10/11/2012

1029 - nuovi problemi con nuove soluzioni

Quasi una settimana dal trasloco, e ancora tante cose da spacchettare... In fondo ho scoperto che si vive bene con poche cose, e quindi rimando e rimando lo spacchettare di: tutto il servizio di piatti (4 sono piu' che sufficienti), i vestiti che non metto mai (quasi quasi porto lo scatolone cosi' com'e' in beneficienza), tutte le scarpe (che a san diego si vive con l'infradito), i soprammobili (detti anche prendipolvere) ecc ecc.

Intanto sono nati nuovi problemi, ed e' pure per quello che ho avuto poco tempo per spacchettare.
Ma i nuovi problemi hanno nuove soluzioni... come sono solita dire "a tutto c'e' una soluzione, basta pagare".

Martedi' sono venuti a fare il controllo della furnace (cioe' il motore del riscaldamento ad aria). Avevamo visto che si accendeva e che usciva aria calda, ma viste le condizioni pessime in cui si trovava casa non mi fidavo. E' venuto l'omino della manutenzione, ha aperto, ha fatto le sue prove ecc, poi mi ha chiamata e mi ha detto: "due cose: la prima e' che dentro era veramente sporco, ma cosi' sporco, che credo che in 25 anni non sia mai stata fatta la manutenzione" (e non ho avuto problemi a credergli), "la seconda e' che c'e' qualcosa che non va, ci sono dei cracks per cui [cose che non ho ben capito] si produce monossido di carbonio, che va in circolo con l'aria calda... e siccome avete un bambino piccolo io ora devo staccare la furnace dalla corrente e non potete accenderla, va sostituita".
Bene. Cioe' male. Pero' bene che l'abbiamo scoprto.
Quindi stamattina (giovedi) vengono a farci un preventivo per la furnace nuova.

Altro problema sono le formiche e i ragni, le prime dentro casa i secondi fuori casa.
Le formiche passeggiano allegramente lungo un lato della family room e uno della living room, andando a nascondersi spesso sotto il battiscopa. Io le ammazzo schiacciandole con lo scottex cercando di intercettarle prima che lo faccia Little D, ma non posso passare la giornata cosi'.
Fuori invece ci sono tanti ragni. Il backyard e' pieno di ragnatele, mentre davanti casa (tra il tetto del garage e un albero) vivono due ragni supergiganti che fanno ragnatele supergiganti. Ieri il marito uscendo di casa ne ha urtato uno con la fronte, argh!!!
Allora abbiamo chiamato un servizio di pest control, e sono venuti stamattina per fare la "first visit". Hanno tolto tutte le ragnatele, hanno spruzzato non so cosa lungo il bordo della casa e del recinto, hanno messo non so cosa sul prato, e hanno fatto un trattamento puntuale all'interno per le formiche.
Ora per due ore non possiamo entrare nelle stanze trattate.
Abbiamo anche fatto un abbonamento annuale, per cui ogni 4 mesi vengono a trattare l'esterno, piu' possiamo chiamarli se troviamo altri pest all'interno.


Per il resto direi tutto bene.
Little D si sta abituando alla sua nuova camera e ai suoi nuovi spazi.
Io amo la nuova cucina.

21 commenti:

Murasaki ha detto...

Sai che anche io sto evitando di tirar fuori soprammobili e altre cose dagli scatoloni?
Con meno si sta davvero meglio...

Clara V ha detto...

Oddio i ragni come animali da cortile è veramente creepy!

Robin :D ha detto...

Quoto Murasaki!
Noi abbiamo fatto trasloco che D. aveva 5 mesi... adesso di mesi ne ha 33 e i soprammobili sono ancora negli scatoloni in garage :D

Santarellina ha detto...

Che io sappia il monossido di carbonio non fa tanto bene neanche agli adulti!!
Comunque a quanto pare, prendendo questa casa, avete stravolto un vero ecosistema! E' inquietante pensare che prima ci viveva qualcuno... :O

Brioscina ha detto...

Oddio i ragni...mi sono venuti i brividi che schifo!

elle ha detto...

monossido di carbonio? ammazza, veleno! ma chi ci viveva là dentro, prima? :)

ha detto...

