9/30/2012

1025 - rapido e indolore

Sabato alle 3 sono entrata dal parrucchiere, e sono uscita esattamente alle 3:15!
Che velocita', non mi era mai successo! :-)

Quando sono arrivata per fortuna c'erano tante altre persone che si stavano "facendo" i capelli (per lo piu' uomini), ho visto che le parrucchiere erano tutte cinesi tranne una ragazza dall'aspetto sudamericano e una donna (americana) ben oltre i 60 (non saprei definire l'eta'), con le dita tutte nodose e la schiena curva curva. Mi hanno affidato quest'ultima come parrucchiera, e a quel punto non sapevo se gioire o preoccuparmi.

Le ho fatto vedere la foto che avevo portato (questa), lei l'ha guardata velocemente e mi ha detto "ok". Mi ha lavato i capelli, ha preso le forbici e ha iniziato a tagliare molto sicura di se'. Mi ha chiesto solo se volevo la frangia corta (no) e se volevo la riga di lato (no). Mi ha fatto mettere a testa in giu', mi ha spazzato via i capelli tagliati, mi ha fatto rimettere a testa in su'. Mi ha chiesto se volevo l'asciugatura, e io ho detto di no (in base a tutto quello che mi avevate scritto tra i commenti, grazie). A posto, finito cosi'... 15 minuti inclusi anche il tempo per pagare (18 dollari piu' la mancia).
Sono rimasta piacevolmente sorpresa, non ci ho mai messo cosi' poco dalla parrucchiera ne' ho mai pagato cosi' poco.. quasi quasi stavolta faccio passare meno di un anno!

Prima:


Dopo:


9/28/2012

1024 - renovation: giorni 31, 32 e 33

Oggi finalmente ho detto "si vede la luce"! :-)
Procediamo con ordine.
Martedi' sono venuti a montare il countertop della cucina... questa cucina e' stata un po' la nostra piccola basilicadisanpietro, non si finiva mai... ci hanno messo due settimane per montarla (sarebbe servito molto meno), poi si era perso il lavandino, poi hanno preso le misure del piano e ci hanno messo due settimane per farlo.. finalmente martedi' lo hanno portato e lo hanno montato! Dopo aver finito mi hanno pero' detto che il piano dei fornelli non entrava bene a causa del mobiletto sottostante che era troppo stretto... li' sono partite un po' di imprecazioni verso l'ikea (come e' possibile che vendono un mobile per il piano cottura in cui il piano cottura non c'entra??), e ho temuto il peggio.
Questa la situazione di martedi:


Giovedi' sono tornati gli uomini di Dobby per fare gli allacci (lavastoviglie, rubinetto, gas), sono riusciti a sistemare il piano cottura e hanno finito di sistemare tutta una serie di piccole cose che erano rimaste in stand-by in giro per casa.

E oggi sono venuti a pulire le finestre.
Si, io avevo iniziato, ma mi ero resa conto che la situazione era drammatica, allora ho fatto venire dei professional, che con 2 ore mi hanno fatto tutte le finestre (io con 4 ore ne avevo fatte 4).
E' stato un po' surreale, perche' ho detto all'omino che mi doveva pulire tutte le finestre tranne le 5 della cucina/family room (gia' pulite) e quella del bagno grande (da cambiare) e lui mi ha risposto:
"considerando che costa un tot a finestra e devo fare le finestre che mi hai detto, sono 200 dollari... ma se invece ti fai fare tutte le finestre di casa sono 180 dollari".
A me e' sembrato tanto strano... ma ovviamente mi e' andata bene!
E' un po' come comprare le confezioni grandi, che si risparmia rispetto a comprarne tante piccole...
Quando sono tornata che avevano finito gli ho dato i soldi in mano e lui mi ha ringraziata senza nemmeno contarli. Ah, il trust system!
[anche l'omino ci ha tenuto a dirmi che i vetri erano particolarmente sporchi]

Sono andati via, mi sono guardata attorno e ho detto "ah, si vede la luce!" :-), nel senso che... ci si vede attraverso i vetri! :-) ma anche nel senso che si vede la luce in fondo al tunnel.. che manca? niente, devo solo pulire i pavimenti, dare una spolverata alla cucina e pulire i binari di alcune finestre (che avevo dimenticato di richiedere esplicitamente, ma me ne sono resa conto troppo tardi).
Ho chiesto al marito di fare da papa' per alcune ore nel weekend, cosi' che sistemo il tutto.
Poi settimana prossima scatoloni e scatoloni (in realta' tante cose le abbiamo gia' inscatolate e portate), e venerdi' sara' il giorno del trasloco!

Nel weekend preparo un post di confronto "prima e dopo" e metto giu' tutte le spese :-)

9/25/2012

1023 - appuntamento preso

Sono 9 mesi che porto i capelli sempre legati, perche' Little D me li tira sempre.
Non ricordo quando li ho fatti tagliare l'ultima volta (prob piu' di un anno fa),  sono decisamente piu' lunghi rispetto a come li porto di solito... allora ho preso coraggio e sono entrata dal primo parrucchiere che mi sono trovata davanti facendo la passeggiata quotidiana.
Un tempo avrei fatto mille ricerche on-line e chiesto consigli in giro, ora l'unico criterio e' che sia vicino a casa.

