12/14/2011

923 - party e cambio di pannolini

[un po' difficile non parlare di little D....]

Ieri sera siamo andati al Christmas Party del gruppo di supporto dell'adozione.
Esattamente un anno fa eravamo andati a quella festa, mentre eravamo ancora nella fase "preparatoria", ed avevamo visto tutte quelle famiglie nate con l'adozione, che ci dicevano "it works"... e quest'anno eravamo noi li' con un bambino, a dire a chi sta ancora aspettando "it works!".
Abbiamo rivisto varie coppie che hanno adottato durante l'anno, e siamo rimasti veramente sorpresi di quanto velocemente crescano questi bambini! E questa volta gli altri ci hanno rassicurato dicendoci "non vi preoccupate, piu' crescono e piu' dormono la notte"... spero che anche questo sia vero :-)

Little D. era il piu' piccolo dei bambini presenti (il piu' grande aveva sei anni) e ha ricevuto tanti complimenti, anche se, come al solito, in presenza degli altri dorme sempre ed e' un vero angioletto :-)
Ad un certo punto pero' dovevamo cambiargli il pannolino, quindi abbiamo cercato la padrona di casa e le abbiamo chiesto dove potevamo metterci per farlo... ci aspettavamo che ci indicasse una camera o un bagno, cioe' un ambiente discreto e con una superficie piana dove poggiare little D.. Fossi stata io la padrona di casa e avessi avuto ospiti con un bambino da cambiare, li avrei fatti accomodare appunto in camera o in bagno... ma lei invece ci ha guardati con aria sorpresa, si e' guardata attorno ad indicare il salotto, e ci ha detto "dove volete!". Non ho esperienza di cambio pannolini in case altrui, per cui non so quale sia la prassi.. pero' non mi aspettavo questo :-/.
E cosi' ci siamo guardati attorno, e tra le varie opzioni (tavoli con cibo sopra, divani con persone sedute, sedie, pavimento) abbiamo scelto la borsa frigo. Ci abbiamo poggiato sopra la copertina di cotone di little D. e lo abbiamo spannolinato li' nel mezzo della festa, tra persone che mangiavano e bevevano e bambini che giocavano.. per fortuna aveva fatto solo la pipi' :-/.

La settimana scorsa eravamo invece in un ristorante, e nel bagno non c'era nessuna superficie per cambiarlo.. interrogata la cameriera, ci ha detto che potevamo cambiarlo in un corridoio di servizio antistante la cucina, su un ripiano tra tovaglie, bicchieri e posate... e cosi' abbiamo fatto :-/.
Quasi quasi inizio una rubrica dal titolo "posti strani dove abbiamo spannolinato little D.".

26 commenti:

Nikla ha detto...

Io di solito torno un attimo in macchina e lo cambio lì...oppure ho sviluppato una tecnica per cambiarlo sulle mie ginocchia :) meglio di tanti ripiani improvvisati :))

erix ha detto...

OH MY!
come sò strani 'sti ammericani!

o siamo noi italiani ad essere esagerati nel voler cambiare un pupo in un posto dove non sia di disturbo ad altri?

mah, la verità probabilmente sta nel mezzo

forza marica, qst rubrica si prospetta interessante (e divertente)!
(però secondo me dovresti inserirla nell'altro blog, che è proprio dedicato a little D.!)

Moro ha detto...

Ma io voglio la rubrica dei posti dove avviene lo spannolinamento!!

Fabrizia ha detto...

e tieni presente che negli Stati Uniti sono super avanti..in Italia nella maggior parte dei ristoranti e/o luoghi pubblici ti devi vermente ingegnare....anche se fortunatamente mi sembra che le cose stiano lentamente migliorando...un bacio a te e a little D.!

mariantonietta ha detto...

perché vuoi evitare di parlare di little D, io voglio sapere tutto! devo prendere appunti per quando sarà il mio turno, come faccio quando passo sul blog di Valentina, the greatest gift, che scrive anche di come cambiare pannolini in aereo!

