12/16/2014

1192 - Il dado e' (quasi) tratto

Non so con esattezza perche' mi sono decisa... ma l'ho fatto.
Forse perche' sentivo un po' di fastidio, forse perche' mi sentivo ripetere la stessa cosa da anni (cosi' puo' solo andare peggio, ti si cariano di piu', quel click che senti quando apri-chiudi la bocca ecc).... alla fine mi sono chiesta "cosa ho da perderci?", beh nulla a parte un sacchetto di soldi.
D'altra parte i soldi servono a farci stare meglio, quindi ho deciso di prendere di petto la cosa e affrontare la paura del dentista, che ormai non e' piu' paura perche' il dentista che ho qui e' quello di cui mi fido di piu' di tutti quelli che ho avuto (ben 3 per l'esattezza!). Lui me l'ha ripetuto una volta l'anno, senza mai forzare, e quando gli ho detto "ok, sono pronta per l'invisalign" non ci poteva credere :-D

Prima mi ha spiegato tutto il processo, poi mi ha mandata dalla segretaria per parlare dell'aspetto finanziario ed eventualmente predere appuntamento per iniziare.
Il processo e' semplice: raggi x, foto e impronte, il tutto viene mandato all'azienda (che nasce qui in Nord California), li' producono un video su come si possono spostare i denti, il video (e quindi il trattamento) deve essere approvato dal dentista (consultando il paziente), dopodiche' l'Invisalign produce un tot di "aligners" (come li chiamate in italiano? quei cosi trasparenti che si mettono sui denti e poco alla volta li spostano) e spedisce tutto al dentista.
Io ho fatto foto e raggi x, a inizio gennaio mi aspettano le impronte e il pagamento... quindi il dado e' quasi tratto, ho qualche altro giorno per tirarmi indietro :-P Ci vorra' poi un mesetto per la produzione del video, l'approvazione, e la produzione materiale degli aligners... questi poi andranno sostituiti ogni 2 o 3 settimane, per un tempo totale di trattamento stimato in due anni. Andranno indossati sempre (tranne durante i pasti).
La mia preoccupazione era quella di dover andare dal dentista appunto ogni 2 o 3 settimane (mezzora di autostrada), ma lui mi ha rassicurata dicendo che dovro' andare piu' o meno ogni 6 settimane... e questo e' fattibile.

Poi sono andata dalla segretaria e abbiamo parlato di un altro tipo di numeri.
La nostra assicurazione per i denti (che e' un'assicurazione diversa rispetto a quella medica, la quale appunto non copre i trattamentei per i denti) offre un tot annuo per componente famigliare, indipendentemente dal tipo di trattamento ... la segretaria mi ha detto che ho una buona assicurazione, perche' altre invece non coprono i trattamenti ortodontici per persone adulte (over 21). Sfruttando il massimale annuo personale posso coprire il 50% della spesa... quello che rimane e' cmq tanto. Lei mi ha allora suggerito di fare il flexible account .. prob questo non e' il nome esatto, ma facciamo finta si chiami cosi' :-)
Il flexible account e' un benefit aziendale e funziona cosi': durante il mese di dicembre bisogna decidere se fare il flexible account per l'anno successivo, e se si quanto versarci (nel nostro caso il max e' $2500 dollari).
Il flex account serve per pagare quelle spese "mediche" che non vengono coperte dall'assicurazione medica (il copay delle visite mediche o delle medicine, le spese oltre il massimale annuo, o in generale quanto non coperto dalla propria assicurazione, tipo quota spesa occhiali da vista o lenti a contatto ecc.). Il vantaggio e' che questi soldi non vengono tassati, lo svantaggio e' che quanto non utilizzato entro la fine dell'anno va perso (non si puo' riprendere)... quindi bisogna decidere bene a priori quanto metterci. Nel nostro caso e' stato semplice: il massimo!
I soldi del flexible account si possono usare dal primo gennaio, mentre materialmente verranno detratti con n quote bisettimanali dalla busta pagata per l'anno in oggetto (2015 nel nostro caso).