Entro. Il tipo al banco reception (?) mi dice qualcosa, non capisco assolutamente cosa, ma cos'avra' mai potuto dire, e rispondo:
"vorrei prendere un appuntamento per un taglio di capelli".
Lui mi dice "... who?".
Non capisco la prima parola, ma siccome ero con Little D suppongo che mi abbia chiesto per chi fosse il taglio, quindi rispondo:
"for me".
Lui insiste "not for who, but ... who?".
Non capisco. Lo guardo... allora lui mi fa un gesto e mi fa vedere che ci sono almeno 4 parrucchiere... tutte cinesi.. bene!
Gli rispondo che non importa con chi.
"Quando?"
"Sabato pomeriggio, possibilmente dopo le 3".
"Va bene alle 2?".
No, non ci siamo capiti.
Ripeto "dopo le 3".
Mi fa vedere che per Sabato non hanno nessuno appuntamento e posso scegliere l'orario che voglio...
Riprovo "alle 3".
Ok, ci siamo, capisce.
Mi chiede il nome, faccio lo spelling, e il risultato e' "Narika". Lascio perdere, non importa.

Ora io mi chiedo... se gia' in Italia parlando italiano non sono mai riuscita ad ottenere il taglio che volevo (con tanto di foto di supporto), come andranno qui le cose viste le premesse, e visto che le parrucchiere sono cinesi?

[alla ricerca di una foto con un bel taglio]

9/21/2012

1022 - renovation: giorni 28, 29 e 30

Altro post veloce e senza foto :-(
[No, non sono costante in questi giorni... e mi scuso anche con le persone che sono in attesa di una mia email... arrivero' :-)]

Abbiamo deciso che le finestre della camera da letto senza tende non possono stare, l'unica che c'era era lurida e barcollante, e le altre due erano senza tenda (a meno di non voler rimettere un lenzuolo....).
Ho selezionato 3 aziende per possibili preventivi, e cosi'....

Martedi' e' venuto l'Uomo delle Tende Number 1: la sua azienda (piccola e locale) e' specializzata in shutters (cioe' quelle cose tipo persiane bianche ma che stanno all'interno della finestra, come le abbiamo nella casa attuale), ha preso le misure, mi ha fatto vedere un paio di campioni per poter scegliere colore, materiale e altri particolari, e mi ha detto $1740 per le 3 finestre della camera.

Nel pomeriggio e' venuto l'Uomo delle Tende Number 2: lavora per un'azienda a livello nazionale che ha vari tipi di tende, mi ha detto che per quella finestra si possono mettere o gli shutters o le tende a nido d'ape (ma in quest'ultimo caso la tenda si aprirebbe solo per la parte "rettangolare" del trapezio, non per la parte "triangolare" sovrastante), ha preso le misure, mi ha fatto vedere un campione, e mi ha detto $1620.
L'Uomo delle Tende Numer 2 e' stato scartato all'istante perche' per calcolare l'area del trapezio ha preso la misura del lato inclinato.... non solo, siccome non aveva la scala per salire in alto a misurare il lato, ha messo approssimativamente il metro inclinato come il lato del trapezio e ha preso cosi' la misura che gli serviva :-/.

Mercoledi' e' venuto invece l'Uomo delle Tende Number 3: lavora per un'azienda locale ma che si occupa di diversi tipi di tende, ha preso le misure, mi ha fatto vedere un paio di campioni e mi ha detto $1640.

A quel punto i prezzi erano simili, ma ho scelto l'Uomo delle Tende Number 1, che mi e' sembrato piu' specializzato per quel tipo di tenda.
Saranno shutters in polyclad, esattamente quelle che si vedono qui. Solo che ci metteranno un po' per arrivare... quelle rettangolari 3 settimane, mentre quella trapezoidale 2 mesi :-/.
In futuro anche le finestre delle camerette avranno gli shutters... abbiamo rimandato sia per una questione di costi sia perche' per pulire i blinds che ci sono ora ci ho messo circa 2 ore :-/.

Giovedi' invece sono venuti a pulire i condotti dell'aria... e qui apro una piccola parentesi su come funziona il riscaldamento da queste parti ;-).
Si, d'inverno serve il riscaldamento (di solito io lo accendo un paio d'ore al mattino e almeno 4 ore alla sera). Il riscaldamento pero' non funziona ne' con i termosifoni ne' con altri sistemi che fanno circolare acqua calda, ma funziona ad aria. Il cuore (wow) e' la fornace (heating furnace), che e' uno scatolotto di questo tipo:

