12/25/2011

928 - cambiare i regali

Il giorno dopo Natale, un post su come si cambiano (non scambiano) i regali ci sta proprio bene :-) (anche se il marito mi dice che anche in Italia e' cosi'.. boh...).

Mi ricordo che in italia, quando si vuole cambiare un regalo (perche' non ci piace o non ci sta bene), innanzitutto ci si pensa due volte (o anche piu') e poi bisogna richiedere lo scontrino al regalante (cioe' colui che ci ha fatto il regalo), e questo vuol dire "scoprire il prezzo del regalo".
Qui invece si sono inventati il "gift receipt", cioe' il regalante ha uno scontrino "normale" (per se') e poi questo "gift receipt" da consegnare insieme al regalo, su cui e' riportato solo il codice a barre, ma non il prezzo (cosi' chi riceve il regalo non scopre il prezzo, a meno che non voglia fare il cambio).
Ecco un esempio:



E questo e' molto comodo.
Quello che pero' non fanno mai e' coprire il prezzo di copertina (nel caso di libri)...
Non si puo' avere tutto!

[e ora scusate, ma sono di fretta :-) ]

13 commenti:

Fabrizia ha detto...

confermo!quest'anno effettivamente è la prima volta che mi è capitato ma in diversi negozi mi hanno fatto questo scontrino da utilizzare in caso di cambi.E a proposito di regali....anche se in ritardo tanto tanti auguri di buon natale!!!il vostro di regalo è senza prezzo per cui non ha bisogno di scontrini!!!un abbraccio

Silvia Pareschi ha detto...

Quasi tutti i regali che abbiamo ricevuto per il matrimonio erano corredati di scontrino per la sostituzione (infatti li abbiamo sostutuiti quasi tutti!).

Il bona ha detto...

Il mio capo (la mia dolce metà) conferma che anche in Italia inizia a diffondersi questo scontrino.
E poi dicono che siamo arretrati... Ah già che ci siamo AUGURONI!!!

Alessandra ha detto...

..siete troppo avanti!!!
Un abbraccio gigante e tanti auguri!!!

sabrina ha detto...

...è vero, diversi negozi praticano lo scontrino regalo da allegare al pacchetto...

Marica ha detto...

ash, bene c'e' anche in italia... ero rimasta io indietro! ;-P

fcliffhanger ha detto...

Sì sì, confermo, presente anche in Italia, dove perfortuna ancora si ricordano di coprire i prezzi!

Comunque piano piano avanziamo molto, io sono rimasta sorpresa di avere ritrovato molte 'americanate positive' nei nostri store...

quello che manca è ancora un bel sorrisone dei commessi(e dei clienti) e il ritorno del denaro se la merce non ti piace e non vuoi comprare altro!

MA arriverà anche ciò...

Io inizio dal sorriso dei clienti!

destinazioneestero ha detto...

Che meraviglia! Mi piace questa gift receipt!

sfollicolatamente ha detto...

Bella idea! Ma se io per es voglio cambiare un libro, e ne scelgo uno piu costoso, poi mi chiedono la differenza, e il prezzo lo scopro lo stesso, giusto?
Okkei, okkei, oggi sono in umore rompiballe, come si addice a un dopofesta chce si rispetti ;-)

Marica ha detto...

cliffhanger: bravissima!!

sfolli: anche tu hai ragione!

[mi sa che sono due anni che non compro un regalo in italia ;-D]

Lucy van Pelt ha detto...

Confermo che hanno iniziato a farlo anche in Italia, alcuni negozi per bimbi e Yamamai o Calzedonia, ora non ricordo. La trovo una cosa molto utile, è così difficile azzeccare un regalo con chi non conosci bene...

Certo che però Silvia, li hai dovuti cambiare tutti?!?

Sir Koala Londinese ha detto...

Io trovo che sia fantastico che uno puó riportare indietro le cose che non piacciono e cambiarle oppure riavere i soldi peró se ne approfittano pure anche se alla fine chissene!

Marica ha detto...

lucy: bene!
[pero' alla citta' del sole a settembre non me l'hanno fatto...]

sir koala: ma si, e' comodo...