12/31/2011

932 - buon anno

E finalmente la mezzanotte sta per arrivare anche qui...
... Buon Anno :-)

Buon anno fratello buon anno davvero e spero
sia bello sia bello e leggero
che voli sul filo dei tuoi desideri
ti porti momenti profondi e i misteri
rimangano dolci misteri
che niente modifichi i fatti di ieri
ti auguro pace risate e fatica
trovare dei fiori nei campi d'ortica
ti auguro viaggi in paesi lontani
lavori da compiere con le tue mani
e figli che crescono e poi vanno via
attratti dal volto della fantasia

buon anno fratello buon anno ai tuoi occhi
alle mani alle braccia ai polpacci ai ginocchi
buon anno ai tuoi piedi alla spina dorsale
alla pelle alle spalle al tuo grande ideale
buon anno fratello buon anno davvero...
che ti porti scompiglio e progetti sballati
e frutta e panini ai tuoi sogni affamati

ti porti chilometri e guance arrossate
albe azzurre e tramonti di belle giornate
e semafori verdi e prudenza e coraggio
ed un pesce d'aprile e una festa di maggio
buon anno alla tua luna buon anno al tuo sole
buon anno alle tue orecchie e alle mie parole
buon anno a tutto il sangue che ti scorre nelle vene
e che quando batte a tempo dice andrà tutto bene
buon anno fratello e non fare cazzate
le pene van via così come son nate

ti auguro amore quintali d'amore
palazzi quartieri paesi d'amore
pianeti d'amore universi d'amore
istanti minuti giornate d'amore
ti auguro un anno d'amore fratello mio
l'amore del mondo e quello di Dio...

12/29/2011

931 - trentadue e trentatre :-)

Continuano ad arrivare Piccoli Principi :-)
Il trentaduesimo e' in lingua albanese, ed e' arrivato la vigilia di Natale: il regalo perfetto! Mi e' stato spedito dai ragazzi a cui abbiamo affittato/affidato la casa a Roma... Grazie! :-D



Invece il trentatreesimo e' arrivato il 26 nella sacca (valigia) di "Babbo Natale", ed e' in lingua lussemburghese ... che non sapevo nemmeno esistesse!



E grazie anche a Babbo Natale! :-)

Sempre Babbo Natale mi ha recapitato un bellissimo regalo a tema "Piccolo Principe", che sara' pero' postato solo dopo che avra' trovato un posto in questa casa ;-)

Ne approfitto pero' per pubblicare la foto del calendario del Piccolo Principe, che mi hanno regalato l'anno scorso le mie ex-colleghe... ogni mattina diligentemente cambiavo la data, ma quando siamo rientrati in casa dall'Oregon con little D. tra le braccia e mi sono ritrovata davanti la data del 30 novembre... beh, ho deciso di non cambiarla :-)

12/27/2011

930 - the pannikin

The Pannikin (ad Encinitas) e' il mio posto preferito per fare merenda o colazione!

La prima cosa che colpisce e' sicuramente l'esterno, si tratta infatti di una vecchia stazione ferroviaria, di un bel giallo allegro, circondata da tavolini e sedie/sdraio di vario tipo:


[qui la foto frontale da google map]

All'interno, molto spazioso e luminoso, ci sono tavolini di vario tipo, pezzi di "antiquariato" e allestimenti temporanei di quadri...




...oltre a riviste messe a disposizione di tutti e alla bacheca dello stuff :-)



Dietro il bancone dove si ordina c'e' una vasta selezione di te' e caffe' in vari barattoli di vetro, mentre sotto il bancone sono esposti i dolci... ed ogni volta e' proprio difficile scegliere cosa si vuole ordinare :-P


Si, lo so, da questa foto non si vede tutta la varieta'... ma eccovi un assaggio di cherry pie with whipped cream e un vanilla latte :-P:



Altra particolarita' del posto e' che le commesse/cameriere non lavorano in parallelo come da Starbucks &co (dove c'e' chi prende gli ordini e fa solo quello, chi batte alla cassa e fa solo quello, chi fa le bibite e fa solo quello), ma lavorano in serie (ogni commessa per ogni cliente prende l'ordine, prepara la bibita, taglia il dolce, batte la cassa), e soprattutto si muovono alla velocita' del bradipo :-P, e questo contribuisce a dare un tocco di "atemporalita'" a questo posto :-)

