6/03/2015

1207 - Ieri ho fatto la spesa. Oggi faccio la spesa. Domani faro' la spesa.

Appena arrivati qui (tanti anni fa) la mia ex-vicina di casa decise di farmi da tutor e mi porto' in giro nei vari supermercati della zona dicendomi "qui compri le uova, qui compri la frutta, qui compri i surgelati, qui compri bla bla bla" ecc... Io pensai fosse un po' matta e che avrei continuato a fare tutta la spesa in un unico supermercato, come avevo sempre fatto prima.

Ora pero' mi e' tornata in mente lei.
Si, perche' ieri ho fatto la spesa in un supermercato, oggi l'ho fatta in un altro e domani dovro' passare in un terzo. Sono un po' matta pure io credo, o piu' verosimilmente ho tempo da perdere.
Riassumo brevemente.

Se nella lista della spesa le cose piu' urgenti/numerose da prendere sono frutta e verdura, allora vado da Jimbos, che ha una bella selezione di frutta e verdura organic (o biologiche, non so se sia la traduzione giusta). Non prendo quasi mai frutta e verdura non organic perche' non mi fido, sono fortunata da poter comprare organic e lo faccio (come dice la mia insegnante del corso di inglese "meglio spendere oggi sul cibo che non domani sulle medicine"). Da Jimbos prendo poi uova e carne e pesce (una volta a settimana carne, una o due pesce), organic uova e carne, non da allevamento il pesce (per quanto possibile). E da Jimbos prendo l'acqua: vado li' con i contenitori vuoti, loro hanno un sistema di filtri/osmosi inversa per trattare l'acqua di rubinetto e la vendono a volume. Ah, e la passata di pomodoro Pomi'.
Ah, e i prodotti "sfusi": riso, mandorle, noci, legumi ecc.
Se capita prendo anche altre cose li' da Jimbos, ma evito se non sono urgenti (voglio dire, inutile che prendo i biscotti per la colazione organic quando dentro ci sono grassi e zuccheri e conservanti e coloranti).

Se le cose principali da comprare sono quelle "non da frigorifero", allora vado da Ralphs, il supermercato normale, dove compro quindi: pasta, farina, carta igienica, biscotti, cereali per la colazione, pane, gatorade, spazzolino e dentifricio ecc ecc. Ovviamente mi capita di comprare li' anche frutta o verdura, in quantita' minime ma comunque organic, per andare avanti quei due giorni prima di andare da Jimbos.
Da Ralphs prendo gli "affettati per la sopravvivenza", cioe' prosciutto cotto (a volte oso salame o mortadella o crudo) per quei giorni in cui non so cosa preparare di secondo. Niente di particolarmente appetitoso, ma passabile. Per i formaggi invece la scelta e la qualita' sono migliori.

Questi due sono i piu' vicini a casa e quelli che frequento almeno una volta a settimana (e siamo gia' a due gite a far la spesa).

Da poche settimane hanno aperto abbastanza vicino casa anche Trader Joe's.
Io per tanti anni da Trader Joes non ci sono mai andata, anche se tutti me ne avevano sempre parlato bene, ma avendocelo vicino casa bisogna passarci almeno una volta ogni due o tre settimane.
Li prendo le cose piu' "italiane": tortellini freschi (cioe' quelli che vanno in frigo, non che mi facciano impazzire, ma a volte sono un salvavita), mozzarella (non vera mozzarella, ma da mettere sopra la pizza va bene), grissini, biscotti tipo rigoli, pasta pseudo-italiana organic (non so se sia italiana veramente, pero' e' organic ed e' anche abbastanza buona, costa quanto la barilla)... e un po' quello che mi ispira al momento. Ci sono poi tanti surgelati, io ho preso diverse volte i cornetti da mettere in forno alla sera per avere il buongiorno al mattino. Non e' certo li' che faccio la spesa salutare, mi e' capitato di prenderci della frutta o della verdura, ma non ci andrei appositamente per questo.

