10/13/2011

880 - sfogo personale

Mi piace scrivere di quelle piccole grandi differenze che ci sono tra qui e l'Italia o raccontare quello che succede a San Diego e le piccole cose che scopro ogni giorno... ma ora il blog mi serve per sfogarmi, cosa che non facevo da un po' (credo).
Quindi se leggere o meno quello che segue e' a vostra discrezione :-)

La Vicina. E' un bel po' che non ne parlo. Da quando l'anno scorso (a dicembre credo) le abbiamo svelato che avevamo iniziato il processo di adozione ho decisamente allentato i rapporti con lei, dato che ogni volta che mi vedeva non perdeva occasione per dirmi "no, non adottare" e buttare fango sull'adozione e tutto.
Che io ci ho provato pure a risponderle, anche mio marito ci ha provato, ma lei e' di coccio e ogni volta mi ripeteva le stesse cose.
Nel tempo abbiamo quindi portato il rapporto a uno livello piu' superficiale.
Oggi pero' sono andata da lei, dato che ha chiesto il mio aiuto per fare un paio di dolci, perche' domani ospita uno Jewelry Party (di cui vi racconto domani, se sopravvivo). Quindi sono andata da lei e... buhm! Di nuovo. Daccapo.

"Perche' la mia amica ha adottato un bambino e poi ha divorziato.
Perche' l'altra mia amica ha adottato un bambino e ora questo ha un problema al cervello, perche' la madre biologica beveva-fumava-si drogava e non ha mai fatto una visita durante la gravidanza.
Perche' se adottate anche a voi succede cosi'. Perche' i bambini che danno in adozione sono tutti cosi'. La vostra vita cambiera'. Gia' normalmente la vita cambia quando arriva un bambino, figuriamoci con un bambino adottato. Ti stresserai. Sacrificherai la tua vita per lui e non avrai niente in cambio. Il bambino avra' di sicuro qualche problema. Non sarete piu' felici. Non sara' mai come un bambino biologico. Non avrai piu' una vita.
I bambini sono belli.. quelli degli altri! Non e' vero che i bambini danno gioia. Io dopo aver fatto la prima figlia, non ne volevo piu' sapere. Il secondo figlio non volevo farlo, mi ha costretta mio marito (bella storia, eh...). La mia vita e' cambiata totalmente. Ora dovro' aspettare altri 8 anni, quando mio figlio andra' al college, per iniziare a ripensare alla mia vita.
Sei giovane, non adottare. Andate dallo specialista e fatta l'IVF. Anzi, usate una surrogate mother cosi' non devi preoccuparti di niente.
Domani ci sara' anche la mia amica che ha adottato e ti faccio parlare con lei, cosi' magari ti convince."

Il tutto e' andato avanti per venti minuti. Poi ci siamo messe a fare il dolce. Dopo averlo infornato sono tornata a casa. Tra poco mi tocca tornare per il secondo dolce. Che sostanza mi consigliate di inserire di nascosto nell'impasto? :-P

36 commenti:

lucia ha detto...

potresti tentare con del cianuro :-D
Che vicina teribbbbbile!

Lucy van Pelt ha detto...

Un antipsicotico.

Mi sembra che la tipa straparli.
La vicina? Povera Marica.. tieni duro.

Dario ha detto...

Parlale della sindrome del nido vuoto... di quanto si sentirà inutile e prossima alla fine quando i figli avranno spiccato il volo.

Anonimo ha detto...

Ecco, io eviterei proprio di frequentarla :-D, che le persone negative fanno male!!

romina

Silvia Pareschi ha detto...

Sì, sono d'accordo! Evitala come la peste!

Anonimo ha detto...

Capisco che possa fare male e lei nemmeno se ne accorge, ma quello che dice non deve per forza avere un valore, la vicina non è di certo Dio.
Se capisce che potete passare un po' di tempo insieme senza per forza parlare di fatti troppo personali bene, se no amen: un conto è essere educati, un altro è infliggersela.

Ali ha detto...

Un mio caro amico è adottato, intelligente, bello, mai dato problemi, un ragazzo modello (meglio di suo fratello minore, che è figlio naturale!).

Quante cazzate. Segui il tuo cuore.

Anonimo ha detto...

se mio nonno c'aveva tre palle era un flipper.