e' abbastanza grande, sara' alto un metro, e di solito e' o nell'attico o in garage.
Da una parte entra aria fredda, dall'altra esce aria calda. Ho rubato un'immagina di una fornace elettrica, ma spesso e' invece alimentata a gas. L'aria circola attraverso condotti piu' o meno di questo tipo, che sono all'interno dei muri, e si aprono nelle diverse stanze tramite grate di questo tipo (si, abbiamo visto tutti almeno un film dove qualcuno per scappare o per intrufolarsi, usa i condotti dell'aria... no?).
Dentro questi condotti si accumula polvere e quant'altro e ogni 2 anni circa andrebbero puliti... viste le condizioni della Casa, io credo che questi condotti non siano mai stati puliti prima d'ora! Gli omini della pulizia mi hanno detto "tra 45 minuti finiamo e ti chiamiamo", invece hanno chiamato dopo un'ora e mezza e mi hanno detto "ma erano veramente sporchi!".. e lo so! Mi hanno anche fatto vedere un paio di foto, ma purtroppo non me le hanno mandate.

Sempre sul fronte Grandi Pulizie, ho capito che non ce la faro' mai a pulire tutte quelle finestre cosi' sporche nei ritagli di tempo... (anche perche' ho altro da pulire), allora ho cercato su internet qualcuno specializzato in finestre e zanzariere (che ho scoperto, facendo una figuraccia con l'Uomo delle Tende Number 1, non si chiamano "mosquito net" ma si chiamano "window screen" :-/). Ne ho contattati un paio per email, ma non mi hanno risposto. Quindi lunedi mi tocchera' fare un approccio piu' aggressivo e telefonare, perche' l'alternativa e'... pulirle da me! :-/

Ho iniziato la pulizia dei bagni (del secondo bagno e del mezzo bagno, non del bagno in camera nostra)... ve lo devo dire che erano brutalmente sporchi?
Per fortuna li ho affrontati sempre a stomaco vuoto, ma non e' stato affatto divertente mettersi li' a pulire macchioline rosse in prossimita' della tazza oppure rimuovere lo sporco nero da dentro i mobiletti.... e non ho finito! Ho dato una prima mano di pulizia generale, per togliere il grosso... poi ho gettato la spugna (nel vero senso della parola) e ora potro' fare (quando?) una pulizia di secondo livello... piu' mancano ancora da pulire pavimenti e piastrelle....


9/17/2012

1021 - renovation: giorni 23, 24, 25, 26 e 27

Sono rimasta indietro con l'aggiornamento del blog.... velocemente quello che e' successo la settimana scorsa!

Lunedi' e martedi' sono venuti gli omini della cucina, hanno finito di montare tutto e hanno risolto alcuni problemi pratici: tipo il forno (dell'Ikea) che non entrava nel mobiletto apposito (sempre dell'Ikea), oppure la cappa che non si attaccava bene al muro, e il tubo del gas che bisognava modificarlo ecc...
Intanto gli elettricisti hanno messo i faretti e hanno montato il ventilatore in camera.

Mercoledi' e' venuto invece l'omino del countertop a prendere le misure.
Pensavamo fosse una cosa di pochi minuti, invece ci ha messo un'ora e mezza :-/.
Con delle listine di legno ha fatto tutta la sagoma del piano, poi ha controllato che la cucina fosse in piano, e poi ha misurato il piano cottura e il lavandino, e poi qui, e poi li', non finiva piu' :-/
Per fortuna Little D era a casa con la nonna, altrimenti non ne sarei uscita viva!

Giovedi' e' venuto un altro personaggio, e ha sistemato delle piccole cose che erano rimaste in sospeso, piu' ha pulito il garage dal materiale che era rimasto.

Venerdi' invece sono tornati i Parquet's Brothers e hanno finito di sistemare pavimento e battiscopa (nel frattempo avevamo dovuto ordinare un altro paio di scatole per finire armadi e sottoscala).

Ad oggi quindi la cucina e' cosi:


E la nostra camera e' cosi:

[abbiamo iniziato a montare un paio di cassettiere dell'Ikea]

Venerdi', sabato e domenica ho anche fatto un po' di pulizia (ma questo non lo conto tra i renovation days), sempre approfittando della presenza della nonna :-).
Sono riuscita a pulire le camerette, meta' del secondo bagno e le finestre della cucina/family room (5).
Pulire le finestre mi sta prendendo veramente tanto tempo...perche' non basta pulire i vetri dentro e fuori (fuori solo per quelle a piano terra), ma bisogna pulire anche tutta l'intelaiatura (di finestre e zanzariere), credo che non siano state mai pulite, e dentro c'e' di tutto, compresi mucchietti di ragni morti che rotolano giu' a volonta'.... e spero di non incontrare vedove nere o marroni (che dentro casa era stata gia' trovata una vedova marrone morta).
In settimana, con escursioni notturne e con un po' di babysitteraggio, spero di finire il secondo bagno, una prima passata ai pavimenti, e fare quante piu' finestre possibili...

Questa e' una finestra, dalla parte dentro casa:



Nel frattempo nuove idee sono maturate: far sistemare subito le tende in camera nostra, e vedere cosa si puo' fare per questo bagno:



che, oltre ad essere sporco e datato, e' proprio "consumato dagli anni".