E poi c'e' Whole Foods, per cui nutro un sentimento di amore e odio.
Mi piace Whole Foods perche' ha tantissima di scelta di tante cose veramente buone.
Frutta e verdura oganic e saporite. Una vasta selezione di prodotti "bulk" (o sfusi, venduti a peso): vari tipi di riso e altri cereali, legumi, frutta secca, cereali per la colazione ecc. Un bel banco del pesce e un altro della carne (molta piu' scelta rispetto a Jimbos). Il banco dei salumi e dei formaggi. Il banco frigo. E poi la zona dei prodotti da forno. Tantissimi prodotti di buona qualita' e si trova veramente di tutto. Anche prodotti per la casa e per il corpo, ovviamente eco friendly, green, rispettosi degli animali, senza sostanze chimiche aggressive.
Tutto bello tranne il prezzo. Ogni volta ci lascio un bel po' di soldi e torno con le buste piccole...ci vado circa una volta ogni tre mesi.
Oggi per esempio ho preso del prosciutto san daniele, che facendo le opportune conversioni costava 63 euro al chilo... per fortuna ne ho preso solo un etto. Capisco che il prosciutto che viene dall'italia abbia il suo prezzo... pero' com'e' che la stessa baguette che vendono pure da Jimbos, prodotta a san diego, da whole foods deve costare un dollaro di piu'?

Nei casi in cui mi ritrovo con frigo e dispensa vuoti (di ritorno dalle vacanze o alla fine di un periodo chiusi in casa) e bisogna comprare un po' di tutto, allora vado da Sprouts.
La selezione di frutta e verdura e' abbastanza ampia (anche se io, gia' detto, vado solo nella zona organic, che occupa forse un terzo del totale), c'e' un piccolo banco dei salumi, quello di carne e pesce, il banco frigo... e ci sono anche i prodotti sfusi.
Preferisco decisamente Jimbos, ma scegliendo le cose giuste si riesce a fare una buona spesa senza spendere come da Jimbos.


Mi ritrovo a fare diverse escursioni nei diversi supermercati, perche' ognuno e' diverso con prodotti diversi... e a volte capita che lo stesso prodotto abbia prezzi diversi nei diversi supermercati :-/
Quindi in base a quello che devo comprare decido dove andare.
Non bisogna pero' trascurare il ruolo rivestito dai commessi/cassieri, anche loro con un atteggiamento (naturale o forzato) corrispondente al supermercato!
Da Ralphs, il supermercato normale, i commessi hanno tutti la divisa nera, sistemano gli scaffali in silenzio, rispondono solo se interpellati, le cassiere chiedono "come stai oggi?" e poi "arrivederci e buona giornata", quindi l'interazione umana e' al livello minimo, addirittura ci sono le casse automatiche. Adatto per i giorni in cui proprio non ho voglia di sentire nessuno :-)
Da Jimbos, il supermercato organic vicino casa (non una catena, ma ci saranno solo 4 punti vendita in tutta san diego), i commessi hanno la maglia o blu o nera. Da anni sono sempre gli stessi personaggi, mentre lavorano chiacchierano tra di loro, c'e' un'atmosfera rilassata, alla cassa mi chiedono sempre come sto, ma mi chiedono anche come sta e dove sta mio figlio (quando non e' con me), e mi salutano con "ci vediamo la prossima volta".
Da Trader Joes, il supermercato con i prodotti piu' particolari/sfiziosi, i commessi e i cassieri parlano tanto con i clienti... non hanno una vera divisa, perche' devono essere un po' "alternativi", per cui a volte mentre sto li' indecisa su quali biscotti comperare mi ritrovo qualcuno affianco che mi chiede se ho bisogno di aiuto e io ci metto sempre un po' a capire che e' qualcuno che lavora nel negozio e che mi vuole effettivamente aiutare. L'altro giorno ero alla cassa e siccome loro devono per forza fare conversazione la cosa e' andata cosi "allora, quali sono i tuoi piani per la giornata?" (uh, che domanda difficile!) e io "dopo pranzo vado a prendere mio figlio da scuola, e poi nel pomeriggio andremo al playground...", e lui "ah, bello, il playground!" (con un entusiasmo a dir poco esagerato) per poi continuare "e dove? che playground?" e io "beh, non saprei, uno di quelli in zona, vicino casa" e lui "ah, che bello, un playground vicino casa, tuo figlio e' proprio fortunato!". Se ho bisogno e voglia di esercitare il mio inglese, e' il supermercato perfetto.
Da Whole Foods, quello bello e caro, tutti quanti sono belli e giovani, che a volte mi chiedo se li abbiano presi alle selezioni di un concorso per miss e mister california. Anche qui sono molto loquaci e volenterosi di aiutare non appena si rallenta il passo per scegliere un prodotto. Per andare da Whole Foods devo quindi essere dell'umore giusto.
E infine Sprouts... i commessi sono vestiti di verde, per lo piu' silenziosi come quelli di Ralphs, ma hanno la strana abitudine di sbagliare sempre qualcosa nello scontrino. Quindi appena uscita dalla porta e mentre vado in macchina devo sempre rileggere lo scontrino: a volte risulta che ho comprato due bottiglie di olio anziche' una, a volte che ho comprato sale dell'himalaya anziche' farina, a volte che ho preso zenzero in polvere anziche' cacao... Ogni volta torno indietro e loro gentilissimi mi restituiscono i soldi che ho pagato di troppo.