Ok, con un po' di sacrificio di tempo e denaro sembava una soluzione fattibile, ma l'imprevisto era dietro l'angolo.... A novembre quando ho parlato con il dentista gli ho parlato anche di una piccola "pallina di gengiva" che si era formata tra due denti, lui mi ha detto che non era nulla di grave ma mi ha mandata da un "gengivologo" (attenzione, nome inventato!) per consulenza. Il tipo in questione ha confermato che non era nulla di grave ma si e' raccomandato di toglierla il prima possibile per evitare crescesse troppo/si attaccasse alle radici dei denti. Guardando poi le gengive mi ha detto "ma qui bisogna fare l'intervengo di grafting prima dell'invisalign perche' questi denti sotto hanno la gengiva troppo sottile". Mi ha spiegato la procedura ed ero gia' terrorizzata, lo ero poi ancora di piu' dopo aver scoperto il preventivo: esattamente la stessa cifra dell'invisalign....
Il dentista e il "gengivologo" hanno poi parlato tra di loro, e dalla loro discussione e' risultato che posso aspettare uno o due anni per questo grafting (quindi non vi spiego nemmeno cos'e'), con sollievo del mio animo e delle mie tasche!

Intanto stamattina ho tolto la pallina di gengiva. Il dottore mi ha detto "e' andato tutto bene... ora pero' cerca di non guardarti in bocca il piu' a lungo possibile, hai un buco, che prima o poi si chiudera' da solo".
Ok, sto qui con la bocca sigillata, non parlo, non mangio, non bevo... ma stasera dovro' pur guardarmi in bocca per lavarmi i denti..... bbbbrrrrr

16 commenti:

lucia ha detto...

leggo che anche la tua giornatina di ieri non è stata niente male... in Italia l'aggeggio di cui parli si chiama bite (sisi come morso) e l'azienda che hai nominato mi pare ne venda pure uno in farmacia per non digrignare i denti durante il sonno. Una delle mie sorelle usa il bite da 10 anni per mantenere il lavoro fatto con l'apparecchio, ma lo indossa solo di notte; non avevo mai sentito che si potesse usare anche in sostituzione di un normale apparecchio, che mi pare sia quello che farai tu. Anche io dovrei prendere coraggio e chiamare il dentista... ci sono stata un mese fa, mi ha curato due denti, ma ho ancora dei fastidi nella stessa zona e sarebbe meglio indagare prima che la situazione peggiori!

allafinearrivamamma ha detto...

Finché nn ho letto Lucia, nn avevo minimamente capito quale marchingegno tecnologico stavi per mettere in bocca!
Ma un bite costa così tanto???

Io nn ho molta esperienza di dentista, i miei denti, a parte le carie stanno bene (shhh) e quindi nn ho paura, ma mio marito ê terrorizzato. Ogni volta che va la famiglia è mobilitata.

Agnes P ha detto...

Ho un paio di colleghe che usano "le mascherine"... Ma sinceramente non sono ancora convinta. Tanto almmomento non me lo posso permettere, quindi bon. In bocca al dentista allora!

Alem ha detto...

io l'ho portato!!
Risultato perfetto. Ti abitui subito. Fa un male solo la mascherina quando è appena inserita :D

Nikla ha detto...

Il bite non c'entra nulla...anche qui si chiama invisalign :-)
Hai fatto benissimo!!! Non vedo l'ora di ammirare il tuo bellissimo sorriso, che è già bello chissà come sarà poi!! :-D

Anonimo ha detto...

No non è il bite!
Io l'invisa l'ho portato un anno e mezzo per un totale di quasi trenta mascherine!
Funziona alla grande!
unico neo, i denti degl'adulti tendono a tornare alla posizione di partenza ( almeno nel mio caso) quindi probabilmente ti proporranno o una mascherina di mantenimento da portare la notte o un link da apporre sulla parete interna dell'arcata.
Costo dell'operazione 3000 euros, ( dentista di fiducia)

lucia ha detto...

OK non avevo capito niente come mio solito :-) allora forse il nome non mi giungeva nuovo non per la farmacia, ma per una pubblicità vista in sala d'attesa dal dentista...

La Ali ha detto...

Anche io l'ho portato, quando ero in Italia. Giusto il tempo per allargare un po' la dentatura e ricostruire due incisivi che non mi piacevano esteticamente, erano troppo piccoli. Una volta ricostruiti hanno mantenuto lo spazio. Quelli sotto invece con gli anni sono tornati nella posizione di prima...

La Ali ha detto...

Anche io l'ho portato, quando ero in Italia. Giusto il tempo per allargare un po' la dentatura e ricostruire due incisivi che non mi piacevano esteticamente, erano troppo piccoli. Una volta ricostruiti hanno mantenuto lo spazio. Quelli sotto invece con gli anni sono tornati nella posizione di prima...