Laura ha detto...

hihihihiihhhi figata la rubrica!!
cmq come gli altri anche a me fa un sacco piacere se parli di Little D, e in compenso parlando di lui descrivi anche alcuni comportamenti "americani" che sono diversi da qui..quindi accresci la nostra cultura su San Diego ugualmente hihihihihi :D

Rouges ha detto...

Anche io voglio sapere di Little D.!!! Little D. In San Diego! ;) Ciao Marica, un bacio!

destinazioneestero ha detto...

So per esperienza che non è possibile non parlare dei propri figli nel blog di una mamma expat. A volte mio marito mi dice: ma il tuo è un blog su Istanbul o sulla nostra famiglia? Devi fare una scelta! Be', io non credo questo, penso che posso parlare di entrambe le cose visto che è tutta la famiglia ad essere emigrata.

Mel. ha detto...

io da quando sono incinta faccio fatica a parlare d'altro, quindi per te che sei gia' mamma immagino sara' la stessa cosa moltiplicata al massimo :)
io devo imparare cosi' tante cose e leggere i tuoi post puo' solo aiutarmi (vedi per es. i link per controllare la qualita' dei prodotti da usare, io non lo conoscevo)

Anonimo ha detto...

quando vi abbiamo incontrato a L.A., al bagno del posto in cui abbiamo mangiato, abbiamo fatto le acrobazie per cambiarla.



Pure a me piace che parli del piccoletto!

valescrive

Manu di Pocapaglia (CN) ha detto...

Cara Marica,

parla di Little D. semplicemente. A noi piace parecchio. Il tuo ruolo di SAHM (Stay-at-home-mom) è pieno di avventura, comportamenti, soluzioni, inventiva genialità ricchi di ispirazione. In generale noi abbiamo acquistato un fasciatoio portatile di tessuto impermeabile ikea formidabile contenuto in una borsa normalissima che abbiamo acquistato qui a Collegno alla modica cifra di 4 dico 4 euro: è sensazionale...!!! A roma erano terminati da un pezzo ma magari ora sono in stock...con quello noi ci organizziamo e possiamo metterlo dovunque dove ci sia un piano anche per terra!!!! Cmq noi abbiamo trovato locali organizzati e non...anche gli autogrill sono forniti di fasciatoio...certo il problema è l'igiene...ma credo che in tutti i paesi anglosassoni non si pongano tanto il problema...forse siamo per natura un pò ansiosi..cmq attendo l'elenco dei luoghi di spannolinaggio..ci è capitato in auto molte volte...al museo...in piscina...e se accade mentre sei in acqua ahia.....

Con tanto affetto.un bacino a little D.

Manu & Cla di Pocapaglia (CN)

Marica ha detto...

nikla: in macchina?? ma noi abbiamo il car seat in mezzo, non c'e' spazio.. devo imparare a farlo sulle ginocchia allora... sperando che non faccia la pipi' in quel momento!

erix: chissa' se ci saranno altri di questi cambi in luoghi troppo pubblici :-), per ora ne ho uno a settimana.. ah, l'altro blog, sto indietrissimo!

moro: :-D

fabrizia: anche tu hai ragione, qui di solito nei bagni pubblici c'e' il coso apposito per cambiare i bimbi..

laura: :-D

rouges: :-D

destinazioneestero: esatto!

mel.: eh, il fatto e' che io "ci sono passata" e leggere blogs bambino-centrici mi ha sempre dato fastidio... e quindi non vorrei fare ora la stessa cosa...

valeria: :-D
io una volta ho fatto entrare il marito nel bagno delle donne per farmi aiutare (erano ancora le prime volte)

manu: anche io devo comprare il fasciatoio portatile!!!

Nikla ha detto...

Beh Maki quando il 90% della tua giornata la dedichi ai figli ti rendi conto che resta ben poco della tua vita di cui parlare :) non sei più Maki, sei Maki + little D. come se foste indivisibili e nel bene e nel male sarà così per un po'. Quindi ben vengano i post bambino-centrici, ora la tua vita a San Diego è questa.