La tua nuova cucina è uno spettacolo per cui non fatico a crederci :)
(e anche io dalla ristrutturazione dello scorso anno ho apprezzato la nuova cucina in un modo che non credevo possibile... )

Che paura sta cosa del servizio anti-pest. Io ti avrei detto di usare metodi naturali per le formiche - mettere del borotalco mentolato lungo i loro percorsi e questo le ferma parecchio - e qualche compromesso chimico ma sicuro per little D - sono animalista ma mi hanno fatta impazzire negli anni scorsi così ho usato le "casine" quelle che le attirano e poi fanno ammalare quelle che fanno quella strada e lì non vengono più, c'è il rischio che si uccida tutta la colonia da cui arrivano ma se ne hai veramente molte è questione di sopravvivenza - ci vogliono 2 settimane ma funziona - .
per i ragni non saprei che dire invece.

Sapendo come lavorano so che avrai risolto e non vi intossicherete. Però magari arieggia e lava bene, ma so che lo farai già... :)

Dai che siete alla fine..

ha detto...

ps: io dopo un anno ho ancora cose che non utilizzo negli scatoloni, sto abituandomi a dare via cose quando vedo che non le uso davvero più, e devo ancora fare le tende nella nuova zona giorno, ho messo delle piante fuori sul trrazzo molto alte, davanti all'unica finestra che ha vicini davanti e sinceramente non trovo stimolo per "finire"... ;)
è così bello avere le finestre libere e tanta luce che entra! (e una cosa in meno da lavare)

ciao

Nega Fink-Nottle ha detto...

Io ho subito l'attacco delle formiche quest'estate ed è stato estenuante...per cui ti capisco bene!!
Ho risolto usando delle esche zuccherine: ho fatto dei mucchietti e quelle si sono portate il pasto nella tana e..zac!Debellato il formicaio.
Sì, lo so, è un po brutto, ma se no non ne venivamo fuori...
Altra soluzione è usare prodotti che contengono l'acido formico.
Sono tremende!! :-|

Ali ha detto...

Le ragnatele potevate lasciarle almeno fino al 31!! ;)

Marica ha detto...

murasaki: esatto! :-)
oggi pero' ho tirato fuori delle scarpe :-)

clara: ahahaha :-)

robin: ahahaha! prob faro' lo stesso :-)

santarellina: hai proprio ragione! :-/

brioscina: prossima volta li fotografo :-P

elle: il tecnico ci ha detto che proprio lo scorso inverno ci sono stati diversi casi di avvelenamento da monossido di carbonio messo in circolo in questo modo :-/

ci: non sapevo del borotalco (e un'altra amica mi ha detto della cannella), se tornano ci provo... non vorrei che pero' poi Little D si mettesse li' a leccare i mucchietti di carbonato conditi con formichine :-/
credo che anche io daro' via qualcosa, almeno qualche vestito...

nega: eh, le esche zuccherine mi sa che potrebbero attirare troppo anche Little D :-D

ali: ahahahahaha!!!

ha detto...

beh ma se è mentolato come non piace alle formiche non piace ai bimbi. eSSe non ha mai ipotizzato di leccarlo, basta che tu gli spieghi cosa è e a cosa serve (sì, capiscono e poi anche anni dopo se ne escono con delle cose che tu nemmeno ti ricordi di aver spiegato... ), magari glielo avvicini al nasino, lui sternutisce e non gli interesserà più ;)...

Marica ha detto...

ci: uhm... ma io gli dico sempre di non mangiare la sabbia, i sassi, i rametti, i pezzi di pigna, l'erba, ecc, eppure lui continua :-/

ha detto...

ma gli spieghi perchè? :)
certo nella fase in cui i bambini "conoscono con la bocca il mondo" ( = mettono in bocca per capire le qualità di un oggetto ;) ) c'è tanta curiosità e spesso prevale su tutto, però per mia esperienza ho trovato vero che:

- se si lascia provare una sensazione spiacevole (la sabbia in bocca) poi ricordano e non la ripetono

- se si vieta senza spiegare (in modo comprensibile per loro, anche mimando un effetto in modo che sia chiaro, perchè certi concetti sono troppo astratti se no) si crea curiosità

- ogni bambino è diverso :) e ha tempi diversi per capire, incuriosirsi, stancarsi di qualcosa...

