11/28/2011

918 - paese che vai...

In India guardavano con ammirazione il biancore della mia pelle
[mentre in occidente ci facciamo le lampade per essere piu' "abbronzati"]
perche' loro sono tutti scuri di carnagione e vorrebbero essere chiari.

Le ragazze coreane della scuola di inglese mi dicevano (e la Vicina, coreana, ogni tanto mi dice) che ho dei bei capelli
[bei capelli? io?? gli stessi capelli che il marito definisce "cespuglio" e che mia mamma e le mie amiche cercano di convincermi a sistemare "in qualche modo" (qualsiasi modo)?]
perche' loro hanno questi capelli liscissimi e vorrebbero invece averli mossi/ondulati.

E l'altro giorno una signora americana (tra l'altro con un bellissimo viso) mi ha detto che ho un bel naso, perche' "etnico".
[il mio naso? quello stesso naso che una volta una parrucchiera ha definito talmente "importante" da non permetterle di farmi il taglio di capelli che volevo?]
Ecco, questa del naso faccio particolarmente fatica a mandarla giu'... e il marito se la ride ancora (ma poi cos'e' un naso etnico?).

Paese che vai, canoni di bellezza che trovi.
C'e' speranza per tutti... da qualche parte nel mondo... bisogna solo capire quale.

11/27/2011

917 - Tide Pools a Sunset Cliffs Park

Sabato siamo di nuono andati in giro per Tide Pools (puntate precedenti: una e due). In questi giorni mi sembra che le maree siamo molto accentuate, e la bassa marea e' molto bassa e lascia scoperte delle zone che solitamente sono sott'acqua, quindi dove il fondale e' roccioso si formano delle pozze dove restano momentaneamente intrappolati organismi marini.

Siamo andati con un'amica e due suoi amici lungo le spiagge di Sunset Cliffs Park (foto dall'altro blog :-P).
Sunset Cliffs si trova a sud di Ocean Beach, ed e' un tratto di costa formato da ripide scogliere a ridosso di piccole spiagge. Passeggiando nella parte alta si possono ammirare bellissimi tramonti (da cui il nome) e ... bellissime case :-P, e questo lo sapevamo, mentre non eravamo mai stati "sotto".
Approfittando della bassa marea, siamo scesi dalla scalinata in fondo a Ladera Street (mappa) e siamo andati verso sud passeggiando per piu' di un'ora. In realta' di vita marina ne abbiamo vista ben poca, in compenso ho potuto ammirare bellissime scogliere stratificate e successivamente erose dall'acqua, a formare grotte e rientranze dalle forme diverse!







La scalinata che abbiamo utilizzato permette l'accesso con la bassa marea ad una delle tre spiagge di Sunset Cliffs; come altri accessi abbiamo visto delle corde messe lungo la scogliera lungo le quali le persone si calavano e risalivano, che sono l'unica modalita' per accedere alle spiaggette in condizioni di bassa marea "standard".
Leggo on line "Hiking and climbing up the cliffs are therefore not recommended. In fact, people have died making their way up and down these cliffs. [...] If you choose to visit any of Sunset Cliffs beaches, please be aware that you do so at your own risk. [...] The combination of natural beauty and danger at Sunset Cliffs is part of the area's appeal."

Personalmente non credo mi calero' mai con la corda, pero' sicuramente prevedo di tornare a passeggiare da quelle parti...
(recensioni su yelp)

11/25/2011

916 - en passant

Ci sono, ci sono!
Sono un po' sparita dalla blogosfera, perche' e' da martedi' che spendo tutte le giornate fuori casa... quindi non ho avuto tempo di aggiornare blogs, rispondere alle emails etc. Ora ho appena passato un paio d'ore a leggere tutti i post di tutti i blog che seguo :-P, ed eccomi qui con un post al volo.

Qui in America c'e' stato il Thanksgiving, seguito dal Black Friday. Non mi dilungo piu' di tanto... ci sarebbero tante cose da raccontare e tante cose da elencare per cui sono "thankful"... ma una foto a volte puo' sostituire tante parole :-P



Tornero' presto con i post su San Diego!

Ne approfitto per comunicare che su San Diego Pictures, oltre a me e Romina, collaboreranno in modo "meno costante" anche Lindsey (ha gia' inserito un paio di foto) e Cecilia (che mi ha "dato la parola", ma devo ancora coinvolgere all'atto pratico)

Siamo al giro di boa delle vacanze del Ringraziamento, e ci aspettano altri due giorni, in cui sono previsti: giro in tandem, ritorno alla Elfin Forest, cena di sushi, pizzata tra amici e passeggiata al mare (che per domenica sono previsti 27 gradi!).
A presto! :-)

11/22/2011

915 - lo spelling

Lo spelling mi distrugge.
Quando al telefono mi chiedono nome, cognome, indirizzo...e nome e cognome del marito sono tentata di abbassare la cornetta e iniziare a dare testate contro il muro.
Il mio nome in america non lo capiscono, quindi richiede lo spelling.. il mio cognome e' di dieci lettere... nome del marito sette lettere, cognome del marito otto lettere (almeno c'e' una doppia).. e l'indirizzo.. beh, abitare in una via dal nome francese (tre parole compresa la denominazione della strada) non aiuta affatto :-/, devo fare lo spelling anche dell'indirizzo...