9/12/2012

1020 - trentotto

Ecco il trentottesimo piccolo principe:


A me sembra sardo (non so il sardo, eh, ma nel mio immaginario suona cosi') ... e invece e' finlandese, souvernir del marito dal suo ultimo viaggio di lavoro! :-)

E un paio di settimane fa, tutti e trentotto i principini sono stati impacchettati, anche perche' il piccolo principe quello in carne e ossa ormai riusciva a raggiungerli e a buttarli giu' e ad aprirli, quindi prima che iniziasse a strapparli e mangiarli ho deciso di impacchettarli, insieme a pochi altri libri significativi:


Loro hanno gia' traslocato a casa nuova :-)

9/09/2012

1019 - renovation: giorni 21 e 22

Dopo un martedi' e un mercoledi' mosci e un giovedi di totale assenteismo, venerdi' Casa era piena di gente al lavoro!
C'erano: Giorgio & Gigio per la cucina (insieme a un altro aiutante), i Parquet Brothers per il pavimento e i Roofer's men sul tetto.

Giorgio & Gigio con la loro velocita' da bradipo hanno finito di montare i mobiletti (cioe' quei 3 che mancavano) e hanno appeso i pensili. Quando sono passata venerdi' a ora di pranzo stavano appunto iniziando a mettere i pensili ed e' iniziata una discussione sull'altezza giusta a cui appenderli, alla fine ho vinto io e li ho fatti mettere un po' piu' in alto (perche' per me e' piu' ergonomico cosi').
Ho chiesto "ma allora oggi finite?" e loro "eh, ma sono quasi le 2 ormai....".
Erano quasi le 13:30, ma vabe'... come vedete non hanno finito :-), pero' per ora sta venendo bene:



Ah, questi sono frigorifero e lavastoviglie, per ora poggiati nella living room:


I Parquet Brothers credo fossero almeno 5, tutti con la maglietta con su scritto San Diego :-), e tra venerdi' e sabato mattina hanno parquettato quasi tutta casa! Manca solo pezzetto della nostra camera e di finire di mettere il battiscopa.
Veloci, si, pero'.... hanno sporcato le ante di qualche armadio, e ora dobbiamo farlo presente a Dobby.


I Roofer's men erano sul tetto, non ho idea di quanti fossero... so solo che non hanno finito, ma per lunedi' potrebbero farcela.

Venerdi' inoltre c'e' stato un colpo di scena!
Dopo aver telefonato altre volte all'Ikea, alla fine e' stato deciso che ci avrebbero spedito un nuovo lavandino! Evviva! Ed e' arrivato a casa nostra la sera stessa, per fortuna a casa vecchia, visto che il range di attesa era di 4 ore, e bisognava firmare un foglio alla consegna!
Quindi ora abbiamo tutti i pezzi, e appena Giorgio & Gigio finiscono di montare la cucina, possiamo chiamare gli omini del countertop!


Due parole sul parquet.
Qui e' molto diffusa la moquette (carpet), ma a noi non piace proprio, allora abbiamo deciso per un pavimento di legno. A questo punto avevamo (nel nostro range di prezzo) due possibilita': laminato o parquet di legno vero (hardwood flooring). Abbiamo girato quattro negozi, abbiamo visto varie cose, abbiamo fatto domande, abbiamo cercato di capire le differenze, e ci sono stati dati diversi consigli.
Qualcuno ci ha detto che con un bambino e' meglio il laminato, perche' e' piu' resistente a graffi e macchie; qualcun altro ci ha detto che se un giorno vogliamo rivendere casa allora e' meglio mettere l'hardwood; qualcun altro ci ha detto che con un bambino e' meglio mettere la moquette :-).
Il primo passo e' stato scegliere in quale dei quattro negozi visitati avremmo comprato il pavimento, e questa scelta e' stata abbastanza facile e ci ha trovato d'accordo. Poi per il negozio prescelto abbiamo ridotto la scelta a un tipo di laminato e a un tipo di hardwood, e anche questo e' stato abbastanza semplice. Scegliere invece se volevamo laminato o legno vero e' stato un po' piu' impegnativo... ma alla fine abbiamo scelto l'hardwood!
La differenza di prezzo era solo di un dollaro per square feet (piede quadro?), e il legno, anche se piu' delicato, ci piaceva di piu'. Questo e' quello che abbiamo scelto, pagato in offerta $2.97/sq ft (tasse incluse).
In generale abbiamo visto che il laminato costa tra i 90 centesimi e i 3 dollari (ma quello da 90 centesimi solitamente e' bruttino :-/), mentre il parquet parte dai 2 dollari e puo' arrivare a costare veramente tanto!
Una valida alternativa mi e' sembrata il pavimento di bamboo, che e' bello esteticamente e molto resistente, ma lo avevamo trovato nel negozio che abbiamo scartato quasi prima di entrarci :-).
Il pavimento di bamboo e' considerato eco-friendly, ma non lo e' fino in fondo...

Ok, tocchera' piantare diversi alberi in giardino per compensare la renovation di questa casa :-)

9/08/2012

1018 - pubblicita'

Una volta passava l'aeroplano con lo striscione dietro.

Ora invece si fa cosi:


9/07/2012

1017 - renovation: giorni 19 e 20

Lunedi' nessuno ha lavorato perche' qui era giorno festivo.
Martedi' mattina sono invece arrivati Giorgio & Gigio per montare la cucina.
Il marito li ha incontrati alle 8, e loro hanno detto che avrebbero montato tutti i pezzi in giornata, per poi assemblare la cucina nell'insieme il giorno dopo. Bene!
Io e Little D siamo passati un paio d'ore dopo, per vedere come andava... avevano montato un cabinet e stavano catalogando i pezzi, e mi hanno detto che martedi e mercoledi' avrebbero montato tutti i pezzi, per poi assemblare la cucina il giovedi'... meno bene...

Mercoledi' mattina il marito e' passato a Casa prima di andare a lavoro, ma Giorgio e Gigio non c'erano... io sono passata verso le 9, e ho trovato invece Tonio (il pittore), che stava spennellando le pareti della cucina, li' dove prima c'erano i cabinets.
I cabinets nuovi erano stati montati quasi tutti, ma Tonio non sapeva nulla di Giorgio e Gigio, pensava che ormai pero' non sarebbero andati, e lui stesso pensava di andare via di li' a un'oretta. Questa notizia mi ha "rattristato" perche' in mattinata, tra le 10:30 e le 12:30, era prevista la consegna degli elettrodomestici comprati on-line (frigorifero, lavastoviglie e lavatrice per un totale di 2890 dollari). E se Giorgio e Gigio non c'erano, e se Tonio non c'era, vuol dire che dovevo aspettare io, con Little D, in una casa vuota e con i lavori in corso.
Sono ripassata a casa vecchia, dove Little D per fortuna ha dormito un po', io ho preso latte e giocattoli, e alle 10:30 eravamo a Casa. Durante la prima ora sono riuscita a intrattenerlo mentre era sul passeggino, ma poi non ne poteva piu', voleva scendere e gattonare :-/. Gli ho dato il biberon seduti per terra, l'ho fatto un po' gattonare dove non era troppo sporco, l'ho tenuto in braccio e gli ho fatto fare il giro delle stanze piu' e piu' volte...

Verso mezzogiorno e' arrivato un omino! E' entrato, mi ha chiesto se ero la signora tal dei tali, e mi ha detto che doveva controllare delle cose in cucina... dopo pochi secondi in cui avevo esultato ho capito che non era lui l'omino del frigo, pero' non capivo chi fosse, allora gli ho chiesto "mi scusi, ma lei lavora per Dobby?", lui mi ha guardata male e mi ha risposto "lavoro CON Dobby", ed e' andato via senza nemmeno salutarmi :-/.
Alle 12:35 Little D ormai piangeva, io non sapevo piu' che inventarmi allora ho mandato un sms al marito dicendo che non si vedeva ancora nessuno, lui ha chiamato quelli della consegna e lo hanno messo in attesa... e mentre era in attesa finalmente e' arrivato il camion della consegna! Hanno scaricato tutto, si sono presi la vecchia lavastoviglie, e poi finalmente a casa...

Non ho nessuna foto perche' avevo dimenticato la macchinetta fotografica :-(.

Insomma, martedi e mercoledi' sono stati poco produttivi, e giovedi' non si e' presentato nessuno a lavorare (Dobby mi ha mandato un sms per scusarsi, sempre problemi di scheduling).

Nel frattempo:

- e' arrivato il ventilatore per la camera da letto (Lake Alice)

- il lavandino dell'Ikea si e' perso... quando chiamiamo solitamente c'e' un'attesa di 30 minuti, poi si riesce a parlare con qualcuno che ci dice che deve inoltrare la chiamata a un "livello superiore" e dopo altri 30 minuti di attesa cade la linea... che fine ha fatto il nostro lavandino???? Ormai e' passata piu' di una settimana e secondo me le probabilita' di ritrovarlo si affievoliscono. Stiamo valutando possibili soluzioni, anche perche' gli omini del countertop hanno bisogno del lavandino per fare la sagoma del piano (e poi ci mettono una settimana circa per realizzarlo)

- e' stato scelto Roofer Number 2, ma ci fara' un lavoro piu' completo rispetto a quello previsto inizialmente, per un totale di 3400 dollari

- abbiamo meditato se cambiare la ringhiera lungo le scale... non che volessimo cambiarla per una questione di estetica, ma io mi ricordavo che per adottare un bambino la spaziatura tra le barre delle ringhiere non deve superare i 10 cm, e a Casa la spaziatura e' piu' grande! Siccome non sappiamo il futuro cosa ci riserva e visto che stiamo sistemando casa, ci siamo fatti fare un preventivo... ma il preventivo era alto, contemporaneamente abbiamo contattato Guglielmina e ci ha rassicurati dicendoci che esistono soluzioni alternative (tipo mettere un foglio di plexiglass lungo la ringhiera oppure delle reti apposite).. quindi la ringhiera resta cosi! :-)

Dita incrociate.

