2/06/2016

1221 - Il programma!

[Sono solo due o tre le persone che leggendo il titolo di questo post potrebbero farsi una bella risata, ma di queste solo una forse legge il blog... ]

Durante l'estate, visto il mio umore pessimo, avevo deciso che avevo bisogno di qualcosa per distrarmi un po'. Gia' da mesi avevo una mezza idea di iscrivermi al college per seguire qualche corso, e cosi' a luglio ho preso coraggio e ho concretizzato il tutto, e dopo 11 anni dalla laurea sono tornata ad essere una studentessa.
Perche'. Da una parte sentivo il bisogno di rimettere in moto il cervello, letteralmente, abituato ormai a poltrire. D'altra parte non mi sentivo pronta ad iniziare a lavorare. Mettermi a studiare mi e' sembrato un buon compromesso: attivare i neuroni, senza impegnarmi tutta la giornata per 5 giorni a settimana, con orari flessibili e senza troppi vincoli.
Cosa. Sul cosa studiare sono stata un po' indecisa, lo ammetto, ma alla fine sono soddisfatta della mia scelta! Un certificato in GIS. Cos'e' il GIS e' difficile da spiegare, ma in due parole potrei dire che e' tutto quello che permette di raccogliere dati, metterli sulle mappe, e poi farne buon uso. Le applicazioni sono molte.
Come. Per ottenere il mio certificato devo fare dei corsi di inglese (4) e dei corsi in GIS (7). Prevedo pero' di aggiungere qualche altro corso, per mio arricchimento personale (e impoverimento del marito) :-D
Dove. Di corsi in GIS ce ne sono molti, e per tutte le tasche. Io non volevo investire molto ne' in tempo ne' in denaro, ho scelto quindi l'opzione piu' semplice ed economica: il community college. Non so quale sia la definizione esatta di community college, per me e' una via di mezzo tra il liceo e l'universita'.

C'e' tanto da raccontare.... un po' alla volta magari lo faro'.
Per ora la cosa che piu' mi piace di questi corsi americani e' il Syllabus, ovvero il Programma! :-D
Il primo giorno di lezione, qualsiasi sia il corso, viene distribuito questo Syllabus. Si tratta di 4 o 5 fogli A4 dove c'e' scritto tutto quello che bisogna sapere: contatti del professore, libri di testo, come viene calcolato il voto finale, quando ci saranno gli esami, quali compiti bisogna consegnare e quando... e soprattuttto settimana per settimana c'e' il dettaglio degli argomenti che verranno trattati. Per me questa cosa e' favolosa. Con largo anticipo so tutto quello che dovro' studiare e quando. So quando ci saranno gli esami. So cosa dovro' fare durante il corso.
Io amo programmare le cose. E, quelle due o tre persone di cui sopra, che hanno vissuto con me durante gli anni universitari, mi prendevano sempre in giro perche' per ogni esame passavo un'intera giornata di studio facendo il Programma, dettagliato, con le cose da studiare, divise per giorni (o settimane). E dal Programma non si scappava.
Ora me lo trovo gia' fatto.


[Cosa voglio fare da grande non lo so. Si studiare ingegneria e' stato bello ed interessante, e la laurea sta li, non si autodistrugge. Il primo step e' il certificato in GIS. Poi un lavoro "semplice" per iniziare. Poi se le forze e la volonta' mi assistono, mi daro' da fare per capire cosa fare per essere ingegnere anche da questa parte di mondo.Se ci sara' la volonta'. Perche' l'importante e' essere felici, e di ingegneri uno in famiglia puo' pure bastare].

21 commenti:

Anonimo ha detto...

oh certo è molto più importante essere felici, ammesso che la felicità sia qualcosa che duri o forse meglio piuttosto parlare di serenità e appagamento, che essere ingegneri.
Via il cattivo umore Marica.
Un abbraccione
Sandra frollins

Alice ha detto...

Sorrido perché in questo periodo ho passato giorni a spulciare i vari corsi universitari che mi piacerebbe seguire, alternati da una pianificazione di come riprendere la mia attività di fotografa... chissà da che parte andrò! In bocca al lupo e buoni studi!

Anna ha detto...

