4/20/2012

969 - varie ed eventuali

[Il post "de mammitudine" arrivera', solo che ci vuole tempo e pazienza per farlo, e ora non ce li ho. Anzi ho tanti post in testa ma non il tempo per metterli giu', allora li scrivo qui in modo sintetico e alla rinfusa, che magari e' pure piu' divertente.]


Nuove conoscenze.
"Marica, nice to meet you".
"Ever, nice to meet you".
Ever... non so quanto possa essere diffuso come nome, ma non gli do' peso piu' di tanto, d'altra parte siamo in america e i nomi sono tanti. Poi mi da' il biglietto da visita e leggo che il suo cognome e' Eternity. All'inizio ho accusato la madre... poi ho riflettuto che qui in america tutti possono cambiare il proprio nome, e allora forse pure lui ha una parte di colpa!


Gestione del tempo.
"Allora in palestra ci vado domattina anziche' domenica..."
"Come mai?"
"Ho proprio bisogno di lavarmi i capelli" :-(


Donne.
Due signore sui sessanta, in infradito e pantaloncino al ginocchio, che studiano il menu di un posto dove fanno hamburgers... fanno molto california :-)
Le signore sui quaranta, in tenuta sportiva e cappellino da baseball, che portano a passeggio il cane, con un guinzaglio rosa, e lo richiamano dicendo "dear, stay with mommy!".. fanno molto california! :-/


6 pm.
Alle 6 di sera i marciapiedi si popolano, tra chi porta a passeggio il cane e chi i figli nel passeggino... ma su tutti e su tutto aleggia l'odore di cibo cotto alla brace :-)


Istruzioni.
La pagina web riporta le seguenti istruzioni per quando si va all'ufficio passaporti:
1- arrivare all'ora dell'appuntamento,
2- prendere l'ascensore fino al piano dell'ufficio passaporti,
3- passare il security screening,
4- fare il check-in,
5- ricevere il numero e sedersi.
Tutto chiaro.. fin troppo chiaro.. direi che alcuni passaggi sono cosi' ovvi che potevano essere sottintesi... ma forse meglio cosi' che barcollare nel buio come da noi in italia.
[la storia del passaporto avra' un suo post a parte]


Burocrazia.
Un paio d'anni fa ci serviva un certificato di nascita dal comune di Roma, abbiamo mandato la suocera con tanto di delega, e la risposta e' stata "occorrono tre settimane".
[poi se non ricordo male qualcuno si era impietosito davanti all'urgenza della cosa].
Ora ci serviva un certificato di nascita dall'Oregon... l'abbiamo richiesto nel giro di 5 minuti via web mercoledi' sera ed oggi (venerdi) e' arrivato a casa.
[in realta' non eravamo a casa e ce lo portano lunedi, ma e' come se fosse arrivato].


Proverbi.
Dicono che non si puo' avere la botte piena e la moglie ubriaca. Quindi, dovendo decidere dove allocare tot soldi, bisogna scegliere se passare ad una casa piu' grande in modo che ci entrino due bambini (e magari pure gli ospiti) ma non avere i soldi per procurarsi il secondo bambino, o se procurarsi il secondo bambino ma restare nella casa dove due bambini non c'entrano (figuriamoci gli ospiti) :-/ (usciamo noi?).
[Si, lo so... un tempo si viveva con 4 figli tutti in una stanza, e sicuramente in qualche parte del mondo e' ancora cosi', ma non mi sembra condizione sufficiente]

Dimensioni.
Al supermercato ci ferma una signora, con una bambina nel carrello, e ci fa "uh, che bel bambino, ma quanto ha?", "4 mesi" rispondo io. Resta a bocca aperta e mi fa "ma che grande!", "e la tua?" chiedo io, "quasi 8 mesi"... ma era grande la meta' di Little D.

Relativita'.
"Marica, tu sei sempre stata bianchiccia... ma affianco a questo bambino sembri abbronzata!"

Dimensioni 2.
Il suo avambraccio e' grande quanto il palmo della mia mano.

Incontri.
Ho avuto un incontro ravvicinato con il forno... un incontro cosi'  caloroso che gli ho lasciato in regalo l'impronta digitale di un dito.

26 commenti:

Laura ha detto...

Hai ragione, questi brevi post sono esilaranti. Mi sembrava di leggere le barzellette! :D

Anonimo ha detto...

mi piace proprio tanto leggerti.Cris

Rouges ha detto...

Niente! Dopo che ho letto "odore della brace" non ho più capito nulla e non ho finito il post. Sono le 10 e qualcosa del mattino e ho già fame! ;)))

PS: scherzi a parte, questi post sono davvero divertenti! Grazie!

Manuel ha detto...

E' stata un'ottima idea scrivere questo post. Pieno di contenuti e divertente!

Owl ha detto...

Che bello questo post! :-)))

Silvia Pareschi ha detto...

Bambino n°2? Wow!
Se è una bambina non chiamatela Eternity, mi raccomando! ;-)

i love USA ha detto...

bellissimi tutti i post che fai! :D

Destinazioneestero ha detto...

State già pensando al secondo?
Bello questo post, fanne più spesso che sono molto divertenti!

Ilaria ha detto...

bello questo post :-)

ero Lucy ha detto...

Ma povero Big D!! :D

Zion ha detto...

mi hai fatto venire in mente un aneddoto. Quando vivevo negli States ho incontrato una ragazza che si chiamava Chastity, la cui figlia appena nata era stata chiamata Destiny. Mah!?!

Diego ha detto...

mi chiedo se dopo esserti abituata a questo stile di vita riusciresti a tornare tranquillamente a vivere qui in italy :)

Fra ha detto...

