3/19/2014

1162 - naturale e salutare

Sto preparando il post sulle targhe (con i miei ritmi da bradipo) pero' ieri mi sono trovata in una situazione in cui mi sentivo un cavolo a merenda (se si puo' dire cosi'').
E ci sono un paio di immagini che ho in testa e che devo buttare fuori... come quando una canzoncina entra in testa e non vuole uscire piu' :-)

Insomma, eravamo a questo playdate con gli amici di D e le loro mamme (mamme variamente incinte). A un certo punto bimbo R (2 anni e mezzo) dice alla mamma "mamma, ho sete" e si avvicina alla mamma... lei si alza la maglietta e se lo attacca alla tetta.... tutte le altre mamme hanno continuato come se niente fosse, mentre io ho assunto l'espressione "ehi, ehi, c'e' un alieno, attenzione!!!".
Mamma di J (2 anni e mezzo, lei al settimo mese) rincara la dose "meno male che allatto ancora J cosi' ora che arriva l'altro baby non avro' problemi di "intasamento da latte" come la prima volta che ho allattato", e le altre mamme annuivano...  insomma, ero io l'alieno :-/

E mentre io ero ancora perplessa per quanto visto/ascoltato, la mamma di J continua un discorso gia' evidentemente affrontato nelle puntate precedenti, dicendo "e ora ho preso appuntamento con questi della placenta, vengono a casa (il parto sara' in casa) la prendono, la seccano, la liofilizzano e ci fanno le pasticche...  il numero di pasticche e' variabile, dipende da quanta placenta esce fuori (mi pare abbia detto tipo 3000)... si conservano fino a 20 anni... mi basteranno fino alla menopausa..."

Ora... so che parliamo di cose naturali e salutari.. gli antichi facevano cosi e pure gli animali fanno cosi... ma credo di aver assunto una di quelle espressioni tra il meravigliato e lo schifato che solo chi mi conosce di persona puo' capire.

AGGIORNAMENTO
Cercando info su questa storia della placenta, nel primo link che ho trovato ho letto:
"Cultures that find it customary to prepare the placenta for the mother or are known to consume part or all of the placenta include the Chinese, Vietnamese, Hungarians and Italians. "
?????
(http://www.bellybelly.com.au/post-natal/placenta-encapsulation-benefits-of-eating-your-placenta#.Uyp1RdJdUuc)

30 commenti:

Luciano ha detto...

Sai che è la prima volta che non ci capisco un tubo?
Non ho capito nè la storia della placenta, nè quella dell'alieno. Perché ti sei sentita un alieno?

Alessandra ha detto...

Bleah e bleah....e sarà che non c'ho mai avuto la tetta dispenser ma fino a 2 e mezzo mi fa un po schifiu...viva gli alieni!!!

elle ha detto...

io conosco donne che hanno allattato fino a quell'eta'. diventa poi difficile staccarsi, dicono, sia per la mamma che per il bambino. e comunque fino ai due anni chi puo' continua, e a quanto pare fa pure bene...
la questione della placenta mi sa molto new age californiano :D
a che servono ste pasticche? brrr.

Serena Semplicemente ha detto...

Sarà che io le mie figlie le ho allattate, con ben poco godimento, solo per pochi mesi, ma questi allattamenti a oltranza mi lasciano decisamente perplessa...soprattutto se la mamma è pure incinta!
Per quanto riguarda la placenta, l'ho vista di sfuggita quando ho partorito e mi ha fatto proprio schifo, non voglio neanche pensare all'utilizzo di quelle compresse...che orrore

Nikla ha detto...

Ahahahah
Ma a che servono ste pasticche??!
Nonostante abbia allattato abbastanza (39 mesi totali tra tutti e due), anche a me fa strano vedere bimbi grandi al seno della mamma...così ovunque...ma capisco che ogni cosa è soggettiva.

nonsisamai ha detto...

ma no!! povero bambino...magari voleva solo un po' d'acqua! e poi davvero se ha l'eta' per dirti che ha sete e magari per ricordarsi la scena, basta...!! :))

(quando mi e' capitato di trovarmi in compagnia di fanatiche di questo tipo sono scappata a gambe levate. mi fanno sentire giudicata e mi mettono l'ansia)

Anonimo ha detto...

