Memorial Day c'e' il festival dei madonnari a Santa Barbara di fronte alla Missione. Ma si chiama proprio festival dei madonnari... La foto mi ricorda di un "gesso" che ho visto quest'estate... magari e' lo stesso autore!!

Marica ha detto...

Cercando informazioni, ho trovato proprio il festival di santa barbara :-) Credo che quello sia bello importante! Ci sei stata?

Moky ha detto...

Si', questo giugno, durante la nostra vacanza. Si svolge dal venerdi' al lunedi' (memorial day). E' piu' grande di come me lo ricordavo 15 anni fa, ovviamente, e la posizione e' proprio bella! La Missione come background e' super-suggestiva: andateci l'anno prossimo!! Santa Barbara e' sempre Santa Barbara! In piu' hanno da poco aperto un ristorante vegan fantastico, non che vi importi, ma pubblicizzo: si chiama "Adama" ed e' molto fine come ambiente (immaginati noi li' con Violet e gli altri 3...) e il cibo e' mooolto buono!!

Marica ha detto...

Sara' l'occasione per tornare a Santa Barbara ;-)