3/02/2015

1198 - Calzini (ancora)

Lo so che i post sui calzini generano sempre polemiche, ma ora ho una preziosa informazione in piu' :-P

Ho iniziato questo corso di inglese, che seguo a singhiozzo devo ammettere.
Una delle due insegnanti e' una tipa particolare, molto informata sull'alimentazione e sull'uso di erbe, aromi e quant'altro possa riguardare (anche alla lontana) la sfera della salute.
L'altro giorno ci ha detto che i bambini in America si ammalano meno che negli altri paesi perche' vanno spesso in giro senza calzini. Io, ricordando il vecchio post, ho riso dentro di me :-).
Lei dice (e io non so ne' se e' vero, ne' se non lo e') che in questo modo il corpo rilascia (attraverso i piedi scalzi) ioni positivi e assorbe ioni negativi, che fanno bene alla salute.
Questo e' vero soprattutto quando si va scalzi sulla sabbia o sulla terra/prato.

In effetti tutto il mese di gennaio, quando D e' stato male un giorno si e l'altro no, non e' mai andato in giro scalzo.
Ok, lo ammetto, questa storia degli ioni non e' che mi convince.... pero' mi fa sorridere :-)


Tornando un attimo piu' seri (se possibile) e sempre in tema di vestiti, l'altro giorno con il marito ricordavamo i nostri "traumi dell'infanzia" perche' dovevamo vestirci come decidevano i nostri genitori.
Qui invece D (e credo la maggior parte degli altri bambini) si veste come vuole, nei limiti della decenza.
Prob questo e' solo un problema generazionale, ma se D dice "non voglio questa maglia, voglio l'altra" noi gli facciamo mettere quello che vuole. Poi ogni tanto escono risultati buffi, come venerdi che e' andato a scuola che sembava un puffo (tutto vestito di azzurro), oppure ieri (ma questo per andare a scuola non gli e' concesso) che andava in giro con i pantaloncini corti sopra i jeans.
Nelle varie letture che ho fatto ho spesso incontrato la frase "scegli le tue battaglie", e i campi in cui i genitori non dovrebbero mai decidere sono: fame/sete/ freddo/caldo/sonno... e abbigliamento.

Poi certo gli americani vanno spesso in giro in modo improponibile, mentre i migliori stilisti sono italiani ....
Pero' quando a scuola vedevo Gaby con un calzino rosa e l'altro giallo non ho mai pensato "ma questa non ce l'ha una mamma che la veste?", piuttosto pensavo "brava la mamma di Gaby che la fa vestire come vuole". Sara' una mia idea matta, ma preferisco un bambino con i calzini spaiati a uno vestito lindo e griffato.

14 commenti:

Anonimo ha detto...

non so piu' quante volte Mia e' uscita di casa in mutande per poi vestirsi davanti alla porta dell'asilo. COn mia madre non me lo sarei potuto permettere.

valeriascrive

Mel. ha detto...

Vorrei poter postare certe foto di Milena :D

Mel. ha detto...

Vorrei poter postare certe foto di Milena :D

Santarellina ha detto...

Gli ioni li lascerei decisamente perdere in effetti :))))
Forse i calzini riflettono il modo di vestire i bambini in generale: pare che d'inverno più sono coperti e tenuti al chiuso più si ammalino. Io a quarant'anni suonati mi ammalo sempre e comunque appena mi scopro un cmq, quindi non so proprio come regolarmi coi miei bambini... ma se li vedo in giro per casa scalzi e non è estate piena li uccido ;)

mariantonietta ha detto...

Mi tengono la bimba segregata in casa con 18 gradi, aiuto.
ma sicura che non possiamo decidere sul sonno? :'-(

Luciano ha detto...

Certo che deve essere informata sulle erbe questa tizia qui. Ne fuma molte?

sfollicolatamente ha detto...

Sottoscrivo tutto, Marica! (Tranne gli ioni...)
Haha hahaha grande Luciano

ero Lucy ha detto...

Non sai quante volte mi ritrovavo a chiedere ai genitori che lamentavano problemi di autostima nei figli, Ma lo fate lavare e vestire da solo? 9 su 10 la risposta era no.

Sabina ha detto...