Ovviamente si possono mangiare anche panini e sandwich e altre cose salate, ma la peculiarita' del posto sono i te'/caffe' ed i dolci.
The Pannikin ha altre due sedi, oltre a quella di Encinitas: una a La Jolla e l'altra a Del Mar), ma anche se il cibo e' lo stesso manca decisamente il fascino di questa location particolare :-)

[ci starei ore seduta a quei tavolini, a sorseggiare una bibita calda, mangiare un dolce, leggere un libro e guardarmi un po' attorno, con la luce e l'aria "di mare" che entrano dalle enormi finestre sempre aperte]

12/26/2011

929 - tutti al centro commerciale

Oggi siamo andati in uno dei centri commerciali qui a San Diego (Westfield UTC) per finire di comprare i regali di Natale (ehm....). Appena siamo arrivati abbiamo visto che il parcheggio era strapieno e abbiamo girato un bel po' per trovare un posto.. ci siamo chiesti "ma cosa fanno tutti qui oggi? Natale e' passato.. staranno forse cambiando i regali?".
Probabilmente qualcuno era davvero per cambiare i regali, ma appena abbiamo iniziato a girare ci siamo resi conto che tutti i negozi avevano sconti dal 50% in su': noi lo abbiamo scoperto per caso, ma probabilmente gli altri lo sapevano, eh.

Molti negozi avevano all'ingresso enormi cartelli per pubblicizzare questi saldi, ma l'ingresso di Hollister era invece cosi':



Non sono tre tipi poco vestiti che si erano fermati per caso li' davanti, ma erano appositamente impiegati dal negozio per attrarre clientela... quello che e' certo e' che davanti l'ingresso c'era un capannello di gente, e qualcuno si faceva anche la foto, non so in quanti poi siano entrati dentro.
Stessa cosa davanti ad Abercrombie, dove c'erano due ragazzi dal fisico perfetto con addosso, anziche' il costume, dei jeans a vita bassa (molto bassa).
Devo essere sincera: ci fossero state delle ragazze in bikini la cosa mi avrebbe dato fastidio (la solita mercificazione della figura femminile), ma cosi'... non mi e' dispiaciuto, ecco :-P

[E ringraziamo il clima di San Diego che permette di questi exploit :-P]

12/25/2011

928 - cambiare i regali

Il giorno dopo Natale, un post su come si cambiano (non scambiano) i regali ci sta proprio bene :-) (anche se il marito mi dice che anche in Italia e' cosi'.. boh...).

Mi ricordo che in italia, quando si vuole cambiare un regalo (perche' non ci piace o non ci sta bene), innanzitutto ci si pensa due volte (o anche piu') e poi bisogna richiedere lo scontrino al regalante (cioe' colui che ci ha fatto il regalo), e questo vuol dire "scoprire il prezzo del regalo".
Qui invece si sono inventati il "gift receipt", cioe' il regalante ha uno scontrino "normale" (per se') e poi questo "gift receipt" da consegnare insieme al regalo, su cui e' riportato solo il codice a barre, ma non il prezzo (cosi' chi riceve il regalo non scopre il prezzo, a meno che non voglia fare il cambio).
Ecco un esempio:



E questo e' molto comodo.
Quello che pero' non fanno mai e' coprire il prezzo di copertina (nel caso di libri)...
Non si puo' avere tutto!

[e ora scusate, ma sono di fretta :-) ]

12/22/2011

927 - targhe (IX)

Un po' in ritardo, ecco le targhe di dicembre :-)

Prima categoria: la famiglia! :-)


[Dad rules, cioe' comanda papa' :-) ]



[Blessed 7 times... una interpretazione e' che hanno sette figli, l'altra e' che per sette volte gli e' andata bene :-P]



[Five is too much... io l'ho interpretata che in casa sono in cinque o che hanno cinque figli, ma potrebbe anche significare tutt'altro, si accettano teorie]



[For our kids... molto patriottica]



[Three loved kids, e su questa non ci sono dubbi :-)]


Seconda categoria: personaggi di fantasia :-)


[Peter Pan 2... qualcuno avra' la targa con Peter Pan 1, ma devo ancora trovarla]



[Mobee Dick]



[Dobby 22... non so cosa stia ad indicare il numero, ma Dobby potrebbe essere quello di Harry Potter]