Dai. Eh.

Soprattutto: lei e' infelice eppure ha figli biologici. Come mai?

valeriascrive

Marica ha detto...

lucia: alla fine sono stata buona e non ho usato ingredienti speciali :-P

lucy: tengo duro!

dario: questa non l'ho mai provata :-)

romina e silvia: gia'... infatti di solito la evito...

anonimo: sisi, lo so che quello che dice non ha valore, infatti sto facendo tutto l'opposto di quello che secondo lei dovrei fare... quello che mi da' fastidio e' che dopo un anno siamo ancora punto e a capo, che vuole per forza avere ragione lei e pretende che io ragioni come lei... :-/

ali: seguo il mio cuore! :-)

valeria: ahahahaha :-)
eh infatti infatti... poi questa cosa che lei il secondo figlio non lo voleva ma il marito l'ha costretta mi ha dato da pensare... l'impressione che mi da' (ma potrei sbagliarmi, eh) e' che per lei crescere dei figli sia un dovere, piu' che un piacere :-/

nonsisamai ha detto...

sinceramente io non la frequenterei a priori, ma soprattutto in vista dell'adozione. hai bisogno di supporto non di negativita' (e stupidita', scusami). immagina che io stavo pensando di tagliare i ponti con dei familiari quando pensavo di adottare. bisogna proteggere se stessi e soprattutto il bambino. quando arrivera' non avra' certo bisogno di sentire quel tipo di energia intorno a lui. e poi non credere a nulla! posso portarti altrettanti esempi positivi.
non sara' cosi' difficile per te, tu ci hai pensato bene a questa cosa. e poi i problemi di cui parla lei, potresti averli benissimo anche con un figlio biologico.
forza marica, ascolta solo il tuo istinto e andra' tutto bene.

e quando hai bisogno di un bel discorsetto di incoraggiamento sono a tua disposizione ;)

Mel. ha detto...

io all'impasto aggiungerei un po' di sensibilita'...non si sa mai che funzioni!

mariantonietta ha detto...

ma sei una signora! io l'avrei buttata nel forno con il dolce, tipo strega di hansel e gretel.

Marica ha detto...

nonsisamai: vero... non e' che i bambini che sono stati adottati possono avere dei problemi e quelli biologici no... e' assurdo questo ragionamento!!

mel: oh, come sei ... sensibile :-)

mariantonietta: ahahahah! :-)

Marica ha detto...

Ma che poi, pure questa sua amica che appena ha saputo che noi stiamo adottando si e' offerta "volontaria" per parlarmi per convincermi a non farlo... cosa devo dedurre, che lei si e' pentita? ok il figlio ha dei problemi, ma anche un figlio biologico puo' avere dei problemi... non e' che nascono con la garanzia "soddisfatti o rimborsati" :-/
Come ci si fa a pentire di avere un figlio?
ok, io non ce li ho e quindi prob vedo tutto rosa e fiori.. capisco che la vita cambia, che non si possono fare piu' le stesse cose di prima (ma se ne faranno altre, e magari sono pure meglio), capisco che se ne vanno poi tanti soldi (mi ha anche fatto l'elenco di quanto spende lei a settimana per i suoi figli e mi sono spaventata :-) ), posso capire tutte queste difficolta'... ma cmq quei discorsi non mi suonano, mi sembrano esagerati.

Poi mi dice "a voi piace viaggiare, quando avrete un figlio non potrete piu' farlo"
Ma come? io gia' mi vedevo a far campeggio con i pargoli nella loro tendina oppure a pedalare in olanda con i pargoli nel rimorchietto dietro la bici... oppure a fare hiking in montagna con i pargoli dentro lo zaino portabambino, di quelli con l'intelaiatura rigida e la canopy per fare l'ombra :-)

mondieu! :-)

b & k ha detto...

Vedi? Dipende tutto da come si affrontano certe cose. Lasciala ai suoi party di gioielli e tu pensa a quando andrai in campeggio coi bimbi. Pensieri positivi ci vogliono, mica distruttivi e invidiosi.

Silvia ha detto...

mi associo a tutte quelle che ti hanno detto di evitarla! hai ragione tu, i figli biologici non nascono senza problemi! e non preoccuparti, continuerai a viaggiare, io non mi sono mai fermata e vedrai che bello
(ri)scoprire il mondo con i loro occhi!
io penso positivo...se non sbaglio tu adori Jovanotti ;)

Moro ha detto...