Non sapevo fossi ingegnere...che tipo di ing sei?
Dalle nostre parti il GIS è materia importantissima per il nostro studio di progettazione. Brava! Bella prova!
Annallafinearrivamamma

Anonimo ha detto...

detto da una che se ne intende , di poltrire, guarda che sei già grande, e la laurea è come una pianta se non le dai nutrimento si secca e muore, su coraggio, ora è tempo che te dai una mossa, sinnò finisci a fare amigurumi tutta la vita

Moro ha detto...

Bravissima! Penso che tra la laurea in ingegneria ed il certificato in GIS farai strada!

E non ti preoccupare sul cosa fare da grande..anch'io sono passato da laurea in ingegneria in..project management! Ma intanto continuo a studiare...non si sa mai!

In bocca al lupo!

Marica ha detto...

Sandra: vero, serenità, ora lo aggiorno, hai perfettamente ragione. Che poi non e' che non voglio lavorare da ingegnere, più che altro e' che non ce la farei a uscire di casa alle 8 e tornare 12 ore dopo. Mi perdere tanto. Ma ognuno ha le sue priorità e ben venga.

Alice: ehehe, in bocca al lupo anche a te!!!

Anna: sono ingegnere ambientale! Penso che il certificato in GIS potrebbe andare d'accordo con la mia laurea :-)

Anonimo: si, il problema e' che non lo so ancora cosa ci voglio fare con quella laurea. A me che piace fare programmi, la vita mi ha giustamente regalato di non poter programmare qualcosa di molto importante. E va bene così, questo mi sta insegnando tanto...
Però nell'incertezza non so bene come muovermi. Al momento, ma anche sei anni fa, con la mia laurea non potrei lavorare direttamente cosi perche il piano di studi di ingegneria ambientale non e' come quello che ho fatto io. In ogni caso dovrei studiare... Allora iniziò con qualcosa di semplice e poi faccio il punto della situazione.
Detto ciò, ognuno fa le sue scelte, in base alle proprie esigenze e quelle famigliari. Non bisogna necessariamente fare un "lavoro retribuito" per stare bene con la propria coscienza.

Moro: tu sei un grande esempio di come ci si possa rimettere in gioco, faticare, reinventarsi, cambiare strada, essere felici :-)

luciaaaa ha detto...

Bene Marica, sembra che questo corso sia davvero interessante :-) il programma poi trovo sia davvero geniale, a me hanno dato qualcosa del genere al corso sulle certificazioni che feci anni fa e lo trovai davvero utile, è bello avere nero su bianco il piano del lavoro dei mesi successivi.
Sulla faccenda "cosa voglio fare da grande" anche io ci sto ancora lavorando... però ho come l'impressione che lì sia più facile reinventarsi anche dopo i 30, credo che troverai la tua dimensione casa lavoro famiglia :-)

Sabina ha detto...

BRAVA MARICA!!! =)

Silvia Pareschi ha detto...

Secondo me però per i professori il Syllabus è un incubo! A me avevano chiesto di prepararne uno per un corso di un'università americana in Italia, e per fortuna il corso è abortito prima che mi dovessi mettere a scrivere cosa avrei fatto in ogni lezione!
Comunque bravissima Marica, buon lavoro!

Anonimo ha detto...

Che buffo.... Anch'io dal 19 gennaio sono di nuovo una studentessa! Sono tornata al college, per ora seguo alcuni corsi di inglese accademico, come mi è stato consigliato di fare, poi mi piacerebbe tornare al mio amato diritto! In bocca al lupo Marica! Ciao Elena

Rabb-it ha detto...

Uh.
Proprio uguale uguale al corso che ho seguito io lo scorso anno.
:-)

Ok, spengo la modalità ironica.
Non ironica con te, col corso... il nostro aveva sì previsto all'inizio un programma, che veniva poi stravolto ogni settimana.
A volte da un giorno all'altro.
Ma va bene.
Ci ha abituati agli imprevisti.
(forse)
Scusa la divagazione personale.

Un attimo che apro lo zoo degli auguri.
^_^
In groppa alla tartaruga.
(Oh mi hanno detto che si risponde: speriamo che non cappotti)



Luciano ha detto...

Complimenti, hai fatto davvero una bella scelta! Voglio seguire tutti i progressi.

Anna ha detto...

Marica! non lo sapevo che eri ing ambientale, Fabio è geologo, e di GIS ne fa abbastanza, certo che ti servirà! Brava!