[Three mermaids, cioe' tre sirene]

E il vincitore e' (anche se non fa parte ne' della famiglia ne' dei personaggi di fantasia :-P):


[Hummingbird :-), cioe' colibri', a cui sono particolarmente affezionata]

12/21/2011

926 - sulle adozioni

L'altro giorno il marito mi ha girato il link a questo articolo di Repubblica sulle Adozioni, dove leggo frasi quali "un percorso troppo lungo" o "prevale lo scoraggiamento".
E oggi ho appreso da vari blog (del circolo di Nina per intenderci) di una brutta notizia che riguarda una di noi, di una idoneita' negata... e io non ho parole, se non parole di rabbia. Perche' non e' giusto. Perche' non e' umano dover aspettare un anno solo per sapere "se" si e' idonei e soprattutto non e' giusto venire giudicati "non idonei" non si sa bene in base a cosa... l'idoneita' piuttosto dovrebbero toglierla a certa altra gente, che i figli li ha ottenuti divertendosi a letto!

E il fatto che Little D. e' qui tra le mie braccia mi fa arrabbiare ancora di piu', perche' qui la cosa e' stata possibile, e' stata meravigliosa, il nostro sogno si e' realizzato, ma se fossimo ancora in Italia le cose non sarebbero state cosi', se fossimo ancora in Italia forse non ci saremmo mai riusciti, se fossimo ancora in Italia qualcuno incravattato avrebbe avuto l'autorita' di decidere sulle nostre vite... e se anche le cose fossero andate bene, si sarebbero magari risolte in 5 o 6 anni. Tutto cio' non e' giusto, perche' se Ilaria e il marito fossero stati da questa parte di mondo, ora anche loro sarebbero genitori.

E' semplicemente assurdo.

12/20/2011

925 - l'apprendista ingegnere :-)

Ieri sono usciti i risultati dell'esame FE :-)



Quindi ora sono ufficialmente Apprendista Ingegnere qui in California! :-)
Questo dovrebbe/potrebbe aiutarmi nella ricerca di un lavoro, anche se per ora ho altro a cui pensare :-P Voglio godermi il primo anno di Little D. da "stay-at-home mom", e nel frattempo magari anche investire nel futuro in qualche modo (fare il corso di Revit? iniziare a studiare per l'esame PE? capire come si fa per aprire una tea-room? ecc).

Insomma, anche se per il momento "il pezzo di carta" finira' in un cassetto, per me e' importante avercelo (mi riferisco al FE, ma anche alla laurea in generale), perche' un giorno (non so quando) vorrei lavorare di nuovo... perche' dopo la fase "marica ingegnere" e dopo la fase "marica mamma", mi piacerebbe vivere la fase "marica ingegnere e mamma" :-)
[altrimenti come lo paghiamo il college per Little D.? :-P]

12/19/2011

924 - ragazzini al Community Center

Il sentiero pedonale che da casa porta fino al supermercato passa attraverso il Community Center, che e' uno spazio ricreativo con palestra, piscina, giochi per bambini, prati ecc.
Ogni volta c'e' qualcosa di diverso in atto: ho visto cheerleaders allenarsi (eh no, non le ho fotografate...), ho visto gente fare il boot-camp, ho visto ragazzi fare le acrobazie con lo skate... ma ultimamente ho visto spesso ragazzini giocare alla guerra :-/


Non so di preciso come funzioni (chi organizza questa cosa e perche'), ma ci sono varie squadre, si nascondono dietro questi "blocchi" oppure dentro le tende e si sparano, con delle mitragliette che fanno rumore :-/
Questa mi e' sembrata una cosa molto americana (almeno in Italia non ho mai visto una cosa del genere.. so che ci sono giochi tipo guerra, ma non credo siano per ragazzini cosi' giovani).

Invece ieri ci siamo imbattuti nel carretto dei gelati (a dicembre inoltrato), che con la sua musichetta ipnotica ha richiamato un paio di bambini con lo skate (e il caschetto).

Il carretto dei gelati c'era anche in Italia quando ero piccola io (ma solo d'estate), e ci andavo in sella alla bici (senza caschetto)... i luoghi e i tempi cambiano, ma certe cose sono uguali :-)

Dato che eravamo in giro con Little D. non ho potuto fare a meno di provare a pensare a quando sara' un po' piu' grande... non mi dispiacerebbe farlo andare in giro con lo skate (e il caschetto) o con la tavola da surf sottobraccio :-), ma il gioco della guerra no :-/

12/14/2011

923 - party e cambio di pannolini

[un po' difficile non parlare di little D....]

