11/22/2011

915 - lo spelling

Lo spelling mi distrugge.
Quando al telefono mi chiedono nome, cognome, indirizzo...e nome e cognome del marito sono tentata di abbassare la cornetta e iniziare a dare testate contro il muro.
Il mio nome in america non lo capiscono, quindi richiede lo spelling.. il mio cognome e' di dieci lettere... nome del marito sette lettere, cognome del marito otto lettere (almeno c'e' una doppia).. e l'indirizzo.. beh, abitare in una via dal nome francese (tre parole compresa la denominazione della strada) non aiuta affatto :-/, devo fare lo spelling anche dell'indirizzo...

Non e' una cosa che mi capita di frequente, e infatti quando qualche settimana fa mi sono ritrovata al telefono a dover dare tutte queste informazioni non ero affatto preparata... e non posso farci niente, nella mia testa lo spelling si fa con i nomi delle citta' italiane, per cui:
M as in ... (Milano.. no, Milano no... ) mother,
A as in ... (Ancona... no, Ancona no...) arch,
R as in ...(Roma, ok, questa magari puo' andare) Rome,
etc
e quando sono arrivata alla G, superata Genova, mi veniva solo Gatto.. e sono rimasta a bocca aperta a guardarmi attorno cercando oggetti con la G :-/

La sera ho raccontato il tutto al marito, che si e' fatto grosse risate di me e del mio spelling fatto con "parole casuali", e mi ha girato un utilissimo link, che ora ho salvato tra i miei preferito, con le lettere ufficiali per fare lo spelling!
(e per la G la soluzione e' Golf!).

Eccolo qui, sperando che possa essere d'aiuto a qualcuno :-)

NATO phonetic alphabet

25 commenti:

mariantonietta ha detto...

ti assicuro che quando l'ho dovuto imparare per lavoro l'ho sbattuta davvero la testa contro il muro!

Silvia ha detto...

io di solito usavo i nomi delle persone (e credo che ce ne sia uno ufficiale) ma per la I dicevo sempre "I as in Italy" ;) ah la nostalgia dell'emigrante!!!! anche perchè non mi venivano mai in mente nomi con la I!!!!

[DP] ha detto...

io penso di avere dei problemi anche a farlo in italiano XD

Silvia Pareschi ha detto...

Ah, lo spelling uccide anche me! E quando gli spiego che non sono deficiente, ma che in italiano non abbiamo bisogno di fare lo spelling perché in genere le parole si capiscono subito, mi guardano stupefatti e dicono "really?!"

Ali ha detto...

Anche a me hanno detto di usare i nomi propri.., ma è strano!

Per la G mi sarebbe venuto in mante "Ginger" :)

Il mio cognome ha uno spazio, quando dico "space" non capiscono e mettono sicuramente la S. Alla fine quando trovano il mio nome nel database (tipo il dottore) dicono "aaah, ma c'era lo spazio"...

wtf?!?!!?

Marica ha detto...

mariantonietta: :-D

silvia: ah, forse con i nomi di persona viene piu' facile... ora lo cerco!

DP: ahahah, dai, su! :-)

silvia: ahahahaha! :-)

ali: anche io ho lo spazio!! :-) allora provero' anche io con i nomi propri! :-)

Nega Fink-Nottle ha detto...

Eh sì, l'alfabeto Nato è la cosa più utile!!
Te lo dice una che a lavoro, quando parla con gli ammericani, ce l'ha davanti ma poi fa lo spelling con le città italiane XD
A parte gli scherzi, senza quello spellare è impossibile :-|

Manu di Pocapaglia (CN) ha detto...

Cara Marica,

grazie per il link molto utile. Devo dirti che lo spelling è una tecnica che non uso di frequente ma forse nei paesi anglosassoni è molto più utile. Comunque immagino sia una situazione come dire...imbarazzante e comunque fastidiosa...anche a me distruggerebbe...

Cari saluti

Manu & Cla di Pocapaglia (CN)

Gaia ha detto...

Ahahah che spasso che sei Marica. Io l'alfabeto "Nato" (mi piace di più chiamarlo "alfabeto fonetico internazionale") l'avevo imparato quando ero volontaria in croce rossa e lo ricordo ancora bene, però la mia impressione è che in realtà negli usi "civili" non sia poi così usato/capito.
Per me lo spelling è difficile piuchealtro perchè mi perdo sempre qualche lettera e mi tocca ricominciare da capo facendo sempre un gran casino. Alla fine in ufficio ho risolto facendomi un bel bigliettino con tutti i dati fondamentali "spellati" lettera per lettera con già scritto a cosa corrisponde ognuna! Della serie piccole astuzie per pigri :-)

marco ha detto...