9/06/2012

1016 - le finestre

[premessa: parlo per la mia esperienza personale, non so se quanto segue e' valido per tutti gli stati uniti]

Le case qui sono molto piu' luminose e "leggere" che in italia, probabilmente complice il legno per la struttura portante, di solito con le finestre si abbonda.. e viene sempre fuori un bel risultato!
Per esempio nella Casa la parete della cucina che da' verso il giardino e' cosi:


ed oltre il camino (di cui si vede un pezzetto) ci sono altre due finestre all'angolo (come quelle che si vedono), cioe' e' una parete superluminosa! :-)

Oppure nella living room c'e' questo:


e la parete a sinistra poi continua cosi:


Alcune di queste finestre si aprono, altre no (di solito quelle piccoline in alto non si aprono).
Quelle apribili, solitamente si aprono "scorrendo" dal basso verso l'alto se sono strette e alte, oppure "scorrendo" lateralmente se sono sufficientemente larghe.
All'inizio questo sistema per aprire le finestre non mi piaceva, perche' c'e' sempre una parte fissa, mi mancava proprio il gesto di "spalancare la finestra".. ora pero' mi sono abituata ed apprezzo di piu', visto che non ci sono mai "pericolosi spigoli" in mezzo alle stanze :-)

Questo e' un tipo di levetta per aprire le finestre:


Di solito dove c'e' l'anta scorrevole c'e' sempre una zanzariera (che quindi copre solo meta' finestra). Personalmente a San Diego credo di non aver mai incontrato una zanzara, pero' ben vengano perche' impediscono l'ingresso a tanti altri animaletti (ragni, lucertole, scarafaggi, topi, scoiattoli, conigli ecc :-).
La zanzariera e' fissa (fa eccezione quella delle porte/finestre).
Conclusione: non ci si puo' sporgere dalle finestre :-)
[anche questo ha pro e contro]

Nella Casa la maggior parte delle finestre sono vecchiotte, l'ispettore ci ha detto che sono quasi giunte al termine della loro vita... (e poi che succede? spero di non scoprirlo). In futuro dovremo pensare di cambiarle, non ora pero' :-)
Per fortuna quelle delle camerette e quella della stanza dei giochi sono state cambiate qualche anno fa.

Non esistono ne' persiane ne' serrande (a volte si vedono delle persiane di tipo "decorativo" attaccate all'esterno, affianco alle finestre, ma sono finte, non si chiudono).
L'unico modo per schermare la luce e' di farlo dall'interno, e ci sono diversi modi.
Nella casa dove viviamo ora abbiamo questi:


 che sono tipo delle persiane interne. Chiudono bene, quello e' vero, ma non mi piacciono molto...

In cucina invece abbiamo questa tenda (ecco, vi faccio vedere l'unica miglioria che in 3 anni abbiamo apportato alla nostra casetta):


con la struttura a nido d'ape:


Le tendine blu della cucina/family room sono dello stesso tipo (devono pero' essere ripulite dagli strati di polvere). Nel resto del piano di sotto staremo per un po' senza tende. Al piano di sopra nelle camerette abbiamo queste (da pulire):

nella nostra camera abbiamo questa:

che fa tanto stanza d'albergo (ovviamente da pulire), mentre la parte di sopra (triangolare) al momento non ha nulla. I bagni hanno il vetro smerigliato e sono senza tende.

Tra qualche anno potremmo prendere in considerazione l'idea di omogeneizzare finestre e tende, almeno tra zona giorno e zona notte.

9/04/2012

1015 - di tour in tour

L'anno scorso di questi tempi ero impegnata con il blogtour, anzi stavo quasi per finirlo e tornare a casa.
Avevo tanta liberta' in piu' e tanto bagaglio in meno :-).
In questo anno tante cose sono cambiate.
Ora come ora non potrei fare una cosa del genere, ma in futuro chissa'... "l'energia non si crea ne' si distrugge, ma si trasforma", cosi' anche le vacanze e i viaggi: non e' che ora spariranno, ma saranno un po' diversi per tener conto delle esigenze di tutti. Non vedo l'ora che Little D sia un pelino piu' grande per fare il nostro primo viaggio in camper, possibilmente il giro dei grandi parchi americani dell'ovest... :-)
[intanto in questi giorni stiamo meditando su viaggi e cercando biglietti aerei :-)]

Dicevo, tante cose sono cambiate, e ora piu' che fare io un blog tour andando a casa degli altri (lettori/bloggers), sono gli altri che stanno entrando dentro casa mia (nostra) con i post sulla renovation :-)