Non so quali siano esattamente gli orari di apertura e chiusura dei vari supermercati (di solito ci vado in orari normali), ma so che Ralphs e' aperto dalle cinque di mattina all'una di notte, e mi e' capitato di andarci la sera dopo cena ed e' un'esperienza rilassante. Tutti i supermercati sono aperti anche di domenica e durante le festivita' principali (come Ringraziamento e Natale) almeno al mattino. Ovviamente tutti hanno il parcheggio.


Tutto cio' premesso, io ricordo ancora con nostalgia la spesa al sabato mattina al mercato di val melaina, con le buste poi pesanti di cose buone, riportate a casa con l'autobus.

13 commenti:

Sempre Mamma ha detto...

Noi facciamo la spesa all'Esselunga per il più dei prodotti, ma a volte andiamo anche anche al discount

Nikla ha detto...

Io vado abitualmente in 3 supermercati, più due negozi e un mercato per frutta e verdura...poi ci sono gli extra e qualche negozio online

Baby1979 ha detto...

Noi per mancanza di tempo alla fine facciiamo la spesa sempre nello stesso supermercato, che e' un po' piu' costoso di altri ma ha tutto (verdura e carne organica, buon pesce fresco, salumi e formaggi italiani). Quando ginisce l'olio andiamo da world market e poi prendiamo anche la passata Mutti e a volte i biscotti Mulino Bianco. Le puntatine da trader's joe invece sono tipo bimestrali, giusto per qualche coccola extra.

Luciano ha detto...

Bello, mi interessa molto. Ci sono anche i farmer's market? Vai anche lì?

Murasaki ha detto...

Che esperienza! Noi scegliamo tra tre supermercati: U2, EsseLunga e Naturasì… e anche noi facciamo le diverse valutazioni su quale scegliere in base a quello che ci serve :D

giulia (sb) ha detto...

Se c'e' Costco li' vicino, prova la pasta Garofalo. E' organic e viene dall'Italia (gragnano), c'e' sia il pacco di spaghetti (con mi pare 6 o 8 confezioni) e quello di pasta corta mista (2 penne, 2 caserecce e 2 non so come si chiamano). Costa circa ~$1 per mezzo kg, cioe' meno che la stessa Garofalo in Italia. Adesso la stessa pasta c'e' anche da Trader Joe's (o cmq una equivalente di gragnano) ma a prezzi piu' alti.

Valentina VK ha detto...

amica al traders joe di houston ho trovato una burrata che si scioglie in bocca, e di quelle nelle vaschette con l'acqua, cercala!

Marica ha detto...

sempre mamma: anche io nella mia vita precedente usavo un solo supermercato, di solito la GS

nikla: io nella mia vita precedente non avrei avuto tempo!

baby 1979: ecco, da world market non vado mai...

luciano: questa e' una bella domanda, anche nikla ogni tanto me lo chiedo.. andro' al piu' presto per fare foto/video e un post :-)

murasaki: mi piace il nome naturasi'... ma e' quello biologico?

giulia sb: no, da costco non ci vado per una questione di principio :-/ , ma la garofalo in italia la prendevo e mi piaceva... da trader joe prendo la baronia, e' questa di cui parli?

valentina: uh, devo provare!!! di solito prendo la mozzarella ma non e' niente di che (a mio parere), provero' la burrata, grazie!

giulia (sb) ha detto...

Non so come si chiami la pasta di Trader Joe's, controllero' quando vado. Come mai non vai da Costco? Non ti piace il loro programma di business? Io non sono molto informata su queste cose, se posso risparmiare comprando biologico ben venga. Ad esempio adesso vendono un crema solare ottima con ottime review da EWG per quasi la meta' di quello che costa in altri negozi.