Non e' una cosa che mi capita di frequente, e infatti quando qualche settimana fa mi sono ritrovata al telefono a dover dare tutte queste informazioni non ero affatto preparata... e non posso farci niente, nella mia testa lo spelling si fa con i nomi delle citta' italiane, per cui:
M as in ... (Milano.. no, Milano no... ) mother,
A as in ... (Ancona... no, Ancona no...) arch,
R as in ...(Roma, ok, questa magari puo' andare) Rome,
etc
e quando sono arrivata alla G, superata Genova, mi veniva solo Gatto.. e sono rimasta a bocca aperta a guardarmi attorno cercando oggetti con la G :-/

La sera ho raccontato il tutto al marito, che si e' fatto grosse risate di me e del mio spelling fatto con "parole casuali", e mi ha girato un utilissimo link, che ora ho salvato tra i miei preferito, con le lettere ufficiali per fare lo spelling!
(e per la G la soluzione e' Golf!).

Eccolo qui, sperando che possa essere d'aiuto a qualcuno :-)

NATO phonetic alphabet

11/21/2011

914 - camera con vista

[e questa e' l'ultima relavita a SF]

Se i soldi possano comprare la felicita' e' argomento ampliamente dibattuto, ma quel che e' certo e' che i soldi possono comprare la "vista" della camera d'albergo!

Quando non pagavamo noi:


[da notare il golden gate bridge in lontananza]

Quando pagavamo noi:


[quanto era vicino il muro di fronte? troppo....]

[le "dimensioni" delle stanze erano in proporzione :-)]

11/19/2011

913 - San Francisco - sviluppi

[Premessa: non volevo dire con l'altro post che San Francisco sia brutta o che non ci si viva bene, volevo semplicemente dire che per ora preferisco San Diego come citta' dove vivere :-). Inoltre avevo visto solo downtown...]

Venerdi' e sabato ho avuto modo di girare di piu' e di allontanarmi dal centro della citta', quindi ho visto: i californiani in infradito (pochi, ma ci sono), quelli che fanno sport (imperterriti, nonostante freddo e pioggia), dei bambini (wow, ci sono anche qui!), dei cani, i pellicani, l'oceano e la natura selvaggia della west coast :-). Ho camminato tra i redwoods e ho passeggiato nella foresta pluviale :-P (quest'ultima dentro l'accademia della scienza), ho preso i mezzi pubblici e ho fatto trekking... insomma ho cercato di prendere il meglio!

"In citta'" invece sembra proprio natale: a parte l'aria frizzantina e l'albero di natale enorme di Union Square, le vetrine dei negozi hanno gia' gli addobbi e nell'aria riecheggiano canzoncine natalizie, Macy's ha messo in vetrina dei gattini (in uno spazio di un metro di larghezza per 30 cm di profondita') e i turisti si fermano imbambolati a guardarli... io invece mi sono bloccata davanti ad una vetrina con dei panettoni!! Non solo perche' e' presto (dobbiamo ancora festeggiare Thanksgiving) e perche' si trovava nella vetrina di una farmacia (che in america le farmacie vendono di tutto), ma soprattutto perche' a San Diego in due anni il panettone non l'ho mai visto!

Altri eventi degni di nota:

- Ho avuto modo di dare La Penna a colui che e' dietro L'Idea della Penna :-P, e che quindi ringrazio per L'Idea e per il prezioso tempo :-)

- Venerdi notte mentre ci preparavamo per andare a dormire, in stanza e' scattato l'allarme antincendio: "attention, attention, the building is not safe, please leave immediately, don't use the elevator, attention, attention, the building is not safe" :-/ Mi e' tornato in mente uno degli ultimi post di Palbi e sono entrata nel panico perche' non sapevo cosa prendere: istintivamente ho preso il portatile e la borsa e stavo per uscire cosi', ma osservando quello che faceva il marito ho avuto l'accortezza di mettere le scarpe e prendere il giubbino e il cellulare. Siamo arrivati giu' che c'erano due camion dei vigili del fuoco e vari omini con estintori e tubi alla mano... e alla fine e' risultato che semplicemente qualcuno aveva fatto bruciare i pop-corns in camera. La cosa importante e' che non sono stata cosi' razionale da prendere il passaporto ne' avrei preso altre cose importanti se fossi stata da sola :-/

- Finalmente sono andata all'outlet della North Face (yuppie!!) e abbiamo comprato: maglia "calda" blu a maniche lunghe per il marito , scarpe da trekking estive per il marito, felpa verde pesante con cappuccio per me, t-shirt viola per me, pantaloncino leggero da trekking fino al ginocchio per me, infradito per me



Indovinate quanto abbiamo speso (in dollari) :-P

11/18/2011

912 - America's cup

Intanto a San Diego c'e' l'America's cup. Quale sia la differenza tra la gara che c'e' a San Diego in questi giorni e quella che ci sara' a San Francisco nel 2013 (che sara' la 34esima edizione, dopo la 33esima del 2010) non lo so.. troppo complicato per me.
Quello che e' importante e' che domenica scorsa noi siamo andati a vedere cosa succedeva giu' nella baia :-)
In base alla mappa che c'e' sul sito ufficiale e in base a delle letture che avevo fatto, avevo dedotto che il punto migliore per osservare la gara era Coronado Island, e cosi' siamo andati li'... solo che le barche le vedevamo in lontananza fare avanti e indietro, non si sono avvicinate come avevamo presupposto.



Per fortuna sono arrivati i rinforzi! :-)
Grazie a Romina e marito, siamo andati in un punto d'osservazione migliore... e soprattutto lo zoom di Romina e' molto piu' forte del mio! Quindi la ringrazio per le foto che mi ha mandato, tra le quali ho scelto queste:


[questa mi piace molto perche' si vede anche un aereo che decolla :-) ]




E poi Romina si e' ricordata di avere lo zoom :-P, e grazie alle sue foto ho visto che ogni barca ha la bandiera di una nazione diversa:


[anche qui c'e' un aereo, questo in arrivo]




Per vedere da piu' vicino cosa succede su queste "barchette", ecco un bel video :-)
Enjoy!

11/17/2011

911 - San Francisco - impressioni

Le persone si vestono meglio (non ho ancora visto nessuno in tuta o con il cappellino con la visiera - pantaloncini - calzini bianchi tirati su fino al ginocchio).
Le persone si vestono di nero-grigio-marrone.
Le persone vestite per bene di nero-grigio-marrone camminano per strada con passo affrettato/quasi di corsa.
[leggi: a guardare le persone, sembra di stare in italia]

Un passo: un mega-store.
Un passo: un homeless.
Un altro passo: un albergo di lusso.
Un passo: un ragazzo di quelli che vivono per strada.
Un altro passo: una gioielleria.
Un passo: un homeless.
Un passo: un negozio per bene.
Un altro passo: un homeless.
[leggi: la differenza tra i ricchi e i poveri e' piu' accentuata che "giu'" da noi.]

I cable car sono bellissimi. I mezzi pubblici funzionano.
Nessuno va in giro con il cane. Nessuno va in giro con i bambini. Nessuno fa sport per strada.
[leggi: questa credo sia dovuta anche alla differenza citta'-sobborgi, pero' anche a San Diego mi pare che in citta' si vedano piu' cani e bambini.]

Le persone sorridono meno. Le persone che mi hanno rivolto la parola per strada o erano homeless o cercavano di vendere o far firmare qualcosa. In ascensore nessuno saluta.
[leggi: il carattere delle persone riflette le condizioni atmosferiche]

Non ho visto nemmeno un pick-up, ne' tantomeno una tavola da surf.
Nessuno indossa l'infradito o i mini-pantaloncini. Molti indossano i giubbini.
[leggi: siamo sicuri di essere in California? :-)]


Bella la citta', bello camminare per negozi, bello avere i mezzi pubblici, bella Union Square con il mega albero di natale, bella l'architettura, bello il panorama dal 42esimo piano dell'albergo, bello il golden gate bridge.. tutto bello... pero' non credo riuscirei a rinunciare tanto facilmente al sole, le spiagge, i prati, gli spazi, l'atmosfera rilassata, il clima, i colibri', i pellicani e tutto quello che San Diego ha da offire ;-)

11/16/2011

910 - trenta!!!!

In cuor mio speravo di arrivare a trenta entro la fine dell'anno... e invece ci sono arrivata a meta' novembre, al di sopra di ogni aspettativa! :-)

Dopo un po' di disavventure (niente di grave) con FedEx sono riuscita ad entrare in possesso del trentesimo piccolo principe, in milanese :-P
[che poi mi ricordo di aver scritto da qualche parte che mi sarebbe piaciuto averlo in milanese... dato che quest'estate sono stata su al nord, a milano e dintorni, e in un certo senso questa edizione mi riporta anche indietro nel tempo]



Purtroppo non c'era il marito con la telecamera all'apertura del pacchetto, ma garantisco che sono stata molto contenta... e il trentesimo piccolo principe ha contribuito anche lui a farmi tornare il sorriso :-)

Ma.. che lingua strana, ne'! :-P



Il graditissimo regalo e' arrivato da Serena, che e' l'autrice e l'artista di questo sito.
Gia' solo l'introduzione mi ha conquistata:
"Life is a circus...
...perchè non sai mai quello che potrà capitare durante lo spettacolo."
E poi le sue opere, cosi' colorate, per me che amo i colori sono bellissime :-)
La mia preferita e' "Lo spazio sotto il mare".
[Serena, facci sapere quando apri il negozio su Etsy!]

Grazie mille!! E viva i colori! :-)

11/15/2011

909 - piatti urbani

Mangiare "fuori casa" o prendere qualcosa di "gia' pronto" e' molto piu' comune qui in America che in Italia, e noi ci stiamo adeguando: mediamente in una settimana facciamo 1 pranzo e 1.5 cene di questo tipo :-P (ma e' ancora poco per gli standard americani).

Uno dei nostri posti preferiti dove andare a mangiare e' Urban Plates, dove siamo andati gia' tre volte (e una volta a portar via) in meno di due mesi!


Funziona in questo modo: si entra, si prende il vassoio (tipo mensa) e si va al lungo banco del cibo, dove ci sono vari personaggi addetti a preparare i piatti e a cucinare (i fornelli sono a vista), si possono scegliere diverse opzioni: insalatona o riso con condimenti di vario tipo o carne (o pesce) con due contorni o sandwhich (ognuna di queste opzioni costa 10 dollari), ci sono poi zuppe, pizzette e dolci (sul sito web c'e' il menu' dettagliato).
Si arriva alla cassa, si paga e ci si siede dove si vuole, eventualmente condividendo il tavolo con altre persone, dato che ci sono diversi tavoli grandi.


L'ambiente mi piace molto! Qui si vedono vari tipi di tavoli e in secondo piano il bancone del cibo:


Lungo una parete c'e' invece un vecchio e lungo tavolo di legno con degli sgabelli alti, a cui si possono sedere piu' di 10 persone; qui se ne vede un pezzo:


Poi ci sono anche dei tavoli all'aperto, questo e' molto particolare, con il fuoco in mezzo:




Il cibo e' buono e la scelta e' varia!
Gli ingredienti sono in parte organic, e vengono da produttori locali (almeno cosi' dicono... bisogna fidarsi); il tutto e' cucinato/preparato li' a vista.
Purtroppo non ho fotografato tutte le cose che abbiamo preso nelle varie puntate, cmq tanto per fare un esempio questo e' l'house roasted free-range turkey breast, con contorno funghi e couscous, piu' quel che resta della focaccia e il dolce in stand-by (un tortino con dentro un riempimento alla banana e al cioccolato.. da paura!):



questo invece e' il cilantro-ginger marinated ahi tuna, grilled rare con funghi e patate:




Mi preoccupa come al solito la reazione del mondo vegan a queste foto... sappiate allora che sono disponibili le opzioni gluten free, vegan e vegetarian! :-)
Non ho fotografato l'insalata e il piatto di riso.. sara' per la prossima volta!
Cmq tutto quello che abbiamo mangiato fin'ora ci e' piaciuto! :-)

[per cercare di "compensare" questo post, vi segnalo questo bel blog di ricette vegan semplici e veloci ;-) ]


Infine, questo e' l'abbeveratoio/mangiatoia per i cani, fuori dal ristorante :-)

908 - smile



Oggi ho lasciato un sorriso sulla sabbia... spero che qualcuno lo abbia raccolto e portato con se' nella sua giornata, magari donandolo a sua volta a qualcun altro, e cosi' via... perche' e' cosi' che si cambia il mondo, one smile at a time :-)

11/14/2011

907 - vita sociale e blog incontri

Dato che merc e giov sono stata un po' giu' di corda, ho deciso che la miglior cosa era uscire e vedere gente! :-)
Venerdi' pomeriggio sono andata al cinema, cosa che non facevo da mesi e mesi, con C. (che ho conosciuto tramite M., che ho conosciuto tramite il blog) e la sua amica L., e dopo due ore di Johnny Depp (che fanno sempre bene) abbiamo fatto quattro chiacchiere davanti a una bevanda calda (mentre il marito aspettava in ufficio che andassi a recuperarlo... :-P ).
Sabato mattina ho incontrato Cri (la lettrice che mi ha mandato la targa dell'ultimo post) e la sua bellissima famiglia, e prevedo e spero di rivederla di nuovo nei mesi a venire :-)
Domenica mattina il Marito aveva una mezza-maratona, e per la prima volta aveva dei "compagni di corsa", a cui abbiamo dato un passaggio all'andata... e per la prima volta al traguardo non ero sola ad aspettare il Marito, ma ero in compagnia delle altre mogli (tra cui M, conosciuta tramite fb) e di quattro bellissimi bambini :-).
Nel pomeriggio ci siamo visti con Romina e marito (conosciuti grazie al blog) e abbiamo cercato di vedere l'America's Cup (seguira' post), con special guest G. dall'inghilterra :-).
Infine la sera a cena siamo andati a mangiare una buonissima pizza fatta in casa da altri amici :-P.

Tutto questo, insieme a un paio di emails (di cui una particolarmente colorata... grazie V!!), un sms che rotolava lungo la costa (grazie M!!) e una telefonata da "lontano ma vicino", ha contribuito a "farmi tornare in me'" (ma si puo' dire cosi'?). [tutti da persone incontrate (alcune dal vivo, altre ancora no) grazie al blog]

Last but not least, sabato abbiamo fatto un salto a Santa Monica e abbiamo incontrato Valeria + Strazioman + la piccola-grande Mia e Alice in trasferta dalla east coast! :-)
L'ultima volta che avevo incontrato Valeria, Mia era ancora nella sua pancia... invece ora e' una bambolotta paffutella di tutto rispetto :-)
E Alice... ahaha, che dire... Alice e' Alice, non ci sono molte parole... potrei semplicemente dire che appena l'ho vista mi e' sembrata subito "il mio tipo" :-P
Spero tanto di rivederla presto :-)

E stamattina il post di Cliffhanger (link) mi e' piaciuto molto, e la citazione finale era proprio quello che mi serviva:
"There are no mistakes. The events we bring upon ourselves, no matter how unpleasant, are necessary in order to learn what we need to learn. Whatever steps we take, they are necessary to reach the place where we’ve chosen to go."
Richard Bach
(grazie Fede!!)


E ora e' tempo di iniziare a prepararsi per San Francisco!

PS grazie blog :-)

11/11/2011

906 - targhe (VIII)

Ecco le targhe di novembre!
Crepi l'avarizia, questa volta vi presento 20 targhe, suddivise nelle seguenti categorie:
1 - provenienza geografica,
2 - mestieri,
3 - passioni.
[scusate l'impaginazione del post, ma ho problemi con blogger]


Provenienza geografica:


[San Diego to Hawaii]



[New York, California, Hawaii]



[Jamaican]



[Frankfurt]



[Del Mar :-)]


Mestieri:


[Voip expert]



[Spy for you... uhuhuh]



[Solar California (la macchina di un'azienda di pannelli solari)]



[Professional Shopper :-P]



[AT e CG sono le basi che compongono il DNA, e questa era la macchina di Francis Crick, nobel per la medicina per la struttura del DNA, quando lavorava al Salk Insitute a San Diego... questa targa mi e' stata mandata da Cristina, insieme a tutte queste informazioni... GRAZIE!]


Passioni:


[I love art... io amo l'arte]



[I love arts too... anche io amo le arti! Chissa' se si conoscono tra di loro :-)]



[Love sugar]



[Love to hack]



[Two in love... or too in love?]



[Guild War Gamer, che e' un 3D fantasy role-playing game]



[Fan for Green Bay Packers, che e' una squadra di american football del Wisconsin]



[questa mi sono sentita di catalogarla tra le passioni :-), e mi e' stata mandata da Jack, che ringrazio :-) ]



[e allora ci abbino questa qui :-/, che sicuramente non significa quello che sembra, ma chissa' cosa significa...]


And the winner is....:


[Love my life!... bellissima! :-) ]

11/09/2011

905 - stars



Sono uscita per una lunga passeggiata, e lungo la mia strada ho trovato le stelle.

Stars

"The stars are bright tonight
And I am walking nowhere

Guess I will be alright
Desire gets you nowhere

[..]

And still I have my weaknesses
And still I have my strength"

904 - Bethany

Oggi mi gira male e potrei fare uno di quei post che in realta' non mi piacciono, uno di quei post che quando li leggo penso che non si dovrebbero scrivere...
Oggi mi gira male perche' penso che non ha senso "avere tutto questo" (il sole, il tempo libero, i parchi, lo zoo, gli scivoli e le altalene, una camera in piu', l'aria pulita, l'oceano, tanto amore e tanta voglia di fare), se poi manca l'ingrediente fondamentale.
Oggi e' cosi'.
E allora se oggi qualcuno mi scrive che sono fortunata a vivere a San Diego potrei dare di matto... perche' non ha senso abitare sopra una pasticceria se non si possono mangare i dolci.

O forse un senso c'e'?
Mi piace ripensare al discorso dei "punti che si uniscono" che mi aveva fatto conoscere Pookelina... voglio credere che un giorno capiro'.
Ma in questo momento mi sento come Bethany Hamilton quando va in chiesa a trovare la sua guida spirituale: mi chiedo il perche' di tutto questo.

Bethany vive per il surf, aspira a diventare surfer professionista, ma quando ha 13 anni perde un braccio a causa di un attacco di uno squalo. Tutti attorno a lei si disperano, tutti pensano che non potra' surfare piu'... ma lei ha fede, si fa forza, non si arrende, non si lamenta mai, consola i genitori perche' cmq e' viva e ha perso solo un braccio. Un giorno pero' va a trovare la sua guida spirituale, e li' crolla, piange, si chiede "perche'" le sia capitata questa cosa, quale piano abbia Dio in serbo per lei... e la sua guida/amica le dice semplicemente "non lo so, lo scopriremo strada facendo".
E Bethany si fa forza, di nuovo, cerca la sua strada.. vivere con un braccio solo non e' facile, e soprattutto non e' facile surfare e tornare al suo livello... ma poi capisce, e ce la fa... e non solo diventa una surfer professionista, ma diventa anche un esempio per tante tante persone, un esempio di forza e di fede.

Io non ho la fede che ha lei e che l'ha sostenuta in gran parte, ma prendo Bethany come esempio per la sua forza, per la sua determinazione, perche' ci ha provato e perche' ce l'ha fatta, perche' lei e' nata per diventare surfer professionista e la mancanza di un braccio non l'ha certo fermata.

Questo e' il sito web di Bethany, e questo e' il film ispirato alla sua storia.

11/08/2011

903 - scrittura creativa

Qualche giorno fa mi e' arrivata per email la richiesta di partecipare ad un concorso di scrittura creativa. All'inizio ho pensato che proprio non faceva per me, poi ho pensato di provare... e ho scoperto che 500 caratteri (spazi e titolo inclusi) sono veramente pochi :-/
E' stata una doppia sfida, sia per il numero limitato di caratteri, sia perche' non sono brava a scrivere (si, ho un blog, ma non c'entra niente... questi sono pensieri ed informazioni alla rinfusa).

Alla fine sono riuscita ad elaborare una cosa che e' perfettamente di 500 caratteri, e di questo vado orgogliosa (in realta' sono 501, perche' qui su questa tastiera non c'e' la "e con l'accento", ma spero che questo mi sia concesso).

Ecco qui il bando, se volete provare a partecipare anche voi :-)

No, non vi sto chiedendo di votarmi.. anche perche' del primo premio non me ne faccio nulla... pero' il secondo non e' male :-P
[e ora mi e' venuta voglia di paella....]

11/07/2011

902 - Mangiare a San Diego

Mi capita di ricevere emails con domande preoccupate su cosa e come si mangia da queste parti, spesso associando "america" con "hamburger e patatine" :-/. In realta' qui si puo' mangiare veramente di tutto, le scelte sono tante.. [io per esempio non sono ancora entrata in nessun posto tra McDonald's, BurgerKing, Denny's, Carls Junior, Jack in the Box, In&out ecc].

A chi mi domanda cosa mangio di solito rispondo che mangio piu' o meno quello che mangiavo in Italia, dato che nei supermercati si trova un po' di tutto... certo bisogna fare delle rinunce, come per esempio la passata di pomodoro buona o lo stracchino, ma va anche detto che poco a poco, parlando con altri italiani, sto scoprendo dove trovare determinati prodotti. Fin'ora grazie alle informazioni raccolte posso dire che: da Ralph's a Carmel Valley trovo prosciutto crudo, mortadella e salame (quasi come quelli veri), da Whole Foods si trova il parmigiano vero, da Venissimo si possono trovare altri formaggi, da Bristol's farm si trova lo speck, da MonaLisa si trovano i pan di stelle ed altri prodotti italiani.
E poi quello che non si trova (ma anche quello che si trova) si puo' sempre fare in casa (pane, fettuccine, lasagna, pizza, formaggio, passata di pomodoro...).

D'altra parte nel supermercato si trovano altre cose che in Italia non si trovano (o si trovano con difficolta'): avocado, patate di tutti i tipi (rosse, blu, dolci, arancioni), altri tipi di tuberi (per ora ho provato solo la jicama), zucche di vario tipo, farine di vario tipo... certo si trovano anche quelle che io chiamo "le schifezze", ma nessuno e' costretto a comprarle :-)

Per quanto riguarda il mangiare fuori, oltre ai fast-foods (tra i quali salvo Subway e SmashBurger) ci sono diversi posti dove prendere un pasto veloce mantenendo un buon livello di qualita', tra questi a me piacciono molto Champagne, BoudinBakery, Souplantation (insalate, zuppe e sandwhich).
Per andare a cena fuori c'e' veramente l'imbarazzo della scelta: ristoranti giapponesi, cinesi, messicani, americani, tailandesi, vietnamiti, argentini, peruviani, coreani, indiani, greci (no, non li ho provati tutti :-P). Si, ci sono anche i ristoranti italiani, ma sempre meglio essere molto prevenuti!
[in realta' ne ho trovati un paio che sono abbastanza buoni, e di un terzo mi hanno parlato bene].

E poi... i posti dove fare il brunch! :-P Yummy!

Se poi avete "esigenze particolari" si trovano ristoranti vegetariani, ristoranti vegani (elenco), ristoranti gluten-free (elenco).. e non so quali altre esigenze si possano avere, ma di sicuro ci sara' un posto adatto per soddisfarle :-)

Certo il "cibo" e' una delle cose che piu' mi mancano dell'Italia, ma e' anche vero che il mito che in America si mangia male va sfatato :-)
[nei prossimi post faro' un paio di recensioni di posti in cui mi piace andare a mangiare :-) ]

11/06/2011

901 - ventinove!

Evviva evviva, e' arrivato il ventinovesimo piccolo principe :-D
La mia collezione cresce a ritmi esponenziali :-P

Il ventinovesimo piccolo principe arriva da Lisbona e mi e' stato mandato da Mariantonietta, che e' l'autrice di questo bel blog: Lisbona chiama Italia.
Grazie mille cara, e' stato apprezzatissimo!!



Ovviamente quando ho visto il pacchetto "ho iniziato ad essere felice" e una volta aperto ho fatto i miei soliti saltelli di felicita' in giro per casa :-)
Forse la prossima volta dovro' chiedere al marito di riprendermi con la telecamera mentre spacchetto :-P

Mi piace! Il portoghese mi e' sempre piaciuto come "musicalita'", anche se ovviamente non lo capisco e non lo so parlare, ma quando lavoravo a Roma avevamo questa collega dal brasile e mi piaceva sentirla parlare... e allora ecco qui un estratto dal libro:



Musica! :-)

11/03/2011

900 - lo skate park

A San Diego e' normale vedere gente che va in giro con lo skate (soprattutto ragazzi, ma anche qualche ragazza e qualche adulto). Vicino casa poi abbiamo uno skate park, cioe' uno spazio apposito dove andare con lo skate per fare salti, discese, rampe e quant'altro.
La prima volta che ho sentito parlare di skate park e' stata mentre leggevo "Slam' di Nick Hornby (tradotto in italiano con "tutto per una ragazza").
Ogni giorno ad ogni ora c'e' sempre qualcuno che fa skate, per cui passando anche dall'altro lato della strada si sentono continuamente "slam", "boom", "sdeng"... e un giorno ci siamo affacciati e abbiamo fatto un po' di foto.
Questo e' lo skate park dall'alto:



[in alto a destra il "bowl"].
E queste un paio di nostre foto:





E' un posto sicuro dove i ragazzi possono andare con lo skate, i ragazzini al di sotto di 12 anni devono essere accompagnati da un adulto, tutti devono indossare le protezioni, ci sono parcheggi, bagni, e posti a sedere all'ombra.
Il Carmel Valley State Park e' stato inaugurato nel novembre del 2008, e ad oggi e' il secondo piu' frequentato dei cinque skate parks di San Diego. La particolarita' di questo skate park e' che e' stato progettato con l'aiuto di skaters professionisti, i quali pare che ogni tanto vengono ancora ad utilizzarlo... tra questi Tony Hawk! :-D Chi e' Tony Hawk? Beh, se avete letto "Slam" e' facile (e' il poster!), altrimenti potrei dire che e' il piu' famoso degli skaters professionisti, il primo che ha completato un "900" (two-and-a-half revolutions with the skateboard), e a 42 anni e' ancora in grado di farlo :-) (video).
[il che si abbina con il titolo del post... ma e' solo una coincidenza!]
Tra l'altro Tony Hawk e' nato e cresciuto a San Diego, ed e' andato a scuola proprio qui dietro, a 14 anni e' diventato professionista ed e' stato campione del mondo per 12 anni consecutivi.

Tornando allo skate park, su questo sito ci sono diversi video di salti. Questo invece e' un video, sempre girato a Carmel Valley, dove ci sono anche bambini piu' piccoli... e decisamente piu' instabili! Quello con la maglietta rossa che entra in scena dal 40esimo secondo e' troppo tenero! :-)

11/02/2011

899 - oops!

Nonostante la macchina a mia disposizione, sono uscita in bici per andare a comprare farina e burro, visto che e' una splendida giornata di sole :-)
[Apro parantesi: mi dispiace per chi ci e' venuto a trovare d'estate... ora si sta veramente bene e fa caldo, al punto che sto pensando di andare anche in spiaggia (metto nella lista delle cose da fare).]
Da casa c'e' un piccolo sentiero ciclabile/pedonabile che porta fino al supermercato, ci passo diverse volte a settimana da ormai due anni e so benissimo che devo stare attenta a quel tratto di strada da attraversare a meta' percorso, perche' nonostante la pista ciclabile finisca con una rampetta hanno costruito un dosso (per le macchine) proprio in corrispondenza della rampa...

View Larger Map
[Non si vede bene, ma il tratto di marciapiede rosso e' una rampa, e subito di fronte c'e' il dosso che e' rialzato. Venendo con la bici devo quindi stare attenta e fare una piccola esse.]

Insomma, ero esattamente li' con la mia bici e di fronte, dall'altro lato della strada, c'era un tipo che portava a spasso il cagnolino e lo aspettava mentre faceva la pipi' (il cagnolino faceva la pipi'). L'ho guardato (lui, non il cagnolino) e ho pensato "oh mamma!", quindi ho perso il controllo della bici, non ho capito esattamente cosa sia successo, ma stavo per cadere. Mi sono ripresa giusto in tempo, l'ho guardato, lui mi ha guardata e ha sorriso e ha detto "hi", io ho risposto "hi" e sono diventata tutta rossa, come non mi succedeva da tempo.

Non ho capito se sono diventata rossa perche' stavo per cadere, o perche' mi sono trovata di fronte un californiano con addosso solo infradito e pantaloncino, a torso nudo (depilato), dal fisico perfetto (ne' troppo magro ne' troppo muscoloso, semplicemente perfetto), abbronzato e biondo.
Devo uscire piu' spesso... e farmi un cane :-)

11/01/2011

898 - da qui a fine dicembre

Quando ho deciso di fare l'FE ho anche deciso che dopo mi sarei messa a cercare lavoro seriamente. I risultati usciranno pero' a fine dicembre, quindi solo allora scopriro' se potro' aggiungerlo sul curriculum o se invece dovro' mettermi a studiare di nuovo.. e da qui ad allora e' il caso di mettersi a cercare lavoro? uhm... vediamo un po'...

Per questa settimana ho prenotato la macchina per tutti i giorni, cosi' posso vedere un po' di gente e andare in giro (visto che ultimamente sono stata poco fuori casa); cosi' ieri sono andata fuori a pranzo, oggi subito dopo pranzo, domani avro' una merenda, giovedi' un prepranzo e venerdi' un pomeriggio, ogni volta con persone diverse!
E prevedo di prendere impegni di questo genere anche per la settimana prossima :-).
Sto riprendendo a fare sport, e conto di farlo tutti i giorni (ieri tonificazione, oggi yolates, domani tonificazione, giovedi' corsa, venerdi' pilates).
Visto che ho la macchina, ieri sono andata a fare una bella spesa, ma domani devo tornare a comprare altre cose, e vorrei cucinare qualcosa di buono... anzi, una di queste sere vorrei proprio fare una cenetta per bene, di quelle che per prepararle ci si impiega mezza giornata!
Ah, si, una bella pulita a casa di quelle in cui non si tralascia nulla, finestre e battiscopa compresi! :-P Sistemare il vaso con le piantine aromatiche, rispondere a tutte le emails che ho in sospeso, continuare ad aggiornare i blogs :-). Devo poi sistemare alcune cose che riguardano casa a Roma ed altre cose che riguardano assicurazione e dentista.

Per le prossime settimane il programma quindi prevede: sport, incontri, riprendere a leggere (ho qui sul tavolino una pila di cose, tra riviste, libri e guide di vario genere), riprendere in mano l'uncinetto (visto che ho abbanondato i miei progetti prima dell'estate), e mi piacerebbe pure riprendere il flauto (sob...).
Dal 16 al 20 novembre saro' a San Francisco, poi ci sara' il Thanksgiving, mentre dal 5 al 12 dicembre saro' ad Honolulu. E a dicembre iniziera' la ricerca dei regali di Natale da spedire in Italia (forse... beh, almeno i biglietti di auguri!).

In tutto cio' dovrei cercare lavoro? :-/
Forse potrei semplicemente cercare di capire se posso vivere di hobby, magari aprire davvero un negozionetto su Etsy con le cose fatte all'uncinetto oppure mettermi a cercare informazioni sulla burocrazia americana e vedere come si fa per aprire una sala da te' :-).
Credo che fine dicembre arrivera' e io avro' fatto solo la meta' di queste cose...