Non sarò la persona più indicata a dare consigli magari (non ho ancora figli e non conosco persone che ne hanno adottati), però sono abbastanza convinto nel dire che un figlio è un figlio, punto. Da quello che dice la tua sensibile e comprensiva vicina sembra che un figlio adottato sia come la peste o una bomba, quelli biologici invece..quelli si sono figli! Poi si lamenta perchè lei il secondo non lo voleva (viva la coerenza)..

Conclusione: come dice Ali, segui il tuo cuore e se sei convinta delle tue ideee, vai per la tua strada senza lasciarti influenzare, non lasciarti dire cosa devi o non devi fare!
(Scusa il mio mini-sfogo :-))

Gaia ha detto...

Marica,
io sono una persona molto tollerante e paziente, ma quando le persone esagerano divento fredda come il marmo.
Io credo che se fossi in te le parlerei chiaro e tondo. Le direi con gentilezza ma molta fermezza che apprezzi il suo interesse, ma che avete preso la vostra scelta e che desiderate il massimo rispetto. Che ormai la sua posizione in merito è sufficientemente chiara e che desiderate non venga più afforntato l'argomento nè da lei nè, tantomeno, da fantomatici terzi sconosciuti.
Che se si dovesse ripetere vi troverete vostro malgrado costretti a limitare i vostri rapporti a un vicinato formale, perchè il vostro primo dovere è tutelare voi stessi e, soprattutto, il bambino che arriverà.

So che sembra difficilissimo fare una cosa del genere per una persona un po' timida, ma ti assicuro che preso il primo repiro ti uscirà da solo, e ti sarai tolta un bel peso!Un abbraccio e tanti bei pensieri per voi!

Owl ha detto...

Ciao Marica, è da un po' che ti seguo anche se non ho mai commentato. Non ho da aggiungere niente a ciò che già ti hanno detto.
Ognuno ha le sue priorità e se la vostra è quella di avere un bimbo direi che poco importano le esperienze negative... Se la tua vicina ha sbagliato vita, mi spiace per le, ma non ne devi fare le spese tu!
La vita con un figlio cambia si, il cambiamento più grande è che nonostante tutti i problemi che uno può trovarsi ad affrontare non torneresti mai più indietro! E poco importa se il figlio sia biologico o adottato. Sempre di una persona si parla.

E fai bene ad immaginarti a viaggiare, non scherziamo! Ho visto tanti bimbi viaggiatori... mio figlio stesso ho scoperto si adatta al viaggio più velocemente di me!! Quindi alla tua vicina fagli una pernacchia da parte mia ;-)

erix ha detto...

lassativo e via

Brioscina ha detto...

Io non ho parole sull'insensibilità di certe persone. Posso capire darti il suo parere quando ne avete parlato la prima volta, ma continuare a insistere così...
Bah riconsolati, perchè a sentire la sua storia credo che ti avrebbe detto le stesse cose anche su un figlio naturale, ha ammesso le i stessa che sta solo aspettando che i suoi se ne vadano no? Che vita triste!

sfollicolatamente ha detto...

S.O.S. correre ai ripari tutti ai ripari, ni no ni noooo, si salvi chi puo' da questa pazza latitante!
Ma non puoi dirle che sei molto contenta di fare dolci con lei, che lei e' cara bella e buona, ma solo a condizione che non si parli di questa cosa, perche' preferisci di NO.
E se non la capisce, niente piu dolci insieme.
E neanche jewellery party, che gia' mi sa di ciofeca peggio delle riunioni del Bimbi....
Io sono come te, e vorrei sempre essere gentile e andare d'accordo con la gente, ma questa cosa e' importante.
Barriere, barricate, rifugi antiatomici, here we come!!!

Nega Fink-Nottle ha detto...

Io intanto partirei con dell'ottimismo in flebo.
Poi del guttalax e infine un bel vaccagher in capsule, che gente così rovina solo l'umore e l'esistenza!!

Jackie ha detto...

La tua vicina mi sembra leggermente frustrata, ma solo leggeremente, eh? :)

Di solito le persone quando aprono la bocca dicono molte più cose su se stesse invece che all'interlocutore... evitala il più possibile se puoi :)

Emanuele ha detto...