La Ali ha detto...

Anche io l'ho portato, quando ero in Italia. Giusto il tempo per allargare un po' la dentatura e ricostruire due incisivi che non mi piacevano esteticamente, erano troppo piccoli. Una volta ricostruiti hanno mantenuto lo spazio. Quelli sotto invece con gli anni sono tornati nella posizione di prima...

Sabina ha detto...

Oh povera!!
Le avventure dal dentista sono sempre avventure... uff!

Marica ha detto...

lucia: in effetti da nessuna parte nel post ho scritto a cosa serve l'invisalign!!!! a raddrizzare i denti, si, hai ragione :-)
pero' a leggere anche i commetni successivi pare e' una cosa diversa dal bite...

allafinearrivamamma: hai ragione, non ho scritto a cosa serve, mi sono persa in un bicchiere d'acqua....
anche io ho il terrore, ne ho passate cosi' tante :-(

Agnes: mascherine, grazie :-)
e come si trovano le tue colleghe?
qui ho un'amica che l'ha usato, ora e' quasi alla fine del trattamento, e i risultati sno buoni....
cmq un "apparecchio" tradizionale non credo avrei mai avuto il coraggio di metterlo, a meno di forte necessita'...

alem: oh grazie!!!!

nikla: dita incrociate :-D

anonimo: esatto, mi ha detto che poi prob dovro' portare una mascherina per la notte... ma credo che, dopo averla portata giorno e notte per due anni, non sara' un gran fastidio
bene per la tua testimonianza positiva!

lucia: possibile...

La ali: quindi non ti hanno dato quello per la notte deduco....

sabina: gia' :-(

Mel. ha detto...

Ricordo che da SD molti miei conoscenti passavano il confine e si facevano curare in Messico per evitare i costi proibitivi del dentista :/
Io sono stata dal dentista poche settimane fa e mi tocchera' tornarci dopo il parto e mi sa che faranno un salasso pure a me :/
Scusa l'ignoranza, ma che differenza c'e' tra l'apparecchio ai denti classico (quello metallico per intenderci) e questa "mascherina". Io ho portato l'apparecchietto classico dai 24 anni per un paio d'anni e ancora i denti mi paiono ben allineati. Speriamo vada bene anche a te ;)

Luciano ha detto...

Immagino il figlio, che già voleva metterti a tacere e che ha detto che solo i maschi possono esprimere opinioni, ora che non parli che ne dice?
Consiglio anche io la migrazione sanitaria verso il Messico per ridurre i costi. Non so a Tijuana, ma a Leòn degli ottimi privati mi hanno curato bene al costo di un ticket italiano. Bisogna scegliere bene i professionisti a cui affidarsi, ma questo vale ovunque. Moky ci aveva scritto un post, se lo trovo te lo indico.

Luciano ha detto...

Trovato, tra l'altro c'è pure un tuo commento.
http://www.mokysblog.com/2014/01/in-messico-per-un-sorriso-smagliante.html

Marica ha detto...

Melina: mah, il risultato finale dovrebbe essere lo stesso... i vantaggi sono che non c'e' nulla di "attaccato" ai denti, quindi si puo' togliere duante i pasti e per lavare i denti... poi non ci sono quei feretti/spigoli che tagliano le guancie (almeno quando io ero piccola e portai l'apparecchio di metallo avevo le guancie martoriate)... e infine non si vede :-)
dicevo cosi' semplic perche' per fare una scelta piu' "impegnatva" come l'apparecchio di metallo ci avrei dovuto pensare qualche anno di piu'... ci vado con i piedi di piombo, ho avuto troppe brutte esperienze :-(

Luciano: mi ricordo il post di Moky...
guarda, non so che prezzo potrebbe farmi un dentista in messico per l'invisalign, pero' considerando che facendolo in USA posso usare l'assicurazione e il flex account mentre se lo facessi in messico non potrei, togliendo il guadagno del mio dentista, cmq l'invisalign ha il suo costo... cioe' non so se andrei a risparmiaci senza assicurazione e nulla...
poi mettici il tempo materiale per andare/tornare, benzina, assicurazione macchina... e non ultimo trovare qualcuno di cui mi fido (qui ci ho messo 5 anni con dentista di fiducia, consigliato da una cara amica a suo tempo)
non escludo cmq che qualcuno lo faccia!