:))))

Nega Fink-Nottle ha detto...

Ma dove li pescano sti nomi, gli americani?? :-/
Poi penso che mia zia si chiamava Petronilla e mia nonna Maria Felicina. E allora non li critico più :D

Mel. ha detto...

e pensare che a me in Italia facevano mille domande per il mio nome! ;)

Santarellina ha detto...

Quindi Ever è un maschio? ...lo facevo più nome da femmina :)

dario celli ha detto...

Ora posso andare a letto con il sorriso...
:-)

d.

Moky ha detto...

Il problema di lavarsi i capelli (o per me, depilarmi decentemente) non migliora finche' non inizia la scuola...

La storia della "competizione non ufficiale" tra mamme basata sulla differenza di stazza tra bambini e' una cosa che mi ha sempre un po' irritata, visto che ho 2 figli che erano/sono medi/normali (Emily e' sempre stata nel 95mo/100mo percentile, Vivian nel 60mo), e 2 che sono di taglia piccola (Chris nel 15mo e Violet nel 10mo). Sono sicura tu non sia una di quelle mamme che, di fronte alla grandezza del proprio figlio e minuteria del figlio di un'altra, viva una sorta di gioia da "mine is better than yours", perché quando si spinge il carrello col bambino più piccolo, ti assicuro che si percepisce quella sorta di "compassione" che, in the long run, sappiamo tutti non significhi molto. Mica tutti i bambini alti e husky diventeranno giocatori di football, ne' tutte le ragazze alte saranno modelle, ne' i bambini che leggono le prime paroline a 3 anni vinceranno il premio pulitzer.... Perché, come ho spiegato ad una mamma giovane (sarà forse l'essere giovani che discrimina?) che un anno fa in un incontro da carrello come quello che descrivi, mi disse "Ma come 2 anni? La mia ha solo 1 anno ed e' grande il doppio!", "Babies come in all shapes and sizes, just like their parents"...
Se il prossimo figlio sarà nel percentile basso, capirai meglio quello che ho cercato di dire un po' malamente!! :)

Gaia ha detto...

Anche a me piacciono questi post così "pieni di vita".
Comunque anche io che non ho figli vado in palestra più o meno in funzione di quando mi devo lavare i capelli! :-)

Per il resto... secondo secondo secondo! Gli ospiti vanno in hotel!!!! :-)

Marica ha detto...

laura: :-)

cris: :-)

rouges: ;-D

manuel: ma grazie!!

owl: :-D

silvia: eh... da queste parti tra il dire e il fare passano ben piu' di 9 mesi, quindi nel caso sarebbe ora di iniziare a raccogliere energie e soldoni... cioe' dobbiamo pensare se e' il caso di pensarci ;-D

i love usa: ;-D grazie

destinazioneestero: vedi risposta a silvia ;-/

ilaria: ;-)

ero lucy: ahahahahah

zion: a volte proprio non si regolano!!

diego: me lo chiedo anche io..........

fra: ;-)

nega: in effetti nel parentame ho anche io esempi niente male ;-/

mel; oh quello pure a me.... sono rimasta talmente traumatizzata che ho deciso che ai figli daro' solo nomi normalissimi!!

santarellina: lui uomo era... ma non so se sia uno di quei nomi ambivalenti, tipo "robin"

dario: ;-D

Marica ha detto...

moky: oh, no, non voglio assolutamente "vantarmi" di questo, e a tutti quelli che mi dicono "ma quanto e' grande" a mo' di complimento rispondo sempre "si, ma e' cosi' pesante!".
sinceramente sono rimasta un po' stupita, non ho tanta esperienza con i bambini e non pensavo ci potesse essere tanta differenza tra uno e l'altro... ma in fondo quando sono cosi' piccoli un kilo di piu' o di meno cambia tanto!!
ti diro' di piu': mio marito mi prende in giro per questo, ma io sono preoccupata che diventi obeso! il pediatra mi ha rassicurata dicendo che a quest'eta' non si puo' parlare di obesita', e che se ha fame deve mangiare, non c'e' niente da fare...
[per la cronaca lui e' 76esimo percentile]
[d'altra parte se lui e' grosso fisicamente non mi sembra un merito, cioe' non e' una cosa che sa fare... come non lo e' essere biondo o avere gli occhi blu... e anche se fosse, non sarebbe certo merito mio! :-D]
uh, non parliamo della depilazione... l'ultima volta in palestra ho guardato di buon occhio la crema depilatoria che sta in doccia, affianco allo shampoo e al bagnoschiuma!

gaia: :-D

Moky ha detto...

MArica: tra un 4/5 anni ti mangerà in testa!!

Debora ha detto...

Anche a me ha dato l'impressione di leggere le barzellette ;-) bello!

Anonimo ha detto...

non é da te paragonare "casa + grande un figlio unico" - "con casa piccola (???? x quale standard???? il big californian? non mi piace no no no) ma due figli!!!"

torna in te! esci da questo corpo ;)

stefy

Marica ha detto...

stefy: ma si che due bambini e' meglio che one, ma dove siamo ora nella cameretta ci entrano solo i due lettini, prob il fasciatoio dovrebbe restare nella nostra camera... si, lo so, si puo' fare (tutto si puo' fare), ma l'ideale e' una casa piu' grande e due bambini (pure tre non mi dispiacerebbe :-P), e' giusto una questione di decidere a cosa dedicare i soldi prima :-/

Anonimo ha detto...

Non ho dubbi (x te sia chiaro) prima il secondo pupo ed entro 10-12 anni casa + grande! Loro cresceranno bene, imparando la condivisione degli spazi, gli ospiti capiranno e si arrangeranno ;)
S.