... si va bene , ma non diventarmi troppo razionale!
marco

Rouges ha detto...

...ciao Marica, ciao a tutti. Il mio collega (siciliano fino al midollo) quando fa lo spelling....usa i nomi dei paesini in provincia di Palermo....! Ma è possibile?? ;)

Cri ha detto...

Io comincio semprr il mio cognome da sposata dicendo g as in george e poi mi perdo (ancora adesso dopo tanti anni), adesso imparero finalmente, grazie!

Lucy van Pelt ha detto...

Non capiscono il tuo nome!?!? Ma è così regolare! Pensa che combinano col mio! :D

Santarellina ha detto...

Per lo spazio conviene premettere "my surname is composed by two words,the first one is... and the second one...", funziona sempre!
Io all'estero mi sentirei più normale perché comunque devo spiegare sempre come va scritto il mio cognome e vanno tutti nel pallone (ho un cognome italiano, ma a dirlo semplicemente non si capisce come si scrive).

Marica ha detto...

Nega: gia'.. ho subito sulla mia pelle :-/

Manu: si, in italia si usa poco (o mai)... e per fortuna c'e' almeno una citta' italiana per ogni lettera :-)

Gaia: questa del foglietto con lo spelling gia' pronto mi piace! :-P

Marco: non c'e' problema per quello ;-)

Rouges: ahahahahahahahahah!!!!

Cri: oh, la G di George mi piace! :-P (mi si para davanti una bella immagine!)

Lucy: inizia a prepararti psicologicamente! :-)

Santarellina: oh... quante ne sai!! grazie!
[pero' surname e' decisamente... british! se lo dico qui iniziano a ridermi in faccia! :-P]

camu ha detto...

Oppure potevi passare dal mio blog :)

http://www.duechiacchiere.it/3087/lo-spelling-americano-con-i-nomi

Anche io ho sempre difficoltà, i nomi mio e della consorte sono altrettanto difficili!

steffi ha detto...

ahahahah, quango ho iniziato a lavorare in ufficio ho avuto dei problemi con lo spelling, adesso sono abbastanza brava. Comunque continuo a dire V for Venice. Mentre una volta mi sono trovata a prendere i dati di un italiano e non sapevo fare lo spelling in italiano!

Destinazioneestero ha detto...

Grazie per il link, anch'io mi sono trovata in questa situazione!
Sono contenta che la prima parola che ti è venuta in mente con la G sia Genova!

Marica ha detto...

camu: eh, mi sa che a quel tempo non ti leggevo... o non mi ricordavo quel post! :-)

steffi: Venice in effetti ci sta sempre bene... come Rome :-)

destinazioneestero: :-D

Santarellina ha detto...

Daverodavero? e come si dice "nome" e "cognome"?

Anonimo ha detto...

Santarellina si dice Name and Last name. Comunque se dici Surname ti capiscono, solo si faranno una risata perchè per gli americani tanti termini british tipo "rubbish" sono buffi e non li usano praticamente mai.
io anche in Italia ho avuto spessissimo problemi a far capire il mio nome.non gli entra proprio in testa,e non credo che DANIEL sia così complicato :) una volta una alle poste scrisse DENIOL, e sono stato chiamato nei modi più disparati anche usando la pronuncia italiana, Manuel samuel e Danilo sono all'ordine del giorno, non li correggo neanche più :)

Deniol

Marica ha detto...

Santarellina: first name e last name :-)

anonimo: ah, si, cmq capiscono... pero' si fanno una risata (non una risata cattiva, certo, ma una risata bonacciona), come per tante altre parole che mio marito continua a usare nonostante siano british :-P
... daniel... e' proprio un bel nome... ma in america te lo capiscono bene?

elle ha detto...

ciao, carino questo elenco!
F as in Foxtrot è bellissima.
Non ci sogneremmo mai di dire M come Mazurka :D

Marica ha detto...

elle: :-)
in effetti per la F penso di usare semplicemente fox ;-D

Alliandre ha detto...

alfa bravo charlie delta echo foxtrot golf... ah, l'alfabeto NATO :)
(che bel blogghino e che invidia, guardo le tue foto e vorrei tornare, son passata di lì in vacanza ormai vent'anni fa e mi sembra ieri...)