8/26/2014

1174 - Introspettivo

E' stata una decisione meditata a lungo, e il risultato e' che da oggi D stara' a scuola per piu' ore, siamo passati dal part-time (9-12) al full time (9-14:30)... sono le due ore dedicate al riposino dopo pranzo, cosa che D non fa piu' da mesi.... (a meno che non stia in macchina per piu' di mezzora, tempo dopo il quale potrebbe pensare in fondo di dormire un po'). Ma questo e' un problema delle maestre :-).

E quindi per soli (si fa per dire) $100 in piu' al mese, io guadagno due ore e mezza in piu' al giorno.
Proprio l'altro giorno parlavo con una delle "altre" mamme, al momento D era ancora alle tre ore al giorno e lei mi diceva (cosa che mi dice piu' o meno ogni volta che parliamo) "eh, ma allora hai una bella pausa tutta per te". Solo che i suoi dormono al pomeriggio, e poi lei ha i genitori che le fanno da babysitter (oltre ad avere il babysitter, e prob anche la donna delle pulizie e il giardiniere). E no, a me quelle tre ore sono sempre volate via, non mi sono mai annoiata.... il senso di colpa residuo pero' si e' risvegliato, e oggi queste due ore e mezza in piu' le sto trascorrendo tra pc, barrette di cioccolato e caffe, facendo un lungo conto alla rovescia.
Ho fiducia che tra qualche settimana o mese saro' piu' contenta :-)

Si pone ora il problema di come gestire al meglio questo tempo.
Vabe', questa settimana me la prendo per superare lo shock.
Quella dopo sara' dedicata ai preparativi per la vacanza.
Poi ci sara' la settimana di vacanza.
E poi quella per far tornare le cose alla normalita'.
E poi inizieranno i lavori in bagno (tra l'altro devo finire di scegliere/comprare cosa serve e fare il progetto mattonelle colorate) e insomma ci saranno i lavori da seguire e la polvere da togliere, quotidianamente.
Ma suppongo arrivera' la settimana X in cui non ci saranno piu' "eventi speciali" ma la semplice quotidianita', e allora oltre all' "arrivare tutti sani e salvi e puliti e sfamati all'ora di mettersi a letto", potrei darmi degli obiettivi piu' a lungo termine.
Del tipo riprendere a corricchiare, oppure riprendere a studiare inglese/fare conversazione, oppure ricordarsi di innaffiare i vasi abbastanza spesso da non far morire tutti i fiori, oppure mettere ordine in garage (e tra le cartelle di questo pc)... eventualmente scrivere piu' regolarmente sul blog ;-)

Magari cavalcando l'onda dell'ottimismo (o pessimismo, dipende dai punti di vista... piu' pessimismo direi) potrei iscrivermi a un corso, giusto per rimettere in moto gli ingranaggi del cervello :-)
Tempo fa avevo trovato questo corso per diventare "Landscape Architect" che sembra interessante... pero' a questo punto si aprono domande dentro le domande:
cosa voglio fare da grande? ho la costanza e l'energia di mettermi a studiare? voglio lavorare come ingegnere o voglio fare qualcosa di diverso? ho il coraggio di affrontare il college americano? dopo il community college (che sarebbe ragionevolmente vicino casa e poco costoso) per diventare landscape architect potrei dover seguire dei corsi in un altra citta', voglio io fare questo? o semplicemente voglio fare il corso base e cercare poi lavoro come technician? voglio essere il braccio o la mente?
oppure voglio aprire una sala da te'? :-)
oppure voglio diventare ingegnere in america?
oppure inizio il corso e poi vedo come va?
puntare in alto o in basso?

Tra una barretta di cioccolata a un frappuccino, ci pensero' nelle prossime settimane.
Intanto sono grata di essere in America dove ci si puo' reinventare a qualsiasi eta', di poter scegliere... e ovviamente spero che da un giorno all'altro non potro' fare nulla di quanto detto sopra per altri motivi (ben noti ai fedeli di questo blog).

... manca ancora mezzora....

17 commenti:

Agnes P ha detto...

Dai, cinque ore e mezza non è poi questo gran tempo, vedrai che voleranno! Ma lo sai che anche io nei momenti di sconforto vorrei diventare architetto di giardini. (Ho tradotto bene?)

Agnes P ha detto...

Però in effetti bisogna dire che con quello che faccio io ora non c'entra proprio niente... Almeno i tuoi studi un po' "parenti" lo sono.

CeciliaChristine ha detto...

Puoi cominciare provando con un corso online su COUSERA, che sono gratis, ma impegnativi e rilasciano pure certificati ... Così gedi come va!

Sabrina ha detto...

