10/30/2014

1186 - Da un matrimonio

Sabato scorso siamo stati ad un matrimonio, per noi era la prima volta negli US, inoltre era un matrimonio tra una persona americana e una messicana, quindi credo non sia stato il "tipico" matrimonio americano, ma e' stato sicuramente diverso da quello "tipico" italiano.
[con "tipico" intendo come avviene nella maggior parte dei casi, o come ho visto nella maggior parte dei casi, ci sono ovviamente le dovute eccezioni]

L'invito diceva 3:30... e noi alle 3:30 eravamo li'.
C'era lo sposo, che e' venuto a salutarci, ma oltre alla sposa mancavano molti invitati (famiglia dello sposo), che sono arrivati un po' alla spicciolata... e alla fine e' arrivata la sposa, alle 4:30! Non ho ben capito se il ritardo fosse tutto da attribuire alla sposa, o se lei stesse aspettando che fossero tutti pronti, o se sia normale aspettare cosi' tanto... indaghero'!
Il matrimonio era all'aperto, in un parco, con delle sedie bianche, un piccolo altare, delle decorazioni, e una ragazza che suonava il violino.
La cerimonia e' stata abbastanza veloce, ed e' stata bilingue. Ci sono stati alcuni riti che credo facciano parte della tradizione messicana (magari Luciano confermera'), tipo una bambolina sull'altare o due rosari uniti nella parte finale che alcuni parenti hanno messo attorno alle teste degli sposi. Ovviamente c'e' stato lo scambio degli anelli, lo scambio dei voti, il bacio tra gli sposi ;-).
Finita la cerimonia nessuno ha lanciato il riso ma erano state preparate delle pistole per sparare le bolle di sapone :-)


Poi, mentre gli sposi facevano le foto di rito, per gli invitati era pronto il cocktail hour (l'aperitivo diremmo noi).

[gli sposi nel parco]

C'era un tipo che preparava i cocktails, c'erano formaggio, crackers, uva da mangiare... e c'erano questi due tipi che suonavano la chitarra e cantavano, in inglese e spagnolo [ad un certo punto hanno cantato "Clandestino" di Manu Chao, lo stile era quello per intenderci].

[e questo e' D in versione elegante e con la pistola sparabolle]

Alla fine gli sposi ci hanno raggiunto, hanno salutato tutti, e la comitiva si e' spostata per cenare... il sole stava tramontando nel frattempo. La cena era stata organizzata, tramite servizio catering, sul piazzale del Junipero Serra Museum, edificio costruito nello stile delle prime Missioni califoniane...  la cena era quindi all'aperto, con vista dall'alto sulla citta'.
I tavoli non erano "organizzati", ma ci si poteva sedere a proprio piacimento. Il menu era molto semplice (e non lo dico con nota negativa, anzi!) e prevedeva un'insalata come antipasto, della carne con contorno come piatto principale, e poi la torta. Per i bambini il menu era diverso e prevedeva un'unica portata con pizza, hot-dog, fragole e uva. Nel frattempo c'era il deejay che si occupava dell'intrattenimento musicale, e i fotografi che facevano foto ai tavoli alle tavolate [gli sposi non hanno fatto foto con tutti gli invitati, solo con i parenti appena conclusa la cerimonia].
Prima della torta gli sposi hanno ballato, e molti (quasi tutti) della parte messicana si sono uniti :-)
Durante la cena, inoltre, i genitori dello sposo (messicano) sono passati a distribuire: un cestino pieno di dolci/biscotti hand-made da condividere per ogni tavolata, uno scialle per ogni donna, un bicchierino di vetro da liquore per ogni uomo (con sopra i nomi degli sposi) e una scatola di legno (sempre con i nomi degli sposi sopra) con dentro le tessere da domino (che D ha apprezzato molto).
Inoltre come "segnaposto" c'erano delle confezioni di semi del papavero della California e dei piccoli vasi con delle piantine grasse [siamo tornati a casa pieni di regali].

Finita la torta, mentre gli sposi e altri invitati continuavano a ballare, noi siamo andati via... ed erano le 9 di sera, tutto finito in perfetto orario-nanna per D :-P

Qualcuno si sta chiedendo come e' arrivata la sposa? Con una macchina d'epoca? Con una limousine? No, e' arrivata con questo:


Con un pedicab decorato per l'occasione, con l'autista in giacca e farfallino, e pantaloncini da bici e scarpe sportive ;-).
Il pedicab era poi a disposizione degli invitati per andare dal luogo della cerimonia a quello della cena.

10/28/2014

1185 - Renovation giorno 1 / Demolizione

Qualche martellata qui e li, e il vecchio bagno e' sparito.
Questo e' quel che rimane:


qui c'erano la vasca da bagno e la toilet/tazza/water,


mentre qui c'era il lavandino con il suo mobiletto.