- certe cose vanno tolte dal loro raggio di azione (se veramente pericolose, tipo il veleno delle formiche per capirci, come sigilli tutti i detersivi e li metti in alto... ) ma un po' va messo in conto e accettato che DEVONO per crescere passare dal mangiarsi un po' di erba, sabbia, ecc

Spero di esserti stata utile.
ciao!
-

ha detto...

al punto tre manca: e se non si interviene è più veloce il tempo in cui si stancano, perchè se ti sentono ansiasa aumenta la curiosità ("perchè a mamma interessa tanto che io non metta in bocca la sabbia? c'è qualcosa che non ho capito della sabbia? riproviamola, va... ;) ")

Marica ha detto...

gli dico semplicemente che non si mangia perche' e' sporco e perche' non e' cibo :-/
poi cmq e' piu' svelto lui a mettere in bocca che io a bloccargli la mano, quindi alla fine l'assaggia... pero' non mi pare che non gli piaccia, perche' continua a ripetizione fino a quando io mi stanco e lo rimetto sul passeggino :-)

oddio, certo potrei pure lasciarlo mangiare, non succede niente, non sono cose velenose... ma proprio qualche giorno fa ho visto un bambino che faceva la pipi' sulla sabbia, cosi' in mezzo a tutti, e questo mi ha fatto un po' "ribrezzo"

poi gli piace mettere in bocca anche i sassolini e altre cose piu' grandi, e li' gli dico che gli fanno la bua, ma pure quella e' una battaglia persa.... e li' no, non credo che riuscirei a fargli mangiare tranquillamente sassi :-/

ha detto...

Se è così può essere arrivato anche a pensare che sia una sorta di gioco (tipo acchiapparella ;) ) tra voi due, i bimbi cercano di capire le nostre reazioni e se non sono chiare continuano all'infinito...

Il messaggio è troppo astratto, forse, "non è cibo" ha senso per noi grandi (metti in bocca = mangi) ma per loro è metto in bocca = conosco.

La sabbia è ambiente fertile per ... meglio non te lo dica! (comunque i bimbi hanno buone difese e istinto di autoconservazione). Però capita una volta che è cattiva hai risolto, così dovrai sempre rincorrerlo.

Puoi provare a restare un po' alla larga facendo finta di fare altro (ma ovviamente lo guardi) e vedere che fa (tolti dal raggio d'azione rametti e sassi piccoli), se lui si mette la sabbia in bocca e ti guarda sta chiedendo conferma di "cosa è secondo te e cosa ci si fa". puoi far vedere cosa si fa con la sabbia secondo te: giochi con le formine, disegni col dito, ecc. Se lui la mette in bocca, tu poi fare finta di fare lo stesso e mimare che ti fa proprio schifo e la sputi, ma attenzione SENZA RIDERE o SORRIDERE. Tu in automatico sicuramente lo fai, perchè ti viene istintivo, ma se non fai vedere una faccia seriamente schifata che possa convincerlo che non è il caso di metterla in bocca ottieni il risultato opposto, a quel punto penserà a un gioco.

E' solo la mia esperienza...
Altre mi han detto che comunque dopo un po' passa l'interesse. Visto che abitate al mare, ti tocca! :)

ha detto...

Ah... può entrare in gioco anche la dentizione: quando porta un sasso alla bocca puio dire "questo è troppo duro per i tuoi dentini! (e fare toc toc sopra, e poi sul pavimento, sul muro, altre suerfici dure)" e offrirgli un anello da dentizioni, la giraffina Sophie ;) ciao!

Marica ha detto...

ho capito... domani provo! :)
grazie!

Moky ha detto...

Anche noi abbiamo il servizio pest control... soprattutto a me spaventano gli scorpioni e certi ragni che vivono da queste parti!
Fai bene, un pensiero in meno...

Marica ha detto...

moky: :-)