Ieri sera siamo andati al Christmas Party del gruppo di supporto dell'adozione.
Esattamente un anno fa eravamo andati a quella festa, mentre eravamo ancora nella fase "preparatoria", ed avevamo visto tutte quelle famiglie nate con l'adozione, che ci dicevano "it works"... e quest'anno eravamo noi li' con un bambino, a dire a chi sta ancora aspettando "it works!".
Abbiamo rivisto varie coppie che hanno adottato durante l'anno, e siamo rimasti veramente sorpresi di quanto velocemente crescano questi bambini! E questa volta gli altri ci hanno rassicurato dicendoci "non vi preoccupate, piu' crescono e piu' dormono la notte"... spero che anche questo sia vero :-)

Little D. era il piu' piccolo dei bambini presenti (il piu' grande aveva sei anni) e ha ricevuto tanti complimenti, anche se, come al solito, in presenza degli altri dorme sempre ed e' un vero angioletto :-)
Ad un certo punto pero' dovevamo cambiargli il pannolino, quindi abbiamo cercato la padrona di casa e le abbiamo chiesto dove potevamo metterci per farlo... ci aspettavamo che ci indicasse una camera o un bagno, cioe' un ambiente discreto e con una superficie piana dove poggiare little D.. Fossi stata io la padrona di casa e avessi avuto ospiti con un bambino da cambiare, li avrei fatti accomodare appunto in camera o in bagno... ma lei invece ci ha guardati con aria sorpresa, si e' guardata attorno ad indicare il salotto, e ci ha detto "dove volete!". Non ho esperienza di cambio pannolini in case altrui, per cui non so quale sia la prassi.. pero' non mi aspettavo questo :-/.
E cosi' ci siamo guardati attorno, e tra le varie opzioni (tavoli con cibo sopra, divani con persone sedute, sedie, pavimento) abbiamo scelto la borsa frigo. Ci abbiamo poggiato sopra la copertina di cotone di little D. e lo abbiamo spannolinato li' nel mezzo della festa, tra persone che mangiavano e bevevano e bambini che giocavano.. per fortuna aveva fatto solo la pipi' :-/.

La settimana scorsa eravamo invece in un ristorante, e nel bagno non c'era nessuna superficie per cambiarlo.. interrogata la cameriera, ci ha detto che potevamo cambiarlo in un corridoio di servizio antistante la cucina, su un ripiano tra tovaglie, bicchieri e posate... e cosi' abbiamo fatto :-/.
Quasi quasi inizio una rubrica dal titolo "posti strani dove abbiamo spannolinato little D.".

12/13/2011

922 - trentuno!

Ormai e' da diversi giorni che e' arrivato il trentunesimo piccolo principe (o forse dovrei dire il trentaduesimo... e contare little D. come trentunesimo), ma sono piuottosto impegnata per aggiornare il blog come vorrei.
Quindi, con un certo ritardo, ringrazio Antonella da Dublino per la bellissima versione in gaelico! :-)



Ovviamente non capisco nulla di quello che c'e' scritto, pero' due cose sono particolari: manca la dedica e i disegni sono in banco e nero! :-/



Quando e' arrivato il trentunesimo piccolo principe ho pensato subito a quando un giorno mi mettero' con little D. a leggere questo bellissimo libricino.. chissa' quante copie avro' per allora.. e chissa' se lui vorra' continuare la mia collezione un giorno...

Grazie mille Antonella!!

12/10/2011

921 - sulla pelle

Tempo fa (tanto) avevo segnalato questo video di Annie Leonard: The Story of Cosmetics, di cui poi e' stata fatta anche la versione doppiata in italiano.
Li' per li' avevo fatto qualche ricerca su quali prodotti fossero piu' "sicuri" e avevo cambiato per esempio il burrocacao e la crema idratante, ma per il resto non avevo fatto molto... troppo pigra per mettermi li' a leggere le etichette con tutti gli ingredienti di tutti i prodotti.