Non lo sa, ma butta su te le sue ansie e le sue frustrazioni. Non ascoltarla, vai avanti per la tua strada: non è così per tutti.
Ciao,
Emanuele

Fra* ha detto...

Bèh ma perchè non fare un regalo ad una così sensibile vicina e alla sua dolce amica...ingresso omaggio al manicomio di Los Angeles! Così gli 'adorati' figli saranno anche comodi qualora le vogliano andare a trovare...anche se ne dubito!
Ti ammiro per il tuo High prifile, io le avrei già fatto lo spiegometro a modo mio..

Laura ha detto...

Ma nooo..ma che simpatica la tua cara vicina!!!
Veramente un amore.. certo che la sensibilità l'ha dimenticata da qualche parte o è stata rimossa?

Compatiscila, perchè non ha avuto la vita che avrebbe voluto..

Marica ha detto...

b&amp: si, di pensieri positivi ho bisogno... che la vita non e' facile, ma se ce la denigriamo a vicenda non andiamo da nessuna parte :-/

silvia: vero, riscoprire il mondo con i loro occhi... guarda, spero tantissimo di mantenere fede ai miei propositi e di riuscire a viaggiare con bambini al seguito...
W il pensiero positivo! W tutto! :-)

moro: grazie mille... i consigli e i punti di vista dell'universo maschile in questi temi sono piu' che ben accetti!

gaia: gia'... e' che io sono timida e l'inglese poi mi blocca ancora, mentre lei parla a manetta e io non riesco a starle dietro... ma ora che mi hai detto che devo farlo per il bambino che verra' mi faro' forza :-)

owl: grazie :-)

erix: :-P

brioscina: si, e' la sua insistenza che non sopporto.. perche' va bene darmi un punto di vista diverso, lo accetto anzi e' pure utile, ma cosi' e' troppo :-(

sfolli: sei troppo forte :-)

nega: ahahahahaha

jackie: evitero' il piu' possibile :-D

emanuele: grazie :-)

fra: :-D

laura: gia'.. non ha avuto la vita che avrebbe voluto... :-(

destinazioneestero ha detto...

Evitala! Sono d'accordo con gli altri. Mio nonno era stato adottato ed era un figlio modello!

Nikla ha detto...

E no!!!! Non ti azzardare ad evitarla!! Fai prima appassionare i tuoi lettori con le "storie" della tua vicina e poi te ne allontani?! No no no no no non te lo puoi permettere!! Continua a sacrificarti per le persone che seguono le tue avventure :)

Scherzo ovviamente :)
Vabè ma cosa le vai a dire!? Questa non ci sta con la testa...pensasse ai suoi party e non rompesse.

Marica ha detto...

destinazioneestero: :-)

nikla: :-D ahahahaha
[devo fare il post sul party!]

Clara V ha detto...

Smettere di frequentarla del tutto è impossibile, visto che è la tua vicina, certo un po' di guttalax avresti anche potuto metterlo nella torta! Come altri anche io conosco figli adottati e sono persone normalissime. Quelli che sono stati adottati più grandicelli possono aver avuto qualche problema in più di adattamento, ma non è una regola. il fatto è che se uno adotta senza esserne convinto alla prima difficoltà magari c'è una vocina che ti dice "mica è figlio tuo!".
Ma la mia domanda è: gli americani sono così tutti scemi ed esagerati? ma ce n'è qualcuno equilibrato? a me sembrano davvero tutti matti...

Moky ha detto...

Ti ho detto tempo fa che ho una cara amica che ha adottato (open adoption come la tua) 16 anni fa ed e' felicissima. Il figlio ha avuto dei problemi cosi' come li ha avuti Chris, e come li hanno tutti i bambini/ragazzi del mondo.
Fammi sapere se vuoi scambiare qualche parola con lei: di sicuro ti potra' aiutare!

Marica ha detto...

Moky: grazie!!! :-) va bene se nei prossimi giorni preparo una email e glie la giri? :-)

Moky ha detto...

Certamente!! Vedrai che ti aiutera' ad eliminare gli eventuali "dubbi" scatenati dai "nay-sayers" come la vicina.

Marica ha detto...

:-)