Avevo dimenticato che non ci sarebbe stata molta polvere, sia perche' con le case di legno la demolizione e' meno impegnativa, sia perche' questi operai sono molto attenti a sporcare poco e pulire subito.

Il piccolo operaio da' il suo contributo...


10/27/2014

1184 - Renovation giorno 0 / Ai nastri di partenza

Il bagno "degli ospiti" al piano di sopra e' stato svuotato.
Ho coperto con i teli di plastica il divano letto, la cassettiera e l'armadio di D (domattina copriro' anche il suo letto), il divano in salotto (compresi tappeti arrotolati), il mobile colorato e il vano di accesso alla cucina (manca da coprire la zona giochi).



Nelle settimane precedenti, anzi nei mesi precedenti, abbiamo comprato tutto il necessario, in parte on-line, in parte in negozio: mattonelle di varie forme e colori, rubinetteria, specchi, luci, lavandini, vasche da bagno... e siamo pronti per abbandonare il white-style anni '80 degli altri due bagni di casa e passare a qualcosa di piu' moderno e decisamente piu' colorato (il bagno della nostra camera e' stato rinnovato due anni fa, mantenendo pero' uno stile piu' sobrio... i cari lettori si ricorderanno la renovation 2012).

Bye bye caro bagno....

[odiose mattonelle bianche con "fuga" larghissima marrone]



[vasca da bagno con adesivi antiscivolo incollati che non si tolgono 
- ci ho messo un tappetino sopra per usarla]

[scomodissima "testa della doccia" che non si stacca dalla parete, prob la cosa piu' odiosa]

10/21/2014

1183 - Non piu' surfisti

Altra foto di qualche mese fa.


Eravamo a Balboa Park ...

10/15/2014

1182 - Giovani surfisti

Questa e' una foto fatta diversi mesi fa.
Quando ho visto questa bimba non ho resistito e l'ho dovuta fotografare: costumino, gonnellino di tutu, felpetta e.... boogie board al seguito :-)


Giovani surfisti crescono.

10/06/2014

1181 - Leoni marini

Quelli di San Francisco sono sicuramente i piu' famosi, ma anche a San Diego ce ne sono molti, in particolare a La Jolla.
Non e' la prima volta che andiamo a "salutarli", ma credo sia la prima volta che abbiamo visto delle persone li' in mezzo a fotografarli e a farsi le foto. E' una scogliera a strapiombo sul mare... forse perche' c'era l'alta marea e gli scogli piu' "bassi" erano sott'acqua, erano saliti fin lassu'. Io ho fatto la foto dal marciapiede, da dove un recinto di legno delimita la scogliera.


10/02/2014

1180 - Mele e miniere

Anche questo autunno siamo andati a raccogliere le mele... ma il relativo post l'avevo gia' fatto l'anno scorso.
Quest'anno pero', dopo la raccolta delle mele e dopo il pranzo in uno dei tanti ristorantini del paesino, siamo andati a fare il tour della miniera d'oro :-)
Pare che all'epoca ci fossero varie miniere d'oro sulle montagne (in realta' molte piu' nella california del nord), e vari paesini erano nati in seguito ai cercatori.... paesini che poi sono spariti cosi' come erano nati, mentre Julian e' rimasta perche' intanto prosperavano gli alberi di mele :-)
I tipi della miniera in questione avevano comperato il terreno piu' che altro per farne una "residenza estiva", ma poi si sono inventati di trasformarla in attrazione turistica.

Il tour va prenotato (soprattutto durante i weekends).
C'e' un piccolo trenino, con i vagoncini che si usavano all'epoca, che porta dallo spiazzale sotto fino alla miniera... in realta' il tratto e' corto, e' una passeggiata di 5 minuti a piedi, ma il trenino fa vari tornanti e per un bambino di tre anni e' entusiasmante :-). Una volta arrivati "sopra" c'e' stata una bella spiegazione sui tempi della ricerca all'oro, poi ci hanno portato (a piedi) dentro la miniera... in realta' se ne possono visitare solo una decina di metri, ma sempre entusiasmanti per il piccolo di casa :-)


Poi altre spiegazioni interessanti, i setacci per cercare le pepite d'oro nell'acqua/fango del fiume (ma a D e' bastato giocare con l'acqua, non era interessato all'oro), e poi di nuovo trenino fino al punto di partenza.
Tutto il tour dura un'ora e mezzo. Consigliato come attivita' con i bambini, senza bambini non saprei...

E infine ritorno al paese e merenda con una buonissima torta di mele calda ;-)