Ora pero' c'e' little D., e la sua pelle e' estremamente delicata, ed utilizzare su di lui tutto cio' che e' "chimico" mi preoccupa...
Ho quindi recuperato un sito che avevo scovato in precedenza, dove basta scrivere il nome di un prodotto e viene fuori il livello di "pericolosita'" (da 0 a 10) in base agli ingredienti contenuti e a come interagiscono tra di loro, eccolo qui: Skin Deep.
E ricordandomi che al corso di "tutela del bambino" ci avevano detto che molti prodotti etichettati come "per bambino" in realta' non sono indicati per bambini piu' piccoli di sei mesi, ho scelto bath and shampoo in base a questa classifica.
[va precisato che i prodotti che si usano in europa sono piu' "sicuri"]

Sempre in tema di pelle di little D., ho preso i pannolini della Seventh Generation, che sono sena cloro, fragranze e prodotti del petrolio... e funzionano ;-)
[in attesa di passare almeno a quelli "ibridi"]

Cosi' come avevo letto che l'hand sanitizer, di cui qui negli USA abusano, in realta' fa piu' male che bene, ma ora non ritrovo il link...

12/08/2011

920 - curiosita'

Come da accordi con il marito, questo blog non diventera' bambino-centrico, non vi preoccupate... ma prima ci tengo a fare un post con delle piccole curiosita' legate in qualche modo al piccolo boss :-)

- - - - -

La nostra "gravidanza su carta" e' durata esattamente nove mesi, e questo e' romanticamente bello :-)

- - - - -

La vicina che abita di fronte a casa nostra (alla lettera E in questo post) ha partorito due gemelli, un maschio e una femmina.. esattamente lo stesso giorno che e' nato Little D. :-D Prevedo una mega festa di compleanno l'anno prossimo :-)
[e ora i bambini del vialetto al di sotto di un anno sono diventati ben sette!]

- - - - - - -

L'arredamento per bambini e' tutto sui toni del nero - bianco - legno... ho visto una bellissima cameretta della Foppapedretti on-line (Coriandoli), ma farla arrivare da queste parti e' difficile... pazienza, vuol dire che i tocchi di colore dovro' aggiungerli io :-)
Intanto Little D. dorme per terra e viene cambiato sul piano del lavandino :-)

- - - - - -

In tema di "manutenzione del bambino" ho capito che ci sono tante piccole differenze tra gli USA (di cui ho pero' solo la mia esperienza) e l'Italia (di cui mi hanno riferito altre persone)... e ho concluso che l'america e' piu' easy-going, mentre l'italia e' piu high-maintenance:
- cura del cordone ombelicale: in italia si usano garze e non so quali sostanze, in america basta tenerlo asciutto e pulito (cioe' non fargli nulla) fin quando non cade;
- latte artificiale: in italia bisogna riscaldarlo, in america viene servito a temperatura ambiente;
- pulizia ciucci e biberon: in italia si sterilizzano, in america non c'e' bisogno;
- occhietto con le caccoline: in italia si pulisce con garza e soluzione sterile, in america con pezza di cotone e acqua calda.

- - - - - - -

Durante il viaggio di ritorno a casa moltissime persone si sono fermate per dirci che Little D. e' bellissimo ecc :-), tutti hanno chiesto quanto avesse e tutti si sono meravigliati alla risposta (aveva sette giorni) facendoci i complimenti e guardandoci meravigliati. Fin qui tutto normale... ma alla fine una signora ha avuto il coraggio di dirmi qualcosa tipo "ma beata te, io sette giorni dopo il parto ero ancora 20 pounds sopra il mio peso normale".
Oops :-)

- - - - - - -

E ora scappo dal piccolo boss, che come un piccolo vampiro a quest'ora (mezzanotte) e' nel pieno delle sue attivita' :-)

12/04/2011

919 - il nuovo boss

Da mercoledi' ho un nuovo boss.
Il lavoro e' a tempo pieno, con ritmi estenuanti..
Caratteristiche richieste: capacita' di decifrare segnali in codice e di risolvere sempre nuovi problemi, prontezza di intervento, manualita', pazienza, dolcezza.
Il nuovo boss e' molto esigente, basta che dica "ah" e io devo essere a disposizione. Mi impedisce di connettermi a internet e di fare molte altre cose (lavarsi e mangiare sono diventate attivita' di lusso.... per non parlare del dormire).
Sono entrava con livello beginner, spero di migliorare strada facendo.
Compenso: priceless! :-)

Il nuovo boss: