11/28/2011

918 - paese che vai...

In India guardavano con ammirazione il biancore della mia pelle
[mentre in occidente ci facciamo le lampade per essere piu' "abbronzati"]
perche' loro sono tutti scuri di carnagione e vorrebbero essere chiari.

Le ragazze coreane della scuola di inglese mi dicevano (e la Vicina, coreana, ogni tanto mi dice) che ho dei bei capelli
[bei capelli? io?? gli stessi capelli che il marito definisce "cespuglio" e che mia mamma e le mie amiche cercano di convincermi a sistemare "in qualche modo" (qualsiasi modo)?]
perche' loro hanno questi capelli liscissimi e vorrebbero invece averli mossi/ondulati.

E l'altro giorno una signora americana (tra l'altro con un bellissimo viso) mi ha detto che ho un bel naso, perche' "etnico".
[il mio naso? quello stesso naso che una volta una parrucchiera ha definito talmente "importante" da non permetterle di farmi il taglio di capelli che volevo?]
Ecco, questa del naso faccio particolarmente fatica a mandarla giu'... e il marito se la ride ancora (ma poi cos'e' un naso etnico?).

Paese che vai, canoni di bellezza che trovi.
C'e' speranza per tutti... da qualche parte nel mondo... bisogna solo capire quale.

15 commenti:

antonella ha detto...

naso "etnico"? non saprei, a me hanno detto "greco"... potrebbe trattarsi della stessa cosa? aspetta, ora ti invio una foto del mio profilo... scherzo, of course!
qui in irlanda invece ricevo sempre tanti complimenti per gli occhi, beh del resto di occhi neri qui nel paese degli occhi verdi non se ne vedono poi tanti in giro :)

marco ha detto...

c'è un bello perché bello e un bello perché diverso. Il primo è più arduo (ma credo nasca dentro più che fuori), il secondo è la nostra consolazione: basta viaggiare. eh eh

Manu di Pocapaglia (CN) ha detto...

Giusto Marica! Ed infatti l'antropologia studia questa differenziazione dei canoni di bellezza secondo le consuetudini delle popolazioni. Molto interessante il post. Pelle, capelli, naso, occhi. Strano vero? Aahahahahha...la qualità etnica del tuo naso mi ha fatto scopisciare dal ridere...cosa significa etnico? A noi piace l'arredamento etnico! Io credo che ciascuno di noi abbia delle qualità fisiche che lo rendano davvero unico ed inimitabile..quindi bellissimo a pescindere..perchè unico...non nascerà mai più un'altra Marica con la tua storia, il tuo fisico. E questo è bellissimo. Come non nascerà mai più un altro Manu di Pocapaglia (anche se sul registro di Ellis Island ho scoperto che un altro Emanuele Plasmati è atterrato in America come migrante oltre un secolo fa...vuoi vedere che l'America è nel mio destino?). Etnico nel senso di diverso..nel senso di unico..nel senso di prezioso. Ah..quanto mi piacciono i cespugli...anzi W i cespugli..cosa c'è di male? Davvero un bel post Marica..anche per me c'è speranza che ho la panza dell'informatico...:-)))


Cari saluti

Manu & Cla di Pocapaglia (CN)

Nikla ha detto...

Verissimo!!! Ricordo che in Egitto, nonostante nel gruppo ci fossero due bellissime ragazze con fisico da modella, non se le filavano proprio e invece io sono stata bersaglio di svariati tentativi di rimorchio, anche piuttosto insistenti e preoccupanti :| probabilmente lì preferiscono le ragazze in carne :P

GG ha detto...

... be' dai ... naso importante e' un conto ... se ti chiamano Babar e' un altro ...

Marica ha detto...

antonella: :-D forse e' la stessa cosa... cercando "naso etnico" su google ho capito che lo usano per i nasi dei popoli del mediterraneo/mondo arabo/africa... un po' vaga come definizione :-)

marco: gia', basta viaggiare :-P
e stare poco in italia :-/
[e poi si, ci sarebbe il discorso sulla bellezza interiore, ma quella spesso non si coglie a primo sguardo]

manu: il tuo commento e' dolce e divertente allo stesso tempo :-D
w i cespugli, ahahah! :-P

nikla: mi ricordo benissimo i tuoi episodi di rimorchio in egitto :-P
e la tratta dei cammelli :-)

GG: ahahah, speriamo di no!

destinazioneestero ha detto...

Hehehehe! Se becchi il paese giusto ti si risistema il morale...

Laura ha detto...

ahahaahaha mi piace la conclusione!! ma non buttarti giù così! goditi il tuo naso etnico..hihihih!

Silvia Pareschi ha detto...

Ecco, però a me naso etnico proprio non piace. Com'era quella storia...? Chissà perché i ristoranti con cucina di paesi ricchi sono "esotici" e quelli con cucina di paesi poveri sono "etnici"...?
E comunque mi è tornato in mente il mio episodio "nasale", al quale avevi commentato anche tu, ricordi?
Eccolo: http://ninehoursofseparation.blogspot.com/2011/03/cose-che-succedono-sullautobus.html

Marica ha detto...

destinazioneestero: yeah! :-)

laura: ehm.. :-)

silvia: ecco, eri tu!! ricordavo che a qualcuna era successo qualcosa con il naso, ma non ricordavo a chi (ho una certa eta' ormai...).
gia', anche e me naso etnico non mi suona bene... avrei preferito esotico allora ;-D

Moro ha detto...

No scusa sul naso etnico passi(anche se capire cos'è o cosa intendesse è compito arduo!), ma un naso talmente "importante" da non permettere il taglio..dai!!A parte il fatto che non mi ricordo che tu avessi un naso così "importante", ma mi sembra più che altro una scusante per il non saper fare il taglio di capelli che volevi!!

E comunque, non è bello ciò che è bello ma è bello ciò che piace.

Nega Fink-Nottle ha detto...

C'è posto per un altro naso etnico? :D

Roberto ha detto...

Bellissima Riflessione ;-) Basta piacere a se stessi comunque.

alessia ha detto...

..allora dalle tue parti c'è speranza anche per il mio! Bene, inizio a far le valigie ;)

lindsey ha detto...

you do have beautiful hair!