Brava Marica!!
Anch'io adesso la penso allo stesso modo vedendo i bambini che indossano abiti che sembrano scelti da loro per gli abbinamenti direi azzardati! =) E con Tegolina lo faccio già: gli do due opzioni e lui sceglie da solo i calzini da mettere, la frutta e la merenda! Questo, proprio perchè credo molto nell'incoraggiarlo a prendere delle decisioni e nel rafforzare così la sua capacità di scegliere e quindi anche la sua autostima

alinipe ha detto...

Io sto ancorata alla modalità nazista (inserire qui risata satanica, please!) :) ben venga la scelta tra due cose (pera o mela, libro o canzoncina, cucchiaio o cucchiaino...), ma il numero di strati da indossare, cosí come cosa mangiare (e quando! Ahhh, soprattutto il quando!) sono sotto il mio stretto indomabile totale controllo :-D sarà che ho visto alla scuoletta bambini arrivare vestiti in modi assolutamente improbabili, poco comodi, inadatti al clima e che ostacolavano tantissimo la loro indipendenza e so' rimasta traumatizzata :-D (come diamine faccio a insegnarli ad usare il bagno da solo se è strizzato dentro a un costume-tuta di batman da cui faccio fatica io a tirarlo fuori? E come posso portarla a passeggiare fuori se ci sono 5 gradi e lei invece degli stivali da pioggia o un paio di scarpe chiuse è venuta con le scarpine di plastica col tacco di Cenerentola, che tanto tu la porti e la prendi in macchina!?)...poi boh, sarà che ho il terrore del fashion, e mi scoccia fargli credere che il vestito che si indossa sia qualcosa di importante a cui dedicare chissà che attenzione e investimento decisionale? Ma sul caldo-freddo lui oramai sa che qui, dove tira un vento che ti porta via, senza cappello non si esce, quindi è il primo indumento che si infila per dirmi "dai, pigrona, annamo a fare un giro!" ;)

Alice Controllatrice

Ps. Io con il freddo che fa qui nella toperiè, postessi gli farei pure il bagno con i calzini!! :-D poveri ioni francesi, tutti calpestati da ciabatte antiscivolo!!

Silvia Pareschi ha detto...

Oddio, che delizia dev'essere con i calzoncini sopra i jeans! <3

Nikla ha detto...

I miei stanno sempre scalzi in casa e giardino (nei limiti del meteo) visto che ho il riscaldamento a pavimento :-) immagina che bei piedini neri soprattutto d'estate
Per quanto riguarda il vestiario con mio rammarico ho una figlia fashion che vorrebbe stare sempre in calze e gonnina :-/ quando ha educazione motoria a scuola devo insistere per farle mettere una tuta :-D
Certo pure col piccolo, forse per colpa della sorella, c'è da ridere perché adora le camice!! Mi chiedo come sono venuti fuori visto che sia io che il mio compagno siamo l'opposto.
Insomma sono io che devo subire le imposizioni dei miei figli, una che mi mette lo smalto rosa e l'altro che mi vuole con i capelli sciolti

Marica ha detto...

vale: ecco, mi hai dato una buona idea per le mattine in cui siamo in ritardo per scuola, ahahaha :-0

mel: :-D

santarellina: ahahah, no!!!! :-)

mariantonietta: in effetti pure io sul sonno ancora non gli lascio liberta' di opinione :-P
pero' quando per esempio ha deciso che il nap dopo pranzo non voleva farlo piu', dopo aver insistito un po' ho lasciato perdere, che ci stavamo facendo del male a vicenda...
per ora la sera e' facile, perche' e' cosi' distrutto che quando lo poggio a letto si addormenta... ma crescendo prevedo delle lotte :-)

luciano: mi hai fatto fare grosse risate :-DD

sfolli; :-)

ero lucy: wow... e a che eta'?

sabina: bravissima!!!

alinipe: chissa' quante ne hai viste :-)
cmq si niente "stratificazioni" per andare a scuola, niente mantello di superman e niente stivaletti da pioggia :-)

silvia: ahaha, alla prossima mandero' foto :-D

nikla: ahahaha, carini loro!!!!!
vero, il riscaldamento a pavimento, che figata!!!!
ti trasformeranno in una mamma fashion :-P

numero ryanair ha detto...

Ciao
Mi piace molto tutto!!!!
Grazie per le post!!!
Baccio