Anonimo ha detto...

Congrats, Marica, e in bocca al lupo per questa nuova avventura! E' la dimostrazione che non è mai troppo tardi per "rimettersi in gioco", il cammino della vita è lungo e complesso, si possono imboccare varie strade e cambiare direzione, leggermente o radicalmente, l'importante come hai detto tu è essere felici. Grazie per questo tuo esempio di coraggio!
Maria
Ps.Non commento da ormai tanto tempo, ma ti seguo sempre con piacere :)

Anonimo ha detto...

Carissima, in bocca al lupo per la nuova avventura, sono uno studente Luiss ed anche noi abbiamo il syllabus per ogni corso :)

Giulia (SB) ha detto...

Brava!!
Io ho il problema opposto perche' ho studiato tanto ma tra un paio di mesi mi scade il contratto quindi sono alla ricerca di un lavoro nuovo. Problema opposto perche' quello che a me terrorizza e' proprio l'idea di stare "a casa" tutto il giorno. Penso sia normale avere un po' di dubbi, ma ormai il tuo bimbo e' grande e un lavoro part-time per quando lui e' a scuola potrebbe essere un buon compromesso.

Anonimo ha detto...

Ciao Marica, sono fiera e orgogliosa di te. Di quello che fai e dei cambiamenti che porti alla tua vita. Fai bene quello che reputi giusto x te. Per quanto riguarda il Syllabus, penso sia una cosa bellissima. Magari ad alcune persone diciamo "creative" sta un pò stretta, ma per altre persone che hanno bisogno di una programmazione è un valido aiuto. Ti semplifica la vita studentesca. Lo posso ben dire, mia figlia che sta andando all'università ogni tanto mi racconta del sistema universitario. Impossibilità a trovare docenti non saper con esattezza quando ci sarà l'esame. Queste cose sono destabilizzanti ti devi preoccupare anche di queste burocrazie. Invece averle già sistemate è cosa buona. Cosa farai da grande? Anche io che sono abbastanza più grande di te me lo chiedo  Fare sempre progetti anche a 90 100 anni. Un carissimo saluto Sira

Marica ha detto...

grazie a tutti per i commenti, e scusate che non ho piu' risposto!
sono stata risucchiata dallo studio :-D
purtroppo faccio fatica a trovare un equilibrio, quindi le ore dedicate allo studio sono state sottratte al sonno piu' che altro :-/
ora ho finito uno dei due corsi, quello GIS appunto, e ho piu' tempo...anche se sono indietrissimo con quello di inglese ;-D
ma conto di recuperare!

grazie per l'incoraggiamento!!!!!

Smartix ha detto...

leggo questo post e mi ci rivedo. Anch'io penso di avere un po' le stesse tue esigenze, ovvero voglia di non stare tutto il giorno fuori casa per seguire un po' i figli (ora di 5 e 7 anni), anch'io ho una laurea italiana e vivo negli States, anch'io volevo tornare a fare circolare i neuroni e ho scelto il community college e dopodomani ho il primo final. Immagino anche tu, questo e' il periodo dei final no? In bocca al lupo, Smartix (io sono laureata in Storia, sono giornalista, e il mio primo corso al college e' stato di psicologia. Anche a me il syllabus fa sorridere, in Italia era tanto se ci dicevano l'aula in cui c'era lezione :))
Ciao!

Anonimo ha detto...

Assistenza finanziaria tra pedaggio privato.
Io sono GIUSEPPINA Eleonora, una donna in Cristo con i bambini e un uomo di nazionalità spagnola e dalle mie azioni voglio grazia ciò che il mio Dio mi ha dato aiuto famiglie da minimo gesto di un credito di 3.000 a 200.000 € a un tasso del 2%. Sei interessato, dare la quantità e le condizioni di quest'ultimo dove avrebbe potuto pagare il prestito per il grazie. e-mail: giuseppina.eleonora01@gmail.com. Anche se si tenta, una volta o due volte e non a piedi appena fatto l'applicazione con il tempo, credenza e avere una mente acquisizione prima della vostra richiesta "Dio rimane volto Dio nostro bisogno".

vueling telefono ha detto...

grazie per tutti!!!
bacci
mi piace molto la publicazione!!!
:)