Anche a me hanno raccontato di placenta ingurgitata in pasticca.. Se non ricordo male era un cubano che me l'ha spacciata come un toccasana della nonna.. Anch'io devo aver fatto la faccia alquanto schifata perché ha lasciato cadere l'argomento.. Sul l'allattamento a oltranza non mi esprimo che è meglio (; Giù

Anonimo ha detto...

mai sentita la storia delle pasticche, a che servono?

per l'allattamento, quando nacque mia figlia, mi dissero che nelle societa' non industrializzate le mamme allattano fino ai 3 anni del bambino (o 4?). A me non pare strano, anzi, lo trovo bello se alla mamma non pesa.

valescrive

Marica ha detto...

Luciano: prob ho scritto di fretta e male... mi sono sentita un alieno perche' per tutte le altre era normale sia questa storia della placenta sia allattare i bimbi fino a 3 anni e piu'... inoltre io sono l'unica che manda il figlio all'asilo... sono un po' un alieno, cioe' fuori dal coro!
riguardo la placenta, ho aggiornato il post con un link :-)

alessandra: per fortuna/sfortuna D non si e' accorto di nulla... ma prima o poi dovro' dirgli che i bambini piu' o meno piccoli bevono dal seno della mamma :-/

elle: sara' che io non ho allattato, ma fino a 2 anni e mezzo passati mi sembra tanto... non metto in dubbio che sia salutare/naturale, ma mi ha colto di sorpresa... soprattutto il gesto, cioe' sapevo gia' della mamma di J che lo allatta ancora, ma non mi era mai capitato di vedere la cosa... anche perche' poi il bambino e' rimasto con la bocca sporca di latte a giocare affianco a me e la mamma non l'ha pulito :-/
per la placenta: pare che aiuti a produrre il latte e per la depressione post-partum... boooh... il buffo e' che nel link che ho messo ora sopra dice che e' una cosa tipica italiana :-D

serena: non metto in dubbio che allattare sia bello... almeno dovrebbe esserlo... pero' boh...

nikla: si, credo sia soggettivo... boh...
pare che le pasticche facciano bene alla mamma... :-/

nonsisamai: esatto... mi e' venuta esattamente ansia!!!!

giu': :-/

valeria: si, esatto... sicuramente in tante culture (non industrializzate o in via di sviluppo) si fa.. e sicuramente il bambino ha dei benefit (magari perche' non ha cibo salutare a disposizione) pero' sinceramente visto che tra l'altro sono 4 anni che vedo mamme allattare sotto il lenzuolino ora vedermi una scena del genere mi ha fatto un po' strano... cioe' non mi ha fatto "tenerezza" come quando vedi una mamma con un baby, ecco...

Luciano ha detto...

:o ah, ecco cosa ci trovavi di strano. Non l'avevo proprio capito. Anche mia figlia è stata allattata fino quasi al compimento dei 3 anni. È vero che nell'ultimo periodo ho insistito perché la mamma smettesse, ma sicuramente fino ai 2 anni è altamente raccomandato, si passano tanti anticorpi.
Ultimamente mi stavo chiedendo come mai tanti bambini si stanno ammalando in continuazione e la mia piccola è sempre sana come un pesce. Sarà anche per questo?

Anonimo ha detto...

su sta cosa dell'allattare bambini "grandi" si scatenano spesso putiferi. qui sopra qualcuno diceva subito "mamme fanatiche", ma a me sembrano piu' "fanatici" tutte le critiche che leggo nei commenti, a dire il vero. io ho allattato fino all'anno e mezzo, e gli ultimi sei mesi solo di notte, quindi una via di mezzo, ma credo che a sconvolgerci sia la rarita' del gesto, poco altro. a parte il solito discorso che non si capisce bene come non ci faccia schifo bere il latte che esce dalla mucca e lascia i baffi bianche a grandi e piccini!
sulla placenta, non ce la faccio nemmeno io, per adesso, a comprendere a fondo, ma magari e' questione di tempo, anche qui, chissa'... comunque io ho letto che va di moda in america, su siti italianissimi!
anna

Silvia Pareschi ha detto...

Ce le attribuiscono proprio tutte, a noi italiani! Voglio fare un po' di ricerche su queste pastiche di placenta :-D

Santarellina ha detto...

Mi hai fatto venire in mente la scena di mio figlio (aveva 4 anni quando è nata la sorellina) quando gli ho detto che se voleva poteva assaggiare il mio latte, visto che era tremendamente incuriosito dal ciucciare della sorellina: una faccia tanto schifata e disgustata non gliel'ho mai vista! :)))
Comunque sinceramente ti posso dire che questi sono "problemi" da mamme casalinghe, chi lavora non se li fa: allatta se e finché può, poi smette e i bambini imparano senza problemi che si può ciucciare al seno oppure no, ci credo che D non abbia fatto una piega, non c'è niente di strano :)

lucia ha detto...

sull'allargamento pure io non mi pronuncio, credo sia una questione molto privata mamma-bimbo. Io personalmente non ho mai amato allattare e allo stesso tempo non sarei mai riuscita a negare a samu la tetta; fortunatamente con l'avvento dei cibi solidi ci ha pensato lui stesso a staccarsi piano piano e adesso che ha quasi 14 mesi direi che non la cerca più da qualche settimana con mia grande gioia. Ma, ripeto, ogni mamma è storia a sé. La cosa della placenta in compresse l'avevo letta anche io da qualche parte, qua ci sono pure certi ospedali che ti permettono di farlo. Molti mammiferi si mangiano la placenta dopo il parto e questa mi sembra un po' un'evoluzione della pratica naturale. Non so di preciso quali benefici porti e io non l'avrei fatto, ma comprendo questo tipo di pratica sicuramente più del Lotus birth :-0

lucia ha detto...

ovviamente l'allargamento sarebbe l'allattamento mannaggia a sto cellulare!

sfollicolatamente ha detto...

Oddio ma quindi questa e' rimasta incinta allattando e anche a gravidanza inoltrata le due cose non interferiscono? A me sembra lei l'aliena, ma vabbe, punti di vista...
Certo e' che si 'sente' che siete in California ;-)

Luciano ha detto...

Trovo che la cosa più importante sia non "schedulare" (e mo' Silvia mi bastona) la crescita dei bambini. Non pensare di imporre la fine dell'allattamento a un'età precisa, non stare a contare quante parole dice a 2 e a 3 anni, a quanti mesi togliere il pannolino ecc. La crescita fi ogni bimbo è un capitolo a sè, credo che la cosa giusta sia assecondare la crescita di ognuno in maniera spontanea, sono i figli stessi, molto spesso, a guidarci.
Comunque direi che non ho visto fanatismi né nel post né nei commenti, e spero di non aver dato io stesso questa impressione.

Marica ha detto...

Luciano: ammetto che per me e' insolito.. cioe' sapevo che la mamma di J gli da ancora il seno, ma non avevo mai visto la scena :-/
sugli anticorpi non saprei... sicuramente aiutano, ma ci sono anceh tanti bimbi allattati al seno che si ammalano cmq.

anna: scusami, non volevo giudicare ne' criticare... anche se ho la mia personale opinione, rispetto le scelte altrui... e ho scritto che riconosco che e' la scelta piu' naturale e salutare, ma non sono capace di mascherare le mie reazioni :-/

silvia: brava brava!!

santarellina: prob e' come dici tu... ma conoscendo D avrebbe voluto provare su di me :-D

lucia: in effetti nemmeno io saprei dire fino a che eta' mi sembra normale e da che eta' non mi sembra piu' normale... non si possono mettere paletti/confini.. pero' boh... a quell'eta' sinceramente mi fa uno strano effetto
e che e' il lotus birth? ora devo cercarlo :-)

sfolli: e che ne so... pure io, dalle mie amiche, sapevo che quando di resta incinte del secondo bisogna smettere di allattare il primo, ma non mi sono mai documentata sul perche'... evidentemente si puo' fare :-)

luciano: esatto esatto...

lucia ha detto...

La suzione al seno provoca piccole contrazioni uterine; subito dopo il parto questo aiuta a riportare l'utero alle sue dimensioni normali più velocemente, poi però potrebbe rendere difficile l'impianto dell'ovulo fecondato nel caso di una seconda gravidanza con allattamento ancora in corso. In caso di gravidanza fisiologica e in assenza di problemi particolari si può continuare ad allattare in tandem anche dopo la nascita del bimbo; durante le mie visite al consultorio ho visto più di una mamma farlo.
Il lotus birth è una pratica che consiste nel lasciare il neonato attaccato alla placenta finchè il cordone non si secca e si stacca da solo :-O

Carolina G. ha detto...

A me fa impressione la storia dell'allattare bambini grandi, mi dispiace sarà anche naturale per alcune persone, ma in realtà è strano. Un bambino di tre anni mangia le stesse cose di un adulto che necessità c'è di dare questa tetta?

Anonimo ha detto...

ecco, quello che io ho capito e' che, spesso, le mamme e i bambini continuano, semplicemente, i ritmi di allattamento cambiano e il tutto "diventa" naturale. non e' che di punto in bianco si prende un bambino di 3 anni e lo si attacca. non e' nemmeno che allattare a tre anni sia come allattavamo noi a 4 mesi, cambia l'eta' e anche l'impegno. per questo ci sono moltissime mamme che allattano e lavorano, semplicemente allattano la sera, al ritorno, la notte. io stessa gli ultimi mesi di allattamento lavoravo ma, appunto, i miei figli avevano cambiato ritmi ed esigenze. sulla necessita' del latte a tre anni che dire, non si mangia solo per sopravvivere, io consumo un sacco di alimenti di cui non ho "necessita'".
anna

Anonimo ha detto...

marica, ancora una cosa, io mi riferivo non tanto a te quanto ai commenti tipo "bleah" "povero bambino", e vai di facce disgustate o impressionate...
io stessa sono rimasta incinta quando allattavo il mio primogenito, di 4 mesi, purtroppo (ma non a causa dell'allattamento) la gravidanza non e' proseguita, ma mi ero informata e ero stata rassicurata che potevo continuare ad allattare senza problemi.

alidep ha detto...

Per quanto riguarda l'allattamento sono dell'idea che uno debba fare come gli pare. Indubbiamente il latte materno fa bene, certo è facile con l'età cadere in un circolo vizioso. Più che altro chissà che gelosia proverà per il fratellino! Pare che il latte vari di composizione a seconda dell'età dei bambini, tramite degli enzimi che ci sono nella saliva, quindi quel seno avrà un po' di problemi, ricevendo informazioni di un 3 enne e di un neonato!

Per le pasticche di placenta... me lo propose una doula (che poi non scelsi). Pare che lo scopo principale sia limitare gli sbalzi ormonali e quindi evitare il baby blues. Non la trovo una cosa malvagia. In natura tutti gli animali si mangiano la propria placenta. Fa schifo pensarlo, è vero... però boh! Chissà!

Mel. ha detto...

Anche a me fa strano vedere bimbi un po' troppo cresciuti attaccati al seno, perche' penso anche che spesso la scelta o il "bisogno" diventi piu' della mamma che del bimbo, pero' magari mi sbaglio. alla fine essendo una cosa naturale non dovrebbe fare male, quindi va bene cosi'. quanto alla placenta non ne avevo mai sentito parlare o se mi era capitato, avevo rimosso, perche' l'idea, in questo caso, mi fa troppo senso :/

Marica ha detto...

lucia: grazie per la spiegazione :-)
quindi nel caso di lotus birth si va in giro 10 giorni con tutta la placenta??? :-/
ma almeno lato mamma si taglia? :-/

carolina: io sinceramente come te credo che non ci sia nessuna necessita' reale... ma di sicuro male non fa ;-)

anna: almeno siamo d'accordo che non e' necessario ;-)

alidep: non sapevo questa cosa di saliva e enzimi, grazie!
a me la storia della placenta fa ribrezzo, e' come se mi proponessero di mangiarmi il mestruo :-/

mel: :-)

Cate ha detto...

Marica, la placenta dal lato della madre non si taglia, si espelle nella mezzoretta dopo il parto. Nella Lotus Birth la placenta viene espulsa, viene messa in un contenitore e si attende che si secchi e cada naturalmente.

Sinceramente non ci vedo tutti questi benefici e in più una mia vicina l'ha fatta ed e' una seccatura avere un contenitore attaccato al bimbo!

lucia ha detto...

esattamente: durante il secondamento la placenta viene espulsa, ad essa è attaccato il cordone che unisce lei e il bimbo. al corso di accompagnamento alla nascita l'ostetrica ce la descrisse come un fegatone e, dopo averla vista dal vivo, non posso che darle ragione. Ecco, immaginarmi i primi 10 giorni di vita di samu con sta cosa nel mezzo con non si sa bene quali benefici mi fa venire la pelle d'oca, brrr :-)

Marica ha detto...

cate: si vede che non ho partorito :-)

lucia: :-/

mariantonietta ha detto...

Io mi consolo perché c'è chi nei commenti ha scritto che non ha amato allattare. Se non fosse un bene per lei e un risparmio per noi col cavolo! Non capisco la storia del contatto... E in genere mi sento io un'aliena a fare certi pensieri.
Per la placenta non so, ci sono studi seri che dicono che combatte la depressione? Ci sarebbe da capire

Santarellina ha detto...

Vorrei riservare un "brava" a Mariantonietta! Ha pronunciato la domanda magica: "ci sono studi seri...?". A me sembra che, con tutto il rispetto per le tradizioni, quando si tratta di maternità ci abbindolino con una marea di idee e ritrovati e teorie che potrebbero anche essere pure e semplici idiozie, ma noi siamo talmente vulnerabili che trovano terreno fertile comunque. Studi seri non ci sono mai! :(