Mi ha fatto tanto piacere quest'estate rivedere diverse persone che avevo incontrato l'anno scorso durante il tour, tra chi ho incontrato a Roma e chi ho incontrato a San Diego :-). E' stato un po' come rivedersi a distanza di pochi giorni in realta'... Altre persone non ho invece avuto modo di rivederle, ma io ci spero sempre in futuri incontri... e qualcun altro invece e' sparito dalla mia vita, per un motivo o per un altro.
["Good friends we have, oh, good friends we've lost
Along the way"]
In fondo l'ho sempre pensato, che la vita e' come un viaggio in treno.
Nel nostro scompartimento si alternano diversi personaggi: chi soggiorna a lungo, chi il tempo di una fermata, chi cambia scompartimento per un po' e poi ritorna, chi scende senza nemmeno salutare, chi riesce a prendere il treno al volo, chi ci parla per tutto il tempo e chi sta in silenzio ma lo sappiamo che sta li', chi ci offre dei biscotti, chi ci fuma davanti agli occhi, chi pensava di andare nella nostra stessa direzione ma invece no, chi sta leggendo il nostro libro preferito ecc ecc.

Non riesco a trovare la conclusione di questo post...:-)
Torno ai miei doveri, qui e' tempo di fare il change of address di troppe cose (riviste, utenze, servizi, negozi ecc).

9/03/2012

1014 - renovation: giorni 16, 17 e 18

Venerdi' mattina e' arrivato Miles per occuparsi della rimozione degli alberi in giardino, e ovviamente non era lui quello che si sarebbe sporcato le mani, ma era li' che accompagnava due giardinieri messicani. Hanno lavorato dalle 8 alle 14 circa e hanno fatto tutto quello che dovevano fare, ne' piu' ne' meno.
Questo e' quello che resta dell'albero, sigh...



Sempre venerdi mattina, dopo aver controllato il lavoro dei giardinieri sono entrata dentro casa per vedere come andava il resto dei lavori, e mentre ero in cucina ho sentito martellare la parete dall'esterno... mi sono affacciata e ho visto uno degli elettricisti tutto indaffarato su una scala, gli ho chiesto cosa facesse e mi ha risposto che stava spostando una presa elettrica, come se fosse la cosa piu' naturale del mondo farlo dall'esterno :-/ Io non so se e' normale fare cosi e perche' ... pero' dopo un attimo di smarrimento ho fatto la parte di quella che "ovvio, si fa cosi'" :-/.
Cmq gli elettricisti entro venerdi' hanno quasi finito la loro parte, mentre Tonio e Consuelo hanno continuato a dipingere in parte anche sabato e domenica (giorni 17 e 18), spero almeno mezza giornata...
Il problema e' che la cucina era azzurra, quindi hanno dovuto dipingerla almeno 4 volte per farla diventare gialla gialla :-)

Posto qualche foto dello stato attuale dei lavori, poi quando tutto sara' finito faro' invece un post di confronto "prima e dopo".

La stanza di Little D e' cosi', con la parete di fondo blu mentre le altre tre sono celeste/azzurro:


La stanza degli ospiti ha la parete con la finestra verde scuro mentre le altre tre pareti sono verde piu' chiaro (lo stesso verde della nostra camera da letto):


Non si apprezzano bene i contrasti tra i colori con queste foto, vedro' di fare di meglio per il post finale... Forse qualcuno avra' notato che i lampadari sono stati invertiti, e' stata una (saggia) scelta del marito...

E questa e' la cucina:


Dal vivo e' meno gialla di quello che sembra :-), mentre la parete non fotografata e' arancione, se ne vede un pochino da qui:



Intanto: del lavandino della cucina si sono perse totalmente le tracce, abbiamo comprato delle cassettiere per  la nostra camera (bianche, semplici, dall'ikea pure queste), abbiamo traslocato i primissimi scatoloni (ancora pochi...)... abbiamo scambiato le prime chiacchiere con i vicini di casa, ma di loro raccontero' piu' avanti :-)

Oggi (lunedi) qui in america era giorno festivo (Labor Day), domani si riprende con l'assemblaggio della cucina, e poi ci aspetta il parquet!

1013 - se la chiamano cosi' un motivo ci sara'

Arrivo arrivo, eh... intanto vi lascio questo video su San Diego, che "spiega" perche' il nickname di San Diego sia "America's finest city" :-)

[spero che si veda]



9/01/2012

1012 - renovation: giorni 14 e 15

Mercoledi' mattina (ci troviamo alla terza settimana di lavori) sono andata a Casa insieme al marito perche' dovevamo conteggiare i pezzi della cucina: lui mi leggeva i codici dei vari pezzi e io depennavo dalla lista... per infine scoprire che manca il lavandino!! Purtroppo nella bolla di accompagnamento risultava consegnato, ma li' non c'era, quindi abbiamo telefonato e abbiamo aperto un file, l'Ikea sta investigando che fine ha fatto il lavello e ci faranno sapere nei prossimi giorni... almeno non e' un pezzo fondamentale per il montaggio :-/

[tra parentesi: per fortuna che ho il baby carrier e che Little D se ne sta sempre buono li' dentro, che a tenerlo in braccio tutto quel tempo non ce la farei... ma il conteggio dei pezzi ikea ha estenuato anche lui!]