Come te, anch'io giro di negozio in negozio. Arborio organic? Negozio X. Latte? Y Ecc. Peccato che non sono molto vicini :(((

Personalmente non vado spesso a whole foods, lo trovo costoso anche se ha prodotti buoni. Qui io faccio la spesa di frutta e verdura soprattutto alla cooperativa locale: la maggioranza della roba non solo e' organic ma anche locale (stesse farms che trovo al farmers market ma non devo aspettare il weekend) e mi piace supportare l'agricoltura della zona. Si possono comprare tantissime cose (detersivi, saponi liquidi, miele ecc) facendo il refill della bottiglia portata da casa. Ce n'e' una anche a SD? Se si, e se non e' troppo distante, prova ad andare!

ha detto...

cara, negli anni in cui sei stata via sono cambiate molte cose e anche in Italia, almeno nei centri grandi, i super (iper) sono aperti tutto l'anno (con esclusione di 3/4 gg immagino e spero ma io mai li ho trovati chiusi) almeno fino alle 8.30! e pure fino a tardi in alcune città pilota, ma anche io ricordo le spese da Ralphs e l'altro di cui non ricordo alla sera tardi come una cosa incrdibile e comodissima... (che poi il tardi americano è relativo). Stessa esperienza sia qui che lì: in base a quello che devo comprare decido dove andare. Faccio spese diverse a cadenze diverse e non disdegno i mercati quando li conosco e passano il mio vaglio.
Anche qui in Italia, nel milanese, ci sono i commessi del Naturasì (poco meno caro di wholefood ma meno fornito) sono gentili e sempre sorridenti e rilassati, quasi ti chiedi se stiano girando una seguito di Pleasentville! All'esselunga qualità medioalta (con tanto bio) e commessi intermedi: alcuni loquaci altri desiderosi di finire il turno (e sempre più casse automariche), nell'Unes del mio quartiere gli stessi commessi da almeno 3 cambi di catena, gentili e carini, con verdure a lotta integrata e sempre più bio e pure a prezzi popolari, negli Auchan e carrefour ancora tanto bio, ma poco nelle verdure, non li frequento così spesso da poter giudicare i personale ma è decisamente trasparente, ho comunque presente il supermercato asettico con commesso che nemmeno vuole salutare alla cassa, sicuramente il trattamento economico e i turni negli orari più strani e nel weekend non aiutano ad esser felici del lavoroo e con i clienti, il più vicino del genere è una coop per me e ci vado una volta l'anno se mi serve qualcosa di particolare o al mare perché ce l'ho vicino.
A Los Gatos ci sono Wholefood, Lunardi's, un super italiano, e quell'altro normale (uffa, è anche famoso!), Ralph l'ho conosciuto da voi a SD ;-) è quello dove non mi volevano riscaldare i panini perché quelli che avevo scelto non lo prevedevano. E c'è anche il mercato organic nel week end e torni sì con le buste piene ma anche il portagoglio vuoto ;-) e altri a distanze compatibili con l'inserirne un passaggio mentre si va al mare in gita.
Mondi diversi, ma paralleli ormai.

Silvia Pareschi ha detto...

Anch'io ho un supermercato vicino dove "sbagliano" sempre qualcosa nello scontrino! E comunque sono molto felice di non lavorare in un supermercato dove mi viene richiesto di fare conversazione con i clienti :-D

NonPuòEssereVero ha detto...

Io ho un lavoro su turni che mi permette di avere, paradossalmente. molto più tempo libero di chi fa 40 ore come me, ma da lunedì a venerdi 9-18, quindi ho praticamente un posto x comprare ogni cosa :P
Ho anche il mio supermercato preferito dove i prezzi sono buoni,la qualità è ottima e ormai sono diventata amica di tutti,dalle cassiere al panettiere, ma visto che abbiamo cambiato casa un pò di tempo fa e non è più a portata di mano vado solo per la "spesa grossa".
Il resto, appunto: uova da una parte, frutta e verdura da un'altra, pesce da un'altra ancora e via dicendo. Sembro matta,ma mi piace farlO!

expedia servizio clienti ha detto...

grazie per tutti!!!
bacci
mi piace molto la publicazione!!!
:)