Con Ric ogni tanto ho avuto dei diverbi su questa cosa, mi diceva che parlavo sempre della bimba e che sembravo fissata e quando mi facevo un esame di coscienza vedevo che cmq nella giornata non c'era stato altro che mia figlia, di cosa avrei dovuto parlare? :)
Ora puoi capire perché tante mamme, soprattutto se con figli piccoli, parlano sempre delle "stesse cose"...

il bona ha detto...

In Italia trovare un bar o un ristorante dove c'è il fasciatoio è quasi impossibile. E questo mi fa inacazzare molto, è una cosa incivile.
Se io avessi un bar metterei il fasciatoio e il seggiolino da muro dove poter mettere il bimbo legato, come quello che c'è all'ikea.
Ops dimenticavo...l'ikea è svedese.

ila ha detto...

Ciao...beato spirito di addattamento!!!
Io di bimbi non ne ho ancora, ma alcuni anni fa ho dovuto aiutare mia cognata a cambiare il pannolino a sua figlia, in piedi dentro un negozio...ne aveva fatta talmente tanta da non poter respirare!!!...non ti dico che fatica!!!
Ciao aspetto altre notizie di little D!!!

Pentapata ha detto...

io l'ho cambiato in macchina, sul pavimento di starbucks, su una panchina, sul davanzale di una finestra(chiusa)..diciamo che il fasciatoio ovunque l'ho visto solo nel nord europa.

marco ha detto...

vedi che anche tu ci sei cascata!
tutte uguali!
tutto il resto si ferma e tutto ruota intorno ai mocciosi! tutto il resto, marito incluso, diventa inutile, secondario.
mah...
marco

Giulio ha detto...

Marica per favore rispondimi alla e-mail... ci tengo molto!

Marica ha detto...

nikla: gia'... spero pero' di trovare un po' di equilibrio...

il bona: :-D

ila: in piedi in un negozio????

pentapata: sul pavimento di starbucks... che coraggio!!! ;-)

marco: ma e' anche vero che per il marito io sono diventata in secondo piano.... beh, anche se non proprio allo stesso modo..

giulio: non puoi immaginarti quante emails ho in attesa di risposta... abbi pazienza, ho delle altre priorita'!

Giulio ha detto...

allora scusa! ;) però prima o poi rispondimi eh :D

b & k ha detto...

Qui li cambiano dappertutto i bimbi! Si portano dietro il loro telino impermeabile e via con la sagra del pannolino! :)

Moky ha detto...

Dapertutto li cambiamo i figli, davvero! Rende la vita di noi genitori 100 volte piu' facile!

Marica ha detto...

b & amp: :-)

moky: :-)

Valentina VK ha detto...

ciao marica, colgo questo post per delurkarmi :-)
io ho cambiato la viatrix pressoche' dovunque: a parte la francia, nella maggioranza dei luoghi che frequento, e' davvero raro ci sia un fasciatoio a disposizione. Mi porto sempre dietro oltre a salviette, pannolini, crema e sacchettini antiodore, un telo impermeabile e un barattolo di antibatterico: spesso in posti come il treno non c'e' altra soluzione che farlo direttamente per terra oppure sulla valigia messa in orizzontale per terra. Poi sono diventata m. pratica a cambiarla nel passeggino stesso, persino quando sono passata a quello che non si reclina. La viatrix si tiene i piedi in alto da sola ormai e collabora all'operazione :-)

Valentina ha detto...

Proprio l'altro giorno mi è capitato di cambiare il mio bambino su un tavolo di un ristorante all'aperto... era mezzo vuoto ma non aveva fatto solo pipì :D a volte non ci sono alternative!

PS: anch'io lo chiamo Little D (o Mr D)

Fra ha detto...

Ciao Marica, sono appena tornata a Londra e una cosa che ho notato è che, in un sacco di posti, c'è la zona dedicata al cambio dei bambini. Leggendo questo tuo post, te lo volevo dire... :)