Sempre mercoledi' in mattinata abbiamo incontrato gli elettricisti, a cui abbiamo delegato di: portare la corrente a 220 in cucina per il forno, spostare la presa elettrica e il buco di ventilazione per la cappa dei fornelli, trovare una soluzione alternativa per le luci in cucina e sistemare l'illuminazione delle camerette.
La cucina era illuminata da due lunghe barre al neon poste dietro un vetro con cornice di legno, come si puo' vedere qui:

gli elettricisti ci hanno proposto una soluzione con dei faretti, 4 centrali e 3 lungo il piano di lavoro, e abbiamo dato l'ok (ci sarebbe stata anche l'opportunita' di fare due interruttori separati per i due set di luci, ma abbiamo detto di no perche' abbiamo le braccine corte :-/ ).
Nelle camerette non era prevista la possibilita' di "illuminazione dall'alto", dalla mia limitata esperienza ho notato che di solito e' cosi', cioe' non ci sono lampadari nelle camere ne' sono previsti, ma di solito l'illuminazione e' affidata alle lampade da terra. Non mi andava pero' ne' di avere questo tipo di lampade nelle camerette ne' avere i relativi cavi a terra (non mi sembrano a misura di bambino, anche se generazioni e generazioni di americani sono sopravvissute a questo :-D), quindi i bravi elettricisti si sono presi l'incarico di far arrivare i cavi elettrici sul soffitto delle camerette e di fare in modo che i lampadari siano comandati dagli interruttori vicino la porta... wow! :-D

I pittori durante la giornata di mercoledi' hanno finito con soffitti, porte, battiscopa e armadi.

Mercoledi' pomeriggio sul tardi sono andata ad incontrare il giardiniere, Miles.
Tutto sembrava tranne che il tipico giardiniere che si incrocia per le strade di San Diego: e' arrivato con una macchina spider a due posti decappottata e con abbigliamento quasi da discoteca, e mi ha detto "sono il giardiniere"...
Non abbiamo per ora il budget per sistemare il giardino (la landa secca e desolata), ma quando avevamo fatto fare l'ispezione ci avevano detto di togliere al piu' presto uno degli alberi del backyard, perche' troppo vicino a casa e con le radici pericolosamente vicine alla fondazione... si tratta di questo albero qui (purtroppo quello che si vede dalla finestra della nostra camera da letto):


Gli ho anche chiesto la potatura dei rami di un secondo albero che arrivano fin sopra il tetto (e portano animali), di togliere l'edera all'ingresso (per lo stesso motivo), e di rimuovere una serie di alberelli morti o in fin di vita qua e la'. Per fortuna e' arrivato il marito e ha detto che era tutto qui, altrimenti io gli avrei chiesto di togliere anche le varie erbacce e fare altra pulizia :-/.
Il resto del giardino sara' sistemato forse a primavera, intanto Miles ci ha detto che di questo si sarebbe occupato venerdi' mattina per $550 (tagliando l'albero alla base ma senza toglierne le radici).

Giovedi, giorno 15 dei lavori, Consuelo e Tonio e Sancho Panza hanno dipinto le camere... che meraviglia! Sono passata diverse volte per controllare che mettessero i colori giusti sulle pareti giuste, e sono stati bravissimi ed hanno fatto un ottimo lavoro! Ogni volta che entro in quelle camere non posso fare a meno di sorridere... non ho ancora fatto le foto per confrontarle con quelle vecchie (arrivano presto), ho solo una foto della camera da letto:


e' venuta proprio come volevo!! Mette allegria, che bello! :-)

Invece gli elettricisti (che lavorano ad orario molto ridotto) per la fine di giovedi' mi hanno fatto trovare questo:


e similmente hanno fatto arrivare i cavi sui soffitti delle camerette.

E' un peccato non poter stare li' tutto il giorno a seguire per bene i lavori, c'e' tanto da imparare da queste case di legno... tipo che non bisogna fare le "tracce" a muro per far arrivare i cavi elettrici ne' si usano i corrugati... sembra tutto piu' semplice :-)

Ah, dimenticavo... il marito ha cercato di contattare piu' volte Roofer Number 3, ma non rispondeva ne' alle email ne' alle telefonate (e porello, sta in Finlandia a godersi i bimbi!). Allora giovedi' abbiamo richiamato Roofer Number 2, il quale ci ha detto che avrebbe fatto un sopralluogo piu' accurato e che ci avrebbe mandato il contratto da firmare. Fatto questo e' riapparso Roofer Number 3 :-/, che si e' scusato che il suo preventivo non era arrivato prima (dice di averlo mandato), e ci ha fatto due proposte: rifare tutto il tetto per 7mila dollari (contro i 10mila di Roofer Number 1) oppure di rifare solo il lato sud piu' riparazioni puntuali sul resto del tetto per 2700 dollari.
Io preferirei quest'ultima soluzione, ma Roofer Number 3 torna a meta' settembre; il marito sembra preferire Roofer Number 2, che invece inizierebbe subito. Nei prossimi giorni sara' presa la decisione :-)