Stai tranquilla, parti dal presupposto che le ore in più faranno bene a D.
Per il resto sono sicurissima che riuscirai a prendere le decisioni migliori per te e la tua famiglia.
Baci

Sabrina ha detto...

Stai tranquilla, parti dal presupposto che le ore in più faranno bene a D.
Per il resto sono sicurissima che riuscirai a prendere le decisioni migliori per te e la tua famiglia.
Baci

Anonimo ha detto...

Sono certa che saprai decidere con il tuo solito pragmatismo che ti invidio! Anche se poi la vita magari scompagina tutto, in positivo. Un bacione Sandra frollini

Santarellina ha detto...

Per ora direi che è necessario concentrarsi su questa settimana di ripresa dallo shock: un frappuccino va preso nella giusta atmosfera di totale relax.
Poi non vedo l'ora di "assistere" ai lavori in casa.
Poi aspettiamo news... :) ma il landscape architect suona fichissimo.
Poi... comunque un in bocca al lupo ci sta bene!

sfollicolatamente ha detto...

Ma si, non ti fasciare la testa ora...vedrai che passo passo le decisioni si prenderanno da se (anche con l'aiuto del tuo pragmatismo, ha ragione Sandra!). E poi appunto...poi magari chissa' cosa succede ;-)))
E comunque sul corso e' ottimo che tu possa fare prima uno step che ti qualifica, e poi decidere se approfondire. Quindi la decisione non devi prenderla ora, no?

Anonimo ha detto...

Com'è che si dice? Step by step.
Vedrai, verrà tutto da se. Un in bocca al lupo grandissimo. Un grande abbraccio affettuoso di supporto :)

speranzah ha detto...

Pensa che da noi si fa 8-16,30, senza battere ciglio! Quando ti sarai abituata ti verrà l'idea giusta per te :)

Marica ha detto...

Agnese: si, immagino una volta fatta l'abitudine, voleanno via....
si, architetto di giardini o piu' in generale di spazi all'aperto ... dai, facciamolo insieme :-P

CeciliaChristine: ah, mai sentito... ora vado a controllare, grazie mille!!!!

Sabrina: grazie :-)

Sandra: grazie per la fiducia ;-)

Santarellina: crepi!!

Sfolli: eh devo capire bene, sai... ma nelle mie due ore e mezza extra avro' modo di approfondire l'argomento :-)

Anonimo: grazie mille!

Speranza: ma qui no :-(.... ok, devo pensae che in italia si fa cosi' :-D

sognoaustraliano ha detto...

La vita e' meravigliosamente piena di opportunita', specialmente dove puoi reinventarti. :)
Con le tue domande mi ricordi tanto me.

Un abbraccio. :*

Il Frutto Della Passione ha detto...

N.E. continua con le sue quattro ore e onestamente sono veramente poche. Oggi lo abbiamo lasciato a scuola e siamo andati in una città ad un'ora da qui, dove si trova un grande supermercato. Per arrivare in tempo all'ora d'uscita abbiamo fatto le fiamme e anche nel quotidiano, il tempo vola.
Ovviamente sai come spero tu possa impiegare il tuo tempo libero... al più presto!! :)

Moky ha detto...

Potersi reinventare a qualsiasi età è una cosa molto positiva...
Qui dopo i 35 sei spacciato, difficilmente ti assumono se resti senza lavoro, peccato che mancano ancora 30 alla pensione, sempre che l'avremo, intanto però versiamo...
Perchè ti senti in colpa se mandi il bimbo a scuola? Se lui sta bene, gioca e interagisce che problemi ti fai?

Silvia Pareschi ha detto...

Vedi, il mio sogno sarebbe diventare landscape gardener. Poi apriamo uno studio insieme!

Anonimo ha detto...

Sì, anche io quando ho letto questo post ho pensato subito ai corsi di COURSERA, dei quali ho avuto un'esperienza indiretta ma molto positiva. Almeno per cominciare e per farsi un'idea di cosa si vuole e si può fare.
In bocca al lupo per il tuo futuro!
Mila

Marica ha detto...

sognoaustraliano: :-)

IlFruttoDellaPassione: e' vero, le 3 ore volavano... chissa' le 5 e mezza se un giorno mi voleranno pure :-)

Moky: si, riconosco di essere fortunata da quel punto di vista a stare da questa parte di mondo...
Non so perche' mi faccio tutti questi problemi a lasciarlo a scuola "tutto quel tempo", boh... lo vedo ancora cosi' piccolo... non so, ho un senso di colpa radicato dentro che non so bene da dove nasce...

Silvia: ole', eccone un'altra :-D

Mila: grazie... li vao a cercare... intanto mi sono iscritta a un corso di inglese vicino casa :-)